MY LIFE

Adolescenza gay, giovinezza gay, gay e scuola, gay e università, ragazzi gay e genitori
Rispondi
NYKO
Messaggi: 15
Iscritto il: lunedì 15 giugno 2009, 0:28

MY LIFE

Messaggio da NYKO » mercoledì 17 giugno 2009, 4:05

Be’, di solito le storie iniziano sempre con “c’era una volta in un bel….”, ma non la mia.
Cosa posso dire in sintesi di tutte le mie esperienze che ho vissuto negli ultimi due anni e mezzo? (da quando ho scoperto di essere gay).
Mah, mi sono innamorato di sole due persone: Luca (chiamiamolo così) mi ha illuso, mi ha fatto sentire amato e mi ha trattato come uno straccio ed inoltre ha rivelato a molti il sentimento che provavo verso di lui, rovinandomi molte amicizie… ma nulla di grave, nessuno mi ha detto niente contro…
Il secondo?? Federico (chiamiamolo così) un mio grande amico fin dall’infanzia… e non penso che la cosa giusta sia dirglielo… “ho volgia di rovinare un’amicizia per qualcosa che forse dopo non ci sarà più?” mi sono domandato spesso…. decisamente no, anche se la tentazione di dirglielo è forte….
Cose dire del resto… sono gay da sempre, fermamente convinto di quel che dico, penso e provo nonostante la mia età (15), il mio problema non è tanto esserlo (perché mi sono accettato) ma è viverlo: infatti per mia sfortuna vivo nel centro d’Italia, le idee sono piuttosto ristrette, gli insulti sono alti e di botte morali (e fisiche) ne ho prese davvero tante in passato, tuttora la gente mi addita per strada e ride di me; sono quasi arrivato al suicidio sapete? ero proprio ad un passo. Come si può pensare di non voler vivere più per colpa degli altri? Tutto questo è passato ed un periodo di stabilità è iniziato da Marzo 2009…ma… una mia amica, grande amica Giulia (chiamiamola così), che conosco fin dal primo anno di scuole medie cosa ha fatto? Ha avuto la leggerezza di raccontare a tutti i nostri compagni di classe, tutto su quello che provavo verso un ragazzo (chiamiamolo Gregorio) per il quale era cotto (ma non innamorato).
Come potevo immaginare che, il giorno 10 Maggio 2009 ore 10.23, tutti e ventisei i miei compagni di classe si fossero girati ammutoliti verso di me, al ritorno dal bagno, perche sapevano “tutto” di me?!?!???!!???
Giuro che non dimenticherò mai quelle facce, mai.
Il finale…. Alla risalita sull’autobus di ritorno a casa che cosa mi sento urlare contro da uno dei miei torturatori?? “Hey Gregorio….”
“Che cosa poteva succedermi in quel momento??” ho pensato. “Se sono sempre (dagli 11 anni in poi) stato additato come “frocio” da tutti, senza che questi avessero la consapevolezza della mia omosessualità, cosa avrebbero potuto farmi con essa?? Pistarmi ancora?? Distruggere la mia vita??...” ho pensato che forse questi erano prezzi troppo alti da pagare e che era una cosa troppo crudele quella paura.
Sapete che cosa ho fatto per rispondere a quel ragazzo che mi aveva urlato contro…. Gli sono sbottato a ridere in faccia, ma una risata viva, vera, non di amarezza o altro….
Che cosa ho fatto nei giorni successivi?? Ho camminato a testa alta per le di quella città maledetta con gli occhi puntati addosso e ho pensato ai tramonti viola e rossi fra quelle montagne che amo e…
Sono gay e sono felice di esserlo, e nessuno mai mi potrà più umiliare e “uccidere” di nuovo, no, perché la consapevolezza di volere ottenere fermamente una vita come sogno non me toglierà nessuno, chiunque esso sia…………..
Spero di poter essere stato utile a qualcuno e grazie della pazienza....
17/06/09 NYKO

Ferro
Messaggi: 232
Iscritto il: lunedì 1 giugno 2009, 21:34

Re: MY LIFE

Messaggio da Ferro » mercoledì 17 giugno 2009, 9:10

Sono casi tipici, la scusante è che sono ragazzi molto giovani, di provincia e tu forse hai rappresentato il loro primo contatto con questo mondo.

Però vedrai che da adesso le cose cambieranno, certo, vedendo la situazione non mi illuderei di non subire più qualche battuta offensiva ma passa avanti.
Dichiararsi presto è una fortuna perchè evita tutto l'inter doloroso che si fa con se stessi, quando si ha la tua età è tutto più facile, di conseguenza però non cìè ancora la maturità di saper gestire la situazione, sapere a chi raccontarlo e tenerlo nascosto se è necessario.

Fare coming out non è importante è fondamentale nello stesso tempo fondamentale è anche non andare ovunque a raccontare della propria omosessualità facendone un discorso di principio perchè comunque non serve a niente e può crearti un problema.

Sull'amore le delusioni sono all'ordine del giorno basta non cominciare a dire che fra i gay è più difficile, perchè sono dell'opinione che è sempre difficile.
L'importante è cercare di non innamorarsi mai di etero.....

Ciao

Marcolino
Messaggi: 155
Iscritto il: martedì 16 giugno 2009, 20:56

Re: MY LIFE

Messaggio da Marcolino » domenica 21 giugno 2009, 13:42

bravo ferro..l'importante è nn innamorarsi di un etero...ma purtroppo a me è successo...nn posso ovviamente farmene una colpa..è andata..ho sofferto cm un cane..pensavo ke nn ce l'avrei fatta ma la mia voglia di vivere mi ha fatto lottare...ce l'ho fatta e ora sn qui a raccontare la mia esperienza...devo dire ke io mi sn sempre guardato dal dikiararmi...nn ho mai pansato ke avrei avuto giovamento da questo..e anke ora nn me la sento di dire nulla di me...io l'ho detto solo a una ragazza di cui ero certissimo di potermi fidare..lei ha detto tutto a sua madre e io ne sn stato felice..perkè so ke nn mi tradiranno..io ho altre amike ma so ke queste lo sn solo in apparenza e so anke ke se mi dikiarassi a loro mi farebbero sentire diverso...a volte accenno qualcosa senza mai spingermi oltre..perkè una cosa è il dubbio una cosa è la certezza...loro dicono sempre ke se avessero un amico gay lo accetterebbero..ecco io nn capisco cosa voglia dire ACCETTARE...ma ki sn loro per accettarmi?..come se avessi deciso qualcosa...si può accettare una scelta nn l'identità sessuale di una persona ...quella ci appartiene e basta ..è tale e nn necessita di ACCETTAZIONE...quindi io dovrei accettare ke loro sn etero?ma ke scemenze...ho imparato a fidarmi solo di me stesso e spero un giorno di poterne parlare cn i miei...credo tra un anno..prima di andare all'università..io ho 18 anni e nn mi fido degli altri...solo di pokissimi...ma voglio dire ke la mia omosessualità è un valore..per me questo mio essere è un dono e come tale lo vivo...in futuro sceglierò le persone cn cui stare..ki mi ama mi seguirà..altrimenti è meglio ke si tengano alla larga...sarò io a farmi voler bene cn ciò ke so fare..nessuno ha il diritto di accettare nessuno...nn merito di soffrire..merito rispetto cm tutti..e anke io voglio rispettare gli altri allo stesso modo...sn solo Marco un 18 enne gay...un ragazzo ke vuole vivere cm tutti...ciao..grazie

go_deep
Messaggi: 11
Iscritto il: sabato 16 maggio 2009, 1:43

Re: MY LIFE

Messaggio da go_deep » domenica 21 giugno 2009, 14:53

Ho camminato a testa alta per le di quella città maledetta con gli occhi puntati addosso e ho pensato ai tramonti viola e rossi fra quelle montagne che amo e…
Sono gay e sono felice di esserlo, e nessuno mai mi potrà più umiliare e “uccidere” di nuovo, no, perché la consapevolezza di volere ottenere fermamente una vita come sogno non me toglierà nessuno, chiunque esso sia…………..
Bravo NYCO!
Ti auguro con tutto il cuore di vivere una vita meravigliosa, ricca di soddisfazione e amore!
Un po' anche per quelli come me che il grande coraggio che hai tu non ce l'hanno avuto.
Tu rappresenti il futuro, un futuro che se ricco di persone come te sarà sicuramente migliore per tutti!
Deep :)

Ferro
Messaggi: 232
Iscritto il: lunedì 1 giugno 2009, 21:34

Re: MY LIFE

Messaggio da Ferro » domenica 21 giugno 2009, 17:25

Marcolino ha scritto:bravo ferro..l'importante è nn innamorarsi di un etero...ma purtroppo a me è successo...nn posso ovviamente farmene una colpa..è andata..ho sofferto cm un cane..pensavo ke nn ce l'avrei fatta ma la mia voglia di vivere mi ha fatto lottare...ce l'ho fatta e ora sn qui a raccontare la mia esperienza...devo dire ke io mi sn sempre guardato dal dikiararmi...nn ho mai pansato ke avrei avuto giovamento da questo..e anke ora nn me la sento di dire nulla di me...io l'ho detto solo a una ragazza di cui ero certissimo di potermi fidare..lei ha detto tutto a sua madre e io ne sn stato felice..perkè so ke nn mi tradiranno..io ho altre amike ma so ke queste lo sn solo in apparenza e so anke ke se mi dikiarassi a loro mi farebbero sentire diverso...a volte accenno qualcosa senza mai spingermi oltre..perkè una cosa è il dubbio una cosa è la certezza...loro dicono sempre ke se avessero un amico gay lo accetterebbero..ecco io nn capisco cosa voglia dire ACCETTARE...ma ki sn loro per accettarmi?..come se avessi deciso qualcosa...si può accettare una scelta nn l'identità sessuale di una persona ...quella ci appartiene e basta ..è tale e nn necessita di ACCETTAZIONE...quindi io dovrei accettare ke loro sn etero?ma ke scemenze...ho imparato a fidarmi solo di me stesso e spero un giorno di poterne parlare cn i miei...credo tra un anno..prima di andare all'università..io ho 18 anni e nn mi fido degli altri...solo di pokissimi...ma voglio dire ke la mia omosessualità è un valore..per me questo mio essere è un dono e come tale lo vivo...in futuro sceglierò le persone cn cui stare..ki mi ama mi seguirà..altrimenti è meglio ke si tengano alla larga...sarò io a farmi voler bene cn ciò ke so fare..nessuno ha il diritto di accettare nessuno...nn merito di soffrire..merito rispetto cm tutti..e anke io voglio rispettare gli altri allo stesso modo...sn solo Marco un 18 enne gay...un ragazzo ke vuole vivere cm tutti...ciao..grazie
Il tuo discorso non è giusto ma di più , resta il fatto che anche noi dobbiamo "accettare" un mondo che "deve accettarci"........... :?

Io preferisco accettare in un'altra sfumatura, tipo un contratto virtuale....
Quando facciamo amicizia alla lunga mostriamo i nostri pregi e difetti, se quella persona li accetta diventiamo amici e viceversa e questo è come se si firmasse un contratto....
Quando dichiariamo la nostra omosessualità è come se in un contratto già firmato aggiungessimo un'altra clausola (cioè io sono omosessuale) e quindi questa clausola deve essere accettata dalla controparte :P

Ora intendilo come vuoi, fatto sta che noi siamo diversi e come tutti i diversi dobbiamo essere accettati da una società conformista e moralista.
A meno che non decidiamo di andare a vivere su una montagna sperduta, questo è il mondo che ci aspetta e io non mi farei illusioni che all'estero le cose vadano poi tanto meglio.....

Per questo dico dobbiamo imparare ad accettarlo anche noi......

E ti dirò di più ogni membro di una minoranza deve essere accettato non solo i gay (metti gli extracomunitari, malati di mente, barboni, anticonformisti ecc..) e il fatto di non essere gay non significa che tutti in un modo o nell'altro appartengano a un'altra minoranza.

Tutti dobbiamo farci accettare dalla società, solo che per noi gay la cosa è più palese

*tommy*
Messaggi: 59
Iscritto il: mercoledì 20 maggio 2009, 9:16

Re: MY LIFE

Messaggio da *tommy* » domenica 21 giugno 2009, 19:07

NYKO,
da ciò che racconti, è chiaro che tu abbia sofferto molto. Ma è altrettanto evidente, per fortuna, che la sofferenza non ti abbia abbattuto, che t'abbia reso invece più forte...Bravo! Credo tu sia sulla strada giusta. Continua così: Sii sempre ferio di come sei.
Un saluto
Tommy

guy21
Utenti Storici
Messaggi: 1013
Iscritto il: martedì 19 maggio 2009, 19:33

Re: MY LIFE

Messaggio da guy21 » domenica 21 giugno 2009, 19:31

tu si che hai avuto fegato nyko grande, continua così, anch'io purtroppo volevo suicidarmi per ben 2 volte ma non per la mia omessuasilità ma per colpa sempre degli altri.ho creduto molte volte di essere forte, di convicermi ,ma ogni volta quando affronto il problema ne esco sempre sconfitto ho provato più volte ma niente da fare anzi ogni volta mi sento sempre peggio perchè delusione dopo delusione genera depressione e diminuzione della fiducia in se stessi.ma basta parlare della mia depressione , altrimenti dopo vi rendo infelici anche a voi e non è giusto.comunque nyko sappi che ti ammiro sopratutto perchè sei più piccolo di me e hai tutto questo coraggio a differenza mia.vai alla grande, ci vediamo

Ferro
Messaggi: 232
Iscritto il: lunedì 1 giugno 2009, 21:34

Re: MY LIFE

Messaggio da Ferro » domenica 21 giugno 2009, 20:14

guy50 ha scritto:tu si che hai avuto fegato nyko grande, continua così, anch'io purtroppo volevo suicidarmi per ben 2 volte ma non per la mia omessuasilità ma per colpa sempre degli altri.ho creduto molte volte di essere forte, di convicermi ,ma ogni volta quando affronto il problema ne esco sempre sconfitto ho provato più volte ma niente da fare anzi ogni volta mi sento sempre peggio perchè delusione dopo delusione genera depressione e diminuzione della fiducia in se stessi.ma basta parlare della mia depressione , altrimenti dopo vi rendo infelici anche a voi e non è giusto.comunque nyko sappi che ti ammiro sopratutto perchè sei più piccolo di me e hai tutto questo coraggio a differenza mia.vai alla grande, ci vediamo
Guy dobbiamo lavorare su noi stessi senza deprimerci, ogni persona ha i suoi tempi, io negli ultimi mesi ho fatto passi in avanti che mai in vita mia, allora anche se adesso certe cose mi sembrano impensabili so che è un percorso che è iniziato.

Stiamo uscendo dal limbo, quando arriveremo alla nostra piena emancipazione non vuol dire che saremo felici ma che potremo esserlo, li ci vuole attenzione, fortuna e capacità di mettersi in gioco.....
Però se non siamo ottimisti per il futuro allora il futuro non c'è

Rispondi