Crea sito
 
Oggi è sabato 18 novembre 2017, 19:40

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




 Pagina 6 di 7 [ 61 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 3, 4, 5, 6, 7  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: ho paura di me stesso
MessaggioInviato: mercoledì 16 gennaio 2013, 19:41 
Utenti Storici

Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22
Messaggi: 2861
Certo , fPao, è più che comprensibile , non sapendo come reagirà. Credo che la cosa più saggia sia proprio quella che hai deciso.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ho paura di me stesso
MessaggioInviato: lunedì 28 gennaio 2013, 22:38 

Iscritto il: giovedì 27 dicembre 2012, 15:32
Messaggi: 73
eccomi di nuovo qui a riscrivere, dopo essere stato abbastanza presente in chat, e porto una buona e una brutta notizia! partiamo con la buona: oggi diciamo che ho avuto forse la ri-conferma di quello che davvero voglio/sono e mi sto schiarendo le idee! :o (anche se ancora me ne devo fare una ragione...).. mi sento abbastanza in apce con me stesso, sto riacquistando felicità e voglia di vivere, perchè si, mi era lentamente andata via.. i miei problemi di autostima ci sono ancora, anzi forse sono anche peggiorati, ma prima o poi risolverò anche quelli.. però non lo so, oggi è un giorno diverso rispetto agli altri perchè sono in "pace con me stesso" (in parte, non del tutto eh! ma va già bene cosi)!
passiamo alla cattiva: c'è un problema (strano direte voi :D ).. la mia migliore amica è innamorata.... di me :cry: lo stavo un po' intuendo, ma ne ho avuto la riconferma leggendo per caso un messaggio dove chiedeva a un mio amico consigli su cosa fare, perchè è innamorata di me da più o meno 2 anni e ha paura di dirmelo.. ora mi domando: perchè tutto questo? :cry: che faccio :?: non voglio rovinare l'amicizia che ho con lei, ma non voglio nemmeno che lei stia male aspettando qualcosa che probabilmente non otterrà mai... sono confuso.. anche perchè lei è la mia migliore amica e le voglio un bene dell'anima.. da quando l'ho scoperto ho il timore di parlarle e di avere il mio atteggiamento normale (abbracciarla, prenderla in giro, scherzare ecc..) perchè ho paura che possa fraintendere... aiutatemi voi!


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ho paura di me stesso
MessaggioInviato: lunedì 28 gennaio 2013, 23:06 
Utenti Storici

Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41
Messaggi: 2360
Ok f.pao*** tu sei nuovo e forse questa mia frase non la conosci ancora "il caso non esiste" :). Diciamo che se la tua migliore amica si sfoga con un tuo amico alla fine è solo una questione di tempo è ovvio che tu lo verrai a sapere. Quindi il primo problema che vedo è questa sorta di triangolazione tra amici, l'ultimo colpetto che manca è che in realtà a questo tuo amico piace lei è poi il triangolo è perfetto. Veramente per farla ancora più completa a te dovrebbe piacere lui così il guazzabuio sarebbe completo. A parte questa mia evidente ironia che spero non ti turbi è ovvio che un pò questa triangolazione va smontata, come? O affronti l'argomento direttamente con lei, le dici che hai saputo, am che non sei interessato, oppure fai finta di non sapere nulla. Vedi infondo se lei è "innamorata" di te da due anni e non si è ancora mossa non è improbabile che in questa situazione ci stia bene, tante volte ragazze represse e gay repressi fanno "coppia" perfetta nel senso che si incastrano benissimo. So che stai pensando di dirgli che sei gay, per salvare capra e cavoli, avere un'amica con cui parlare delle tue cose e nel frattempo "bloccarla", però mi pare un pò prestino visto che nei fatti sei ancora agli esordi. E' già una gran cosa che tu non stia pensando di "provare" con lei fidati. In sintesi che farei al tuo posto? Nulla personalmente fingerei di non aver mai letto il messaggio e pregherei l'amico di non parlarmene, quando e se se la sentirà affronterà l'argomento direttamente lei con te, possibilmente evitando scorciatoie e per allora cosa rispondere lo vedrai nei fatti, digli quello che ti senti di dire, andrà comunque bene.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ho paura di me stesso
MessaggioInviato: lunedì 28 gennaio 2013, 23:13 

Iscritto il: giovedì 27 dicembre 2012, 15:32
Messaggi: 73
Alyosha ha scritto:
Ok f.pao*** tu sei nuovo e forse questa mia frase non la conosci ancora "il caso non esiste" :). Diciamo che se la tua migliore amica si sfoga con un tuo amico alla fine è solo una questione di tempo è ovvio che tu lo verrai a sapere. Quindi il primo problema che vedo è questa sorta di triangolazione tra amici, l'ultimo colpetto che manca è che in realtà a questo tuo amico piace lei è poi il triangolo è perfetto. Veramente per farla ancora più completa a te dovrebbe piacere lui così il guazzabuio sarebbe completo.

ahahah si sarebbe perfetto, ma non mi piacciono molto i triangoli, preferisco le coppie :D


Alyosha ha scritto:
A parte questa mia evidente ironia che spero non ti turbi è ovvio che un pò questa triangolazione va smontata, come? O affronti l'argomento direttamente con lei, le dici che hai saputo, am che non sei interessato, oppure fai finta di non sapere nulla. Vedi infondo se lei è "innamorata" di te da due anni e non si è ancora mossa non è improbabile che in questa situazione ci stia bene, tante volte ragazze represse e gay repressi fanno "coppia" perfetta nel senso che si incastrano benissimo. So che stai pensando di dirgli che sei gay, per salvare capra e cavoli, avere un'amica con cui parlare delle tue cose e nel frattempo "bloccarla", però mi pare un pò prestino visto che nei fatti sei ancora agli esordi. E' già una gran cosa che tu non stia pensando di "provare" con lei fidati. In sintesi che farei al tuo posto? Nulla personalmente fingerei di non aver mai letto il messaggio e pregherei l'amico di non parlarmene, quando e se se la sentirà affronterà l'argomento direttamente lei con te, possibilmente evitando scorciatoie e per allora cosa rispondere lo vedrai nei fatti, digli quello che ti senti di dire, andrà comunque bene.

sinceramente fino a un giorno fa ci stavo pensando di provarci, ma non so il perchè ma oggi ho capito (o forse l'ho accettato) chi sono (è normale non riuscire ancora a scrivere gay/omosessuale senza imbarazzo?) e che sarebbe solo sbagliato sia per me che per lei.. cosi ho pensato: ok escludo questa ipotesi, che faccio ora? non parlarne mi sembra da carogne, nel senso se sta male mi sento in colpa.. ma non saprei cosa dirle.. e in più ho paura che parlandole comprometterei (più di quanto questa scoperta non abbia fatto) la nostra amicizia.. certo io una vita facile no eh...


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ho paura di me stesso
MessaggioInviato: martedì 29 gennaio 2013, 2:50 
Utenti Storici

Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41
Messaggi: 2360
Si il sospetto che ci stessi ragionando pure tu m'era venuto in mente ti avevo già detto che gay repressi e donne represse s'attaccano che è una meraviglia ;). Mi preme dirti due cose, la prima è che non hai bisogno di definirti gay per dire a te stesso che questa cosa non la vuoi, e non perché tu non sia gay, ma perché se una cosa non la vuoi non la vuoi e basta, la vedo più come una capacità di affermare se stessi a volte che come una questione di orientamento sessuale in quanto tale. L'altro punto è che in effetti saresti una carogna a ignorarla se te ne avesse parlato lei, ma così non è stato, a meno che non ci sia stata una sua precisa volonta di farti leggere il messaggio, ma anche in questo caso sarebbe bene togliere di mezzo il terzo incomodo e parlare a tu per tu, cioè sarebbe bene che lei ne parlasse direttamente con te, visto che la comunicazione da farti è la sua e non la tua. Quello che mi convince poco è questo triangolo, non nel senso ironico cui alludevo, ma nel senso di comunicazioni indirette, immagino che per lei parlare al tuo amico della sua cotta per te dopo tre anni, anche loro fra di loro siano molto amici. Se non è stata direttamente lei a parlare aspetta che sia lei a muoversi ha più senso, andarle a parlare per dirle che non ti piace senza che lei in realtà t'abbia detto nulla non la vedo carina come cosa, come anche parlare dei tuoi dubbi sul tuo orientamento se sei fresco di pelo. Non è carina come comunicazione "sai grazie a te ho capito definitavamente di essere gay!" :). Cioè fino al giorno prima eri tentato di starci e adesso? Secondo me dovresti intanto sedimentare questa tua acquisizione che riguarda te e non avere fretta di fare qualcosa o di sistemare immediatamente tutto, se hai le idee chiare i tuoi comportamenti nei suoi confronti diventeranno meno ambigui e probabilmente capirà che non è il caso di dirti nulla da sola, ma questo insomma lo vedrai piano piano. Tu in effetti cosa avevi in mente?


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ho paura di me stesso
MessaggioInviato: martedì 29 gennaio 2013, 16:13 

Iscritto il: giovedì 27 dicembre 2012, 15:32
Messaggi: 73
Alyosha ha scritto:
Si il sospetto che ci stessi ragionando pure tu m'era venuto in mente ti avevo già detto che gay repressi e donne represse s'attaccano che è una meraviglia ;). Mi preme dirti due cose, la prima è che non hai bisogno di definirti gay per dire a te stesso che questa cosa non la vuoi, e non perché tu non sia gay, ma perché se una cosa non la vuoi non la vuoi e basta, la vedo più come una capacità di affermare se stessi a volte che come una questione di orientamento sessuale in quanto tale. L'altro punto è che in effetti saresti una carogna a ignorarla se te ne avesse parlato lei, ma così non è stato, a meno che non ci sia stata una sua precisa volonta di farti leggere il messaggio, ma anche in questo caso sarebbe bene togliere di mezzo il terzo incomodo e parlare a tu per tu, cioè sarebbe bene che lei ne parlasse direttamente con te, visto che la comunicazione da farti è la sua e non la tua. Quello che mi convince poco è questo triangolo, non nel senso ironico cui alludevo, ma nel senso di comunicazioni indirette, immagino che per lei parlare al tuo amico della sua cotta per te dopo tre anni, anche loro fra di loro siano molto amici. Se non è stata direttamente lei a parlare aspetta che sia lei a muoversi ha più senso, andarle a parlare per dirle che non ti piace senza che lei in realtà t'abbia detto nulla non la vedo carina come cosa, come anche parlare dei tuoi dubbi sul tuo orientamento se sei fresco di pelo. Non è carina come comunicazione "sai grazie a te ho capito definitavamente di essere gay!" :). Cioè fino al giorno prima eri tentato di starci e adesso? Secondo me dovresti intanto sedimentare questa tua acquisizione che riguarda te e non avere fretta di fare qualcosa o di sistemare immediatamente tutto, se hai le idee chiare i tuoi comportamenti nei suoi confronti diventeranno meno ambigui e probabilmente capirà che non è il caso di dirti nulla da sola, ma questo insomma lo vedrai piano piano. Tu in effetti cosa avevi in mente?

nono, forse mi sono espresso male ma non ho mai avuto la benchè minima idea di parlarle riguardo alla mia sessualità, ma volevo in qualche modo farle capire di lasciar perdere e di continuare la nostra amicizia nel migliore dei modi! so però che se mai ne parleremo il nostro rapporto sarà un po' compromesso e questo mi da non poco fastidio...


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ho paura di me stesso
MessaggioInviato: martedì 29 gennaio 2013, 23:07 
Utenti Storici

Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41
Messaggi: 2360
Non è affatto detto, se da adesso in poi eviti atteggiamenti ambigui capirà che non è aria e si metterà il cuore in pace, un buon amico fa sempre comodo, poi comunque non si vedrà mai sottrarre il suo ruolo di prima donna della tua vita e sarà comunque felice vedrai. Basta essere chiari nelle comunicazioni e negli atteggiamenti per non dare adito a fraintendimenti, per il resto ti ripeto conviene aspettare si muova lei, anche perché tu"tecnicamente" questa cosa non la sai. Anche se è ovvio che l'amico gli dirà che l'hai letto e a quel punto insomma le cose si muoveranno un pò da sole.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ho paura di me stesso
MessaggioInviato: domenica 24 marzo 2013, 23:22 

Iscritto il: giovedì 27 dicembre 2012, 15:32
Messaggi: 73
Non so se qualcuno si ricorda di me, ma dopo qualche mese per riflettere ho deciso di aggiornarvi sulla mia situazione: ancora sono ben lontano da una accettazione completa, ma non mi lamento. ho capito che questo sono io e non ci posso fare nulla,peggiorerei e basta una salute gia un po' precaria. cosi mi sono messo l animo in pace, ho cercato di pensarci il meno possibile e di non avere questo obbligo di catalogarmi in un orientamento sessuale: la vita va avanti e farà il suo corso senza che ioabbia la necessità di fare questo. in questo periodo ho avuto delle crisi ma molto piu lievi e le ho superate in poco tempo. quello che un po' mi spaventa è una cosa nuova: è difficile da spiegarlo e abbastanza strano. ho incontrato ad una specie di assemblea un ragazzo e mi ha incuriosito, non so perchè ma ho cominciato a fare caso a quando mi passava accanto. oggi gli ho parlato per poco tempo grazie al fatto che eravamo in gruppo insieme per un attività scolastica (quando sono stato assegnato nel suo gruppo ho provato una specie di gioia, mi sono detto che bello senza che mai lo avessi sentito parlare o comunque avuto occasione di capire chi fosse). cosi ho scoperto il suo nome e in che classe è. tutto qui. mi sono detto piu volte di quanto cretino fossi stato a non chiedergli il numero o se avesse facebook. insomma mi dovró accontentare di vederlo spero qualche volta nei corridoi e salutarlo freddamente.. ma dentro di me preferirei avere l occasione di parlarci di nuovo e di uscirci.. ma è impossibile.. siamo in classi differenti senza amici in comune e senza un qualsiasi modo di comunicare... e fa paura questa voglia di conoscerlo piu a fondo.. non mi era mai capitato...


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ho paura di me stesso
MessaggioInviato: lunedì 25 marzo 2013, 10:06 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 30 marzo 2012, 18:40
Messaggi: 1386
Ciao Francesco,
allora intanto mi fa piacere che tu stia un po' meglio...
Riguardo a quelo che scrivi...
f.pao*** ha scritto:
quello che un po' mi spaventa è una cosa nuova: è difficile da spiegarlo e abbastanza strano. ho incontrato ad una specie di assemblea un ragazzo e mi ha incuriosito, non so perchè ma ho cominciato a fare caso a quando mi passava accanto. oggi gli ho parlato per poco tempo grazie al fatto che eravamo in gruppo insieme per un attività scolastica (quando sono stato assegnato nel suo gruppo ho provato una specie di gioia, mi sono detto che bello senza che mai lo avessi sentito parlare o comunque avuto occasione di capire chi fosse). cosi ho scoperto il suo nome e in che classe è. tutto qui.

Intanto non angosciarti... Molte volte succede che una persona che vediamo per la prima volta possa incuriosirci, anche se non abbiamo mai avuto modo di parlarci... Sul fatto che possa essere difficile da spiegar e capire sono d'accordo, ma ti ripeto, è una cosa normale... non stare a farti mille paranoie... questo ragazzo avrà avuto una qualche caratteristica che ti ha colpito...
f.pao*** ha scritto:
mi sono detto piu volte di quanto cretino fossi stato a non chiedergli il numero o se avesse facebook.

Non stare a darti del cretino per nulla! Non sempre, con una persona che si conosce poco, si riesce a essere così disinvolti da poter chiedere un numero di telefono o un contatto...
f.pao*** ha scritto:
insomma mi dovró accontentare di vederlo spero qualche volta nei corridoi e salutarlo freddamente.. ma dentro di me preferirei avere l occasione di parlarci di nuovo e di uscirci.. ma è impossibile.. siamo in classi differenti senza amici in comune e senza un qualsiasi modo di comunicare...

Scusami... hai scritto che gli hai parlato giusto? Ok, è stato per poco, e allora perché lo devi salutare freddamente???? Saalutalo in maniera normale come faresti con qualsiasi altro ragazzo... e poi ti preoccupa il fatto che sia in una classe diversa... però quando lo vedi perché non provi ad attaccare bottone in maniera piuttosto "soft", chiedergli come va per esempio... ricordati che qualsiasi rapporto nasce dalla voglia di volerlo costruire... non voglio dire che sia semplice, però anche solo chiedergli come va, e magari se riuscite a scambiarvi due parole, provare a chiedergli il contatto facebook, secondo me è fattibile... se poi è destino che nasca un 'amicizia bene...
f.pao*** ha scritto:
e fa paura questa voglia di conoscerlo piu a fondo.. non mi era mai capitato...

Ma non devi avere paura di voler conoscre una persona a fondo... anche a me capita questa cosa, anche con delle ragazze, ma non me ne sonomai fatta un problema... siginifica solo che questa persona ti ha colpito e senti il bisogno di conoscerla....

Ti mando un grande abbraccio...

Isabella



_________________
Ogni sera quando mi ferisco una parte di me si chiede cosa stia facendo, ma io non so cosa risponderle. Guardo il sangue colare dalla ferita, colare a terra, goccia dopo goccia, come una clessidra.
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ho paura di me stesso
MessaggioInviato: lunedì 25 marzo 2013, 19:44 
Utenti Storici

Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22
Messaggi: 2861
Ciao! certo che ci ricordiamo di te! sono contenta di vedere che sei un po' più sereno. :) Mi sembra che hai anche ridimensionato la questione dell'orientamento sessuale. Si tratta certo di una cosa importante, ma è solo una delle tante dimensioni della nostra vita, ed è saggio concentrarci anche sulle altre. La tua descrizione su quello che ti è capitato nei confronti di quel ragazzo è molto tenera. Mi ricorda una discussione di tanto tempo fa in cui qualcuno si chiedeva: ma come faccio a capire se veramente mi piace un ragazzo?
Ho ripescato quel link dal passato , di modo che tu possa almeno confrontare i tuoi "sintomi"con quelli che vengono elencati. Poi trarrai tu le somme... Per queste cose nemmeno wikypedia può essere d'aiuto... ;)

viewtopic.php?f=21&t=858


Non connesso
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 Pagina 6 di 7 [ 61 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 3, 4, 5, 6, 7  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

phpBB skin developed by: John Olson
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group


Creare forum
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010