Crea sito
 
Oggi è giovedì 23 novembre 2017, 20:42

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




 Pagina 1 di 1 [ 6 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Adolescenza mancata
MessaggioInviato: giovedì 8 maggio 2014, 20:19 
Utenti Storici
Avatar utente

Iscritto il: domenica 6 settembre 2009, 18:19
Messaggi: 619
Vi sto bombardando di topic ultimamente :lol: :lol:

Questo topic lo definirei molto "delicato", e vi spiego perchè.

Comincio col dire che questo mese compierò 22 anni.

22 anni che per me sono stati molto "strani", se così vogliamo dire.

Qualche mese fa, in seduta col mio psicoterapeuta, parlavamo della mia fobia sociale, e durante la seduta, lui mi dice "tu, purtroppo, hai saltato la fase dell'adolescenza. Sei passato da bambino piccolo ad adulto, senza fasi intermedie. Mi dispiace dirlo, ma all'età tua è più difficile fare amicizia rispetto all'età dell'adolescenza. E' difficile ma non è neanche impossibile."

Questa frase mi ha spiazzato.
Ma è la verità, tutta verità. Purtroppo i casi di bullismo che ho ricevuto alle medie e un pò al liceo non sono pochi, e ciò mi ha fatto chiudere in me stesso, per molti anni. Non riuscivo a condividere niente con nessuno, se non i compiti in classe, le telefonate per avere l'assegno, e qualche festa di compleanno in cui mi sentivo molto in disparte.
Ricordo che 4 anni fa, avevo 18 anni, e andai a numerose feste di compleanno, io mi sforzavo sempre di andarci, ma non riuscivo a sentirmi integrato, anzi, mi sentivo fortemente in imbarazzo. Andavo addirittura a feste di compleanno di ragazzi della mia classe di cui non mi importava un c***o ma ci andavo per un secondo fine, cioè quello di socializzare. Coglievo le occasioni al volo per dare una svolta, ma non ci riuscivo.

Per non parlare le volte in cui stavo chiuso in casa pomeriggi interi, senza studiare, senza fare niente, solo ascoltare musica, mangiare schifezze varie, e stare su facebook a pubblicare stati contro il mondo, depressivi.

Ma allora non avevo in mano le redini della mia vita, ora sì. Me la sto costruendo. Ormai la mia adolescenza è passata, in quel modo così infernale, ma è passata.

Ma io vorrei tornare indietro nel tempo, vorrei tornare ad avere 15 anni. Vorrei tornare ragazzino. Ora voi mi direte "sembri un vecchio di 80 anni! Ne hai 22!!". Lo so, cari miei, ma ogni età ha un suo sapore, un suo significato.

Vorrei tornare a quell'età per modificare parecchie cose, per non ripetere gli errori che ho commesso allora.

In qualche modo mi sento come se le mie tappe mi fossero state tolte.

Detto ciò, sono contento per i miei progressi, ma da un lato sento che tra la mia infanzia e la mia giovinezza ci fosse un vuoto, un grande vuoto.



_________________
Non è forte chi non cade, ma chi cade ed ha la forza per rialzarsi!
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Adolescenza mancata
MessaggioInviato: sabato 10 maggio 2014, 10:54 
Utenti Storici

Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22
Messaggi: 2861
Caro Gio, capisco il tuo senso di perdita, specie se ti confronti con altri ragazzi che magari hanno avuto un'adolescenza più spensierata.
Ma se mi guardo in giro attentamente non so quanti adolescenti siano da ritenersi spensierati. Credo che ogni adolescente in un modo o nell'altro direbbe di sè che è sfortunato per qualcosa. La maggior parte degli adolescenti odia il proprio corpo, ha paura del futuro, vive momenti di crisi profonda, oppure si sente solo anche in mezzo agli altri. Molti ragazzi non riescono a divertirsi e a sentirsi a proprio agio con gli altri se non sono sotto l'effetto di alcool o di droghe. E poi c'è chi ha avuto delle situazioni familiari problematiche. Chi ha lasciato la scuola e non ha lavoro , per cui vive per anni sul divano in attesa che accada qualcosa . E c'è perfino chi ha passato l'adolescenza in riformatorio .
Ora tu ,d'accordo, sei vissuto isolato da altri ragazzi, ma anche tu hai avuto cose che altri non hanno avuto. Hai : una famiglia che ti vuole bene, una sicurezza economica, un progetto professionale, un buon livello di istruzione, e non ultima la musica. Hai un bel viso, sei gentile ed educato, sei onesto, se vuoi continuo... ;)
Non sono cose da poco, sai. Certo tu vorresti socializzare . E la tua timidezza magari ti rende impacciato, ma se tu fossi stato figlio unico lo saresti ancora di più. Se tu non fossi capace per nulla di relazionarti , non saresti qui su questo forum , in mezzo ad altra gente, che non sempre è la gentilezza fatta persona, come tu ben sai.
Quindi sei in grado di stare in mezzo alle persone, anche se la tua poca esperienza in proposito ti fa sentire a disagio , perché non sei abituato e a volte non sai come reagire.
Cerchiamo di partire da quello che hai e non da quello che ti manca. Hai solo bisogno di esercitarti nelle cose che sono meno abituali per te.
Ho visto molti ragazzi gay molto più grandi di te uscire dall'isolamento e riuscire a crearsi un giro di amici.
Non è più come una volta , quando tutti ( gli etero) si mettevano in coppia e da quel momento si chiudevano in casa. Le persone single sono molte più di una volta, per cui la necessità di avere un gruppo di amici è qualcosa che non si perde con l'avanzare dell'età. E questo è vero soprattutto per i gay, che hanno modelli di vita in coppia meno esclusivi degli etero.
Magari cambiare città un domani potrebbe facilitarti in questo , se l'ambiente in cui vivi è più omofobo. Così potresti frequentare più liberamente persone come te. Come dice sempre mia figlia, che vive all'estero da due anni, "il mondo è grande e c'è posto per tutti" :)


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Adolescenza mancata
MessaggioInviato: sabato 10 maggio 2014, 15:01 
Utenti Storici
Avatar utente

Iscritto il: domenica 6 settembre 2009, 18:19
Messaggi: 619
Grazie barbara per i complimenti :)

Oggi mi sento meglio, tra poco scendo perchè devo andare a fare la psicoterapia.
Inoltre, parlando con mia madre, ho scoperto che alcune persone che conosciamo, tra cui anche una mia parente, soffrono di ansia e depressione.

Di casi di depressione ne conosco abbastanza, anche perchè nella mia famiglia ce ne sono parecchi. La cosa mi dispiace da un lato, ma dall'altro mi "rincuora", perchè almeno so che non sono il solo ad avere problemi di natura psicologica.

Spesso riesco a guardare il bicchiere mezzo pieno e mi sento meglio ma non sempre ci riesco.
Comunque sia, vado avanti lo stesso e non mi arrendo.

:)



_________________
Non è forte chi non cade, ma chi cade ed ha la forza per rialzarsi!
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Adolescenza mancata
MessaggioInviato: domenica 11 maggio 2014, 15:56 
Membro dello Staff
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 22:49
Messaggi: 369
Gio92 ha scritto:
lui mi dice "tu, purtroppo, hai saltato la fase dell'adolescenza. Sei passato da bambino piccolo ad adulto, senza fasi intermedie. Mi dispiace dirlo, ma all'età tua è più difficile fare amicizia rispetto all'età dell'adolescenza. E' difficile ma non è neanche impossibile."

Questa frase mi ha spiazzato.
Ma è la verità, tutta verità. Purtroppo i casi di bullismo che ho ricevuto alle medie e un pò al liceo non sono pochi, e ciò mi ha fatto chiudere in me stesso, per molti anni. Non riuscivo a condividere niente con nessuno, se non i compiti in classe, le telefonate per avere l'assegno, e qualche festa di compleanno in cui mi sentivo molto in disparte.
Ricordo che 4 anni fa, avevo 18 anni, e andai a numerose feste di compleanno, io mi sforzavo sempre di andarci, ma non riuscivo a sentirmi integrato, anzi, mi sentivo fortemente in imbarazzo. Andavo addirittura a feste di compleanno di ragazzi della mia classe di cui non mi importava un c***o ma ci andavo per un secondo fine, cioè quello di socializzare. Coglievo le occasioni al volo per dare una svolta, ma non ci riuscivo.


Sembra la mia autobiografia :lol: :lol: . Il consiglio che ti posso dare è di continuare con la psicoterapia, vedrai che presto i risultati verranno fuori e inizierai a sentire gli effetti di un equilibrio ritrovato.
Purtroppo non si può tornare indietro nel tempo e riavere la propria adolescenza, quanto lo vorrei anch'io. Concentrati sul presente e cerca di migliorare ciò che è possibile. Ci vuole tempo purtroppo, non si può vincere la timidezza dall'oggi al domani. Ma io tigarantisco che più o meno dall'età tua ho iniziatoa stare gradualmente meglio, senonché ora mi ritrovo un po' in crisi ma solo perché devo affrontare la fine di una relazione a cui non ero pronto. Mi servirà anche questo per imparare a vivere meglio ed affrontare le cose con più serenità in futuro.
Quindi cerca di stare tranquillo caro Gio92, prendi tutto con calma, e se ti devi sfogare, noi siam sempre qui! ;)


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Adolescenza mancata
MessaggioInviato: lunedì 12 maggio 2014, 13:50 
Utenti Storici
Avatar utente

Iscritto il: domenica 6 settembre 2009, 18:19
Messaggi: 619
Caro yoseph hai ragione, non si può tornare indietro, ma in qualche modo il mio passato mi ha segnato.

Sto leggendo un libro ultimamente, che spiega che il nostro presente è il risultato del passato, ma il presente si può cambiare.

Spesso mi ritrovo in situazioni che non riesco a cambiare.

Non capisco dove io stia sbagliando. Faccio psicoterapia, leggo libri per trovare eventuali soluzioni, esco, studio. Ma a volte sembra che i risultati non si vedono.

Sono parecchio in ansia stamattina, perchè domani dovrò parlare con la mia insegnante di pianoforte, perchè non può pretendere la perfezione da me.

Mi sono reso conto che per accontentare gli altri ho sottovalutato i miei bisogni, la mia salute fisica non è sempre in forma. Spesso ho dolori alla schiena, mal di testa, nervosismo. La mia sessualità non funziona bene.

Devo riuscire a far capire agli altri che io ho un mio pensiero, ma non sempre ci riesco.

Mi scuso per l'off topic, ma ho bisogno di sfogarmi.



_________________
Non è forte chi non cade, ma chi cade ed ha la forza per rialzarsi!
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Adolescenza mancata
MessaggioInviato: lunedì 12 maggio 2014, 15:35 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 1:07
Messaggi: 527
Penso che l'adolescenza sia solo un fattore ormonale, si può continuare a vivere serenamente e con allegria senza il rancore di non aver fatto certe cose. Sinceramente io sto molto meglio adesso rispetto a quegli anni; ho avuto modo di fare esperienze che a quel tempo non avrei mai pensato di avere o non sarei mai riuscito a fare e sono molto soddisfatto di averle fatte adesso e non durante l'adolescenza.



_________________
Ora che sono pioggia
e come il mare vado via,
che la lunga strada del tempo
io l'ho vissuta
che ho accettato il principio
di non capire me stessa
che ho odiato ed amato, come tutti del resto
la mia vita.
Non connesso
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 Pagina 1 di 1 [ 6 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

cron
phpBB skin developed by: John Olson
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group


Creare forum
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010