Cotta per un ragazzo, problemi di cuore!

Adolescenza gay, giovinezza gay, gay e scuola, gay e università, ragazzi gay e genitori
Rispondi
lureo
Messaggi: 12
Iscritto il: giovedì 24 gennaio 2013, 23:42

Cotta per un ragazzo, problemi di cuore!

Messaggio da lureo » sabato 18 ottobre 2014, 23:38

Ciao gente! Come avrete intuito dal titolo mi sono preso una cotta (una bella cotta) per un ragazzo che, ahimè, conosco solo di vista. Ora vi racconto la vicenda: questo ragazzo va nella mia stessa scuola e capita spesso che ci incrociamo per i corridoi. È dall'anno scorso che l'ho notato però prima pensavo solo che fosse un bel ragazzo, ora invece avendo scoperto che abbiamo passioni in comune (tramite Facebook) e avendolo molto spesso vicino alla fermata dell'autobus e quindi origliando (anche se non di proposito) alle sue conversazioni, mi sono preso una cotta. È una persona gentile, cordiale, altruista e molto disponibile per i suoi amici (oddio sembro quasi uno stalker) e questi suoi tratti mi hanno fatto perdere la testa per lui. Molte volte quando ci incrociamo ci scambiamo degli sguardi intensi e ogni volta che succede mi batte forte il cuore (cosa che non mi è mai successa con nessuno). Vorrei tanto conoscerlo, però non so come! C'è una possibilità che sia gay! Non l'ho mai visto in atteggiamenti amorosi con delle ragazze e in 2 anni che lo "conosco" non ha mai avuto una ragazza! Aiutatemi! Ogni volta che penso a lui mi batte il cuore.. vorrei avere almeno la possibilità di conoscerlo.. avete dei consigli? Ne avrei davvero bisogno :?

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5384
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Cotta per un ragazzo, problemi di cuore!

Messaggio da progettogayforum » domenica 19 ottobre 2014, 9:35

Ciao lureo, quello che scrivi mi ricorda sensazioni ed esperienze che sono state anche mie tantissimi anni fa e che oggi sono certamente di tanti altri ragazzi. Mi piacerebbe darti un messaggio positivo senza esitazioni, ma proprio per esperienza, posso dire che le probabilità che un ragazzo del quale si ci innamora sia effettivamente gay sono piuttosto poche. I ragazzi per i quali mi ero preso una cotta adesso sono felicemente nonni di tanti nipotini, eppure a me sembravano proprio gay, perché non parlavano mai di ragazze ed erano ragazzi gentili e bene educati. Quindi, innamorarsi sì, ma con la consapevolezza che, se non sai in partenza che un ragazzo è gay, la probabilità che lo sia realmente è alquanto ridotta. Comunque innamorarsi è una bellissima esperienza che aiuta a crescere a livello emotivo. In bocca al lupo!!
Aggiungo una sola cosa operativa: piuttosto che lavorare troppo di fantasia, cerca di trovare il coraggio di rompere il ghiaccio con quel ragazzo e di cominciare a parlarci, solo così potrai farti un'idea realistica di lui e del suo mondo.

Avatar utente
Geografo
Messaggi: 222
Iscritto il: venerdì 22 agosto 2014, 14:45

Re: Cotta per un ragazzo, problemi di cuore!

Messaggio da Geografo » giovedì 6 novembre 2014, 21:15

progettogayforum ha scritto:Quindi, innamorarsi sì, ma con la consapevolezza che, se non sai in partenza che un ragazzo è gay, la probabilità che lo sia realmente è alquanto ridotta.
Sono perfettamente d'accordo, però qui giunge una domanda: ma allora uno cosa deve fare? Come deve sbattere la testa?
Purtroppo sono uno di quelli che non vuole andare in associazioni o luoghi "a tematica gay" (ovvero bar o discoteche gay, luoghi che sinceramente trovo squallidi in quanto, come dici tu, sfruttano l'etichetta "gay", oltre ad essere luoghi poco sicuri e mal frequentati!).
Sono del parere che l'amore è un sentimento spontaneo, se si è gay ci si innamora di un ragazzo perché è un ragazzo (gay o etero che sia) che piace, non perché è un ragazzo gay.
Tuttavia, penso che se si ragiona così uno è più o meno destinato a rimanere solo a vita, brutto da dire ma è così.
Oppure (scusate, ma ci vuole) deve avere tanto ma TANTO culo, e riuscire a far sviluppare spontaneamente una storia.
Per me l'amore non si cerca (fino a pochissimo tempo fa pensavo così...), ma si trova. Insomma, deve essere una cosa spontanea. Solo che, se vediamo la cosa da un punto di vista dell'omosessualità, purtroppo è una cosa abbastanza difficile...

Rispondi