Crea sito
 
Oggi è mercoledì 18 ottobre 2017, 15:02

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




 Pagina 2 di 2 [ 17 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Non riesco a gestire la mia mente
MessaggioInviato: lunedì 17 agosto 2015, 0:03 

Iscritto il: martedì 3 febbraio 2015, 22:59
Messaggi: 20
Ciao Romeuz
Anche a me capita di deprimermi un po quando sto troppo a casa e non mi tengo impegnato nei miei passatempi, studi, lavoro o uscendo con amici.
Un mio amico che aveva avuto un momento difficile (non è gay, e' stato per altri motivi) mi dice: Io non ci devo stare fermo, così non penso alle cose deprimenti.
La sensibilità e' sintomo di intelligenza.
Più si è intelligenti e più si colgono diversi aspetti di una situazione, anche quelli che ci rattristiscono.
Ti consiglio di stare fuori e in mezzo ad altra gente, con me funziona, mi sento meglio e trovo nuovi stimoli che fanno allontanare i pensieri negativi e mi fanno alzare l'autostima (che anche io ho un po bassa).
Spero che ora vada meglio, cmq per quel poco per cui abbiamo parlato,mi sembri un ragazzo in gamba e anche simpatico che può andare avanti tranquillamente :).


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Non riesco a gestire la mia mente
MessaggioInviato: martedì 29 dicembre 2015, 17:19 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 3 gennaio 2015, 12:17
Messaggi: 65
Il tempo passa ma le ferite restano... :cry:


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Non riesco a gestire la mia mente
MessaggioInviato: martedì 29 dicembre 2015, 18:46 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05
Messaggi: 5094
Ciao Romeuz, il tuo post è di una riga ma dice tanto! Che cosa si può fare in concreto? Beh conoscere in chat alcuni dei ragazzi di PG, ma anche, se lo credi opportuno, conoscere i ragazzi di persona. Non sono cose strane, ci si incontra sempre in gruppo e si parla, si va a prendere una pizza, e c'è il piacere di potersi confrontare con altri che hanno delle esperienze affini. Si potrebbe fare benissimo, vedi tu se lo credi opportuno. Non ci si vede spessissimo ma una volta al mese più o meno. Certo è che bisogna uscire da questo stato, chiamiamolo così, depressivo. Hai ancora davanti un certo periodo di scuola e non è certo l'ambiente più adatto per stare a proprio agio, ma alla fine l'università non è poi lontanissima. E poi, scusa, ma senso di inadeguatezza perché? Da quello che scrivi mi sembra molto improbabile che ci siano motivi oggettivi per sentirsi inadeguati. Penso che bisognerebbe rompere il ghiaccio. Ho visto ragazzi bloccatissimi che quando hanno conosciuto i ragazzi di PG si sono accorti di avere moltissimo da dire. In pratica le inadeguatezze sono svanite al contatto con la realtà che è molto più seria e semplice di come sembra quando la vedi dall'esterno. Intanto ti faccio gli auguri più cari di un anno di svolta (e lo sarà!) e aspetto una tua mail.
BUON ANNO!!



_________________
BLOG PROGETTO GAY http://progettogay.myblog.it/
BLOG STORIE GAY http://nonsologay.blogspot.com/
SITO PROGETTO GAY https://sites.google.com/site/progettogay/
STORIE GAY E NON SOLO https://gayproject.wordpress.com/
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Non riesco a gestire la mia mente
MessaggioInviato: sabato 2 gennaio 2016, 15:09 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 3 gennaio 2015, 12:17
Messaggi: 65
Project, il fatto è che detto così sembra facile, ma concretamente non lo è affatto! Come faccio a conoscere ed incontrare altri ragazzi? Conosco bene o male i ragazzi più attivi di Gay Project e stanno praticamente tutti in altre città, oppure c'è una differenza di età elevata. Considerando che sono ancora un adolescente, minorenne, è molto difficile riuscire ad entrare in contatto con altri potenziali amici gay più o meno della mia stessa età. Le uniche cose che posso fare è provare in posti come Gay Space, Planet Romeo, ecc. Dove però la ricerca è davvero complicata, perchè come sai sono più chat di sesso che di altro... Poi tra noi gay non è come fra gli etero che possono tranquillamente fare amicizia a scuola, in palestra, o in qualsiasi altro posto. Ho degli amici etero, ma puoi capire che non è facile e scorrevole parlare di certe cose, soprattutto se riguardanti i ragazzi e la mia omosessualità, come invece potrebbe esserlo con altri amici gay. Oltretutto appena conosco un ragazzo gay che mi sembra interessante, un potenziale amico, passiamo entrambi allo stadio successivo, quello della conoscenza per una possibile relazione, il che praticamente rende vano qualsiasi tentativo. Poi se ti va eventualmente potremmo anche continuare a sentirci per mail in modo da non intasare questo post di nostre risposte. A quale indirizzo mail posso scriverti? Non ricordo...
Grazie e buon anno anche a te.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Non riesco a gestire la mia mente
MessaggioInviato: sabato 2 gennaio 2016, 15:56 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05
Messaggi: 5094
L'indirizzo è quello che trovi scorrendo la home del forum, nella sezione "comunicazione e servizi per gli utenti", in particolare: "contatta project".



_________________
BLOG PROGETTO GAY http://progettogay.myblog.it/
BLOG STORIE GAY http://nonsologay.blogspot.com/
SITO PROGETTO GAY https://sites.google.com/site/progettogay/
STORIE GAY E NON SOLO https://gayproject.wordpress.com/
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Non riesco a gestire la mia mente
MessaggioInviato: martedì 16 febbraio 2016, 0:35 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 22 agosto 2014, 14:45
Messaggi: 217
Sarò schietto e deciso: vorresti avere un ragazzo, ma non lo hai.
Voglio premettere che sono tuo coetaneo, ho 17 anni, ed è normale alla nostra età avere sbalzi di umore e un forte calo di autostima, a cui bisogna rispondere con tanta energia e vitalità, altrimenti si rischia di diventare vittime di un circolo vizioso che porta solamente tanta ansia e depressione - e capisco che è facile a dirsi, ma non a farsi.
Però vorrei farti notare come stai esponendo questi problemi in un forum a tematica omosessuale in cui, dopo varie risposte, affermi di provare frustrazione perché il vero problema è che vorresti avere un'amicizia gay, ma i pochi ragazzi gay che conosci cercano più una relazione e quelli che stanno nei vari siti d'incontri sono più grandi e cercano sesso.
Capisci che il discorso è molto contorto?
Dal "non riesco a gestire la mia mente" sei passato al: "sono triste perché non riesco ad avere un amico gay".
Intanto voglio chiarire una cosa, in quanto ci sono passato anche io e so cosa si prova.
Come ho detto prima, tu non cerchi un'amicizia con un ragazzo gay, ma vorresti avere un ragazzo con cui avere le tue prime esperienze (sia sessuali che affettive, e quindi una relazione), il fatto è che non trovi un ragazzo che soddisfi i tuoi requisiti estetici e caratteriali.
Per come la vedo io, l'amicizia è amicizia, non esiste "l'amicizia gay" (che in questo forum ho notato che viene tanto esaltata), perché non è l'orientamento sessuale di una persona che ci porta a stringere amicizia con qualcuno, ma ben altro.
In realtà quello che pensi è riassumibile con un: "Mi sento immensamente solo perché non trovo un ragazzo che mi piaccia con cui avere le mie prime esperienze", solo che questo la tua mente non vuole o non può ammetterlo, in quanto già ci stai male di tuo.
Non ho dubbi che tu abbia voglia di avere un confronto con un ragazzo gay, perché fidati, ci sono passato anche io e anche io cercavo disperatamente un altro ragazzo con cui potermi confrontare. Ma mettiamo che conosci finalmente su uno di questi famigerati siti di incontri tipo Gay Romeo un coetaneo con cui chatti molto, si è stabilita una bella intesa ed è nata una bella "amicizia" (le virgolette le ritengo d'obbligo). Poco prima di vedervi realmente, decidete di scambiarvi delle foto e lui si rivela un ragazzo bruttino, grasso, coi brufoli.
Ci usciresti ancora?
Io non credo.
Tu non riesci a trovare un ragazzo, e il fatto è che alla nostra età tanti ragazzi di essere gay ancora devono ammetterlo a stessi, altri (come noi due), se lo sono bello che ammesso, ma rimandano la cosa a quando lasceranno casa e andranno a fare l'università in un'altra città, quando avranno più indipendenza (ed è per questo che spesso il target di età su questi siti di incontri e chat è sui 20 anni).
Non mi dire che cerchi amicizia, perché non ci credo, ci sono passato anche io e quando sono uscito per la prima volta con un ragazzo gay, e ormai è passato più di un anno, mi ricordo che ero curiosissimo e gli facevo un sacco di domande. In realtà però il ragazzo in questione non lo vedevo con gli occhi di uno che cercava un confronto o un'amicizia, ma con gli occhi di uno che cercava una possibile relazione, solo che prima non riuscivo a riconoscerlo.
Adesso è passato tanto tempo, e preciso che dal ragazzo in questione ho ricevuto un bel rifiuto (tuttora non ti saprei spiegare perché, non gli sarò piaciuto o cercava altro, sinceramente nemmeno mi interessa più), però è un'esperienza che tuttora mi fa riflettere perché nella vita, se si vuole risolvere un problema, la prima cosa da fare è identificare il problema ed essere sinceri con se stessi, perché magari se io durante quell'incontro avessi avuto le idee più chiare su cosa avessi voluto cercare, probabilmente le cose sarebbero andate diversamente.
Adesso, io lo so che trovare ragazzi gay ai tempi del liceo è estremamente difficile, però fidati che ci stanno, a maggior ragione se dici di vivere in una grande città, anche perché io ho avuto modo di conoscere diversi ragazzi gay di Roma e ogni volta ho notato che vivevano la propria omosessualità con molti meno problemi rispetto a me (ragazzo di provincia).
Per quello che ti posso dire riguardo le mie esperienze, io sono stato fidanzato con un ragazzo di Roma di 15 anni (ora però ne ha 16), conosciuto in una maniera buffa dopo che avevo lasciato il mio contatto di Kik su un sito (Yahoo Answers), e considera che avevo lasciato quel contatto da parecchio tempo, roba come 5 mesi, poi avevo smesso di pubblicarlo e se lui mi ha scritto è stato solo un caso.
Ho un ricordo stupendo della nostra relazione, e mi ricordo che mentre io, come te, dicevo semplicemente di cercare un'amicizia ed ero abbastanza rigido, lui era molto più spavaldo e mi provocava, insomma sapeva cosa cercava senza tanti giri di parole.
Poi la relazione si è conclusa dopo 2 mesi causa mia partenza negli Stati Uniti, dato che io adesso sto facendo il quarto anno in America e ormai abbiamo perso i contatti per sua decisione, ma quando torno (tra circa tre mesi e mezzo) non vedo l'ora di rivederlo.
Quindi, quello che io voglio dirti, è di non deprimerti, perché solo non ci rimane nessuno, se non è capitato finora capiterà in futuro, l'importante è non farsi prendere dall'ansia e dal panico.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Non riesco a gestire la mia mente
MessaggioInviato: domenica 18 settembre 2016, 12:40 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 3 gennaio 2015, 12:17
Messaggi: 65
Geografo ha scritto:
Sarò schietto e deciso: vorresti avere un ragazzo, ma non lo hai.
Voglio premettere che sono tuo coetaneo, ho 17 anni, ed è normale alla nostra età avere sbalzi di umore e un forte calo di autostima, a cui bisogna rispondere con tanta energia e vitalità, altrimenti si rischia di diventare vittime di un circolo vizioso che porta solamente tanta ansia e depressione - e capisco che è facile a dirsi, ma non a farsi.
Però vorrei farti notare come stai esponendo questi problemi in un forum a tematica omosessuale in cui, dopo varie risposte, affermi di provare frustrazione perché il vero problema è che vorresti avere un'amicizia gay, ma i pochi ragazzi gay che conosci cercano più una relazione e quelli che stanno nei vari siti d'incontri sono più grandi e cercano sesso.
Capisci che il discorso è molto contorto?
Dal "non riesco a gestire la mia mente" sei passato al: "sono triste perché non riesco ad avere un amico gay".
Intanto voglio chiarire una cosa, in quanto ci sono passato anche io e so cosa si prova.
Come ho detto prima, tu non cerchi un'amicizia con un ragazzo gay, ma vorresti avere un ragazzo con cui avere le tue prime esperienze (sia sessuali che affettive, e quindi una relazione), il fatto è che non trovi un ragazzo che soddisfi i tuoi requisiti estetici e caratteriali.
Per come la vedo io, l'amicizia è amicizia, non esiste "l'amicizia gay" (che in questo forum ho notato che viene tanto esaltata), perché non è l'orientamento sessuale di una persona che ci porta a stringere amicizia con qualcuno, ma ben altro.
In realtà quello che pensi è riassumibile con un: "Mi sento immensamente solo perché non trovo un ragazzo che mi piaccia con cui avere le mie prime esperienze", solo che questo la tua mente non vuole o non può ammetterlo, in quanto già ci stai male di tuo.
Non ho dubbi che tu abbia voglia di avere un confronto con un ragazzo gay, perché fidati, ci sono passato anche io e anche io cercavo disperatamente un altro ragazzo con cui potermi confrontare. Ma mettiamo che conosci finalmente su uno di questi famigerati siti di incontri tipo Gay Romeo un coetaneo con cui chatti molto, si è stabilita una bella intesa ed è nata una bella "amicizia" (le virgolette le ritengo d'obbligo). Poco prima di vedervi realmente, decidete di scambiarvi delle foto e lui si rivela un ragazzo bruttino, grasso, coi brufoli.
Ci usciresti ancora?
Io non credo.
Tu non riesci a trovare un ragazzo, e il fatto è che alla nostra età tanti ragazzi di essere gay ancora devono ammetterlo a stessi, altri (come noi due), se lo sono bello che ammesso, ma rimandano la cosa a quando lasceranno casa e andranno a fare l'università in un'altra città, quando avranno più indipendenza (ed è per questo che spesso il target di età su questi siti di incontri e chat è sui 20 anni).
Non mi dire che cerchi amicizia, perché non ci credo, ci sono passato anche io e quando sono uscito per la prima volta con un ragazzo gay, e ormai è passato più di un anno, mi ricordo che ero curiosissimo e gli facevo un sacco di domande. In realtà però il ragazzo in questione non lo vedevo con gli occhi di uno che cercava un confronto o un'amicizia, ma con gli occhi di uno che cercava una possibile relazione, solo che prima non riuscivo a riconoscerlo.
Adesso è passato tanto tempo, e preciso che dal ragazzo in questione ho ricevuto un bel rifiuto (tuttora non ti saprei spiegare perché, non gli sarò piaciuto o cercava altro, sinceramente nemmeno mi interessa più), però è un'esperienza che tuttora mi fa riflettere perché nella vita, se si vuole risolvere un problema, la prima cosa da fare è identificare il problema ed essere sinceri con se stessi, perché magari se io durante quell'incontro avessi avuto le idee più chiare su cosa avessi voluto cercare, probabilmente le cose sarebbero andate diversamente.
Adesso, io lo so che trovare ragazzi gay ai tempi del liceo è estremamente difficile, però fidati che ci stanno, a maggior ragione se dici di vivere in una grande città, anche perché io ho avuto modo di conoscere diversi ragazzi gay di Roma e ogni volta ho notato che vivevano la propria omosessualità con molti meno problemi rispetto a me (ragazzo di provincia).
Per quello che ti posso dire riguardo le mie esperienze, io sono stato fidanzato con un ragazzo di Roma di 15 anni (ora però ne ha 16), conosciuto in una maniera buffa dopo che avevo lasciato il mio contatto di Kik su un sito (Yahoo Answers), e considera che avevo lasciato quel contatto da parecchio tempo, roba come 5 mesi, poi avevo smesso di pubblicarlo e se lui mi ha scritto è stato solo un caso.
Ho un ricordo stupendo della nostra relazione, e mi ricordo che mentre io, come te, dicevo semplicemente di cercare un'amicizia ed ero abbastanza rigido, lui era molto più spavaldo e mi provocava, insomma sapeva cosa cercava senza tanti giri di parole.
Poi la relazione si è conclusa dopo 2 mesi causa mia partenza negli Stati Uniti, dato che io adesso sto facendo il quarto anno in America e ormai abbiamo perso i contatti per sua decisione, ma quando torno (tra circa tre mesi e mezzo) non vedo l'ora di rivederlo.
Quindi, quello che io voglio dirti, è di non deprimerti, perché solo non ci rimane nessuno, se non è capitato finora capiterà in futuro, l'importante è non farsi prendere dall'ansia e dal panico.


Geografoooooo, ho letto questo commento solo ora :shock: :o
Da quando scrissi il post iniziale e quella frase da depresso è passato molto tempo ormai e le cose sono cambiate di gran lunga hahahah
Riconosco, ora come ora, che avevi esattamente azzeccato il punto della mia situazione allora.. Dal gennaio scorso poi avevo iniziato ad andare da uno psicologo per chiarire varie cose e per lavorare un po' su di me e devo dire che ora le cose sono appunto migliorate e sono un ragazzo MOLTO più sereno di quanto non lo fossi prima. Grazie comunque per avermi risposto mesi fa :3


Non connesso
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 Pagina 2 di 2 [ 17 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

phpBB skin developed by: John Olson
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group


Creare forum
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010