AMORE GAY SCONTATO

Coppie gay, difficoltà, prospettive, significato della vita di coppia dei gay
Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5332
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

AMORE GAY SCONTATO

Messaggioda progettogayforum » lunedì 23 gennaio 2012, 13:18

Ciao Project,
ti scrivo perché ho un dubbio in testa che è come un tarlo. Ho 24 anni e il mio ragazzo ne ha 23, ci conosciamo dai tempi della scuola, in pratica siamo cresciuti insieme e il nostro metterci insieme è venuto assolutamente naturale, quasi una cosa scontata, e magari il problema è tutto lì. Ci vogliamo bene, di questo penso di non avere dubbi ma in realtà i dubbi ce li ho. Quando stiamo insieme va tutto bene e allora i dubbi spariscono proprio, ma penso che quando non stiamo insieme il suo cervello vada perennemente alla ricerca di un altro, non di uno in particolare ma di uno che sia meglio di me. Io non sono un bello cinematografico, sono un ragazzo passabile, diciamo al massimo un po’ più che passabile, e forse non corrispondo sempre al suo modello. Ci siamo lasciati tante volte ma poi siamo tornati sempre insieme ma mi viene l’idea che sia successo perché non ha ancora trovato di meglio, anche se stiamo insieme da quattro anni e lui di ragazzi ne ha conosciuti tanti, qualche volta me lo dice pure, io lo dovrei mandare a quel paese, almeno in teoria sarebbe la reazione giusta, ma quando ci ho provato realmente, è successo una volta sola un paio di anni fa, lui è stato così male che sono dovuto tornare sui miei passi e sono stato anche contento di averlo fatto, ma poi a distanza di tempo si sono ripresentati più o meno gli stessi fatti. In pratica lui non mi ha scelto, non c’è stato il classico colpo di fulmine, il fatto che ci dovessimo mettere insieme era già nei fatti, due ragazzi che si conoscono da quando avevano 11 anni, che sono arrivati a dichiararsi gay reciprocamente quando ne avevano 19/20, poi alla fine si mettono insieme perché stanno bene insieme, perché hanno un mondo in comune e poi, forse, anche perché è la strada più facile. Questo dubbio un po’ mi tormenta. A lui manca l’esperienza dell’innamoramento che ti capita tra capo e collo come cosa del tutto inattesa, con me non c’è stato niente di simile. Forse ha bisogno di innamorarsi anche in un altro modo. Onestamente mi sento messo da parte o meglio strumentalizzato, ma non lo fa con cattiveria e ci soffre pure seriemente. Certe volte ne parliamo per ore, io cerco di scuoterlo ma vedo che il suo pensiero è lontano e che continua a fantasticare su altri ragazzi, ma su ragazzi che magari con lui hanno scambiato poche parole, ma lui a quelle parole cerca di dare chissà quale senso anche se il senso non c’è. Certe volte ho l’impressione che tenda anche a costruire, sulla base di ricordi, delle ipotesi di storie che avrebbero potuto esistere e che gli servono per fantasticare. Sia chiaro, Project, io non ci vedo niente di patologico, se mai un lasciarsi andare un po’ alle malinconie delle reali o presunte occasioni perdute, ma questo fa parte della sua personalità. Lui è veramente un bel ragazzo ma è stato sempre complessato dall’idea di essere brutto, una cosa che non ho mai capito, tendeva a svalutarsi, a pensare che nessuno si sarebbe interessato di lui e invece, piano piano, si sta accorgendo che sui ragazzi ha realmente un fascino forte, vede che gli vanno appreso, che lo cercano ed è portato a vedere dietro queste cose un interesse vero per lui come persona. È portato ad innamoramenti molto profondi anche se unilaterali e penso che, se troverà un po’ di disponibilità in qualcuno, lo perderò, o forse semplicemente andrà violentemente in crisi perché tenderà a mettere insieme il mio volergli bene con l’immagine di quel ragazzo, in fondo lo so che io gli vado bene per tante cose importanti e che anche lui mi vuole bene in modo autentico ma non riesce a trattenersi dal dare corda ai ragazzi e questo certe volte mi fa stare proprio male. Qualche giorno fa siamo andati in un locale a Milano e lui si è messo a fare la corte a un ragazzo ma in modo molto determinato, l’ambiente era gay e quel ragazzo era anche un po’ interessato, lui lo guardava, gli faceva gli occhi dolci, pensava che quello stesse lì da solo, quello per qualche minuto è stato al gioco, poi gli ha detto sorridendo che c’era il suo ragazzo. La reazione è stata di apparente disinteresse, ma era ovvio che non era così. Quando siamo usciti ne abbiamo parlato, mi ha detto che tanto lui è sfigato e mi ha abbracciato stretto. Il mio ragazzo un potere enorme su di me ce l’ha perché probabilmente io ne sono innamorato molto più di come lui è innamorato di me, ma forse anche questo non è vero. Certe volte discutiamo per ore, mi fa arrabbiare al punto che lo pesterei e poi finiamo a fare l’amore come non mi è mai successo con nessun altro perché vedo che è contento e che con me sta bene. Project, io penso di essere la sua vita reale, la sua ordinaria amministrazione, quella senza la quale perde l’orientamento, ma penso anche che lui abbia bisogno di altro, brutalmente anche di sesso fatto con altre persone, lui la vede come una possibile alternativa alla nostra storia ma io penso che potrebbe essere invece un modo di rivalutare la nostra storia, ormai ci conosciamo bene, sono quasi 4 anni che stiamo insieme e non credo che crollerà ma sto sempre sulle montagne russe, dalla stelle alle stalle nel tempo di una settimana, prima pensavo che fossero crisi passeggere o anche periodiche, adesso comincio a pensare che siano delle componenti ineliminabili del nostro rapporto. La nostra non è la classica storia di due ragazzi contro il mondo, è tutto più complicato eppure, ti giuro Project, io non riuscirei ad adattarmi a vivere senza di lui, perché quando c’è è autentico, non mi imbroglia mai, magari mi dice cose che mi fanno male ma sono sicuro che la verità è quella. Mi ha detto che se si dovesse innamorare di un altro ragazzo me lo direbbe certamente e che non farebbe mai le cose di nascosto e gli credo perché è fatto così. Quando ci siamo messi insieme mi sembrava di toccare il cielo col dito, era tutto così ovvio, così lineare, così naturale, ma evidentemente era troppo ovvio, troppo lineare e troppo naturale, forse abbiamo solo scelto la strada più semplice e ne stiamo pagando adesso le conseguenze, francamente vorrei tanto che non fosse così. Il mio sfogo è finito, sto pensando che mi manca tantissimo però c’è sempre il tarlo che lui magari adesso sta pensando ad altro. Ti saluto, Project, se vuoi, pubblica pure la mail.
Davide

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2397
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: AMORE GAY SCONTATO

Messaggioda Alyosha » lunedì 23 gennaio 2012, 20:25

Davide mi incanta proprio il modo in cui racconti del tuo ragazzo, del suo modo di essere e di fare. Non saprei proprio dirti a cosa gli possa servire questa ricerca d'altro. Probabilmente a stabilizzare il rapporto con te. Su una cosa però mi sento di essere abbastanza sicuro, chi cerca trova e nel mondo gay pure abbastanza in fretta. A me non pare un caso se alla fine non trova, ma più un "gioco", forse per aprire un pò la valvola e allentare la pressione, forse per dare forma a delle insofferenze che partono da altrove, forse anche un modo per valorizzarti. Come un volere costantemente confrontarti con altro per poi capire che infondo è te che vuole. Ma questo probabilmente lo sai già, mi pari molto sereno sul punto e molto convinto del fatto che comunque lui ritorni da te. Mi ha molto colpito l'episodio che racconti dell'abbraccio subito dopo il tentativo di rimorchio fallito. Scena in fondo tenera, proprio per la sua goffagine.
Non so trovo molto tenero anche il fatto che parliate di tutto e che di fatto state assieme da sempre anche se in modo diverso. Mi pare che sia una storia reale, in cui le cose vengono dette discusse senza tabù e questo in qualche modo lo rende realmente libero di fronte a te, lo fa sentire veramente a casa. Mi pare tu abbia la consapevolezza chiara che il rapporto che avete è comunque inseparabile, comunque vadano le cose. Succede raramente che due persone riescano ad incontrarsi così, ma è veramente bello. Tirati su a me questa storia sembra proprio bella invece, sofferta, difficile ma sincera. L'importante per me nei rapporti è la lealtà reciproca, poi ognuno si innamora a modo suo. Se mi hai detto che una volta che hai provato a lasciarlo sei "dovuto" tornare indietro, forse è anche più innamorato di te. Comunque veramente in bocca a lupo per tutto!

Nicomaco
Messaggi: 423
Iscritto il: giovedì 2 giugno 2011, 16:40

Re: AMORE GAY SCONTATO

Messaggioda Nicomaco » martedì 24 gennaio 2012, 12:18

Perdonami boy-com, ma confesso che tutto questo incanto nella storia pubblicata non riesco a vederlo. Che sia sincera non ne dubito. Che sia bella e desiderabile è discutibile. E non so neppure se nel caso di questo ragazzo si possa definire “gioco” il guardare e cercare altro mentre si è insieme a qualcuno. Parlo ovviamente pensando a come reagirei io. Non credo che riuscirei a reggere a lungo. Non vorrei sembrare brutale: se dopo tutti i chiarimenti e i momenti di sincerità di questo mondo, il cosiddetto gioco a cercare qualcun altro di più bello di me dovesse continuare (ma l’amore è SOLO una questione di bellezza?), io, dopo mille tentativi, troncherei definitivamente e farei uno o due passi indietro, rimanendo amico .. se è possibile. Fa male. Lo so perfettamente. E anche per lungo tempo. Ma un rapporto così scostante (ci sarà anche lealtà, ma non mi pare che ci sia tanta maturità e fedeltà … o comunque nella misura che vorrei) mi farebbe stare ancora più male e non fa proprio per me. Preferisco a quel punto rimanere solo. Esistono anche relazioni affettive di tipo diverso dalla coppia stabile e sono egualmente importanti per vivere bene. Oppure cercherei veramente altrove. Anche se non so se sia così facile cercare e trovare abbastanza in fretta nel mondo gay come dici tu. Ho forti perplessità in proposito … ma questo è un altro discorso …

P.S.: nella parte finale questo davide chiede scusa per lo sfogo (e questo mi pare sia segno che il rapporto non è percepito in modo così positivo), dice che sta pensando che gli manca tantissimo il suo ragazzo (ma sono insieme in questo momento?) e ha il tarlo che il suo amore stia pensando ad un altro (è solo gelosia o è un timore reale?) … mah…. non so proprio cosa dire … In ogni caso è vero che le persone sono anche un mistero … e per questo gli faccio pure io gli auguri per tutto.
La verità, vi prego, sull'amore (W.H. Auden)

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2397
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: AMORE GAY SCONTATO

Messaggioda Alyosha » martedì 24 gennaio 2012, 14:27

Figurati Nicomaco ti perdono :). Comunque se leggi bene ho scritto che mi incanta il modo in cui la racconta non la storia in sé. Mi piace davvero tanto la conoscenza che ha di questo ragazzo, reale e completa, il modo con cui ne parla, nonostante appunto chiunque altro direbbe che è solo un'egoista e immaturo. Serve tanta ma davvero tanta intimità per potersi dire queste cose senza drammatizzarle e una conoscenza profonda della persona che si ha di fronte. Non so dirti se ci starei a queste condizioni, vedo bene anch'io che è arrivato un momento per chi ha scritto la mail di interrogarsi e che dietro questo sfondo c'è infondo una voglia di tirare un po le somme. Però dall'esterno un rapporto può apparire illogico e contraddittorio, dall'interno invece ci sono forme di equilibrio e di intimità per l'appunto che hanno un senso solo per chi ci sta dentro. Per questo mi piaceva molto l'occhio del diretto interessato in tutta questa vicenda. Sento che un rapporto reale che dura negli anni è fatto anche di queste cose, di visioni realiste in cui si sa che l'altro sta con te perché non trova di meglio o meglio ci si rende conto che il meglio può essere anche una situazione di compromesso, fatto salvo il volersi bene, il rispettarsi ovviamente. Non so dirti bene ma una storia impostata su queste premesse la vedo paradossalmente più stabile e potenzialmente più duratura di una in cui ci si dichiara amore eterno, posso sbagliarmi ovviamente sono più sensazioni che ho a pelle che ragionamenti. Poi resta il fatto che a quel che ho capito il picciotto è biddicchio, insicuro di sé, ma non tanto da non provarci spudoratamente con altri ragazzi.
Sono abbastanza convinto che non intende sul serio conquistare un altro. Non viene detto chiaramente, ma ho l'idea che per questo ragazzo la storia con Davide sia la sua prima (forse unica?) storia e che ci sia dietro una voglia di sperimentarsi e di non fermarsi alla prima spiaggia. Tutti dubbi infondo legittimi, tant'è che si legge che quasi quasi sarebbe meglio che il picciotto sperimentasse in modo da capire realmente ciò che vuole.
Per quello che vedo questi tentativi di rimorchio sono più momenti che gli servono per allentare la tensione e che finiscono soltanto per riportarlo dritto nelle braccia del proprio ragazzo, che momenti in cui veramente vuole stare con un altro. Dico provarci mentre si è fidanzati, sicuramente mette in una posizione di sicurezza e di vantaggio psicologico, per carità, non sto dicendo che è un santo. Ma nei fatti questi suoi tentativi anche piuttosto goffi non sono un pericolo per la coppia, ma più un modo per rinsardarla. Può sembrare paradossale, ma se i suoi desideri di trovare un altro fossero reali si sarebbero presto risolti, mentre la storia di fatto dura da quattro anni e capisco che Davide non è mai stato tradito.
E' un modo maturo di affrontare una relazione? Non credo. Può durare per sempre un rapporto così? Forse si, forse no. Si può provare a cambiare le cose? Certamente si. Provare a farlo significa mettere in discussione la totalità del rapporto? Temo proprio si si. Si è disposti a perdere ciò che si vuole? A volte è l'unica via per ottenerlo. Sono tutte scelte personalissime però e davvero uno ci si deve trovare dentro per capire come si muoverebbe. La penso un pò così.

Nicomaco
Messaggi: 423
Iscritto il: giovedì 2 giugno 2011, 16:40

Re: AMORE GAY SCONTATO

Messaggioda Nicomaco » martedì 24 gennaio 2012, 16:03

Ma certo boy-com. La mia è solo una valutazione tra le tante. Non ho la verità in tasca. Cerco di valutare quello che leggo. Poi la realtà concreta è molto più complicata ovviamente. :)

Però vedi … proprio da quello che si legge emerge che hanno 23-24 anni, si conoscono da quando ne hanno 11. Si sono dichiarati reciprocamente gay a 19 anni e sono insieme da 4. Non è un tempo proprio irrilevante. Da quello che scrive Davide non so se il rapporto sia veramente equilibrato (si sono lasciati parecchie volte ha scritto …) … perché in una coppia ci deve essere equilibrio, lealtà, reciprocità e fedeltà, per stare insieme e durare. Almeno io un rapporto di coppia lo vedo cosi. Avere l’eterna preoccupazione che il mio ragazzo possa e di fatto desideri altri e vada con altri anche solo per fare sesso (Davide ritiene che questa, chiamiamola, curiosità del suo ragazzo ci sia e che possa anche succedere), mah … non so se lo definirei un rapporto tanto stabile e duraturo. E se significhi soprattutto volersi veramente bene.

E’ realistico? Forse si, ma nel senso che di realistico ha per il momento l’instabilità.

Certo. Neanche io credo che basti dire “ti amo e ti amerò per l’eternità”. Un rapporto di amore è costruito soprattutto di fatti e non solo di parole.

Comunque rinnovo l’augurio che questa situazione non proprio esaltante per davide si chiarisca prima o poi in un senso o in un altro.

P.S.: ma quando un ragazzo dice a un altro ragazzo “ti amo” cosa intende veramente esprimere a parole? Dire a una persona “ti amo” è tremendamente serio ed "enorme" secondo me …
La verità, vi prego, sull'amore (W.H. Auden)


Torna a “COPPIE GAY”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite