Crea sito
 
Oggi è venerdì 24 novembre 2017, 7:56

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




 Pagina 1 di 1 [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: COPPIE GAY TRA ILLUSIONI E DELUSIONI
MessaggioInviato: sabato 1 agosto 2009, 14:07 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05
Messaggi: 5112
Ciao Project,
ti vorrei chiedere una cosa. Ma perché la sezione dedicata agli anziani del tuo forum è rimasta vuota? Io ti seguo dai tempi del primo forum e allora qualcuno della mia età c’era, rari sì ma c’erano, ma adesso niente proprio. Allora se ci vuoi mettere questa e-mail così puoi inaugurare la sezione. Io sono un uomo (volevo scrivere un vecchio) di 61 anni. Project, tu lo sai bene che cosa voleva dire ai tempi nostri essere gay, era un po’ come vivere nelle catacombe, però anche allora e con tutte le complicazioni che ci stavano io la mia vita l’ho fatta. Ho cominciato tardi, praticamente a 40 anni, prima non ho mai avuto il coraggio di avvicinare un ragazzo ma dai 40 anni fino ai 55 le mie esperienze me le sono fatte. Diciamo, Project, che forse tutta la spiritualità e le cose che ci vedi tu io non ce le vedevo, ero più terra terra, non lo so nemmeno se ho mai amato un ragazzo nel senso che dici tu. Col primo ragazzo, a 40 anni, ma non ce li avevo ancora, lui ce ne aveva 30 appena fatti, mi sembrava di aver finalmente raggiunto il mondo dei sogni. Gli ero stato appresso per 5 anni, lui aveva sempre detto di essere etero, parlavamo molto ma sessualmente era del tutto bloccato. Io insistevo perché lo volevo sbloccare e anche perché era un bel ragazzo maledettamente sexy. Alla fine mi sono fatto più audace e lui ha ceduto, diceva che con me era solo sesso e che non mi amava, me lo ripeteva sempre, però quando lo mettevo alla strette ci stava eccome e ha lasciato la ragazza per mettersi con me. La felicità a livello sessuale con lui è durata sì e no un mese e forse sarebbe andata avanti, il nostro problema non era lì, ma nel fatto che continuava a ripetermi ossessivamente che era etero e che non mi amava ma con me faceva solo sesso. Prima pensavo che le cose sarebbero cambiate perché sessualmente lo vedevo coinvolto, ma poi sono cominciate le incomprensioni per ragioni molto stupide in fondo e quando ci vedevamo, invece di fare sesso, erano discussioni di principio all’infinito sul fatto che io non lo capivo e che mi aspettavo da lui un coinvolgimento che non ci sarebbe mai stato. A un certo punto mi ha detto di voler provare con una ragazza, non so se l’ha fatto, ma da quello che ho saputo si è andato a infilare nei peggiori giri gay, Quando l’ho rivisto mi ha solo saputo dire che era tutta colpa mia. Io gli avevo voluto bene ma non l’ha mai voluto capire e penso che se ne sia andato perché ero troppo vecchio per lui. Poi ho avuto due storie con uomini più o meno della mia età ma sono durare pochissimo. Il primo aveva paura di tutto e in fatto di sesso non mi piaceva proprio. Il secondo non sarebbe stato male da quel punto di vista ma dico non sarebbe in astratto perché fisicamente non mi piaceva, piacevo soprattutto io a lui. Adesso è qualche anno che sto solo e non mi dispiace per niente. Le esperienze che ho fatto mi sono servite solo a capire che quando sono finite non ho perso niente. Infatuazioni ne ho avute, ma innamoramenti come quelli che dici tu mai, l’idea di vivere per un ragazzo proprio mai. Mi puoi dire che li strumentalizzavo, questo forse è vero, ma non mi dire che non lo fanno tutti, perché lo fanno anche quelli che dicono il contrario. E poi dove sta il concetto di coppia? Questi ragazzi, erano uomini fatti, non erano ragazzi, eppure mi scaricavano addosso una marea di complessi che non ti puoi immaginare, si sentivano casi patologici, un po’ negavano del tutto quello che erano e un po’ si comportavano in modo infantile, uomini di più di 40 anni che pensavano di averne 20 e di essere al centro del mondo, uomini non cresciuti. Ci saranno pure gli altri, sarà pure possibile, ma dove? I tre che ho conosciuto io erano quanto di meglio ho trovato, ti puoi figurare il resto. Forse vivere in una condizione di repressione continua complica la vita al punto tale che si finisce così, però certo che alla fine ti chiedi se valga proprio la pena non dico di cercare di vivere in coppia ma anche solo di avere una storia seria, magari brave. I compagni che ho avuto erano brave persone, ma a distanza di anni mi sento contentissimo che qui rapporti siano finiti e non perché dovessi sostituirli con chissà che cosa ma perché alla lunga non avevano più senso. Mi metto pure io tra i casi patologici per parecchi versi. Beh, se metti insieme due casi patologici non diventano persone normali solo per il fatto che stanno insieme. Project, una cosa te la devo dire. Leggendo il forum e gli altri siti, ho l’impressione che tu dipingi il mondo gay con colori un po’ falsi, diciamo troppo positivi, i valori ci staranno pure ma francamente ci sono tanti di quei complessi e tanta di quella stupidità che ti chiedi come si possa pensare a una vita di coppia. Ormai io con queste cose ho chiuso, ma se avessi 40 anni di meno e l’esperienza che ho oggi, nella vita penserei a far altro e non a cercarmi un compagno. Adesso sono solo ma onestamente penso che se avessi un compagno starei peggio. Io vorrei dire ai ragazzi che la prima cosa è imparare a stare bene da soli e a non dipendere da nessuno. Non sognate di trovare il ragazzo che vive per voi, che vi rende la vita facile e felice, queste cose non esistono, un ragazzo gay che resta solo vive molto meglio di uno che vive in coppia e che si deve fare carico di risolvere anche i problemi dell’altro, di ascoltarne le lamentazioni, di accettarne i complessi. Non dovete credere che la vita di coppia sia un paradiso, perché non lo è affatto. Adesso i gay vogliono il matrimonio, quando lo avranno vorranno il divorzio perché è la vita di coppia che non ha senso in sé. Gli etero hanno i figli. Senza i figli le coppie etero non resisterebbero molto. I gay non hanno figli e per loro il concetto di coppia è solo un tentativo più o meno assurdo di resistere alla loro depressioni e alle loro incapacità individuali. Pensateci bene prima di sognare cose troppo sublimi. Tenere i piedi bene attaccati al terreno evita cadute rovinose.
Project, mi rendo conto che forse sarebbe meglio mettere questa mail nella parte relativa alle coppie, in effetti è il posto giusto, ma fai tu.
Enrico48


Non connesso
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 Pagina 1 di 1 [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

phpBB skin developed by: John Olson
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group


Creare forum
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010