Storia di un sedicenne che ha dubbi sulla propria relazione

Coppie gay, difficoltà, prospettive, significato della vita di coppia dei gay
Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5329
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Storia di un sedicenne che ha dubbi sulla propria relazi

Messaggioda progettogayforum » sabato 4 aprile 2015, 12:40

Che tu abbia le idee chiare e realistiche è evidente, ma il discorso non vale anche per lui, che potrebbe illudersi e magari creare una forma di dipendenza dalla quale sarebbe molto difficile staccarsi.

Mele151014
Messaggi: 6
Iscritto il: venerdì 3 aprile 2015, 9:27

Re: Storia di un sedicenne che ha dubbi sulla propria relazi

Messaggioda Mele151014 » sabato 4 aprile 2015, 14:39

Se capissi che non sono innamorato glielo direi subito, sa che ho questi dubbi, li ha avuti anche lui un po'di tempo fa, e anche lui comunque ha idee realiste come le mie anche se non è sempre stato così, tempo fa io ho cambiato il mio modo di fare e lui si è dovuto rendere conto che in un rapporto le situazioni e le persone evolvono e non rimangono sempre quelle.
Gli ho fatto leggere questa discussione, e lui pensa che non serve che io mi faccia tutti questi complessi,che possono capitare questi dubbi. Ci ho riflettuto ancora, e forse ha ragione;in ogni caso, ci tengo molto a lui e non vedo nessun motivo per lasciarlo, quindi per ora,forse le cose rimarrano come erano prima,anche se non sono ancora sicuro al 100 %
Se siamo innamorati o stiamo confondendo le cose, lo scopriremo insieme, anche se mi sto convincendo he tutto quello che c' è tra noi non può che essere amore, forse un amore ancora immaturo, un semplice amore di due ragazzini, ma è giusto così.
Potrebbe crearsi una forma di dipendenza? Non credo, anche se una sorta di dipendenza c' è già stata, per me e per lui. Il nostro rapporto ha passato dei momenti in cui è stato troppo stretto, al punto che entrambi credessimo che la nostra vita e la nostra felicità dipendesse in grandissima parte dall' altro. Ma abbiamo cercando di superare questo problema, di capire che entrambi potremmo stare senza l' altro, anche se, ovviamente, soffrendone molto,che entrambi possiamo avere una vita sociale ben definita al di fuori del nostro mondo, e credo che ormai ci siamo quasi riusciti completamente.
Ma forse questo è un altro discorso


Torna a “COPPIE GAY”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite