Crea sito
 
Oggi è giovedì 23 novembre 2017, 22:37

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




 Pagina 1 di 1 [ 5 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: la mia storia
MessaggioInviato: domenica 12 aprile 2015, 6:37 

Iscritto il: venerdì 10 aprile 2015, 5:09
Messaggi: 19
Veniamo dunque all'argomento clou, quello che mi sta più a cuore. Rimarrete scandalizzati da quanto leggerete, tutto quello che c'è scritto è la pura verità, non l'ho mai raccontata veramente a nessuno, ma adesso sono veramente stanco e nonostante io mi faccia schifo già abbastanza da solo, credo di aver toccato un punto di non ritorno, perché non me lo merito affatto tutto questo.
Penso fermamente che la mia storia sia davvero giunta al capolinea ma non riesco ancora a decidermi su cosa fare.
Io ed il mio compagno stiamo insieme da 9 anni, sino a due tre anni fa le cose tra noi due erano molto diverse, mi sentivo amato, corteggiato, desiderato e ben voluto. Cose che adesso non sento più. Ho amato il mio compagno per moltissimo tempo, l'ho amato di un amore autentico ed incondizionato, accettando i suoi difetti, le sue paranoie, le sue ansie. Nell'Luglio del 2102 però cambia tutto. Io scopro che lui frequenta chat quali grindr, bender planet romeo eccetera eccetera. Scopro che si è visto con un ragazzo. Sto malissimo, comincia qui la mia odissea. Ne parliamo, gli devo tirar fuori la verità con i denti, mi vede soffrire , non sembrava che gli importasse molto. Io voglio salvare la relazione, lui dice che è così per natura. Nel frattempo perde il lavoro. Io lo vedo diventare sempre più freddo e sempre più distante. Pur di trattenerlo con me mi sono abbassato a fare cose che altrimenti non avrei mai fatto, perché vanno contro la mia natura, ad esempio rapporti a tre, l'ho fatto perché lo amavo tantissimo e pensavo che accettando questi giochi, lui capisse la portata del mio amore per lui e che cominciasse di nuovo il sereno per noi. Non è stato così. Tutt'altro. Nonostante gli chiedessi di essere sincero con me di dirmi se frequentava altri che non mi importava e potevo capirlo dopo tanti anni insieme, lui mi ha sempre nascosto tutto. Da due mesi a questa parte, per un caso che non centrava niente, abbiamo una litigata fortissima in cui io gli sbatto in faccia tutto il suo menefreghismo, il fatto che mi sento una persona sgradita e mal sopportata in casa sua, che non mi sento affatto amato, che mi sento profondamente solo e triste. Qualcosa dentro di me però nel frattempo scatta. Lui da quel momento comincia a dirmi che non è sicuro di essere innamorato di me, che vuole dei giorni di tempo per rifletterci su. Sono stati i giorni più terribili e nello stesso tempo i più benefici e salutari della mia vita. In quei giorni in cui lui si stava chiarendo le idee io mi sono fatto molti esami di coscenza, molte cose che ho capito erano che ho sbagliato io. Ho sbagliato a basare la mia felicità su un altra persona, ho sbagliato a basare il mio mondo su un altra persona, ho sbagliato a scendere a compromessi simili pur di farmi amare. Ed ho capito. Ho capito che a me la persona fredda e falsa che è ora nei miei confronti non piace, che tutto questo amore che provo per lui è sprecato e che non se lo merita. Una volta ero una persona felice, sempre allegra, solare, ottimista. Avevo ben pochi motivi 10 anni fa per essere felice ma lo ero lo stesso. Ora non lo sono più, controllandogli il telefono scopro continui tradimenti mentre ad oggi con me il sesso è off limit da tre settimane ed anche prima era freddo e distaccato le poche volte che lo facevamo. Trovo pacchetti di profilattici dappertutto, nascosti in camera da letto. Ieri pomeriggio addirittura è uscito con una scatola da casa, pensandonche io non sapessi che c'erano. Non ce l'ho fatta più e gli ho scritto un w app in cui gli dicevo di divertirsi ovunque fosse. Naturalmente lui si è ulteriormente chiuso a riccio ma in me qualcosa è cambiato. Mentre prima provavo ansia e terrore all'idea di doverlo perdere, adesso vorrei che mi dicesse che è finita tra di noi, che mi dicesse di andarmene. Io mi faccio letteralmente schifo per cosa ho fatto ed accettato pur di stare con lui. In tutto questo caos si inserisce un'altra persona, conosciuta da me sulle stesse chat su cui si è iscritto lui, una persona che avevo conosciuto due anni fa e che mi parlava di sentimenti, di cose che avrei voluto con il mio ragazzo e che adesso si è fatta risentire. Mi ha detto nuovamente delle cose che mi hanno fatto pensare se davvero vale la pena stare ancora legato ad un uomo che dice di amarmi e che attribuisce tutte le sue mancanze ad un lavoro che non c'è ma che con i fatti invece dimostra di essere più che attivo sessualmente ed anche più che disponibile ad un eventuale storia con altri, oppure voltare definitivamente pagina, lasciarlo io visto che lui non ha voglia, coraggio o fegato per farlo. Sento che il sentimento che provo per lui se ne sta andando e che all'amore si sta sostituendo il disgusto e la rabbia. Gli ho detto che per come sono fatto io, per il mio modo di essere io ho bisogno sia fisicamente che psicologicamente di essere amato. Ho bisogno anche di sesso, lo ammetto candidamente, non l'ho mai tradito ma non posso andare avanti così. In questo rapporto io vedo solo sfiducia, rabbia disgusto e menefreghismo e nello stesso tempo mi rendo veramente conto che due anni fa avevo conosciuto quest'altro ragazzo che invece per come si era posto meritava tutto quello che gli avrei potuto dare e se in due anni non sono mai riuscito a togliermelo dalla testa, significa che qualcosa ho provato per lui ed adesso sto sperando di poterlo riagganciare. Perché tutto questo? Qualcuno ci è già passato prima? Cosa devo fare. Lasciarlo con il rischio di pentirmi poi di averlo fatto? Conoscere e frequentare quest'altro ragazzo? Fregandomene di quello che pensa il miocompagno e restituendogli il favore? Rimanere e sperare che questa fase passi e che lui finalmente si accorga di me? Ma come fa a non accorgersene? Ho 35 anni, sono bello, fisicamente e dentro, sono una persona profonda, intelligente e sensibile, sono dolce. Sono uno che non si trattiene, quando amo io manifesto il mio amore, do tanto in una relazione. Sono determinato ed affidabile, un caposaldo in una storia. Se non si è ancora accorto di tutto questo vuol dire che non gli interessa. Tre o quattro persone giá mi hanno detto che non capiscono come un uomo possa stancarsi di un uomo bello e giovane e intelligente, sensibile e sensuale e quello che è peggio, non capiscono come faccia io a voler rimanere attaccato ad un uomo che così palesemente mi tratta male e mi disprezza. Non lo so, non lo capisco neppure io. So solo che sono pieno di dubbi e paure.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: la mia storia
MessaggioInviato: domenica 12 aprile 2015, 13:05 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05
Messaggi: 5112
Beh, il realtà non c'è molto da scegliere, la storia col tuo ragazzo è finita da tempo, se non c'è un vero feeling e soprattutto se non c'è rispetto reciproco, non c'è proprio relazione. Non esiterei proprio a mandarlo definitivamente per la sua strada. Stai certo che non perdi niente! perché non c'è proprio più niente da perdere. Con l'altro ragazzo... beh, è tutto da vedere, ma comincerei a sgombrare il campo dall'idea che quegli ideali di coppia che non hai potuto realizzare col precedente li potrai realizzare col successivo. Ma già se questo nuovo ragazzo costruisse con te un rapporto onesto sarebbe moltissimo, perché le cose che contano di più sono il rispetto e la stima reciproca. Poi una questione molto importante, farei il test HIV perché non sai quello che può aver combinato il tuo compagno e la prudenza per sé e per gli altri non è mai troppa.

p.s. Se la cosa a te sta bene, vorrei inserire il tuo post come documento nel manuale di PG "Essere Gay" nella sezione relativa alle coppia gay. Fammi sapere.



_________________
BLOG PROGETTO GAY http://progettogay.myblog.it/
BLOG STORIE GAY http://nonsologay.blogspot.com/
SITO PROGETTO GAY https://sites.google.com/site/progettogay/
STORIE GAY E NON SOLO https://gayproject.wordpress.com/
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: la mia storia
MessaggioInviato: domenica 12 aprile 2015, 13:10 

Iscritto il: venerdì 10 aprile 2015, 5:09
Messaggi: 19
Infatti mi tengo sempre controllato, anche settimana prossima ho un prelievo, se mi ha attaccato l'hiv lo strangolo con le mie mani ma da questo punto di vista direi che sono piuttosto tranquillo, ci tiene parecchio alla sua pelle per non usare precauzioni. Per quanto riguarda il resto, che dirti, hai ragione. Adesso me ne rendo conto pure io perché anche a me ormai la cosa non interessa più.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: la mia storia
MessaggioInviato: domenica 12 aprile 2015, 13:12 

Iscritto il: venerdì 10 aprile 2015, 5:09
Messaggi: 19
Se vuoi inserirlo fai pure.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: la mia storia
MessaggioInviato: domenica 12 aprile 2015, 13:59 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05
Messaggi: 5112
Grazie dell'autorizzazione!! :D
Il post è stato inserito tra i documenti del cap. 18 "Gay e stabilità di coppia"



_________________
BLOG PROGETTO GAY http://progettogay.myblog.it/
BLOG STORIE GAY http://nonsologay.blogspot.com/
SITO PROGETTO GAY https://sites.google.com/site/progettogay/
STORIE GAY E NON SOLO https://gayproject.wordpress.com/
Non connesso
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 Pagina 1 di 1 [ 5 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

cron
phpBB skin developed by: John Olson
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group


Creare forum
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010