Problemi a letto con il mio lui... Consigli?

Coppie gay, difficoltà, prospettive, significato della vita di coppia dei gay
Faustus
Messaggi: 1
Iscritto il: lunedì 11 dicembre 2017, 14:33

Problemi a letto con il mio lui... Consigli?

Messaggioda Faustus » lunedì 11 dicembre 2017, 14:36

Salve a tutti, vi spiego in breve la mia situazione.
Sono un ragazzo diciannove, fidanzato ormai da più di 5 mesi con una persona che ritengo davvero speciale. Premetto che con lui ho avuto la mia prima esperienza sessuale in assoluto, mentre per lui non è né la prima relazione né certamente la prima esperienza.

Passando ora ai problemi... Diciamo che i problemi "li abbiamo" o meglio "li ho" a letto.
Come da titolo lui è sempre stato attivo. Io mi ritengo invece una via di mezzo tra attivo e versatile. Ad onor del vero, "prenderlo" non è che mi "piaccia" proprio, però delle volte sono disposto a passarci su perché mi fa piacere vederlo felice.
Io di questa mia curiosità (if you know what I mean) gliene ho parlato. Inizialmente mi diceva che lui non si è mai visto come passivo e che l'ha sempre fatto da attivo. Dopo una lunga discussione se ne è uscito poi a malincuore e con pietà con una cosa tipo "se proprio non ne puoi fare a meno sono disposto, per non perderti". Io non voglio che lo faccia per pietà e ne lo voglio costringere.

Credo che il sesso sia bello perché è sperimentazione e se nella coppia uno dei due mette dei paletti, non me la sento di farlo godere per qualcosa per cui io non provo tanto piacere. Se invece fosse una cosa reciproca diciamo che il discorso sarebbe un po' diverso.

Pareri, consigli? Esperienze simili?

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5331
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Problemi a letto con il mio lui... Consigli?

Messaggioda progettogayforum » lunedì 11 dicembre 2017, 16:25

Intanto benvenuto nel Forum. Nel manuale “Essere Gay” http://gayproject.altervista.org/manual ... ualita.pdf , dalla pagina 461 in poi, troverai una trattazione seria dell’argomento, qui mi limito a riassumere per sommi capi. Il sesso anale non è una pratica molto diffusa tra i gay, si stima che lo pratichino regolarmente circa il 20% delle coppie stabili, tra l’altro è la pratica a più altro rischio di trasmissione dell’HIV. Nelle coppie che praticano il sesso anale sono decisamente rare quelle che lo praticano a ruoli fissi. Nelle coppie in cui uno dei due non è esattamente gay ma è bisessuale, il sesso anale è molto più comune ed è quasi sempre a ruoli fissi con il bisex costantemente nel ruolo attivo. Queste sono osservazioni statistiche. In ogni caso la sessualità di coppia si costruisce in due e quando cominciano a manifestarsi forzature o insistenze eccessive c’è da pensare che la coppia non sia assolutamente bene assortita e che, in pratica, il problema non sia di sesso ma di posizione dominante, uno decide e l’altro si deve adattare. Questo tipo di rapporto però è destinato a logorarsi molto presto, perché l’armonia non si può sostituire con la subordinazione sistematica di uno all’altro. Tra l’altro la finalità della sessualità vissuta in coppia non dovrebbe essere la sperimentazione di pratiche sessuali ma il benessere che deriva dalla “condivisione” della propria intimità anche sessuale con un'altra persona su un piano di assoluta parità.


Torna a “COPPIE GAY”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite