Sesso gay e "ruoli"

Approccio dei ragazzi gay verso la sessualità
Avatar utente
agis
Messaggi: 1022
Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27

Re: Sesso gay e "ruoli"

Messaggioda agis » domenica 3 luglio 2016, 10:55

Hospes91 ha scritto:Tu stai aprendo un tema diverso se ho capito bene, cioè che attivo e passivo avrebbero un significato più ampio che non solamente di insertivo e recettivo.
Se la mia interpretazione del tuo discorso è giusta ti dico che hai ragione: è veramente attivo chi si muove ed è passivo chi sta fermo (a prescindere da chi mette o prende), tuttavia insertivo e recettivo secondo me sono ancora più "crudi" di A e P, dunque direi che non si riuscirà mai ad introdurli, anche perché attivo e passivo sono termini ormai consolidatissimi. Io ovvìo a questa difficoltà usando attivo come insertivo e passivo come recettivo, ma aggiungendo (se ce n'è bisogno) gli aggettivi "statico" e "dinamico". Non penso sia necessario spiegare oltre, il significato è palese. :) :mrgreen:


D'accordo Hospes ma, scusami il francesismo, se io ti facessi un pompino perché nella mia fantasia sessuale mi immagino di fartelo si potrebbe ben dire che sono recettivo anche se poi al limite sarei io ad inserire se sono io a fartelo non ti pare? Ma il problema grosso e su questo credo che project abbia detto parecchio nel manuale è che a questi atteggiamenti si attaccano dei valori o dovremmo dire forse più disvalori. Il che, a mio avviso, oltre che fuorviante è ancor più illogico che immorale. Caratteri forti o deboli (?), problemi con gli effeminati (?) Fossi in voi, ragazzi di qualunque tendenza, proverei a liberarmi da certi condizionamenti incongrui con il rilevare innanzi tutto, come ho già scritto ed andrò ripetendo ad nauseam ché repetita juvant, che, al di là di ruoli ed etichette, il sesso ha due semplici regolette:

Bisogna farlo almeno in due

Bisogna che piaccia a tutti i partecipanti

In questo senso a poco o nulla vale confrontarsi per ruoli preconfezionati od etichette. Varrebbe invece molto di più, a mio avviso, confrontarsi per attitudini/fantasie personali. E, se ci pensi, non abbiamo mica inventato l'acqua calda. Nelle Affinità Elettive Goethe, se vogliamo, parla già di problemi di questo tipo. E ne parla a proposito di coppie presuntivamente "etero" of course :)

Hospes91
Messaggi: 400
Iscritto il: domenica 19 giugno 2016, 17:31

Re: Sesso gay e "ruoli"

Messaggioda Hospes91 » domenica 3 luglio 2016, 16:41

Ecco, direi che anche nel sesso orale è attivo chi si muove, è passivo chi sta fermo (sia una coppia etero od omo).
Per quanto riguarda le etichette applicate ai ruoli, direi che l'eventuale maggiore discriminazione per chi preferisce fare il passivo fa sì che questo termine sia detestato da molti, perché temono di essere accostati alle donne (a torto o a ragione). Se i passivi fossero sufficientemente maturi da infischiarsene di tale giudizio non ci sarebbe tutta questa acredine contro le etichette "A e P", a mio avviso. Se poi chi non è passivo smettesse di prendere in giro i passivi sarebbe ancora meglio, fermo restando che una sana autoironia non ha mai fatto male.
Ultima modifica di Hospes91 il sabato 19 novembre 2016, 21:12, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
agis
Messaggi: 1022
Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27

Re: Sesso gay e "ruoli"

Messaggioda agis » domenica 3 luglio 2016, 22:19

Hospes91 ha scritto:Ecco, direi che nel sesso orale le categorie supplementari di "dinamico" e "statico" sono superflue: è attivo chi si muove, è passivo chi sta fermo (sia una coppia etero od omo).

Per quanto riguarda le etichette, l'unico vero motivo per cui non stanno simpatiche è (diciamolo) l'eventuale maggiore discriminazione per chi preferisce fare il passivo, che temerebbe di essere accostato maggiormente alle donne (a torto o a ragione). Se i passivi fossero sufficientemente maturi da infischiarsene di tale giudizio non ci sarebbe tutta questa acredine contro le etichette, a mio avviso. Se poi chi non è passivo smettesse di prendere in giro i passivi sarebbe ancora meglio, fermo restando che una sana autoironia non ha mai fatto male.



No. A me stanno antipatiche, così come sono utilizzate/rappresentate/condivise, perché, se io dovessi essere coerentemente il "dio dei miei artefatti" in primis dovrei cercare di capire prima di tutto come le hai/ho/abbiamo fatte ed in secundis come impedire che un tuo/mio/nostro artefatto giunga a dominarti/mi/ci. :)

Avatar utente
Gio92
Utenti Storici
Messaggi: 626
Iscritto il: domenica 6 settembre 2009, 18:19

Re: Sesso gay e "ruoli"

Messaggioda Gio92 » lunedì 6 marzo 2017, 23:15

Sinceramente io non ci trovo nulla di male nel definire dei ruoli in una coppia, sia sessuali che reali. Ci sono ragazzi che dagli atteggiamenti fanno capire che sono passivi a letto, altri che sono attivi, altri ancora che sembrano attivi ma non lo sono e viceversa. Altri maschili e basta e di cui non intuisci nulla.

La frase "in amore non esistono queste cose" per me ha poco senso perchè nella coppia etero esiste un attivo uomo e una passiva donna e nella coppia gay c'è un attivo e un passivo che però possono anche scambiarsi di ruolo , i ruoli prefissati sono un po' squallidi ma non c'è nulla di male nel definirsi attivi o passivi a letto.

A me sinceramente piace molto questa distinzione, purchè non si sfoci nelle volgarità che ben conosciamo, soprattutto attribuite ai ragazzi di ruolo passivo.
Non è forte chi non cade, ma chi cade ed ha la forza per rialzarsi!


Torna a “GAY E SESSO”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite