il....senza giochi

Approccio dei ragazzi gay verso la sessualità
Avatar utente
875
Messaggi: 383
Iscritto il: lunedì 27 febbraio 2012, 4:37

il....senza giochi

Messaggioda 875 » venerdì 11 aprile 2014, 16:28

Scrivo questo topic con tanto di indifferenza e di vergogna...due sensazioni diversissime ma che in questo momento provo...mi capitò di recente di rivedere in facoltà un ragazzo che vidi all'inizio dell'anno, mi ha attirato subito, il suo sguardo e i suoi occhi di ghiaccio mi attirarono perché era particolare, diverso...in questo arco di tempo notai altri bei ragazzi (eccome li notai) c'era la voglia di conoscere a fondo questa loro presenza con voglia di instaurare un rapporto di amicizia in modo da poter crescere anche io....già perché da questi impulsi non ci si libera se non si cresce (mi han definito adolescente) e anche si arriva a un momento sia di rassegnazione e sia di esaurimento...ma rivedere lui è stata una voglia pazzesca di entrare in una nuova porta tanto da portarmi a compiere azioni da manuale che mi han riportato a momenti di confusione sulla mia identità tanto da capire che è uscendo che dovrei sbloccare anche se l'idea di essere forzato mi disgusta e mi fa perdere fiducia...già quella fiducia in me che serve per andare avanti su tutto quello che voglio, ma che aiutandolo, il tempo mi potrà dare .

875

Penso di ri iniziare da zero
Cambiare è difficile

Non cambiare è impossibile

Nel cambiare, ti ferisci, rimarrai ferito, rimarrai segnato e non potrai farne a meno

--------------------------------------------------------------------------------------

Essere come il caffè nei momenti più difficili.

barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Re: il....senza giochi

Messaggioda barbara » venerdì 11 aprile 2014, 21:44

non credo di aver capito bene cosa stai dicendo. Ho capito solo che provi vergogna per sensazioni che sono assolutamente normali. Sarebbe preoccupante se tu non le provassi... e poi per il resto non capisco cosa voglia dire che sei confuso sulla tua identità.

Tozeur
Messaggi: 538
Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 1:07

Re: il....senza giochi

Messaggioda Tozeur » sabato 12 aprile 2014, 16:39

Condivido ciò che dice Barbara, potresti raccontare ciò che è successo per chi non è aggiornato?
Alone but not lonely

Avatar utente
875
Messaggi: 383
Iscritto il: lunedì 27 febbraio 2012, 4:37

Re: il....senza giochi

Messaggioda 875 » sabato 12 aprile 2014, 21:12

E' normale attrazione fisica verso un individuo che dall' esterno trovo interessante, ma manca la prima conoscenza.

Confuso con la mia identità perché ne parlai con il mio medico e parlando con lei ho capito (anche parlando con un utente che capisce la psiche) che è il momento di cambiarla in quanto non trovo un supporto direi "completo".

Respiro ancora :D
Cambiare è difficile

Non cambiare è impossibile

Nel cambiare, ti ferisci, rimarrai ferito, rimarrai segnato e non potrai farne a meno

--------------------------------------------------------------------------------------

Essere come il caffè nei momenti più difficili.

barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Re: il....senza giochi

Messaggioda barbara » domenica 13 aprile 2014, 8:39

cambiare cosa? la tua identità?

Avatar utente
875
Messaggi: 383
Iscritto il: lunedì 27 febbraio 2012, 4:37

Re: il....senza giochi

Messaggioda 875 » domenica 13 aprile 2014, 9:48

Psicologo...o meglio un medico più capace
Cambiare è difficile

Non cambiare è impossibile

Nel cambiare, ti ferisci, rimarrai ferito, rimarrai segnato e non potrai farne a meno

--------------------------------------------------------------------------------------

Essere come il caffè nei momenti più difficili.

soloio5
Messaggi: 32
Iscritto il: domenica 6 aprile 2014, 15:17

Re: il....senza giochi

Messaggioda soloio5 » domenica 13 aprile 2014, 10:57

Ciao 875! in tutti questi anni è facendo un lavoro di introspezione personale, mi sono convinto che i migliori psicologi siamo noi stessi,senza offendere la categoria dei medici,almeno io la penso così, cerca di imparare a conoscere e capire le tue vere emozioni e tutto il resto verrà da se, buona permanenza!

barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Re: il....senza giochi

Messaggioda barbara » domenica 13 aprile 2014, 11:15

certo il miglior psicologo siamo noi stessi, ma è altrettanto vero secondo me che il confronto con una persona competente può aiutarci a tirare fuori più velocemente la saggezza che c'è in noi.
Specialmente se siamo persone inclini a dipendere dagli altri o a chiedere l'approvazione di altri, rivolgersi a uno psicologo evita essere condizionati troppo da famigliari o amici troppo invadenti .E' un condizionamento che ci aiuta a uscire dal condizionamento altrui.
Logicamente arriviamo a ricorrere a uno psicologo quando abbiamo provato con le nostre forze a uscirne , quindi non sarà la prima strategia che adottiamo.

Tozeur
Messaggi: 538
Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 1:07

Re: il....senza giochi

Messaggioda Tozeur » domenica 13 aprile 2014, 11:56

In parte condivido con soloio: è vero che i migliori psicologi siamo noi stessi ma questo non è sempre valido. Pensate a quando una persona è molto insicura e ha paura di compiere determinate azioni perché sente un blocco interiore: il supporto di una persona competente, con il quale possiamo sentirci a proprio agio può essere di aiuto. Il problema è trovare una persona che abbia la pazienza di accompagnarci in questo percorso sia quando facciamo passi avanti e sia quando facciamo passi indietro.
Alone but not lonely

Avatar utente
875
Messaggi: 383
Iscritto il: lunedì 27 febbraio 2012, 4:37

Re: il....senza giochi

Messaggioda 875 » martedì 15 aprile 2014, 11:55

Essere lo psicologo di se stessi penso possa funzionare per quelle piccole cose che si imparano a gestire, poi capitano quelle fesserie che riesci a superare e a volte no...lo psicologo mi hanno descritto come una figura non preparata appieno, che bisogna capire quale è il nostro problema e andare per quel problema e approvo.
Oramai sono più stanco che soddisfatto, soddisfatto per la nuova casa e il nuovo percorso che mi da parecchie difficoltà e stanchezza ma che non vorrei mollare perché è un mio desiderio infantile...stanchezza perché anni di colpevolizzazioni attribuitemi le sto cercando di mettere da parte consapevole che ormai una vita perfetta è molto lontana...
per adesso cammino per le mie gambe poi chissà
Cambiare è difficile

Non cambiare è impossibile

Nel cambiare, ti ferisci, rimarrai ferito, rimarrai segnato e non potrai farne a meno

--------------------------------------------------------------------------------------

Essere come il caffè nei momenti più difficili.


Torna a “GAY E SESSO”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite