Crea sito
 
Oggi è domenica 19 novembre 2017, 10:43

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




 Pagina 1 di 1 [ 2 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: GAY, SESSO E IPOCRISIA
MessaggioInviato: sabato 18 ottobre 2014, 13:54 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05
Messaggi: 5111
Ciao Project,
vedo che il forum è quasi abbandonato e non mi piace per niente che le cose vadano così, perché a me è servito molto, specialmente il testo di riferimento sulla omosessualità “Essere Gay”. Mi è servito ad aprire gli occhi e a non credere alla montagna di balle che avevo letto in giro per internet. Perché in effetti, un ragazzo si trova spaesato soprattutto dal non sapere le cose o dall’avere informazioni fasulle e poi certe domande a chi le puoi fare? La risposta è ovvia: a nessuno! Se arrivi al forum puoi leggere e restare nell’anonimato, cioè non è pericoloso, ti puoi prendere tutto il tempo che vuoi, insomma è una cosa che serve. Ma adesso vengo al punto. Il rispetto per i gay va bene, ci mancherebbe altro, ma tu dici e ripeti che per un ragazzo gay, oggi, è possibile trovare un altro ragazzo e vivere una storia d’amore vera. È qui che non ti seguo Project, non sono proprio giovanissimo, ho 28 anni, e la mia esperienza me la sono fatta, di ragazzi ne ho avuti parecchi, a tutti i livelli, voglio dire, da storie che sembravano la cosa fondamentale della vita e la favola incarnata, a storie disimpegnate di solo sesso o poco più, se capita. Non ho trovato mai veri marpioni o gente che volesse solo giocare con me, ognuno aveva le sue motivazioni, più o meno come le avevo io, ma poi alla fine, inevitabilmente, le storie si logoravano, o finivano proprio nel nulla o diventavano amicizie più o meno slavate, e pure io passavo da una storia all’altra, sempre meno convinto che la successiva sarebbe stata quella definitiva. Alla fine diventa come una specie di gioco, ti manca proprio la spinta di fondo a prendere le cose sul serio e anche dall’altra parte vedi che è lo stesso. I ragazzi che ho conosciuto, tutto sommato, erano bravi ragazzi, ognuno aveva le sue debolezze e le sue fisse e non riuscivamo mai a trovare una sintonia non dico perfetta ma nemmeno approssimativa e questo pure nel sesso, di spontaneità ne ho trovata proprio poca, per la gran parte si trattava di ripetere una parte, la stessa parte già ripetuta più volte con altri ragazzi. Qualche volta ho avuto l’impressione di essere solo il sostituto di un altro ragazzo che non c’era, come a dire che il compagno del momento stava pensando in realtà a un altro, ma siccome quell’altro non c’era allora potevo andare bene pure io. Non è che la cosa mi scandalizzi, per carità, ma non è il massimo. Se non pensi a me nemmeno quando facciamo sesso vuol dire che non ci pensi proprio mai. Io pure ho praticamente perso la spontaneità. In genere lascio fare, non prendo iniziative a aspetto per vedere come si mettono le cose. Molti sono ipocriti, vengono con me solo per fare sesso ma non lo vogliono ammettere e fanno tutta una manfrina per fare sembrare che loro lo fanno per fare un piacere a me e io queste cose non le sopporto assolutamente e allora mi diverto a provocarli. Poi non ti dico dei ragazzi legati alla chiesa. Sono gay fino all’osso, mi vengono appresso in modo pietoso, ma per loro ammettere che quello che stanno facendo è proprio andare a caccia di sesso gay non è proprio possibile. Uno mi ha fatto una corte spietata e appiccicosa per tanto tempo. Una volta, a casa sua, mi ha abbracciato in modo molto sensuale, io gli ho detto: “Vai avanti!” Ma mi ha detto che non era gay ed era solo confuso e mi ha chiesto scusa mille volte, però non sono passate nemmeno due ore che abbiamo fatto quello che dovevamo fare e dopo mi ha detto che si sentiva sporco e che aveva fatto una cosa che non voleva fare e che pensava che la cosa mi avrebbe creato tanti problemi. Gli ho detto che di problemi non me ne aveva creati affatto perché avevamo usato il preservativo. Nota, Project, il tipo ultracattolico e pieno di scrupoli aveva comprato un pacco di preservativi nuovi proprio la mattina in cui sapeva che sarei andato a casa sua! Ma lui non lo voleva fare! Io poi non sopporto i ragazzi che fanno i drammi per un po’ di sesso, è solo un po’ di sesso, non ti è crollato il mondo, dopo, di fatto, non cambia niente né per me né per te. Quello che mi manda in bestia è il fatto che certi ragazzi vanno solo a caccia di sesso e invece parlano d’amore, hanno imparato a memoria tutto un bla bla da falso innamorato, proprio roba da film e te la sciorinano davanti come se fosse tutto vero e fanno pure le facce di circostanza, atteggiano la voce, sono proprio attori di prima categoria, ma non glielo posso fare notare perché mi aggrediscono… loro sono seri e io sono quello fissato col sesso! Io il sesso lo faccio e mi piace e lo dico, loro lo fanno, ma sono complessati e non lo vogliono ammettere e quindi per loro il fissato devo essere io. Uno mi faceva anche le proposte oscene al rovescio: “Continuiamo a vederci ma non lo facciamo più!”. Io lo mettevo alla prova, ma la volta successiva tutto il copione da capo: la recita da innamorato, poi un po’ di sesso e alla fine tanti complessi e la solita proposta: “Non facciamolo più!” Insomma, io mi chiedo, ma ci sono o ci fanno? Uno aveva la ragazza, e stando a quello che dice lui ci faceva pure sesso, però andavano pure insieme alla messa la domenica, e questo già mi suona strano, ma non basta. Lui era anche mio “amico” eh sì perché per definire la cosa usava solo questa parola, perché lui era etero, solo che non si comportava troppo da amico, cercava dei momenti di intimità e allungava le mani, allora io lo fermavo, perché giocare con questi tizi mi piace, e gli dicevo: “Ok, sei un bel ragazzo e mi piaci pure, ma devi ammettere che vuoi fare sesso con me.” E allora andava in crisi, perché non lo avrebbe mai ammesso, e così restava a bocca asciutta e pure io, purtroppo. La volta successiva io non facevo nessuna premessa e le cose scivolavano automaticamente verso il sesso e, dopo, gli dicevo “Hai visto che l’hai fatto!” E lui mi rispondeva: “Ma tu mi provochi, non lo devi fare, perché così mi metti in crisi, dai cerca di capirlo!” Uno una volta voleva che lo facessi senza preservativo e gli ho detto: “Bello! Ma che pensi che mi sono bevuto il cervello?” E lui insisteva che era negativo, che era la prima volta… pensa un po’! La prima volta! A 30 anni! Adesso cerchiamo di tirare le somme: ragazzi così vanno bene per fare un po’ sesso ma mica mi posso mettere con uno spostato del genere. Ho bisogno di una ragazzo onesto, magari, anzi meglio ancora, fissato col sesso come me, ma non fissato con altre cose e soprattutto non abituato a raccontare e a raccontarsi balle, però, Project, fino adesso non ho trovato proprio nessuno del genere. Io non sono affatto convinto che per un gay stare in coppia sia la cosa migliore e penso che in sostanza siano proprio in parecchi a pensarla così, anche se non lo ammetteranno mai perché la storia del principe azzurro piace ancora molto anche a 30 anni. Se e quando ci sarà il matrimonio pure per i gay, beh, io non credo proprio che mi sposerò mai, perché poi finirebbe a tempi brevi in un divorzio. Magari da vecchi, a 50 anni e oltre, uno magari potrebbe pensare a sposarsi per la pensione di reversibilità, se mai avranno una pensione quelli della mia generazione. Project, ma perché c’è tanta ipocrisia anche da parte dei gay? Uno dovrebbe dire: ”Sono gay e sono felice di esserlo e mi piace pure il sesso!” E invece no! Il mondo è pieno di mezzi gay, non parlo di gay non dichiarati ma di gente che è gay a fa finta di non esserlo perfino quando fa sesso con un ragazzo! Pure io vengo da una famiglia cattolica, ma poi ho detto: No! Basta! Non posso campare di ipocrisia, voglio una vita mia, magari che scricchiola da tutte le parti ma senza recite, senza finzioni di nessun genere, beh, ragazzi che la pensassero come me non ne ho ancora trovati. Io voglio un gay vero, che sia felice di esserlo e che non prenda in giro se stesso e anche me.



_________________
BLOG PROGETTO GAY http://progettogay.myblog.it/
BLOG STORIE GAY http://nonsologay.blogspot.com/
SITO PROGETTO GAY https://sites.google.com/site/progettogay/
STORIE GAY E NON SOLO https://gayproject.wordpress.com/
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: GAY, SESSO E IPOCRISIA
MessaggioInviato: giovedì 6 novembre 2014, 19:45 

Iscritto il: mercoledì 3 settembre 2014, 0:04
Messaggi: 44
be...che dire :roll: bellissimo
bisogna ammetterlo anche io sono fissato col sesso :') al contrario di te però non l'ho mai fatto, per adesso almeno visto che non conosco neanche nessun ragazzo gay nelle mie vicinanze. ho sempre pensato che il matrimonio mi è e mi sarà stretto fino alla fine dei giorni quindi inutile farlo...
il fatto che tu "giochi" con queste "persone"... be lo trovo molto interessante :D secondo la mia modesta opinione fai bene...alcune persone hanno un carattere debole, mentono a se stessi tanto per mandare giu una pillola meno amara di quanto non sia in realtà ma è una scelta loro non tua comunque rimango dell'idea che forse prima o poi la persona giusta arriva...non parlo del principe azzurro ma solo di un qualcuno che riesca a sopportarti e ti stia accanto quando hai bisogno con difetti e pregi (ammettendo l'ipotesi che in questo mondo ci sia qualcuno che riesce a sopportarmi/ti/ci)
buona fortuna buon divertimento e
mi piacerebbe parlare un po con te :P


Non connesso
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 Pagina 1 di 1 [ 2 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

phpBB skin developed by: John Olson
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group


Creare forum
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010