INDIFFERENZA SESSUALE GAY

Approccio dei ragazzi gay verso la sessualità
Rispondi
fragile
Messaggi: 84
Iscritto il: venerdì 7 maggio 2010, 10:57

Re: INDIFFERENZA SESSUALE GAY

Messaggio da fragile » martedì 8 giugno 2010, 17:52

mmm io non so sarà ke lo scopert da poco e sarà ke facio fatica bestia a immaginare un rapporto omosex (avro poca immaginazione ke ne so so solo ke mi sento sessualmente asessuato oramai....erezioni zero se non autoprovocate ( e per arrivare alla eiaculazione una lunga e patetica strada verso questo) la cosa strana e ke ho pure avuto rapporti omosex in passato e altri rapporti con la mia ex quindi avrei un corollario di immagini erotiche enormi....la pornografia non a per me....soprattutto quella omosex (il sesso per il momento anke visto tra due uomini mi sembra lontano anni luce da cio ke voglio) poi parlare di vedermici in un rapporto è ancora piu strano (e si ke è paradossale perke l'ho pure avuto). non perke non lo accetto ma perke la sfera sessuale per me rimane un gran buco nero...certo ora le pulsioni nei confronti dei ragazzi le sento abb forti, non cosi forti da provocarmi erezioni (sento una sensazione, ke alcune volte reputo fastidiosa). vorrei tanto aver l'entusiasmo ke si ha della novità, invece l'unica cosa ke ho è "la pace dei sensi"....

barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Re: INDIFFERENZA SESSUALE GAY

Messaggio da barbara » martedì 8 giugno 2010, 19:20

Ciao, magari dirò una cavolata, ma se la comunicazione che puoi avere con il forum o direttamente con project non ti basta, se senti questa esigenza così forte di parlare con qualcuno direttamente , e nel contempo vuoi essere certo di farlo in assoluta segretezza, perché non provare con un sessuologo o un andrologo o magari lo psicologo di un consultorio?
A volte concedersi uno spazio di riflessione, un momento nel quale analizzare la situazione , condividere il nostro problema con qualcuno che é lì apposta per ascoltarti e magari ti dice che quello che ti sta succedendo non é patologico, non é strano, ma può essere una fase, ecc, ecc, può aiutare a non trarre conclusioni affrettate, può ridurre l'ansia che stai vivendo.
Sappiamo tutti che spesso specie nell'ambito della sessualità si entra in un circolo vizioso, della serie che inizi ad avere un problema sessuale, vai in ansia pensando a quel problema, l'ansia peggiora ulteriormente quel problema sessuale , e così via. Quando siamo tesi, demotivati, la prima cosa che va a farsi benedire é proprio il desiderio sessuale
Ho letto qualche tempo fa su alcuni articoli che le situazioni che tu descrivi sono in aumento, specie fra i giovani , per tutta una serie di motivazioni che vanno molto da individuo a individuo. Il consumo crescente di Viagra lo dimostra.. . Se tu vivessi questa situazione più tranquillamente, potresti dire, come fanno altri, : aspetto di vedere se passa .
Ma visto il disagio che ti sta causando , proverei ad ascoltare qualche parere di chi si occupa spesso di situazioni simili. Magari ti aiuterebbe a fare un pò di ordine in ciò che ti accade.
Scusa se sono stata magari un pò diretta, ma io ragiono un così: se sto male e posso fare qualcosa per stare meglio, perché aspettare?

Ti auguro comunque che questo momento di transizione, in un modo o nell'altro passi presto
un abbraccio
Barbara

Rispondi