eccone un'altra

Donne innamorate che non vogliono perdere il loro compagno neppure se è gay
barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Re: eccone un'altra

Messaggioda barbara » domenica 6 ottobre 2013, 15:03

Spesso la polemica ovvero il contrasto obbliga a chiarirsi l'un l'altro e a chiarire se stessi. Diventa così un'occasione per capire che la vita è molto più complessa di quanto noi pensiamo.
Leggevo da qualche parte che la nostra cultura sta diventando sempre più "liquida" anche circa l'identità e l'orientamento sessuale. Qualcuno teorizza che il futuro sarà dei bisessuali per esempio . Non è un caso , credo, che le associazioni LGBT hanno da poco aggiunto all'acronimo le lettere Q , come queer , e I , come intersessuali.
Queste due condizioni sono entrambe, in modi diversi, caratterizzate dall'incertezza , da un concepire se stessi che sfugge alle categorizzazioni.
L'idea che gli eterosessuali siano tali fino al midollo credo sia una fantasia più che una realtà. Se molti eterosessuali non avvertissero anche desideri inusuali forse non esisterebbe l'omofobia e la transfobia.
Dunque, come già affermava Kinsey, non c'è la donna etero, ma molte donne con una percentuale più o meno alta di eterosessualità o di transessualità, il che si riflette sulle loro relazioni sentimentali e anche amicali.
E la stessa cosa vale per gli uomini. Perfino per i gay . E' per questo che , come dicevo, a volte anche i gay possono sottovalutare i messaggi che inviano alle donne. E' un'osservazione che faccio sulla base di storie che mi son state raccontate , quindi prescindendo dalla tua, loe.
Ciò non significa necessariamente che si debba evitare di frequentarsi o di fare dei tentativi. Ognuno sceglie nella propria vita se valga la pena anche di rischiare in futuro una delusione . Dipende anche da cosa c'è in gioco. Alle volte capiamo solo dopo tanto tempo il senso delle nostre scelte, di cui dobbiamo rendere conto soprattutto a noi stessi.
Penso che ognuno nell'esprimersi si limita a dire cosa pensa che farebbe se fosse al posto tuo, ma al posto tuo alla fine ci sei tu e basta. ;)

loe
Messaggi: 6
Iscritto il: martedì 24 settembre 2013, 23:12

Re: eccone un'altra

Messaggioda loe » domenica 6 ottobre 2013, 22:12

Grazie Barbara, credo che quanto mi è accaduto e sta accadendo con quest'uomo (oltre alla vicenda precedente del mio strano matrimonio dove già per quasi venti anni mi ero sentita in un rapporto tra due uomini) mi abbia fatto aprire gli occhi su una condizione personale, più chiaramente che mai. Già con il mio ex marito c'era qualcosa di simile ma anche di non detto, qui essendo l'uomo in questione con grandissima probabilità gay o bisex la cosa mi si è resa più evidente. Credo di dover affrontare la questione di avere probabilmente una natura bigender. E mi tornano a mente una infinità di situazioni fin dall'infanzia di ambiguità o sdoppiamento, non saprei come dire. E' un sentire molto recente e questo incontro ha scoperchiato il vaso....credo sia solo l'inizio di un percorso..temo non facile

barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Re: eccone un'altra

Messaggioda barbara » domenica 6 ottobre 2013, 22:30

Si, cara. Non sarà facile , ma alla fine si tratta di conoscere te stessa, con i tuoi tempi e i modi che vorrai. Nessuno può impedirtelo e nessuno può nemmeno forzarti a farlo. La cosa migliore è ascoltare se stessi e non avere fretta.


Torna a “SE UNA DONNA AMA UN GAY”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite