VIALE DEL TRAMONTO GAY

La vera vita dei gay anziani, Gay e problemi della terza età, Gay anziani e ricordi di vita.
Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5358
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: VIALE DEL TRAMONTO GAY

Messaggioda progettogayforum » mercoledì 18 aprile 2018, 11:58

Grazie marmar!
Posso dirti che sto pensando molto a che fine debba fare il forum, perché il lavoro per difenderlo dallo spam è quotidiano ed è in pratica una partita persa, perché il forum è vecchio e tenerlo in piedi per non avere nessun nuovo iscritto per mesi e nessun messaggio o quasi nessun messaggio in tempi lunghi è del tutto incongruo. Si potrebbero chiudere le registrazioni al Forum (che sono sono utilizzate solo dagli spammers) e lasciare il Forum in sola lettura. Quanto ad aprire un nuovo forum di tipo tecnologicamente avanzato, beh, è un'ipotesi ma direi che non servirebbe a nulla, perché se non si registra nessuno su un forum che è tra i primi mille siti in Italia, non lo farebbe certamente nessuno in un forum totalmente nuovo e per di più irreperibile su Google. Si potrebbe lasciare invece di un forum solo un sito di accesso a documentazione (La Biblioteca di Progetto Gay). Oggi nessuno utilizza più i forum. Passare sui social non permetterebbe la privacy... quindi non vedo molte prospettive. Ci resta solo la chat, che però resta per i pochi fedelissimi, che arrivano proprio tramite forum.
Vedremo!
Grazie dei consigli e dell'incoraggiamento, ne ho proprio bisogno!

marmar77
Messaggi: 151
Iscritto il: venerdì 10 marzo 2017, 21:43

Re: VIALE DEL TRAMONTO GAY

Messaggioda marmar77 » mercoledì 18 aprile 2018, 21:31

Ciao Project,
capisco le difficoltà che stai attraversando col forum, ma finchè possa servire anche a una sola persona penso sia giusto mantenerlo attivo.
Mi chiedo se fosse possibile modificare la procedura di registrazione al forum ottenendola inviandoti un'email o compilando un test che tu stesso convaliderai.
Leggere le storie vecchie e nuove, sento che mi arricchisce facendomi sentire partecipe di un ecosistema invisibile, ma nel quale mi ci ritrovo in toto...peccato sono sempre meno coloro che avvertono quest'esigenza!
Non discrimino nessuno, ma essere gay non è solo paillettes e festini come si vuole far credere...essere gay è vivere la quotidianità come succede a tutti gli altri: innamorarsi del compagno di studi, decidere le vacanze da fare con la propria metà, deisderare una persona con cui condividere il resto dei propri giorni, condurre una vita sociale imperniata sui valori di sincerità e rispetto.
Stai tranquillo: non sarai mai solo perchè ovunque andrai avrai persone ben disposte a seguirti...grazie!!

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5358
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: VIALE DEL TRAMONTO GAY

Messaggioda progettogayforum » giovedì 19 aprile 2018, 10:36

Ho modificato il criterio di registrazione da quello tramite mail a gestione automatica a quello direttamente tramite amministrazione. Certo in questo modo ci sarà meno spam, ma tempo che la cosa possa anche scoraggiare quei pochissimi utenti che ancora ci sono, però non c'erano di fatto alternative. Grazie del consiglio!! :D

Causa complicazioni tecniche ho rimesso il vecchio sistema. :x

k-01
Messaggi: 272
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 22:05

Re: VIALE DEL TRAMONTO GAY

Messaggioda k-01 » sabato 21 aprile 2018, 9:46

Non penso che i forum siano passati di moda. Ce ne sono molti ben frequentati. Questo, a mio avviso, andrebbe svecchiato graficamente e tecnologicamente e dovrebbe essere meno centrato sulla tua persona. Alla fine sembra un blog dove gli utenti commentano le tue idee e quello che scrivi.
Mi sono sempre chiesto quali motivazioni ti abbiano spinto a crearlo. Ti preoccupi del posizionamento google, potrebbe avere un senso se il tuo fine fosse il guadagno. Ma se non è questo alla fine che ti frega? Un sito, ma anche un forum, per crescere ha bisogno di molto tempo e contenuti. Chiudere questo e aprirne un altro, non credo proprio ti farebbe perdere il posizionamento, perché basta reindirizzare chi giunge qui al nuovo indirizzo.

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5358
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: VIALE DEL TRAMONTO GAY

Messaggioda progettogayforum » sabato 21 aprile 2018, 20:28

Sul fatto che il forum sia centrato su di me, purtroppo hai ragione. In altri tempi non è stato così, ma qui ormai scrivo solo io, ho pensato spesso di mettermi da parte ma non credo che questo farebbe risorgere il forum. Avevo scritto un post molto meditato e avevo in mente di pubblicarlo stasera ma comincio a pensare che sarebbe l'ennesima cosa fuori luogo. Quanto a rimettere in sesto la grafica e tutto l resto, tra il dire e il fare ci sono di mezzo problemi tecnici enormi che personalmente non sono in grado di risolvere. Che fare? Beh ... la cosa più sensata è mettersi da parte e lasciare le cose come stanno, così tutto finirà da sé senza clamore come è sostanzialmente inevitabile, visto che di queste cose non interessa a nessuno. In fondo Progetto ha fatto il suo tempo e ormai è solo un fossile.
Grazie per aver detto quello che pensi!

k-01
Messaggi: 272
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 22:05

Re: VIALE DEL TRAMONTO GAY

Messaggioda k-01 » domenica 22 aprile 2018, 9:13

Come sei tragico.
Ad esempio non ho mai capito perché pubblicare le lettere che ti scrivono. Se scrivono a te e non al forum è perché vogliono il tuo parere e non quello degli utenti. Quindi è normale che quasi nessuno commenti questi interventi, non essendo diretti a loro.
Alla fine si tratta di rendere gli utenti protagonisti e non semplici spettatori.
Per le questioni tecniche potresti affidarti (o cercare) qualcuno che abbia un minimo di competenze per l'installazione del nuovo forum, invece di voler gestire sempre tutto da solo.

marmar77
Messaggi: 151
Iscritto il: venerdì 10 marzo 2017, 21:43

Re: VIALE DEL TRAMONTO GAY

Messaggioda marmar77 » domenica 22 aprile 2018, 11:31

Ciao k-01. Da semplice utente, apprezzo molto il fatto che Project posti sul forum le lettere che gli scrivono e che gli autorizzano a pubblicare. Lo scopo di questo forum è quello di CONDIVIDERE idee, esperienze, dubbi, ecc. affinchè gli appartenenti a quella cerchia di omosessualità più o meno nascosta possa comprendere che non si è soli e darsi un aiuto. Sinceramente il problema non credo sia Project, ma tutti coloro che seppur visitando quotidianamente il forum (ne rimane conteggio), per troppa paura o pigrizia preferiscono solo leggere: questa cosa mi delude molto.
I tuoi pareri, come quelli di chiunque altro, sono molto utili e spero diano una spinta positiva al nostro amministratore e non solo! :)

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5358
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: VIALE DEL TRAMONTO GAY

Messaggioda progettogayforum » domenica 22 aprile 2018, 18:20

@k-01
Le mail che mi arrivano sono ormai rare, una o due, al massimo tre al giorno, ma sono molto serie. Pubblico solo (e in forma assolutamente anonima) quelle che sono stato autorizzato a pubblicare e sono pochissime e in genere molto significative. Ovviamente non posso pubblicare tutto l’archivio di posta di Progetto perché ci vorrebbero parecchi volumi per farlo, ma credo che leggere il forum o anche solo il manuale “Essere Gay” possa dare un’idea seria dei problemi che i gay devono affrontare ogni giorno e possa aiutare chi deve affrontare quei problemi a capire come li hanno affrontati e magari risolti gli altri. Si tratta di fare conoscere la parte meno visibile del mondo gay e di facilitare la strada a chi la sta percorrendo.
Quanto agli aiuti tecnici per il forum li ho cercati eccome ma i problemi sono molto più complicati di quando può sembrare dall’esterno.

@marmar77
Sinceramente penso che la maggior parte delle situazioni di disagio che vivono i gay siano dovute a cattiva informazione, mi capita spesso di parlare con ragazzi preoccupati di questioni psicologiche molto vaghe, che fanno sesso senza preservativo in situazioni oggettivamente rischiose. Francamente io credo che l’avvento dei social abbia contribuito a mettere da parte strumenti classici come i forum che richiedono tempo e attenzione e non garantiscono tutto e subito. Il crollo dell’utenza coincide con lo sviluppo dei sociale e, non per essere tragico, ma penso che Progetto finirà per forza in archivio. Ormai le finalità di discussione e di confronto sono state soppiantate in rete da logiche esclusivamente commerciali e su questo c’è ben poco da fare.

k-01
Messaggi: 272
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 22:05

Re: VIALE DEL TRAMONTO GAY

Messaggioda k-01 » lunedì 23 aprile 2018, 15:02

Non discuto sul fatto che le lettere, sotto forma di email, possano essere interessanti, ma sull'opportunità
di pubblicarle in un forum che ha finalità diverse da quelle di una rubrica. A me sembrano più adatte
ad un blog che ad un forum. Ci sono ad esempio dei siti che pubblicano articoli e poi la parte dei commenti
finisce nella sezione del forum.

Poi non mi convincono per niente le spiegazioni che voi date sul calo dell'utenza che
anima il forum (pigrizia degli utenti, sviluppo dei social, ecc). Troppo riduttivo addossare la responabilità esclusivamente a fattori esterni.
Io le mie spiegazioni le ho date:

- piattaforma del forum vetusta e piena di bug o malgestita (io non riesco ad inviare nemmeno messaggi privati)
- eccessiva presenzialità dell'amministratore che fa sembrare il forum una cosa personale (potresti almeno mimetizzarti come utente normale).

Le soluzioni che io vedo sono:

- rinnovamento della piattaforma
- gestione meno personalistica e più partecipativa.
- separazione lettere/manuali e altro materiale dal forum.
- affidare il compito di animare il forum ad alcuni utenti/moderatori, quando le discussioni languono.

Ma mi pare di capire che non ci sia la volontà di fare cambiamenti. A questo punto, meglio creare un blog, in cui pubblichi le tue riflessioni, le tue lettere e quant'altro aperto ai commenti.

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2397
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: VIALE DEL TRAMONTO GAY

Messaggioda Alyosha » martedì 24 aprile 2018, 22:17

Project ma sul serio? I social? E perché non hai mai voluto provare a sbarcare sui social? Io non sono fra i primi utenti del forum, ma sono qui da abbastanza tempo per ricordarmi tutte le discussioni, tutti gli utenti che si sono avvicendati e il modo con cui tutti ad uno ad uno andavano via per le stesse ragioni. Questo è un posto per repressi e depressi e appena la gente comincia a stare bene capisce che l'aria che si respira è asfissiante. La fissa della prevenzione, il terrorismo psicologico sulla castita,la difesa ossessiva della privacy. Adesso project pare tinto brass a confronto di come ragionava prima. Prima si faceva mille paranoie sulle chat che apriva e chiudeva, gruppi ristretti autorizzazioni. Insomma sessuofobia allo stato puro. Ho provato a cambiare anche io le cose a modo mio, ma ho ottenuto solo discussioni sterminate, una spaccatura feroce dentro il forum tra i fedelissimi di allora (primo fra tutti quel segugio insolente di Konig) e sopratutto Project dileguarsi in quel maremoto. Spariva letteralmente dalle discussioni sollevate dalle sue stesse teorie assurde, su cui non voglio nemmeno tornare.
Gli utenti tecnici che ti davano una mano c'erano. Ricordo in particolare marc che aveva cominciato a svecchiare il progetto, aprire siti, sbarcare su google plus e youtube. Lui però aveva idee diverse dalle tue e il problema stava tutto lì. Chi non la pensa come te viene presto isolato in questo posto. E di Barbara vogliamo parlarne? Come ha fatto a sparire nel nulla così? Senza un saluto?
Avevo scritto un post più lungo e forse è un bene sia stato cancellato. La verità è che non hai mai sopportato che qualcuno mettesse mano alle tue cose e modificasse la tua creatura. La verità è che tutto ciò che sfugge dal tuo controllo semplicemente non ti interessa e non lo fai neanche apposta, sei proprio fatto così. Questo posto è casa tua e morirà con te, l'hai trasformato nel tuo testamento e va bene così.
Tre lettere al giorno non sono affatto poche e se decidessi di sbarcare su facebook ti scriverebbero milioni di persone. Ma tu preferisci restare piccolo, perché su facebook non potresti controllare nulla. Anche lì sarebbe possibile imporre utenza anonima, ammesso che abbia un senso imporre l'anonimato, solo che non saresti più al centro delle discussioni. Di certo non potresti controllare l'utenza come fai qui e sopratutto le discussioni private. Ma che ti importa di cosa fanno le persone in provato. Gestire un gruppo, una pagina sono tutte cose che si potrebbero fare adattando le tue regole al nuovo contesto. Potresti aprire una pagina chiusa ai commenti, dove la gente può solo iscriversi e leggere quello che posti.

Insomma i compromessi si potrebbero trovare. Però forse la verità è che tu e le tue idee sono obsolete. Tu sei superato. La tua chiusura mentale e le tue paure forse sono solo il segno della tua età, della tua giusta resistenza al cambiamento. Il mondo che si affaccia è un mondo nuovo che tu non vuoi capire, perché forse hai perso interesse a capirlo. La tua è l'età in cui si tirano le somme, non quella in cui si parte con scommesse nuove e in questo bisogna essere oggettivi, non pessimistici. Quello che ti rimproverò però è il non aver preparato il dopo, non aver lavorato adeguatamente per un tuo superamento.

Questo posto è la tua casa, qui dentro c'è di più che semplici articoli, c'è la tua anima, tutto ciò in cui credi, la tua generosità e la tua estrema preparazione e conoscenza. c'è la tua voglia di mettersi in gioco e di scoprire età nuove. Mi spiace soltanto che questo posto muoia con te e dietro la rabbia c'è solo una profonda tristezza. Bisogna però prendere atto del fatto che non si possono costringere le persone ad essere quello che non sono e tu sei fatto così. Per cui alla fine posso solo dirti che ho imparato ad accettarti e volerti bene per come sei fatto.


Torna a “GAY ANZIANI”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite