Per chi andare avanti?

Discussioni su citazioni letterarie e motti di spirito e altro ancora
Rispondi
Tozeur
Messaggi: 541
Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 1:07

Re: Per chi andare avanti?

Messaggio da Tozeur » sabato 22 settembre 2018, 18:52

agis ha scritto:
Tozeur ha scritto:Lavorando principalmente come referente per delle aziende, mi fa andare avanti la gratificazione che ottengo dopo aver concluso un lavoro o una urgenza. Principalmente mi fa andare avanti il pensare all'indipendenza economica. Avendo vissuto un periodo di disoccupazione che mi ha fatto stare non molto bene, nei momenti più stressanti ripenso a quei giorni e cerco di farmi coraggio.

Eeh beh Tozeur, è davvero un periodaccio e, tra problemi da potenziali disoccupati per voi giovani e da sempre potenziali esodati per noi, il pianeta sembra in effetti molto cambiato rispetto a quello da cui provengo. Qualche atto che diventa un buon fatto e qualche progetto ben realizzato che può venir sempre copiato aiutano in effetti molto ad andare avanti. A me aiuta pure tenere in maggior conto una sorta di animalità non predittiva che si limita a vivere il momento presente ed in termini consuntivi a far seguire ad ogni decente alba un decente tramonto.

Il maestro disse:
“Il momento presente
non è mai insopportabile.
è ciò che pensi dovrà avvenire
nei prossimi cinque minuti
o nei prossimi cinque giorni
che ti spinge alla disperazione.
Cessa di vivere altrove”.
Si è sempre più difficile. Non puoi fare progetti e devi vivere la giornata. Per me non è possibile. La paura del futuro e il risentimento verso alcune cose passate mi limita molto
Alone but not lonely

Avatar utente
agis
Messaggi: 1100
Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27

Re: Per chi andare avanti?

Messaggio da agis » domenica 23 settembre 2018, 20:31

La paura del futuro la conosco bene. La chiamano anche ansia. Circa il passato beh... se siamo ancora qui a raccontarlo, per quanto ce ne possano essere capitate di nere, non sono state ancora sufficienti ad accopparci e, che il passato non lo potesse modificare neanche dio, è l'unico limite all'onnipotenza divina che i teologi ortodossi riuscirono ad argomentare senza per questo dover abbrustolire su qualche falò. Come dice la parola stessa per-fectum, su questo assolutamente fatto ed irrimediabilmente compiuto è inutile rimuginare se non in termini esperienziali ché dagli errori, a volte, si impara :).

Avatar utente
Birdman
Messaggi: 126
Iscritto il: domenica 18 ottobre 2015, 0:48

Re: Per chi andare avanti?

Messaggio da Birdman » domenica 30 settembre 2018, 17:05

Caro Help, la domanda che poni è interessante ed è in qualche maniera la stessa che mi sto ponendo io ultimamente, sebbene ci siamo arrivati per motivi differenti.
Fondamentalmente non ti so rispondere. Ad oggi posso dirti che tutto ciò che ho fatto sia servito solo a prepararmi un discreto futuro lavorativo, ancora non so se effettivamente abbia avuto ragione o meno ad intraprendere la strada che ho scelto, ma al di là di queste considerazioni, quello che conta è come ho portato avanti questo percorso. Praticamente in vista del raggiungimento dell'obiettivo ho sacrificato molto delle mie relazioni umane. Posso addirittura dire che il percorso stesso mi abbia allontanato (per come l'ho interpretato io ovviamente) dalla capacità di socializzare. Dico socializzare, perché di questo si tratta. Infatti non hai chiesto per cosa andiamo avanti, ma per chi, perché alla fine è questa la cosa più importante. Si possono raggiungere i migliori risultati nel lavoro, economici, ecc, ma se manca qualcuno con cui condividerli non saranno serviti a molto. Nel tuo caso l'ambiente in cui lavori ti sta stretto, le persone con cui ti trovi in quell'ambiente non ti gratificano. Se non hai alternative lavorative, allora solo avere delle persone all'esterno di quell'ambiente può essere positivo, spero che tu ne abbia o che possa trovarne. E' questo il mio grande cruccio, essere sostanzialmente solo ed incapace di porre rimedio a questa situazione. Intanto comunque cerco di impegnarmi, quando le forze me lo consentono, per cercare almeno di raggiungere l'obiettivo per il quale ho sacrificato tanto, altrimenti la situazione peggiorerebbe ulteriormente, ma vorrei anche cercare delle persone per le quali valga la pena farlo.

Rispondi