16.000 e forse più

Discussioni su citazioni letterarie e motti di spirito e altro ancora
Rispondi
Nemesis

16.000 e forse più

Messaggio da Nemesis » sabato 19 marzo 2011, 9:57

Si potrebbe dire che se la sono cercata costruendo Fukushyma proprio sulla faglia delle zolle oceaniche che si sono venute a scontrare causando il terremoto, si potrebbe dire che avrebbero dovuto costruire barriere anti tsunami migliori.
Si potrebbe dire che in questo forum non si dovrebbe parlare di questi argomenti,
ma io non posso passare sopra 16.000 vittime (numero in continuo aumento) come se niente fosse e continuare a pensare a me.
Apro questo topic per chiunque voglia esprimere cordoglio per le vittime del disastro i Giappone e invito a non parlare del prossimo referendum che si terrà in Italia sul nucleare.
La politica lasciamola fuori, diamo invece spazio alla pietà e per chi ha già donato qualcosa anche alla solidarietà.

barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Re: 16.000 e forse più

Messaggio da barbara » sabato 19 marzo 2011, 10:17

Hai fatto benissimo Nemesis. In effetti ci pensavo proprio l'altro giorno. E' che la cosa mi ha colpito così tanto che tento di rimuoverla. Mi angoscia profondamente in verità. Mi unisco a te in questo sentimento di solidarietà verso questo popolo , che reagisce come può , ma con grande dignità, a questa catastrofe. Vorrei anche dire a Senza Peso che è per metà giapponese che gli sono vicina in questo momento.

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2410
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: 16.000 e forse più

Messaggio da Alyosha » sabato 19 marzo 2011, 13:11

Vedo questo episodio come il segno più assoluto dell'arroganza dell'uomo. Vedo la nostrà età intrppolata in questa contraddizione. Stiamo tutti morendo per le radioazioni, ma le centrali non si possono spegnere perché producono energia e senza moriremmo comunque. Ecco quello che vedo, un pantano nel quale ci siamo infilati e dal quale non sappiamo uscirne e temo che presto la soluzione di tutto questo stress sarà una giganteza guerra che resetti tutto. Ho spesso parlato di un nuovo umanesimo scientifico, perché spesso ci si scorda che la ricoluzione scientifica fu un alveo dell'umanesimo. Rimettiamo al centro l'uomo, un uomo riconciliato e non scisso. Stiamo diventando sempre di più macchine, servi delle cose che produciamo. Si percepisce nella'ria la paura di quello che sarà e ripeto anche la frustrazione perché infondo nessuno sa come fermare questa macchina avviata più di sue secoli fa (proprio adesso come col reattore). Ci vedo il simbolo della crisi di un era, il rigurgito velenoso di un neoliberismo sordo. Piange sempre il più debole questo è vero, ma con nucleare piangeremo tutti per generazioni. Questi errori li pagheranno i nostri figli che saranno costrtti a vivere in questa speci di fogna che gli stiamo lasciando in consegna!

guy21
Utenti Storici
Messaggi: 1014
Iscritto il: martedì 19 maggio 2009, 19:33

Re: 16.000 e forse più

Messaggio da guy21 » sabato 19 marzo 2011, 16:07

non posso aggiungere altro, aveta detto già troppo, pur di affermare la superiorità e l'ignoranza e i propri interessi si elimina l'intelligenza e le cose come stanno realmente! credo che questa crisi di tutta la nostra società non farà che aumentare fino al punto di rottura! e vorrei tanto che avenisse così potremo risogere finalmente!

Nemesis

Re: 16.000 e forse più

Messaggio da Nemesis » martedì 22 marzo 2011, 20:49

Ragazzi niente filosofia per piacere nè pensieri avveniristici su un probabile mondo futuro.
Cordoglio e rispetto per gli ormai 21000 morti in Giappone, il resto lasciamolo fuori almeno per una volta.

Avatar utente
Aster
Messaggi: 217
Iscritto il: giovedì 18 giugno 2009, 21:55

Re: 16.000 e forse più

Messaggio da Aster » martedì 22 marzo 2011, 20:58

(OT, ma vale la pena di dirlo: grazie al cielo -anzi, grazie ai sistemi di sicurezza- il reattore di Fukushima è assolutamente spento, si è spento immediatamente appena c'è stata la scossa, come da manuale. Anche da spento, spontaneamente continuerebbe ad aumentare di temperatura per diverse settimane per motivi che non spiego e va raffreddato dall'esterno per questo periodo)

Nemesis

Re: 16.000 e forse più

Messaggio da Nemesis » mercoledì 23 marzo 2011, 20:24

Aster ha scritto:(OT, ma vale la pena di dirlo: grazie al cielo -anzi, grazie ai sistemi di sicurezza- il reattore di Fukushima è assolutamente spento, si è spento immediatamente appena c'è stata la scossa, come da manuale. Anche da spento, spontaneamente continuerebbe ad aumentare di temperatura per diverse settimane per motivi che non spiego e va raffreddato dall'esterno per questo periodo)
Grazie per averlo precisato, è un sollievo saperlo!

Rispondi