Crea sito
 
Oggi è mercoledì 16 agosto 2017, 23:41

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




 Pagina 2 di 2 [ 17 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: RIFLESSIONI SULLA UTENZA DEL FORUM
MessaggioInviato: giovedì 11 agosto 2011, 9:51 

Iscritto il: giovedì 2 giugno 2011, 16:40
Messaggi: 423
Dunque, vado per punti.

Innanzitutto, mi pare che il lavoro di Project abbia dato, nonostante tutto, ottimi frutti, se si considera la qualità media degli interventi in questo forum.

In secondo luogo, posso convenire sull’opportunità di eliminare utenti iscritti che non hanno postato nulla, ma direi che ciò dovrebbe avvenire dopo un congruo periodo di tempo, non inferiore a un anno (ci sono mille ragioni per le quali un utente ritiene di non postare per molto tempo ed alcune sono già state ricordate). Per evitare spiacevoli incontri in chat di utenti “furbetti” che si iscrivono nel forum per fini “poco nobili”, direi che uno dei suggerimenti più sensati (tra l’altro evidenziato anche in PG da qualche parte) è, soprattutto per chi è alle prime armi, dare fiducia in chat solo a utenti che abbiano postato nel forum interventi sufficienti per farsi un’idea della loro personalità (lo so, non elimina tutti i rischi, ma li riduce secondo me).

In terzo luogo, condivido pienamente l’opinione di lasciare piena libertà agli utenti di decidere quando, come e dove intervenire: personalmente sono sempre stato contro ogni forma di censura, salva ovviamente la necessità che chi interviene rispetti la “filosofia” di PG, perché sarebbe contraddittorio che PG tollerasse interventi che potrebbero portare alla sua “autodistruzione”.

In quarto luogo, sottolineerei un aspetto che mi pare non sia stato ricordato: questo forum, come anche i blog di PG, sono utilissimi non solo per gli interessati che vivono in prima persona la condizione omosessuale, ma per chiunque, aperto di mente, intenda avvicinarsi alla realtà gay per conoscere come viene vissuta dai non dichiarati. Quindi eviterei assolutamente forme di oscuramento vario dei contenuti del forum.

Ciò detto, ancora complimenti a Project! :)



_________________
La verità, vi prego, sull'amore (W.H. Auden)
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: RIFLESSIONI SULLA UTENZA DEL FORUM
MessaggioInviato: giovedì 11 agosto 2011, 11:46 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 23 aprile 2011, 1:00
Messaggi: 888
C' è solo una cosa che non capisco... alla fine gli utenti che si iscrivono e non postano manco un messaggio.. che male fanno? Sopratutto se pensiamo anche al fatto che un'utenza così elevata fa salire il forum nelle classifiche e per visibilità rispetto alla rete..

In particolare, una volta iscritti, ad ogni utente si offre giusto la possibiltà di creare nuovi post, che per un utente serio è un gran privilegio, mentre per chi ha altre intenzioni è pochissimo...

Essendo così regolato alla fine, pazienza se questi utenti non postano, anche perchè offrono comunque un bel vantaggio a tutto il forum.. :)

Ovviamente, parere personale :)



_________________
Per prima cosa portarono via i comunisti, e io rimasi in silenzio perché non ero un comunista. Poi se la presero coi sindacalisti, e io che non ero un sindacalista non dissi nulla. Poi fu il turno degli ebrei, ma non ero ebreo.. E dei cattolici, ma non ero cattolico... Poi vennero da me, e a quel punto non c'era rimasto nessuno che potesse prendere le difese di qualcun altro.
Martin Niemoller


Marc090 -- Amministrazione di ProgettoGay
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: RIFLESSIONI SULLA UTENZA DEL FORUM
MessaggioInviato: giovedì 11 agosto 2011, 12:52 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 novembre 2009, 15:21
Messaggi: 191
Quoto marc090...

Non capisco che fastidio possano arrecare gli utenti che non completano la registrazione o si iscrivono e non postano o postano per un po' e poi smettono.

E' vero che il forum è poco attivo, ma è davvero esagerato eliminare utenti che non postano spesso per risolvere il problema... Che senso ha forzare gli iscritti in questo modo? La partecipazione al forum deve essere un piacere, non un ricatto.

Non parlo poi dell'idea di oscurare il forum ai non iscritti perchè mi sembra un enorme controsenso dato che è proprio il forum a dare visibilità ai siti di Project.



_________________
"Warping the minds of men and shepherding the masses has always been your church's domain. You lure sheep with empty miracles and a dead god".
Sydney Losstarot - Vagrant Story
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: RIFLESSIONI SULLA UTENZA DEL FORUM
MessaggioInviato: giovedì 11 agosto 2011, 13:39 

Iscritto il: sabato 12 febbraio 2011, 15:52
Messaggi: 317
Interessanti statistiche!

Detto questo non mi trovo d'accordo nella proposta di cancellare chi non ha scritto o non scrive più: ognuno faccia come crede, se vuole leggere soltanto ed intervenire poco non vedo il problema: dipende anche dalla persona.

Dico anche che se il forum fosse visibile solo alle presentazioni perdermmo un punto di forza di questo Progetto ossia essere (o tentare di essere) d'aiuto a quante più persone possibili: non sempre ci si iscrive subito, spesso (e qui parlo per mia esperienza, ossia: è quello che ho fatto io) si leggono i vari interventi anche datati per capire che tipo di ambiente sia.
Prima di iscrivermi ho passato mesi a leggere da "infiltrato" :D e mi è stato molto d'aiuto per capire se far parte di Progetto o no. Se questo viene impedito molti non potranno sperimentare la serietà del posto, anzi, vedendo sezioni nascoste potrebbero anche pensare a chissà cosa.

E nemmeno limiterei l'accesso in chat al postare in forum almeno una volta a settimana per due motivi
1) non è detto che chi sta più in chat non sia utile a Progetto o non interessato perchè si trovano parecchi utenti seri e che possono dare una mano anche se in forum scrivono poco. Sono due mezzi differenti con dinamiche differenti, voler vincolare gli accessi al numero di post in forum significherebbe eliminare una potenziale (ed effettiva) utenza che per i più vari motivi non si sente di scrivere ogni giorno o ogni settimana in forum. E càpita perchè non siamo tutti uguali, abbiamo lo stesso tempo etc. etc., la stessa connessione :lol: ...
2) introducendo una norma del genere temo nella "corsa al post" con conseguenti "boiate" perchè non si sa cosa scrivere, ma non si vuole perdere l'opportunità di entrare in chat.

Quindi che possano esserci "furbetti" è innegabile, ma la vigilanza coscienziosa di ciascuno di noi a mio parere è bastevole a garantire la sicurezza e la bontà di questo posto. Cerchiamo di non chiuderci inutilmente in una rocca inaccessibile ai più perchè, ripeto, ci priveremmo di nuove risorse.



_________________
Velle parum est: cupias ut re potiaris oportet (Ov. Ex Ponto I 1, 35)
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: RIFLESSIONI SULLA UTENZA DEL FORUM
MessaggioInviato: giovedì 11 agosto 2011, 13:41 

Iscritto il: domenica 17 aprile 2011, 14:31
Messaggi: 176
Anche io penso che sia un gran vantaggio poter accedere ai contenuti del forum anche se non si è iscritti; io stesso, prima di iscrivermi, ho letto un bel po' per decidere e valutare che era l'ambiente che faceva al caso mio.
Giusto per restare sulle riflessioni che fa project in merito ai numeri e percentuali di utenti più o meno presenti e abitudinari del forum: è ovvio che sarebbe auspicabile una più larga partecipazione, però c'è da dire che ci sono tante variabili per cui qualcuno può decidere se postare o meno e quando farlo (sicuramente la timidezza e poi, una cosa importantissima, bisogna sapere cosa scrivere e non saperlo non significa avere cattive intenzioni e quindi dover essere estromesso dal forum, ma semplicemente che ognuno ha i suoi tempi :) ) ed è bene che questo rimanga una opportunità, senza diventare una specie di obbligo o di impegno, visto che lo scopo di questo forum credo sia sopratutto quello di aiutarci a trovare una direzione e, in molti casi, anche semplicemente leggendo, questo è possibile...quindi, volendo soffermarmi sui numeri, diciamo che anche io auspicherei un incremento degli utenti "scrittori" oltre che "lettori", consapevole del fatto che questa transizione debba nascere spontanea e non forzata...Sui possibili utenti con cattive intenzioni devo dire che sul forum non ho notato nulla del genere, ho sentito raccontare di qualcuno in chat però non credo che cancellare gli utenti in base a quanto non scrivono sul forum sia un vero deterrente per allontanare eventualoi pericoli...quindi quoto nicomaco, bisogna cercare di riconoscerli e dare fiducia solo quando è il caso, insomma prendere le dovute precauzioni



_________________
La farfalla che volteggia intorno alla lampada finché non muore è più ammirevole della talpa che vive in un buio cunicolo.
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: RIFLESSIONI SULLA UTENZA DEL FORUM
MessaggioInviato: lunedì 15 agosto 2011, 15:21 

Iscritto il: giovedì 2 giugno 2011, 16:40
Messaggi: 423
marc090 ha scritto:
C' è solo una cosa che non capisco... alla fine gli utenti che si iscrivono e non postano manco un messaggio.. che male fanno? Sopratutto se pensiamo anche al fatto che un'utenza così elevata fa salire il forum nelle classifiche e per visibilità rispetto alla rete..

In particolare, una volta iscritti, ad ogni utente si offre giusto la possibiltà di creare nuovi post, che per un utente serio è un gran privilegio, mentre per chi ha altre intenzioni è pochissimo...


Ripensandoci direi che marc090 (ma anche chi lo ha seguito) ha ragione.
Ritorno pertanto sui miei passi e rettifico: il forum ha una sua autonomia, serietà e controllo ferreo dei contenuti; dunque concordo con l'dea che non ha senso cancellare nessuno, anche gli iscritti che non postano nulla, visto che, in quanto tali, non fanno male ad anima viva. ;)



_________________
La verità, vi prego, sull'amore (W.H. Auden)
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: RIFLESSIONI SULLA UTENZA DEL FORUM
MessaggioInviato: martedì 16 agosto 2011, 6:03 

Iscritto il: sabato 24 aprile 2010, 5:11
Messaggi: 221
C'è un errore di battitura nel titolo del topic, una doppia e nella parola riflessioni.

Io ci sta che prima di questo avevo registrato un altro nick di cui ho prontamente dimenticato password ed email di riferimento nonché password di quest'ultima, in genere la mia scarsa intelligenza mi porta a queste figure ogni volta che mi registro da qualche parte, e magari c'è qualcuno distratto come me che si registra e dimentica i dati o il fatto di essere registrato, o almeno ci spero per la mia autostima.


Non connesso
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 Pagina 2 di 2 [ 17 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

phpBB skin developed by: John Olson
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group


Creare forum
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010