Crea sito
 
Oggi è mercoledì 22 novembre 2017, 15:09

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




 Pagina 3 di 3 [ 27 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: HIV/AIDS inventato?
MessaggioInviato: domenica 10 aprile 2011, 15:37 

Iscritto il: domenica 27 marzo 2011, 21:05
Messaggi: 57
Io so che è un problema reale, che non esiste una terapia assolutamente risolutiva né tantomeno un vaccino preventivo nei confronti dell'HIV.
Ovviamente sono in corso studi clinici sia sull'uno che sull'altro fronte, ma purtroppo c'è ancora molto da fare.
La terapia attuale è molto migliorata rispetto ai primi anni '90(quando si assumevano molte compresse e soprattutto gli effetti collaterali erano devastanti) ma consta comunque della combinazione di 3-4 farmaci con funzioni ovviamente diverse ma tutti atti a impedire la replica del virus HIV. Ciononostante il declino delle funzioni immunitarie è inevitabile, seppure molto rallentato rispetto a quello che sarebbe il naturale decorso della malattia.
In quanto alla tipologia standard del sieropositivo ti posso dire che al giorno d'oggi è molto più frequente la diffusione tra eterosessuali(perlopiù intorno ai 50 anni), rispetto ai primi anni '80 in cui il virus fu definitivamente scoperto dove erano colpiti quasi solo omosessuali maschi.
Purtroppo dal momento dell'infezione alla comparsa delle eventuali patologie opportunistiche(sono così definite le infezioni che colpiscono persone il cui sistema immunitario è fortemente debilitato) possono passare anche 10 anni o forse più, tempo necessario a far rovinosamente cadere le difese immunitarie, tanto che le suddette infezioni rappresentano spesso il primo sintomo vero e proprio della malattia.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: HIV/AIDS inventato?
MessaggioInviato: mercoledì 13 aprile 2011, 13:31 
Frankie ha scritto:
In quanto alla tipologia standard del sieropositivo ti posso dire che al giorno d'oggi è molto più frequente la diffusione tra eterosessuali(perlopiù intorno ai 50 anni), rispetto ai primi anni '80 in cui il virus fu definitivamente scoperto dove erano colpiti quasi solo omosessuali maschi.
Purtroppo dal momento dell'infezione alla comparsa delle eventuali patologie opportunistiche(sono così definite le infezioni che colpiscono persone il cui sistema immunitario è fortemente debilitato) possono passare anche 10 anni o forse più, tempo necessario a far rovinosamente cadere le difese immunitarie, tanto che le suddette infezioni rappresentano spesso il primo sintomo vero e proprio della malattia.


Ti do perfettamente ragione, l'AIDS è una malattia maledettamente subdola e oggi sono molto più le persone etero a prenderlo in quanto praticare sesso sicuro sembra essere passato di moda...

Ma tornando al motivo della discussione, chi è che sostiene che l'AIDS è una malattia inventata frutto di chissà quale stramba cospirazione, uno che ha fumato cannabis a profusione???
Come si può dire che la malattia che tuttora uccide un sacco di persone è una finzione?
Siamo seri per piacere...


  
 
 Oggetto del messaggio: Re: HIV/AIDS inventato?
MessaggioInviato: mercoledì 13 aprile 2011, 15:19 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 3 ottobre 2010, 21:39
Messaggi: 146
Ho dato un'occhiata ad alcuni siti che denunciano l'AIDS come un bluff creato negli anni '80 da alcune case farmaceutiche americane e devo dire che sono poco attendibili, sia per l'italiano sgrammaticato e che poco ha a che fare sia con il linguaggio scientifico (non capirò un corno di scienze ma ormai il linguaggio lo conosco) e inoltre si limitano quasi tutti a fornire nomi di professori e scienziati sconosciuti.

Un altro sito che ho trovato vagamente interessante (nonché estremamente inquietante) non nega in sé l'AIDS ma gli da natali meno "naturali" e più "a tavolino".

Inoltre, giusto per la cronaca, quando questi siti parlano di "invenzione dell'AIDS" non si riferiscono all'accezione fantastica del termine inventare, bensì sostengono che l'AIDS sia stato creato in laboratorio da delle multinazionali o dando un nome diverso ad altre malattie (che conducono comunque alla morte).

Personalmente, benché abbia deciso di perdere qualche oretta su questa storia, credo che l'AIDS sia sempre e comunque vero, "vivo" e pericoloso.
Senza contare che nel periodo in cui sta in incubazione, al di là del fatto che riesca a distruggere l'apparato immunitario, è di fin troppo facile diffusione: è folle pensare con tutte le persone contagiate (anche PRIMA della nascita) che sia solo una nuova specie di terrorismo psicologico senza reali fondamenta.



_________________
« It was the best thing to do; nobody ever said it was also the right one. »
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: HIV/AIDS inventato?
MessaggioInviato: venerdì 22 aprile 2011, 12:39 

Iscritto il: sabato 25 luglio 2009, 22:20
Messaggi: 13
molto pericoloso com argomento, perchè se uno crede in queste cose rischia di fare sesso non protetto, col rischio di prendersi malattie veneree (non c'è solo l'aids)


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: HIV/AIDS inventato?
MessaggioInviato: domenica 12 giugno 2011, 21:26 

Iscritto il: sabato 11 giugno 2011, 19:02
Messaggi: 80
L'importante è proteggersi sempre con il preservativo, ed evitare comportamenti a rischio.
La differenza con il sesso occasionale, è che mentre in quei casi ci si protegge per rischio, quando si ama e si è in coppia si tende ad abbassare la guardia.
Attenzione! Dal punto di vista medico, è meno rischioso avere tanti rapporti occasionali protetti che averne non protetti con un partner che amate ma che non conoscete ne lo stato sierologico ne le abitudini (potrebbe tradirvi).

Inutile dire poi che da un punto di vista psicologico, il sesso occasionale anche protetto, meglio evitarlo...


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: HIV/AIDS inventato?
MessaggioInviato: domenica 12 giugno 2011, 22:11 

Iscritto il: domenica 12 giugno 2011, 20:28
Messaggi: 60
Dico anch'io la mia sulla questione... Al tempo della scoperta di HIV le biotecnologie mediche erano ancora piuttosto arretrate, ma in ogni caso neppure al giorno d'oggi qualcuno sarebbe in grado di teorizzare o addirittura realizzare una cosa del genere.
Gli antivirali sono poco più che acqua fresca, per il momento come già detto da altri l'unica strada affidabile è la prevenzione.

Per concludere, non siamo nemmeno capaci di capire fino in fondo come funziona il virus del raffreddore (e dunque di contrastarlo), figuriamoci una cosa complessa come HIV... :|



_________________
"Rose tints my world,
Keeps me safe from my trouble and pain!"
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: HIV/AIDS inventato?
MessaggioInviato: domenica 12 giugno 2011, 23:32 

Iscritto il: venerdì 6 maggio 2011, 0:25
Messaggi: 162
Mi dispiace dover replicare che l'HIV è un poco simpatico esserino che esiste eccome, se vi va di chiamarlo in altri modi dategli pure un soprannome, ma resterà sempre un gran pezzo di m....
Devo precisare, da addetto ai lavori, che HIV non significa AIDS, l'infezione retrovirale (da HIV)è il presupposto essenziale perché si instauri uno stato di immunodeficienza tale (AIDS)da esporre i soggetti affetti alla colonizzazione di agenti comunemente non patogeni, per intenderci esserini normalmente innocui che abitano la polvere, che decompongono lentamente un corpo incapace di opporvi resistenza. Non tutti i sieropositivi sviluppano l'AIDS, forse per questo c'è chi solleva degli ingenui dubbi sulla correlazione delle 2 cose..
Se qualcuno volesse vedere di persona gli effetti che l' HIV è in grado di avere su un organismo precedentemente sano, posso indicargli i luoghi più adatti. Vi assicuro che lo spettacolo non è esilarante.
Le terapie attualmente a disposizione mirano al controllo della viremia (virus nel sangue ) e al mantenimento di livelli di cellule immunitarie sufficientemente alte da evitare infezioni opportuniste (ricordate gli innocenti esserini che si ritrovano con tanto ben di dio di cui disporre senza nessuno che li controlli?), ma per ora non possono in alcun modo cancellare l'infezione da HIV.
Che le terapie abbiano costi molto elevati e che i benefici in confronto non siano eccezionali è risaputo. Si ringrazi comunque la ricerca che ha permesso negli ultimi anni di elevare significativamente la sopravvivenza dei malati. Se rimane qualcuno che scegliesse di credere che l'HIV sia un nemico immaginario, e che volutamente ignori gli appelli alla prevenzione, credo che
non dovrebbe avanzare la pretesa di disporre di tanto denaro pubblico e di tanto lavoro qualora dovesse accorgersi di aver conosciuto di persona il suddetto nemico.

Scusate la franchezza ma è dovere professionale.


Non connesso
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 Pagina 3 di 3 [ 27 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

phpBB skin developed by: John Olson
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group


Creare forum
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010