I camaleonti

Romanzi, racconti, poesie, canzoni e componimenti di ogni genere scritti dai ragazzi del Progetto
Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2404
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: I camaleonti

Messaggio da Alyosha » martedì 22 febbraio 2011, 16:44

e forse è solo un sussurrare del vento, perché al vento avrebbe detto si...
Ultima modifica di Alyosha il mercoledì 13 febbraio 2013, 16:57, modificato 1 volta in totale.

skin83
Messaggi: 17
Iscritto il: martedì 1 marzo 2011, 18:58

Re: I camaleonti

Messaggio da skin83 » domenica 13 marzo 2011, 1:23

che parole profonde x quella tenera eta,ma xchi come noi l eta non conta,siam gia grandi gia da quando nasciamo...gia da piccoli a farci domande da grandi.

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2404
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: I camaleonti

Messaggio da Alyosha » domenica 13 marzo 2011, 14:30

Grazie tante Sky. E' proprio vero il tempo non sembra essere passato e io non sembro essere cresciuto. Se ci ripenso mi vengono i brividi. Quanto cammianre e quanto tormento per una cosa che era la chiara. E' stato facile qua dentro sentirsi a casa. Però devo essere sincero Sky, solo qua dentro. Pensavo ingenuamente che tutti i gay dovessero avere esperienze simili alle mie e invece non è così. Noto percorsi completamente diversi da quelli che farei io e un modo di affrontare le cose che poprio non mi piace. Qua dentro invece è diverso, percepisco un senso di dignità, nella sofferenza, nel dolore e nel tentatvio innanzitutto di autodeterminarsi che mi appartiene profondamente. Tu invece come stai? Ti trovi bene qui da noi?

skin83
Messaggi: 17
Iscritto il: martedì 1 marzo 2011, 18:58

Re: I camaleonti

Messaggio da skin83 » lunedì 14 marzo 2011, 20:04

si boy -com ora inizio a muovere i primi passi qui nel forum..anche io 2anni fa mi sentivo diverso mi vergognavo e negavo l evidenza anche a me stesso.poi xro ho finalmente aperto gli occhi e ora credimi son fiero di cio che sono...xche noi non abbiam qualcosa in meno delle altre persone ,ma un dono in piu che ci rende speciali e unici.una volta accettati tutto a noi stessi tutto e piu facile,soprattutto guardarsi allo specchio e riuscire a vederci.io ora mi vedo e vedo una bellissima persona,e stato lungo e doloroso il processo ma ne e valsa la pena.

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2404
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: I camaleonti

Messaggio da Alyosha » martedì 15 marzo 2011, 8:16

xche noi non abbiam qualcosa in meno delle altre persone ,ma un dono
Sai che ho sempre creduto di avere un dono particolare e di sentirmi un pò speciale? L'ho sempre attribuita come cosa ad una sorta di infastilismo egocentrico e autorefenrenziale (in verità anche la mia omosessualità atribuivo a quello:)), però magari èproprio un dono, che m,i rende spciale.
Era più che altro un non capire perché succedero e risuccedessero certe cose, un desiderio continuamente inappagato e frustrato. Anche per me ora va meglio. Devo dire che saltato il fosso le cose stanno cambiando con molta velocità e tutto pare incastrarsi bene. Certo mi vado rendendo conto che scopriorsi gay non è l'unico problema e che risolto quello forse cominciano i problemi veri... Ma insomma, certo non si può pretendere di non avere problemi nella vita, vuoi mettere la noia se così non fosse? Tu invece che mi racconti di bello/brutto?

P.S.: Skin sappi che io vado notoriamente off topic, gli altri se ne sono fatti più che una ragione, ma in questo caso il topic è mio e a me piace proprio essere offtopic più che andarci :mrgreen: . Quindi spara pure tranquillo tutto quello che ti passa per la testa.

skin83
Messaggi: 17
Iscritto il: martedì 1 marzo 2011, 18:58

Re: I camaleonti

Messaggio da skin83 » mercoledì 16 marzo 2011, 14:42

sai boy,mi piaci particolarmente...non so il perche ma dalle parole che scrivi cio che pensi...bo non saprei.cmq mi devi spiegare cose quel off tropic ti giuro non so.cmqmi piacerebbe parlare in privato con te..ti va?xche mi va proprio di parlare bene con te ,magari di aprirmi di piu e confrontarci.dimmi se ti va quando possiamo sentirci. ma gari stasera? verso le 9.vedi tu ciao

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2404
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: I camaleonti

Messaggio da Alyosha » mercoledì 16 marzo 2011, 21:47

Io sono off topic :lol: . E' quando l'argomento del post parla di una cosa e tu nei discorsi te ne vai per i strafatti tuoi:):):). Io proprio non riesco a starci nei topic, mi paiono spazi così angusti :mrgreen:. Grazie Skin83 ho dei pensieri a volte contorti e certe volte mi attorciglio da solo. E' un bel posto questo dove stare, ci sono tante cose che mi somigliano in ognuna delle cose che leggo e mi aiuta non poco ad avere un certa stabilità con le mille cose nuove che dentro me e fuori di me vanno succedendo. Ad avere rapporti normali e parlare di cose normali, che dovrebbe essere una cosa scontata e invece per noi è proprio complicato da fare. Io purtroppo stasera esco (ho fatto uno scritto e voglio proprio svagarmi un pò). In genere in chat non ci sto molto, però se mi dici più o meno a che ora ti connetti, scambi più che volentieri 4 chiaccherete con te. Ci becchiamo allora :).


P.S.: Io intanto ho riletto quello che ti ho scritto... e mamma mia quanti errori!!!! devo imparare a rileggere a volte paiono proprio messaggi in codici :ugeek: .

skin83
Messaggi: 17
Iscritto il: martedì 1 marzo 2011, 18:58

Re: I camaleonti

Messaggio da skin83 » domenica 20 marzo 2011, 18:38

si anchio e raro connettermi in ciat.ma se ci becchiamo ti acchiappo in privato!ci stai?dai allora primo o poi ci troviamo.ciao

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2404
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: I camaleonti

Messaggio da Alyosha » giovedì 28 luglio 2011, 17:24

Cade costante e senti lo scroscio. Tutto dentro si confonde e si mischia come fanno i colori a cera. Dentro brucia come un pizzico, come zucchero filato. Dentro si perde ogni traccia e scompare insieme alle cose che non sono stato, non ho osato non ho voluto ne saputo. Si cancella come si fa con la gomma, ma poi resta sbiadito qualcosa, un ombra, un riflesso di sole. E mi dicono che mi serve soltanto per coprire, indietreggiare, andare e ritornare. Come trascinato dal vento credendo di esser vento anch'io. Tutto dentro scorre come le cose che non so capire i nodi che non riesco a sciogliere, comete passeggere, polvere sui tappeti, viandati che incontri soltanto per lasciarli andare, come fanno le belle parole e le metafore pesanti. E in questo buio mi perdo, in questo buoio non riesco a vedere e tutto sembra uguale, tutto si nasconde, come riescono solo le fronde che non ti fanno vedere. E qualcosa rimane, lascia graffi, lascia unto. E in questa nostalgia che ogni tanto mi prende dimentico, dimentico sempre, per ripercorrere sempre le stesse vie. Camminare senza una meta, sciogliersi come creta, viaggiare senza compagni di strada, senza una bocca da saziare. Finisce qui senza aver mai provato sul serio a cominciare, come un inciampo, una voragine che si apre appena provi a camminare, come un vulcano che preme.

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2404
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: I camaleonti

Messaggio da Alyosha » domenica 7 agosto 2011, 11:45

Guardo a questo immenso cielo che pensa solo a sé
alle nubi color cenere che il vento dolcemente si porta via
a quest'aria fresca che la nuova estate tiene con sé
Guardo all'abisso sconfinato,
al naufrago che non annega,
all'ultima foglia d'autunno.
Guardo me
al tempo che sempre scorre,
che sempre mi sfugge,
che sempre mi inganna,
che sempre mi regge.
Proprio non so dire di questo cielo,
dell'abisso di questo mare che non riesce mai a parlare di me.
Colorerei di viola il cielo e di lilla il mio mare,
perché blu e rosa si possano finalmente incontrare.
Guardo alla faccetta impaurita dietro la rabbia
che cammina a passi lenti come la luce del mattino,
che rimane come la condensa della notte,
che spiove costante come il ritmo del tuo respiro.
Guardo te
cui tutto t'allieta ma niente rimane.
Guardo da lontano le mille ombre restare,
mentre chi doveva è già in procinto di andare.
Guardo al tempo che più non perdona,
che tutto nasconde e infine si perde come me.

Rispondi