Se sono ancora umano

Romanzi, racconti, poesie, canzoni e componimenti di ogni genere scritti dai ragazzi del Progetto
holden78
Messaggi: 231
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 21:50

Re: Se sono ancora umano

Messaggioda holden78 » giovedì 16 marzo 2017, 23:53

Le urla di mia madre
picchiata da mio padre
sono appese come quadri
nel corridoio
Le minacce di mia madre
di buttarsi da un balcone
giacciono incompiute
dinanzi la mia casa
Il sorrisetto dei bulli
se ne sta appeso
col mio nome
nell'aula della vita
Sono stanco
Come un pugile suonato
barcollo lungo la strada
dell'esistenza
So che devo ancora
combattere
ma a volte dimentico
il perchè
E in quei momenti
in cui la vita appare
senza senso
metto su un disco
e mi immergo
tra le parole
per tentare di capire
Ricoperto di cicatrici
mi domando quale sia
il senso del dolore
Perchè la vita deve fare
così male
Perchè un bambino
deve diventare
un cinico adulto
prima del tempo
Queste sono domande
a cui non so rispondere
Ma è proprio questo
il momento in cui
su quel ring
in cui abito
qualcosa cambia
A forza di prendere
pugni in faccia
ho finito col dimenticarmi
dell'amore
In questo mondo
che gira su se stesso
gli esseri umani
possono scegliere d'amare
E' così
che da povero sfigato
mi trasformo
in un essere umano
La mia ricerca d'amore
è più forte della sorte
Ben vengano i cazzotti
Sono un pugile,
incassare i colpi
è il mio mestiere
Certo,
mi tremano i polsi
se solo mi giro
a guardare indietro
Ma malgrado questo
sono innamorato
della vita

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5332
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Se sono ancora umano

Messaggioda progettogayforum » venerdì 17 marzo 2017, 1:17

Holden, leggo sempre le tue poesie con una certa ansia, corro verso la fine per vedere se c'è quel capovolgimento radicale di prospettiva che trasforma e redime, ed anche questa volta c'è, e quando lo trovo, provo un attimo di sollievo. Per questo sono così significative le tue poesie, quando tutto sembra precipitare oscuramente, l'amore della vita torna a farsi sentire oltre ogni disperazione. La tua vita non si piega a un destino che sembrava segnato e lo capovolge. Il dolore è stato il tuo pane, e ne porti la coscienza segnata, ma è stato anche il tuo maestro, che ti ha aperto le porte della speranza. Le cose che scrivi, hanno la violenza della vita vissuta e la dignità di chi del dolore ha fatto una chiave dell'intelletto. Grazie Holden!

holden78
Messaggi: 231
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 21:50

Re: Se sono ancora umano

Messaggioda holden78 » mercoledì 22 marzo 2017, 15:10

Mio padre
voleva fare di me
un leone
Uno che affrontasse
la vita
a muso duro
E invece si è ritrovato
per figlio
un coniglio
Un essere umano
che ha paura
della vita
Spesso mi domando
se questo "male"
che mi affligge
abbia delle cause
esterne
o se invece sia
un difetto
da attribuire
solo ed esclusivamente
a me
Poi mi rispondo
che in fondo
non ha importanza
La paura
mi insegue come
un' ombra
Chiunque
ne sia il responsabile
non cambia il fatto
che sia io
a doverla affrontare
giorno dopo giorno
Non sono diventato
un leone
come desiderava
mio padre
E questo a volte
fa male
Essere una delusione
per i propri genitori,
per quanto terribili
essi siano stati
non è facile
da mandar giù
In fondo mio padre
resta sempre
il mio "eroe"
Adesso
giace in una tomba
ma la voce
irrefrenabile
della sua tempra
d'acciaio
non smette
di far vibrare
di inadeguatezza
la mia anima
Se lui fosse qui,
in questo momento,
mi piacerebbe dirgli:
" papà
non sono
la carne e il sangue
che ti aspettavi
che diventassi.
Ma lotto
ogni singolo giorno
per dare un senso
alla mia vita.
Non mi arrendo
anche se la tentazione
è forte.
Questo in fondo
è ciò che fa ogni uomo
su questa terra.
Io sono orgoglioso
d'essere rimasto
"umano"
malgrado tutto.
E forse un pò
dovresti esserlo
anche tu "

Avatar utente
agis
Messaggi: 1022
Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27

Re: Se sono ancora umano

Messaggioda agis » mercoledì 22 marzo 2017, 15:28

No guarda holden non me ne parlare :roll: Ci stan tanti di quei conigli a giro. Sono certo che dipende dal fatto che trombate più di un riccio in calore senza contare tutti quei bei carotoni da sgranocchiare ^_^.
Cosa dovrei dire io allora che non si trova mai uno straccio di lombrico senza doverselo scavare? Mpf, bah, pth mondaccio talpa! :evil:

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5332
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Se sono ancora umano

Messaggioda progettogayforum » mercoledì 22 marzo 2017, 22:54

Ciao Holden, come al solito vai dritto al nocciolo della questione: aspettarsi qualcosa da un figlio diventa talvolta un imperativo che del figlio condiziona la vita. Poi il figlio trova “la sua” strada, che è la sua identità, la conquista, la ama nonostante le attese del genitore e si scopre “ancora umano” ma “a suo modo”. La prima forma di educazione è l’educazione alla libertà, all’autonomia individuale che non deve essere conquistata come ribellione “contro” il genitore, ma come una cosa preziosa e irrinunciabile, che è il nucleo della propria umanità. Grazie Holden!

holden78
Messaggi: 231
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 21:50

Re: Se sono ancora umano

Messaggioda holden78 » mercoledì 12 aprile 2017, 13:28

Non mi sono ancora
abituato
a ritrovarmi
nei miei sogni
a letto con mia madre
Un incesto onirico
consumato
con la donna
che più ho odiato al mondo
Un amore perverso
e un odio sofferente
si incontrano
e si scontrano
rendendo
pazza
la mia anima
Ripenso alle notti
di un diciottenne
che condivide
il letto
con sua madre
per il terrore
d'essere posseduto
dal demonio
Le tenevo stretta stretta
la mano
una notte dopo l'altra
Ma i miei demoni
continuavano
a perseguitarmi
Adesso so
che quel demonio
che mi ha paralizzato
la vita
per lunghi anni
ha il volto di mia madre
Un subdulo inconscio
ha fatto in modo
che vittima e carnefice
si trovassero
nello stesso letto
Fare l'amore con mia madre
mentre sogno
mi fa sentire
sporco
Come se qualcuno
mi avesse stuprato
Ma a sognare
sono io
E questo
dinanzi
il tribunale della ragione
fa della donna
che mi ha messo al mondo
l'oscuro oggetto
del mio desiderio
Vorrei ritrovare
l'innocenza perduta
nei quasi quarant'anni
di saga familiare
Ma so che è impossibile
Posso solo volgere
le spalle al passato
e sperare
che al di fuori
della cancrena familiare
esista un amore
che possa dare conforto
alla mia anima
incatenata
alle braccia
possenti
dei miei genitori

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5332
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Se sono ancora umano

Messaggioda progettogayforum » mercoledì 12 aprile 2017, 15:00

Holden, riesci a scavare nell’inconscio e a riportare alla luce il dolore più profondo, e tutto questo nel modo più stringato, senza compiacimenti o cedimenti alla retorica. La verità va guardata in faccia, riconosciuta e capita, mai rimossa. Leggere quello che scrivi mi fa riflettere, mi pongo tante domande alle quali non so rispondere. Tratti argomenti difficili con naturalezza perché in fondo li hai oggettivati e non ne hai più paura.
Anche questa volta chiudi con una speranza:
“Posso solo volgere
le spalle al passato
e sperare
che al di fuori
della cancrena familiare
esista un amore
che possa dare conforto
alla mia anima
incatenata
alle braccia
possenti
dei miei genitori.”

Avatar utente
agis
Messaggi: 1022
Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27

Re: Se sono ancora umano

Messaggioda agis » giovedì 13 aprile 2017, 8:10

progettogayforum ha scritto:Holden, riesci a scavare nell’inconscio



Ma non mi dire.
Io le mie tane le scavo. Ma sempre in qualcosa che, per l'attenzione che riservo ai miei sensi, conosco. E, se questo inconscio, per la pura forza della definizione, non lo conoscessi, gradiresti spiegarmi come dovrei fare a scavarci delle tane dentro? ^_^

holden78
Messaggi: 231
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 21:50

Re: Se sono ancora umano

Messaggioda holden78 » martedì 30 maggio 2017, 12:10

Con la pancia
e una faccia
paffuta
perdo il sonno
alla ricerca
della bellezza
Sommo giudice
del mio gusto
passo in rassegna
i volti
che incontro
lungo il mio cammino,
emettendo sentenze
di colpevolezza
per l'orrida bruttezza
o di beata innocenza
per la bellezza
più sfolgorante
Quando osservo
il mio riflesso
allo specchio
vedo un uomo
piuttosto bruttarello
Chissà quanti per strada
scartano la mia apparenza
per incompiuta bellezza
Eppure ciò
non rende il mio animo
più saggio
Esiste al mio interno
una spinta
di incalcolabile violenza
che mi rende
cavaliere errante
alla ricerca
del volto
e del corpo
più bello
come fosse il santo graal
Ma cos'è tutto questo
se non una condanna
La bestia che c'è
in noi
vuole giacere
con il più bello
o la più bella
del branco
Come se l'uomo
si potesse riassumere
nelle sue sembianze
Ebbene,
io mi ribello
Ho mandato al rogo
fin troppi rapporti
per la mia incapacità
di leggere
dietro le righe dell'apparenza
Assetato di umanità
rinnego
il mio sguardo animale
per potermi
immergere
nelle viscere
di quei corpi
che incontro per strada
Voglio ascoltare
le loro storie,
voglio
ridere e piangere
con tutti loro
Voglio ridiventare
umano

blackjack000
Messaggi: 24
Iscritto il: lunedì 22 maggio 2017, 16:26

Re: Se sono ancora umano

Messaggioda blackjack000 » martedì 30 maggio 2017, 14:01

Su con la vita capo... Per quel che ne so io delle volte ci si ritrova davvero nella m.. fino al collo ma l'importante è non perdere mai quello che ci fa andare avanti: la speranza che un giorno tutto migliori.
Ok, suona come una bestemmia.
Ma in fin dei conti quella è l'unica cosa che ci fa andare avanti, l'unico filo a cui ci appendiamo, non ho letto tutta la tua attività di 4 anni ma posso solo dirti... non perdere mai quel filo. Non perdere mai questa piccola speranza. Che un giorno arrivi una persona su cui scaricare tutto. Che arrivi almeno qualcosa che ti fa dire "ok, un motivo per andare avanti ce l'ho". Non è semplice e neanche scontato. Ma in fin dei conti, da persone che siamo, quando siamo nei guai che alternative abbiamo?
E soprattutto, non fare cazzate, mi raccomando...

blackie


Torna a “I NOSTRI SCRITTI”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite