Se sono ancora umano

Romanzi, racconti, poesie, canzoni e componimenti di ogni genere scritti dai ragazzi del Progetto
Rispondi
Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5556
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Se sono ancora umano

Messaggio da progettogayforum » domenica 21 dicembre 2014, 23:41

Bellissima e piena di spirito positivo!! Un lampo di luce!!

holden78
Messaggi: 240
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 21:50

Re: Se sono ancora umano

Messaggio da holden78 » lunedì 22 dicembre 2014, 22:17

Mi hanno ritirato la patente di umanità
Cammino solitario nel bel mezzo delle folle
Non sono buono come cane di compagnia
Non sono un essere umano col marchio doc
Come il ramo di un albero
mi agito al soffiare del giudizio degli altri
Sono una banderuola nelle mani della gente
perchè bramo di soddisfarne le aspettative
Vorrei fermarmi un attimo
ed ascoltare il battito della mia volontà
Vorrei che essere me stesso
facesse rima con l'essere amato
Insegnatemi ad essere umano

holden78
Messaggi: 240
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 21:50

Re: Se sono ancora umano

Messaggio da holden78 » lunedì 22 dicembre 2014, 22:55

Ho accettato di essere diverso
il giorno in cui mio padre è divenuto uno spettro
L'uomo che mi ha cresciuto è volato in cielo
e con lui sono morte le mie paure
Ho sorriso e pianto dinanzi la sua bara
Il senso di colpa mi atterrisce
Vorrei che il mio papà non vomitasse
al pensiero di ciò che sono
Vorrei che l'uomo che più ho amato
conoscesse il nome del mio vero amore
Ma una spada di odio pende su di me
Mio padre è morto
ma per lui sono morto io

holden78
Messaggi: 240
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 21:50

Re: Se sono ancora umano

Messaggio da holden78 » martedì 23 dicembre 2014, 22:37

Il mercato della bellezza è aperto
Venite avanti signori
Vendiamo uomini e donne
per una notte di piacere
Non abbiate timore
Non siate timidi
Il prezzo è basso
E' sufficiente vendere l'anima
E' un bene superfluo
Cosa ve ne fate di una coscienza
se il costo è rinunciare all'apparenza
Al mercato degli schiavi
si contratta il valore della vita umana
Vale a dire l'aspetto fisico
Niente vale di più
Se siete dei mostri
è meglio che restiate a casa
Non vi vogliamo
Se la vita con voi è stata ingiusta
non è un nostro problema
Fatevene una ragione o ponete rimedio
Solo ancelle ed adoni possono accedere
Loro è il mondo
Loro è il potere di relazionarsi
Tutti gli altri sono esclusi
L'amore è affare di chi può permetterselo
Se non credi a questo sei un illuso
Pensa un attimo a chi guardi per strada
Su quale corpo vanno a specchiarsi i tuoi occhi
Confessa a te stesso che abbiamo ragione
Noi siamo i padroni del mondo
Noi qui vi vendiamo la felicità
Noi qui vi rubiamo la dignità

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5556
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Se sono ancora umano

Messaggio da progettogayforum » mercoledì 24 dicembre 2014, 1:41

Holden, sei veramente un maestro! Si sente un registro nuovo, meno intimistico e più brechtiano in questo ritratto della commedia umana.

holden78
Messaggi: 240
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 21:50

Re: Se sono ancora umano

Messaggio da holden78 » giovedì 1 gennaio 2015, 20:43

La festa è finita
Gli invitati sono andati via
Le sedie sono vuote
La musica è un vago ricordo
Non si sente più alcun rumore umano
Io mi trovo appoggiato ad una parete della stanza
Guardo il tavolo ancora apparecchiato
Il silenzio è assordante
Batto i piedi contro il pavimento per ricordarmi di esistere
Mi muovo verso il centro della stanza
Raccolgo da terra un tovagliolo
Mi siedo e abbasso il capo
La solitudine mi abbraccia con tutta la sua irruenza
Immerso nel vuoto mi domando
se l'umanità un giorno ritornerà

holden78
Messaggi: 240
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 21:50

Re: Se sono ancora umano

Messaggio da holden78 » domenica 25 gennaio 2015, 18:11

Sono seduto al tavolo di un bar
Tu te ne stai in silenzio poco lontano da me
Mentre ti guardo
il mio cuore gioca col colore dei tuoi occhi
Vorrei alzarmi e venire lì da te
per scoprire cosa significhi essere umano
Ma le mie gambe sono paralizzate
Mi chiedo se abbiano già inventato
le parole che possano ricucire la distanza
tra me e te
In attesa della risposta me ne sto qui
a struggermi con in mano il mio drink
Ma tu che sembri avere tutte le certezze
ti alzi di scatto per andare vicino
a quel tizio che è appena entrato
Com'è possibile mi chiedo mentre ti guardo
che io sia così inadatto all'esistenza
nello stesso istante in cui tu vivi appieno la tua vita
Con le lacrime agli occhi
esco dal bar
e mi immergo in quel silenzio
in cui tu diventi soltanto un fantasma
nella mia mente

holden78
Messaggi: 240
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 21:50

Re: Se sono ancora umano

Messaggio da holden78 » mercoledì 6 maggio 2015, 23:37

Le lacrime scorticano il viso
mentre la pioggia dipinge di bianco
il mondo che mi circonda
Essere soli è come morire in ogni singolo respiro
Una morte che uccide il sorriso
come un vento che gela i germogli della speranza
Perso in un sentiero privo di uscite
resto solo ad osservare le vite degli altri
Le guardo dal buco della mia umiliazione
come un uomo privo di patria e identità
Mi domando chi sono
e non so rispondermi
Forse sono solo uno che cerca disperatamente
di rimanere umano

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5556
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Se sono ancora umano

Messaggio da progettogayforum » giovedì 7 maggio 2015, 13:09

Holden!! Intanto sei un poeta vero, e sono rarissimi. Poesia e sofferenza vanno spesso d'accordo. Insegni alle persone una strada di umanità. Fai cose grandi ma non ne vedi il frutto, ma quel frutto c'è anche se non lo vedi, aiuti le persone a pensare e a sopportare il proprio dolore.

holden78
Messaggi: 240
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 21:50

Re: Se sono ancora umano

Messaggio da holden78 » giovedì 14 maggio 2015, 21:11

Grazie per le tue parole, danno un senso a molti aspetti della mia vita



Le lacrime dello straniero
piovono sulle nostre menti inquiete
Portiamo in grembo il nostro denaro
come un bimbo da partorire
Portiamo in giro il nostro sorriso
come un cane al guinzaglio
Lo straniero ci chiama per nome
ma noi voltiamo le spalle alla nostra umanità
Come dei decaduti banchettiamo
senza sosta
mentre le preghiere inciampano
dentro bocche sporche di sangue

Rispondi