Rimase solo il sale

Romanzi, racconti, poesie, canzoni e componimenti di ogni genere scritti dai ragazzi del Progetto
Rispondi
Avatar utente
Yoseph
Membro dello Staff
Messaggi: 369
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 22:49

Rimase solo il sale

Messaggio da Yoseph » lunedì 21 aprile 2014, 1:13

Fui io
che per averti al mio fianco ti strappai dalla culla che eri ancora in fasce.
Fu l'egoismo
d'amare
Dovetti scegliere se abbracciarti o guardarti da lontano
scelsi l'abbraccio
non ti strinsi abbastanza
d'un tratto fu buio
non ti sentivo più
non mi mossi d'un sol passo
tornò la luce
e il terrore mi invase
non c'eri più
al posto tuo una statua di sale.

barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Re: Rimase solo il sale

Messaggio da barbara » mercoledì 30 aprile 2014, 7:24

Una poesia enigmatica, come forse lo è l'incontro con la persona amata.
Il poeta si rimprovera di essere stato egoista . Sembra che si autoaccusi di avere forzato i tempi . Ma come si può non essere egoisti quando si è innamorati? Ma queste parole rimangono inascoltate , davanti a chi si è trasformato in una statua di sale, annullando ogni possibilità di contatto.
Una poesia bella e misteriosa . Non so se ci ho preso o no. Resterò nel dubbio. ;)

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5386
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Rimase solo il sale

Messaggio da progettogayforum » mercoledì 30 aprile 2014, 21:24

Una poesia dai toni forti che fa molto pensare.

Avatar utente
Yoseph
Membro dello Staff
Messaggi: 369
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 22:49

Re: Rimase solo il sale

Messaggio da Yoseph » giovedì 1 maggio 2014, 22:46

Grazie dei commenti!
E' una poesia che parla di un amore finito. All'inizio di questa storia mi sono lasciato trasportare follemente dalla voglia d'amare, avevo bisogno di farlo, sembrava tutto bello come una favola poi d'un tratto questo ragazzo non ha sentito più nulla per me, questo cambiamento è stato velocissimo, mi ha lasciato spiazzato e in difficoltà nel gestire questo dolore. Così mi sono domandato se non sarebbe stato meglio essere meno precipitoso visto che questo ragazzo era alla sua prima esperienza, ed aveva ancora molti nodi da sciogliere nella sua esistenza.

barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Re: Rimase solo il sale

Messaggio da barbara » venerdì 2 maggio 2014, 9:40

E' ammirevole che tu ti preoccupi per lui quasi più che di te stesso. Dovevi volergli molto bene. Il tuo cruccio potrebbe essere giustificato o anche no. Magari lo hai salvato da altre esperienze precoci che lo avrebbero segnato negativamente. Sai meglio di me a quali mi riferisco.

Avatar utente
Yoseph
Membro dello Staff
Messaggi: 369
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 22:49

Re: Rimase solo il sale

Messaggio da Yoseph » venerdì 2 maggio 2014, 11:42

Ormai c'era ancheuna profonda divergenza nei nostri obiettivi di vita: quattro anni di differenza che possono sembrare pochi ma in certi casi possono essere molti, soprattutto se uno dei due ha raggiunto una buona consapevolezza di se stesso e dei propri limiti e l'altro è ancora in transito. Io avevo l'esigenza di costruire qualcosa di concreto, una stabilità affettiva, una vita di coppia e ho anche cercato di fargli capire quanto sia importante avere qualcuno al tuo fianco che ti ama, ti apprezza e si fa carico delle tue sofferenze, lui invece aveva l'esigenza di scoprire ancora di più questo mondo piuttosto che chiudersi in una relazione. Veniva da un passato di sofferenza, solitudine, paura, depressione. Io l'ho preso per mano el'ho accompagnato a scoprire le opportunità e le cose positive che il mondo offre. Lui ha reagito bene, si è reso molto attivo, ha iniziato a costruire rapporti sociali, traendo forza dal dichiarare la sua omosessualità, si è riappropriato del suo corpo, adesso è davvero un ventiquattrenne bello e affascinante. Ovviamente un bel ragazzo simpatico, finalmente chiacchierone, sorridente e dichiaratamente gay nei luoghi di una piccola provincia (anche abbastanza aperta) non passa inosservato e le lusinghe e la curiosità delle persone, anche ammiratori, non hanno tardato ad arrivare. Gli si è aperto un mondo, e probabilmente una relazione con un ventottene mite che poteva solo offrirgli tranquillità, intimità, romanticismo e poesie d'amore era solo una zavorra. Così ha scelto il mondo. E' una scelta che per quanto mi faccia soffrire non va né capita né analizzata, ma solo rispettata.

soloio5
Messaggi: 32
Iscritto il: domenica 6 aprile 2014, 15:17

Re: Rimase solo il sale

Messaggio da soloio5 » venerdì 2 maggio 2014, 12:36

Ciao Yoseph! Che bello sentirti parlare così, sei un ragazzo molto altruista mi sembra di capire.
Ma soprattutto sono contento che stai gestendo questa storia della tua vita senza addossare la colpa a chi ti ha fatto Soffrire! Sono pienamente d 'accordo con Barbara, sei una bella persona, non rinunciare a cercare l'amore, un ragazzo buono come te se lo merita sicuramente.
E poi la tua sensibilità traspare nelle poesie che scrivi.
E mi raccomando, ricordati di Sorridere! Ciao!

Rispondi