Un nuovo membro.

Presentazioni dei nuovi utenti - benvenuto ai nuovi utenti
AlbusDumbledore
Messaggi: 25
Iscritto il: venerdì 28 giugno 2019, 10:47

Re: Un nuovo membro.

Messaggio da AlbusDumbledore » martedì 10 settembre 2019, 23:17

NickElf ha scritto:
martedì 10 settembre 2019, 13:16
Caro AlbusDumbledore,

anche se con un po' di tempo in ritardo, ti do anch'io il mio benvenuto in questa community. Come vedi l'ambiente è serio e rispettoso. Spero che almeno un po' ti possa alleviare dalla solitudine, grazie al confronto con altri nella stessa situazione. Non sei l'unico con carenze affettive, siamo in tanti, quindi non siamo soli...
Auguri di buona continuazione e permanenza...
Grazie mille guy21 (scusa, ho dimenticato di risponderti... Non ci sto più con la testa) e NickElf. :)

È verissimo, mi piace molto come vengono affrontati gli argomenti ed è bello sapere di ricevere un sostegno costante. Mi trovo molto bene in questo forum che sto leggendo in lungo e in largo, cercando anche di rispondere.
Purtroppo mi sono trovato catapultato (per colpa mia che continuavo a chiudere gli occhi) in questa realtà per me totalmente sconosciuta e i dubbi sono tanti... troppi, ma spero tanto di far più chiarezza con l'aiuto dei numerosi topic che ci sono.

Grazie ancora a entrambi. :D
"La causa fondamentale dei problemi è che nel mondo moderno gli stupidi sono sicuri di sé, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi."

Bertrand Russell

Avatar utente
agis
Messaggi: 1149
Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27

Re: Un nuovo membro.

Messaggio da agis » mercoledì 11 settembre 2019, 8:56

AlbusDumbledore ha scritto:
martedì 10 settembre 2019, 23:17

È verissimo, mi piace molto come vengono affrontati gli argomenti ed è bello sapere di ricevere un sostegno costante. Mi trovo molto bene in questo forum che sto leggendo in lungo e in largo, cercando anche di rispondere.
Purtroppo mi sono trovato catapultato (per colpa mia che continuavo a chiudere gli occhi) in questa realtà per me totalmente sconosciuta e i dubbi sono tanti... troppi, ma spero tanto di far più chiarezza con l'aiuto dei numerosi topic che ci sono.

Grazie ancora a entrambi. :D
Ma che bravo e volonteroso giovine ^ _ ^. La natura talpa scorre potente nell'abbondanza del dubbio :D ma cosa ci troviate di male nel chiudere gli occhi e cosa di bene in questa vostra presuntiva chiarezza is to be scratched mammiferi eidetici e superficiali tzè 8-) :P :P
A proposito Albus, com'è che la natura talpa scorre potente nell'abbondanza del dubbio? ^ _ ^

AlbusDumbledore
Messaggi: 25
Iscritto il: venerdì 28 giugno 2019, 10:47

Re: Un nuovo membro.

Messaggio da AlbusDumbledore » mercoledì 11 settembre 2019, 23:42

agis ha scritto:
mercoledì 11 settembre 2019, 8:56
Ma che bravo e volonteroso giovine ^ _ ^. La natura talpa scorre potente nell'abbondanza del dubbio :D ma cosa ci troviate di male nel chiudere gli occhi e cosa di bene in questa vostra presuntiva chiarezza is to be scratched mammiferi eidetici e superficiali tzè 8-) :P :P
A proposito Albus, com'è che la natura talpa scorre potente nell'abbondanza del dubbio? ^ _ ^
Traduzione da Agisiano a italiano in corso...
Attendere...
...
Errore: Impossibile completare l'operazione
:lol:

Scherzo ovviamente. xD Comincio a rispondere alla prima domanda, che è un po' più semplice.
Dunque... cosa troviamo di sbagliato nel chiudere gli occhi e cosa troviamo di giusto nella nostra chiarezza... beh, il mio personalissimo parere è che chiudere gli occhi porta solo a sbattere contro il primo muro che si incontra (e tu, cara talpa, dovresti saperne qualcosa :lol: ).
In passato, quando ero piccolo (elementari e medie) non avevo per nulla posto l'idea di una mia possibile omosessualità, molto probabilmente perché non credevo ci fosse la possibilità che una persona potesse innamorarsi di un'altra dello stesso sesso... o comunque, se ne ero consapevole, non la vedevo come una cosa concreta, come una cosa che potesse riguardarmi.
Tuttavia, proprio alle medie, ho avuto una forte attrazione per un mio compagno di classe che io credevo fosse solo una profonda amicizia. Solo molto anni dopo e solo dopo che ho fatto chiarezza in me stesso ho preso in considerazione l'idea che forse provavo qualcosa di più di una semplice amicizia.
Non è stato un caso isolato, ovviamente. Dentro di me sapevo che ero diverso ma ho continuato a mentirmi per tutti gli anni della scuola superiore.
Ricordo di un ragazzo palesemente gay nella mia scuola, preso moderatamente in giro dagli altri studenti e io ricordo di aver pensato istantaneamente un qualcosa del tipo "devo far in modo che non si accorgano anche di me". Lì per lì ero anche rimasto un po' colpito dal mio pensiero, ma ovviamente l'ho accantonato come ho sempre fatto e ho continuato ad andare avanti come se nulla fosse.
Nell'ultimo anno la mia professoressa di letteratura aprì un dibattito sull'omosessualità motivato a convincere una mia compagna di classe della possibilità di una tale relazione.
Presi parte alla conversazione ed ero dentro di me molto motivato a sostenere la professoressa; ovviamente i commenti scherzosi di due compagni di classe non tardarono ad arrivare e quindi feci un passo indietro.
Solo un anno dopo la scuola dovetti accettare quello che ero. Perché? Beh, perché andai addosso al muro di cui prima. xD

Ora, alla tua domanda, io ti rispondo che la chiarezza su ciò che si è aiuta ad amarsi, ad accettarsi, a capirsi, a conoscersi. Chiudere gli occhi, rifiutarsi di entrare in sé stessi per paura di conoscere davvero ciò che si è, non fa altro che incrementare il disprezzo di sé.
Questa cosa l'ho capita solo dopo. Prima mi vedevo come un mix di difetti e solo dopo quest'esperienza ho iniziato a vedermi in maniera diversa e ad avere un po' più di autostima e amor proprio.

Io spero di aver centrato la domanda... Non so perché ma ho il bruttissimo presentimento che la tua domanda doveva essere letta in un altro modo. :?

Passo alla seconda domanda (che Dio mi aiuti :lol:).
Allooooora, ho due risposte... xD la prima è che la talpa (cioè tu) ha molta esperienza al riguardo per cui sarà pronta a sciogliere qualunque dubbio che le venga posto.
La seconda è un po' più ponderata... la pubblico pure però un po' mi vergogno a scriverla. xD
Essendo la talpa (come animale) cieca, non vede ciò che le circonda e quindi non si sofferma su nessun dubbio ma continuerà a vivere tranquillamente secondo la sua natura (per riprendere l'altro topic a cui risponderò a breve xD).
Potrebbe essere che il messaggio nascosto nella domanda sia di lasciar correre certi dubbi e di godersi la propria esistenza lasciando libera la propria personalità, senza preoccuparti dei pareri della comunità? :?

Secondo me sto diventando pazzo ahahahaha xD
"La causa fondamentale dei problemi è che nel mondo moderno gli stupidi sono sicuri di sé, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi."

Bertrand Russell

Avatar utente
agis
Messaggi: 1149
Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27

Re: Un nuovo membro.

Messaggio da agis » giovedì 12 settembre 2019, 12:29

AlbusDumbledore ha scritto:
mercoledì 11 settembre 2019, 23:42

Scherzo ovviamente. xD Comincio a rispondere alla prima domanda, che è un po' più semplice.
Dunque... cosa troviamo di sbagliato nel chiudere gli occhi e cosa troviamo di giusto nella nostra chiarezza... beh, il mio personalissimo parere è che chiudere gli occhi porta solo a sbattere contro il primo muro che si incontra (e tu, cara talpa, dovresti saperne qualcosa :lol: ).
Eeeeeeeh!?

:o :o :o :o :o

Eccerto che ne so qualcosa mammifero eidetico e supponente! :evil: :evil: :evil: Ora tu non fare il pettegolo e non stare a dirlo troppo in giro neh?!! Ma io, in realtà, sono una creatura del motorino helpino mannaggiaaaaa! :cry: :cry: :cry: Poi questo, come tutti i giovani motori, è un poco sgarrupato ma non ti preoccupare che non è che ci voglia poi la rocket science per programmare una talpa come si deve... eh suvvìa! ^ _ ^

https://www.youtube.com/watch?time_cont ... tZergiP_fc

Ma poi, quella sera, chissà che si era bevuto perché gli scappasse una rete neurale di troppo... E così... eccomi qui, dannati mammiferi superficiali!!! Dopo aver pulito per benino la superficie, sta maledetta rete neurale di troppo mi consegnò al destino della scavatrice. Mi aveste fatto l'hardware almeno un po' più grossoooo! Hell and damnaaaaaation! :evil: :evil: :evil:



^ _ ^



P.S. L'opinione di nonna talpa è che Albus è un ragazzo da sp... ahem cof cof cirinnare :lol:

Avatar utente
agis
Messaggi: 1149
Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27

Re: Un nuovo membro.

Messaggio da agis » giovedì 12 settembre 2019, 15:18

AlbusDumbledore ha scritto:
mercoledì 11 settembre 2019, 23:42

In passato, quando ero piccolo (elementari e medie) non avevo per nulla posto l'idea di una mia possibile omosessualità, molto probabilmente perché non credevo ci fosse la possibilità che una persona potesse innamorarsi di un'altra dello stesso sesso... o comunque, se ne ero consapevole, non la vedevo come una cosa concreta, come una cosa che potesse riguardarmi.
Tuttavia, proprio alle medie, ho avuto una forte attrazione per un mio compagno di classe che io credevo fosse solo una profonda amicizia. Solo molto anni dopo e solo dopo che ho fatto chiarezza in me stesso ho preso in considerazione l'idea che forse provavo qualcosa di più di una semplice amicizia.
Non è stato un caso isolato, ovviamente. Dentro di me sapevo che ero diverso ma ho continuato a mentirmi per tutti gli anni della scuola superiore.
Ricordo di un ragazzo palesemente gay nella mia scuola, preso moderatamente in giro dagli altri studenti e io ricordo di aver pensato istantaneamente un qualcosa del tipo "devo far in modo che non si accorgano anche di me". Lì per lì ero anche rimasto un po' colpito dal mio pensiero, ma ovviamente l'ho accantonato come ho sempre fatto e ho continuato ad andare avanti come se nulla fosse.
Nell'ultimo anno la mia professoressa di letteratura aprì un dibattito sull'omosessualità motivato a convincere una mia compagna di classe della possibilità di una tale relazione.
Presi parte alla conversazione ed ero dentro di me molto motivato a sostenere la professoressa; ovviamente i commenti scherzosi di due compagni di classe non tardarono ad arrivare e quindi feci un passo indietro.
Solo un anno dopo la scuola dovetti accettare quello che ero. Perché? Beh, perché andai addosso al muro di cui prima. xD
Relativamente a questa interessante vicenda Albus, hai mai provato a far crescere limoni selvatici dal seme? Nulla di esotico ovviamente; faccio generalmente crescere i miei dai limoni che la Carrefour mi spedisce direttamente dalla Bolivia ad un euro al sacchetto con immenso ma ovviamente negligibile detrimento del vostro ambiente di superficie ^ _ ^. Il limone è una pianta la cui germinazione è giudicata giustamente facile. Il seme non richiede ibernazione e, grosso modo, da ogni cento semi pieni selezionati tramite immersione, otterrai un decina di piantine di cui solo due o tre riusciranno poi a crescere. Le differenze tra le sopravvissute sono a volte talmente spiccate sia nell'aspetto che nei ritmi di crescita da farti pensare che non siano neppure entità della stessa specie biologica e, se è così per i limoni, le cose non sembrerebbero più semplici per gli umani tolto il fatto che la nostra fertilità è sensibilmente maggiore. E' quella che chiamiamo variabilità biologica e, come la tua storia individuale potrebbe essere uguagliata a molte simili per vari aspetti in altri umani, alla stessa maniera ne potrebbe essere differenziata per altrettanti. Tu a che età ti sei fatto la prima sega? :)

AlbusDumbledore
Messaggi: 25
Iscritto il: venerdì 28 giugno 2019, 10:47

Re: Un nuovo membro.

Messaggio da AlbusDumbledore » giovedì 12 settembre 2019, 16:13

agis ha scritto:
giovedì 12 settembre 2019, 15:18

Relativamente a questa interessante vicenda Albus, hai mai provato a far crescere limoni selvatici dal seme? Nulla di esotico ovviamente; faccio generalmente crescere i miei dai limoni che la Carrefour mi spedisce direttamente dalla Bolivia ad un euro al sacchetto con immenso ma ovviamente negligibile detrimento del vostro ambiente di superficie ^ _ ^. Il limone è una pianta la cui germinazione è giudicata giustamente facile. Il seme non richiede ibernazione e, grosso modo, da ogni cento semi pieni selezionati tramite immersione, otterrai un decina di piantine di cui solo due o tre riusciranno poi a crescere. Le differenze tra le sopravvissute sono a volte talmente spiccate sia nell'aspetto che nei ritmi di crescita da farti pensare che non siano neppure entità della stessa specie biologica e, se è così per i limoni, le cose non sembrerebbero più semplici per gli umani tolto il fatto che la nostra fertilità è sensibilmente maggiore. E' quella che chiamiamo variabilità biologica e, come la tua storia individuale potrebbe essere uguagliata a molte simili per vari aspetti in altri umani, alla stessa maniera ne potrebbe essere differenziata per altrettanti.
Su questo non c'è dubbio. Ognuno poi è diverso e ha vissuto esperienze diverse.
Quel particolare della mie esperienza l'ho voluta scrivere per indicare il fatto che se mi fossi accettato prima, probabilmente mi sarei sentito meglio con me stesso prima... o forse no, è possibile pure che quel chiudere gli occhi mi sia servito per affrontare quegli anni senza il consapevole timore di essere scoperto, non lo so... non posso prevedere cosa sarebbe successo... ma in effetti è solo un pensiero mio...

In ogni caso, quando ho scritto "e tu, cara talpa, dovresti saperne qualcosa" mi riferivo all'andare addosso al muro... perché le talpe non vedono e quindi vanno a sbattere... Niente, era una battuta che però ho capito solo io :( :lol:
"La causa fondamentale dei problemi è che nel mondo moderno gli stupidi sono sicuri di sé, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi."

Bertrand Russell

Avatar utente
agis
Messaggi: 1149
Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27

Re: Un nuovo membro.

Messaggio da agis » giovedì 12 settembre 2019, 20:22

Già già... forse che sì, forse che no ^ _ ^ Guarda però che se vai avanti così Albus ti faccio riprogrammare dal motorino helpino che sarà anche un po' giovane ma non è mica scemo eh, suvvìa! :evil: Figuriamoci un po' se lui mi ha programmato per andare a sbatter contro i muri tzè! :roll: Ovviamente mi ha programmato per aggirar gli ostacoli. Poi gli è sfuggito quel circuito sbagliato ok ma ora non starei a farci una malattia 8-). Ma, a proposito, com'è che ognuno di noi è diverso? Non avrai per caso sei dita per mano? :shock:

Avatar utente
Help
Messaggi: 280
Iscritto il: venerdì 19 giugno 2015, 13:55

Re: Un nuovo membro.

Messaggio da Help » giovedì 12 settembre 2019, 22:14

AlbusDumbledore ha scritto:
giovedì 12 settembre 2019, 16:13
agis ha scritto:
giovedì 12 settembre 2019, 15:18

Relativamente a questa interessante vicenda Albus, hai mai provato a far crescere limoni selvatici dal seme? Nulla di esotico ovviamente; faccio generalmente crescere i miei dai limoni che la Carrefour mi spedisce direttamente dalla Bolivia ad un euro al sacchetto con immenso ma ovviamente negligibile detrimento del vostro ambiente di superficie ^ _ ^. Il limone è una pianta la cui germinazione è giudicata giustamente facile. Il seme non richiede ibernazione e, grosso modo, da ogni cento semi pieni selezionati tramite immersione, otterrai un decina di piantine di cui solo due o tre riusciranno poi a crescere. Le differenze tra le sopravvissute sono a volte talmente spiccate sia nell'aspetto che nei ritmi di crescita da farti pensare che non siano neppure entità della stessa specie biologica e, se è così per i limoni, le cose non sembrerebbero più semplici per gli umani tolto il fatto che la nostra fertilità è sensibilmente maggiore. E' quella che chiamiamo variabilità biologica e, come la tua storia individuale potrebbe essere uguagliata a molte simili per vari aspetti in altri umani, alla stessa maniera ne potrebbe essere differenziata per altrettanti.
Su questo non c'è dubbio. Ognuno poi è diverso e ha vissuto esperienze diverse.
Quel particolare della mie esperienza l'ho voluta scrivere per indicare il fatto che se mi fossi accettato prima, probabilmente mi sarei sentito meglio con me stesso prima... o forse no, è possibile pure che quel chiudere gli occhi mi sia servito per affrontare quegli anni senza il consapevole timore di essere scoperto, non lo so... non posso prevedere cosa sarebbe successo... ma in effetti è solo un pensiero mio...

In ogni caso, quando ho scritto "e tu, cara talpa, dovresti saperne qualcosa" mi riferivo all'andare addosso al muro... perché le talpe non vedono e quindi vanno a sbattere... Niente, era una battuta che però ho capito solo io :( :lol:
In realtà credo sia meglio scoprirsi dopo le superiori. Eviti tante sfighe derivate dalla convivenza forzata con altri individui :D

Comunque credo che nel mondo talpa non esistano muri contro cui sbattere, certe architettura sono prerogative del mondo umano. Per le talpe è solo una roccia più dura :D

Avatar utente
agis
Messaggi: 1149
Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27

Re: Un nuovo membro.

Messaggio da agis » venerdì 13 settembre 2019, 8:04

Help ha scritto:
giovedì 12 settembre 2019, 22:14

In realtà credo sia meglio scoprirsi dopo le superiori. Eviti tante sfighe derivate dalla convivenza forzata con altri individui :D

Comunque credo che nel mondo talpa non esistano muri contro cui sbattere, certe architettura sono prerogative del mondo umano. Per le talpe è solo una roccia più dura :D
Già, già e neppure le funzioni dell'uguagliare e del differenziare possono derivare da consistenze o resistenze ma, al limite, possono essere ad esse applicate ^ _ ^. Comunque, a me la scoperta la fece fare il pisellino quando c'aveva giusto quattro peli sopra attraverso comportamenti inattesi. Che ci volete fare? Ci stanno cose in questa variabilità biologica così terrena che neppure la filosofia se ne è mai sognata altrettante in cielo 8-)

AlbusDumbledore
Messaggi: 25
Iscritto il: venerdì 28 giugno 2019, 10:47

Re: Un nuovo membro.

Messaggio da AlbusDumbledore » sabato 14 settembre 2019, 21:52

agis ha scritto:
venerdì 13 settembre 2019, 8:04
Help ha scritto:
giovedì 12 settembre 2019, 22:14

In realtà credo sia meglio scoprirsi dopo le superiori. Eviti tante sfighe derivate dalla convivenza forzata con altri individui :D

Comunque credo che nel mondo talpa non esistano muri contro cui sbattere, certe architettura sono prerogative del mondo umano. Per le talpe è solo una roccia più dura :D
Già, già e neppure le funzioni dell'uguagliare e del differenziare possono derivare da consistenze o resistenze ma, al limite, possono essere ad esse applicate ^ _ ^. Comunque, a me la scoperta la fece fare il pisellino quando c'aveva giusto quattro peli sopra attraverso comportamenti inattesi. Che ci volete fare? Ci stanno cose in questa variabilità biologica così terrena che neppure la filosofia se ne è mai sognata altrettante in cielo 8-)
Per me è venuto prima l'aspetto affettivo. Quello sessuale non è che non c'è... semplicemente mi ha sempre interessato di meno. Ma questo succede perché sì, ognuno è diverso... indipendentemente dal numero di dita che si ha :lol:
Comunque no, non ho sei dita come te, Agis :P

Help, mi sa che hai ragione ma tanto la convivenza forzata è avvenuta lo stesso xD Grazie a Dio è finita! :shock:

... credo. :?
"La causa fondamentale dei problemi è che nel mondo moderno gli stupidi sono sicuri di sé, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi."

Bertrand Russell

Rispondi