Ciao

Presentazioni dei nuovi utenti - benvenuto ai nuovi utenti
Avatar utente
Aster
Messaggi: 217
Iscritto il: giovedì 18 giugno 2009, 21:55

Re: Ciao

Messaggio da Aster » giovedì 29 ottobre 2009, 2:18

Ce le siamo già dette tante cose, abbi fiducia Alby! Ci si sente eh, ci conto!

Avatar utente
diversodachi
Messaggi: 189
Iscritto il: lunedì 29 giugno 2009, 19:59

Re: Ciao

Messaggio da diversodachi » giovedì 29 ottobre 2009, 15:50

Alberto ha scritto:Il fatto di essere gay diciamo lo "sapevo" o presumenvo di saperlo da sempre, ma sinceramente non mi ero mai posto qsto problema.
Alberto ha scritto:Diciamo che la'ccettazione c'è ( anche se ankora nn completamente). L'unica cosa è che non vorrei continuare a sentire quel nodo nella gola perenne, qlla sensazione di paura e di solitudine.
Hai centrato nel segno :roll: E' esattamente ciò che provavo io... prima di capitare in questo forum ;) Ora sotto quel punto di vista sto molto, molto meglio e mi ha aperto gli occhi. E' una boccata di ossigeno.
Alberto ha scritto:Frequento il 3 anno di liceo classico e come si puo immaginare, la mia vita sociale nn è un gran che. Inoltre credo anche di aver sbagliato scuola..
Io sono all'ultimo anno,e ti posso dire che il triennio è proprio un'altra cosa rispetto al biennio che hai concluso l'anno scorso. E' più difficile, e al classico pesa! Se credi di aver sbagliato scuola prova a prendere in considerazione l'idea di cambiarla, perché poi in quarta e quinta diventa più complicato fare il cambio, come programmi e tutto. Questo naturalmente è solo un consiglio che posso darti da lontano, non sapendo se ti è possibile farlo. ;)
Alberto ha scritto:Tante volte infatti ke scrivo la parola "gay", mi passa 1 brivido di paura lungo la schiena. La 1 volta poi ke ho scritto "mi piacciono i ragazzi", nn dico qta vergogna ho provato.
:lol: Pure io mi vergognavo da matti! E' normalissimo credimi, d'altronde ne stai parlando per la prima volta da quando sei nato! Però più ne parli e più diverrà naturale parlarne, stanne certo!
tatos76 ha scritto:per confidarsi però è bene valutare con chi.
Già, tatos76 ha ragione. Se non ritieni i tuoi amici abbastanza maturi da capire una cosa del genere allora per il momento tienila da parte, però non sottovalutarli. Magari su 5 ce n'è uno che potrebbe comprenderti. Insomma, non esporti finché non sei sicurissimo di poterti fidare, ma sonda il terreno! Prima o poi incontrerai qualcuno.


Insomma... benvenuto nel forum, spero che ti troverai bene come mi sono trovato io :mrgreen:
Now show me the way to the next whiskey bar.

Alberto
Messaggi: 44
Iscritto il: lunedì 26 ottobre 2009, 0:26

Re: Ciao

Messaggio da Alberto » giovedì 29 ottobre 2009, 19:16

Grazie veramente a tutti x i condigli che mi date. Lo so che probabilmente molte persone provano la stessa mia sensazioe, o almeno la hanno provata n passato, e magari certi devono ankora passarla, ma è il momento + brutto della mia vita, anche se ankora berve, e il solo fatto di tenermi tutto dentro è indescrivibile. Comunque ringrazio a tutti, davvero.
Alberto

clark68
Messaggi: 167
Iscritto il: venerdì 7 agosto 2009, 19:08

Re: Ciao

Messaggio da clark68 » venerdì 6 novembre 2009, 16:35

concordo con tutti si è vero noi grandi , cioe io, impariamo tanto da voi piu piccoli
e questo e anche bello ma mi sento anche di capirti perche ci sono anch'io passato da certe situazioni e cio che stai passando e del tutto normale ti assicuro che è solo un periodo forse brutto ma passera e dopo starai meglio non sara facile sicuramente ma vedrai che si cresce e le cose cambiano. Si vede che sei un po esplosivo e che hai voglia di esplodere che hai voglia di tirare fuori cio che hai dentro. Attenzione però non credo che esplodendo risolvi il problema quindi tieniti ancora un po dentro e vedrai che uscira fuori in maniera del tutto normale liberandoti e facendoti stare bene ma con prudenza e cautela.
sei forte e stai andando bene sicuramente chi passa per certe situazioni puo capire chi passa dopo ed è giusto che si si gira e che tenda la mano in situazioni diffile io dico sempre in due avvolte e sempre meglio..continua cosi....
ciao Clark

Alberto
Messaggi: 44
Iscritto il: lunedì 26 ottobre 2009, 0:26

Re: Ciao

Messaggio da Alberto » venerdì 6 novembre 2009, 20:14

Grazie Clark ^^

Gianluca89
Messaggi: 3
Iscritto il: giovedì 24 dicembre 2009, 2:50

Re: Ciao

Messaggio da Gianluca89 » giovedì 31 dicembre 2009, 14:09

Ciao Alberto ho letto la tua presentazione e sai cosa ti dico? molte sono le persone che hanno vissuto la tua situazione e tu sarai uno dei molti che ne usciranno fortificati. Sai perchè? perchè le qualità che dici di avere e che si evincono da quello che scrivi, cioè intelligenza, sensibilità, buon senso e rispetto per gli altri, sono le qualità che ti permetteranno di scegliere sempre la strada giusta. In cuor tuo desidereresti sprondare ma in realtà sbagli: la vita è fatta per essere vissuta (facile a dirsi ma nnsempre a farsi) e la paura che gli altri nn ci accettino va piano piano messa da parte perchè chi nn accetta un'altra persona nn vuole il suo bene, è troppo presa dall'ignoranza, che si tratti d'accettare un gay o semplicemente qualcuno dverso da se per altri motivi. Certo le cose cambieranno con il tempo e lentamente però sai una cosa? se ti abitui a quest'idea inizierai anche a sentirti un pò più felice! Ti auguro buon anno nuovo ciao

Jek70
Utenti Storici
Messaggi: 518
Iscritto il: venerdì 15 maggio 2009, 19:41

Re: Ciao

Messaggio da Jek70 » giovedì 31 dicembre 2009, 15:31

Ciao Alberto,
ho letto anche io la tua presentazione e come già altri ti hanno detto posso dirti che se anche a te per ora sembra impossibile sei davvero ad un buon punto. A 16 anni riconosci di essere gay e credi è una cosa importante. Importante perchè ti dà la possibilità di vedere il tuo futuro dalla giusta prospettiva. Non dire e neppure pensare mai più di desiderare di non essere mai nato, la vita è bella e preziosa e tu ce l'hai ancora tutta davanti. Non startene mai più da solo, piano piano senza correre, fatti degli amici e stai con loro. L'amicizia è importante.
Te lo dice uno che ha sprecato tanti anni della sua vita in solitudine e poi ad una certa età ti giri indietro e ti accorgi che i momenti belli non te li restituirà mai più nessuno. Non fare gli stessi errori, oggi tu hai molte più opportunità di conoscere ed incontrare ragazzi come te. Vivi la tua vita e le emozioni della tua età e non vergognarti mai dei tuoi sentimenti e pensa che anche tu puoi essere la felicità di un altro ragazzo.
Qui nel forum avrai la possibilità di confrontarti con tanti altri ragazzi come te e potrai esprimere liberamente tutte quelle cose che ti sei sempre tenuto dentro.

Benvenuto fra noi e già che ci siamo ne approfitto per farti gli auguri di un sereno e 2010 che possa portarti tutto quello di cui hai bisogno.

Un abbraccio. :)

Avatar utente
il principe
Messaggi: 191
Iscritto il: venerdì 20 novembre 2009, 15:21

Re: Ciao

Messaggio da il principe » giovedì 7 gennaio 2010, 17:23

Alberto ha scritto:Si scusate. Mi chiamo Alberto e ho 16 anni. Sin da qdo ero un ragazzino sn stato attirato dai ragazzi e ora più che mai sento questa cosa. Diciamo anche che nella mia vita sono sempre stato solo, con pochi amici e ho vissuto in maniera non ideale. Ora, a 16 anni, la situazione è un pò cambiata. Il fatto di essere gay diciamo lo "sapevo" o presumenvo di saperlo da sempre, ma sinceramente non mi ero mai posto qsto problema. Invece poche settimane fa , guardando per caso un programma in TV ke parlava dell'omofobia, mi sn cominciati a venire questi dubbi. Per questo problema mi sono sempre sentito diverso da tutti e mi sentivo/ sento (anke ora) qualche volta un peso per tutti. L'idea di essere gay, cioè di avere un ragazzo in futuro al mio fianco mi piace molto come idea poichè io sn attratto da loro. Tuttavia, qsto nn è l'unico problema. Frequento il 3 anno di liceo classico e come si puo immaginare, la mia vita sociale nn è un gran che. Inoltre credo anche di aver sbagliato scuola.. ( ma qsti sn altri argomenti ). Il mio problema è che, essendo una persona molto timida, mi lascio molto condizionare dal pensiero altrui, anche se so che nn dovrebbe importarmi nulla. Un altra cosa che mi fa stare da cani è l'impossibilità per me di dirlo; infatti non troverei mai il coraggio. A qsto si aggiunge il fatto ke sn completamente solo. Sugli amici non posso contare x qsto problema perchè nn riuscirebbero a capire la mia sensazione di qdo vedo un ragazzo che mi piace, e quando penso a qsta cosa mi sento male e mi metto a piangere ogni volta, come un bambino e alla fine ho gli okki ke mi scoppiano da qto ho pianto.
Tutti qsti fattori, uniti insieme, mi fanno scoppiare. Molte volte ho desiderato non essere mai nato, oppure pregavo/prego che mi capitino incidenti in modo tale da non soffrire +. 1 volta inoltre ho provato a farla finita da me, cercando di trattenere il respiro :lol: :lol: (non ti offendere, ma a me sembra comica), ma cm potete vedere nn ha funzionato. Anche se non dovrei dirlo, qsta cosa la spero indirettamente anche ora, in quanto so qto soffrono i ragazzi che cercando in qsto gesto una forma di sfogo. Però project mi ha ftto cambiare idea, anche se, diciamo, sono molto tentato. L'unica cosa che vorrei ora è non rimaneer solo; vorrei avere gente che mi aiuti in qsto problema e gente che mi stia vicino, cs ke nn è mai avvenuta. Non chiedo altro, se non qsto. L'essere gay, cmq non lo ho mai visto come 1 cs brutta, anzi: se a me piacciono i ragazzi non ci posso fare nnt. Diciamo che la'ccettazione c'è ( anche se ankora nn completamente). L'unica cosa è che non vorrei continuare a sentire quel nodo nella gola perenne, qlla sensazione di paura e di solitudine. A chi lo dici.
Potrei avere scritto io gran parte delle cose che hai scritto tu. :o
"Warping the minds of men and shepherding the masses has always been your church's domain. You lure sheep with empty miracles and a dead god".
Sydney Losstarot - Vagrant Story

Avatar utente
Sciamano
Utenti Storici
Messaggi: 535
Iscritto il: martedì 4 agosto 2009, 14:35

Re: Ciao

Messaggio da Sciamano » giovedì 7 gennaio 2010, 18:50

Ciao Alberto! Io ho 22 anni e solo qualche mese fa mi sono accettato come omosessuale, anch'io tuttora preferisco la parola che ho appena usato a 'gay', che sinceramente la sento ancora come un'insulto o una condizione di depravazione morale... e direi che spesso è recepita così, stare al di sopra dei pregiudizi in modo autonomo e libero è davvero raro...

Tu hai 16 anni, io sarei contento di tornare a 16 perché avrei molto più tempo di cambiare e orientare tante cose in altro modo, invece ora faccio il primo anno di magistrale all'università (la triennale l'ho finita), e i miei problemi ora spaziano dal non avere amicizie (cosa che è sempre stata così, forse un po' per carattere, ma tanto anche per una certa diversità che sentivo, che sono attratto dai ragazzi già alle medie mi succedeva, ma credevo che fosse solo un bisogno di amicizia molto profondo il mio, invece era proprio amore :D ), direi che ora la cosa più triste è che mi sento solo e spero nel 2010 di dare una svolta alla mia vita, anche perché nonostante io non posso dire a nessuno del mio orientamento (nessuno lo sa), però almeno l'ho accettato e questo è un presupposto per uscire dal mio "guscio".

Alle medie non pensavo affatto all'omosessualità, i "gay" per me (parola MAI usata in famiglia) erano solo un modo che avevano certi bulli di insultare chi magari non diceva parolacce (io in famiglia ho ricevuto una certa educazione, ke posso farci...?), chi magari era un po' timido o debole di carattere da non essere in grado di opporsi agli altri, ecc. Quindi pur essendo già così, non ne ero minimamente consapevole, credevo che un giorno mi sarei sposato con una ragazza (ora mi vien quasi da ridere...), come se fosse una "cosa da fare" ordinaria: si va al supermercato, si studia ad una certa età, poi si trova lavoro, e poi viene anche il momento in cui uno si sposa...

Cmq aldilà di queste mie ingenuità delle medie, quello è stato un periodo tremendo, ero turbato, andavo molto molto bene a scuola, però non mi piaceva niente, provavo un senso di insoddisfazione generale nei confronti della vita, ero solo ma consideravo tutti i miei coetanei così distanti e diversi da me che anche con loro mi sentivo cmq solo, e quindi li evitavo, in discoteca non mi è mai piaciuto andare, poi ero preso in giro non poco a scuola (ma so che c'è chi ha passato molto molto peggio), fatto sta che io ero terribilmente depresso in certe settimane, e l'idea del suicidio inutile non dirlo tante volte l'ho pensata (in seguito anche alle superiori, ma sempre di meno, le medie son state proprio un periodo nero...)

Adesso a 22 anni le cose non sono molto molto differenti: sono ancora parecchio solo, nessuno sa di me, tantomeno la mia famiglia, l'unica cosa che è cambiata è che ho preso consapevolezza di tantissime cose e vedo una speranza. Se prendere consapevolezza fosse accaduto a 16 anni adesso credo che andrebbe molto meglio la situazione per me, invece comincia ora il mio percorso (intendo quello sociale e affettivo)... tu sei giovanissimo, non devi abbatterti, tanti periodi brutti col tempo passano. Anche adesso ci sono momenti in cui posso sentirmi abbastanza giù, però (non so bene come sia successo) ma l'idea del suicidio è una cosa "archiviata", non farei mai una cosa del genere forse perché è un gesto che una volta compiuto non puoi più annullare, e non sai mai come la vita da quel momento in avanti sarebbe cambiata, magari il futuro è molto più felice di quanto uno possa immaginare (io lo spero per me). Inoltre mi sono anche detto, tempo addietro, che a prescindere da cosa capita nella vita (siano esse esperienze negative o positive), se si nasce penso che ci sia un motivo, a prescindere dalle religioni, mi piace sperare che ognuno di noi è inserito in un percorso evolutivo, e questo pensiero a volte mi dà forza.

Il punto più importante cmq è che a 16 anni non puoi pensare che non ci sia più niente da fare, o che la tua vita è solo triste e opprimente (posso capire che lo sia ora, lo è stato anche per me come dicevo), ma fondamentalmente la tua vita inizia ora, è tutta davanti a te, puoi sperare e progettare un bel futuro, con calma, passo dopo passo, cerchi di dare una direzione precisa a tutte le tue cose (rapporti, amicizie, famiglia, studio, ecc.). Dato che siamo da poco nel nuovo anno, ti auguro un buon 2010, già essere qui credo che sia un tuo primo cambiamento, a me è stato di molto aiuto questo forum, lo sarà anche per te :)
Cercare la felicità rispettando gli altri, sarebbe una grande conquista per l'umanità!

Alberto
Messaggi: 44
Iscritto il: lunedì 26 ottobre 2009, 0:26

Re: Ciao

Messaggio da Alberto » giovedì 7 gennaio 2010, 20:21

Grazie :).. ma non è più di tanto il fatto del "esserlo", ma il fatto di non poter essere mai a mio agio con le altre persone. Nemmeno io ho tanti amici appunto, forse ( e un pò sicuramente ) perchè ho un brutto carattere, ma io penso che sia anche proprio per questo fatto, e cioè che non mi posso mai "lasciar andare".
Se la mia avventura comincia adesso può avere sia aspetti negativi che positivi, ma non è proprio una cosa facilissima, con tutti i problemi che un ragazzo di sedici anni può avere; se invece per te comincia a 22 anni sicuramente può essere più difficile per alcuni aspetti ma anche più facile per altri.
A me non dispiace essere gay e penso che questo sia stato il mio regalo + grande adesso. La situazione piuttosto pesante che scrissi riguarda principalmente la mia vita generale, la scuola (...) e guarda caso ci ho pensato anche oggi al suicidio! mi rendo conto quando mi calmo che penso a cs stupide, ma quando provi quella sensazione di nn volere più esserci per nessuno perchè nessuno ha bisogno di te è davvero brutta.. (infatti ora che scrivo ho 1 mal di testa pazzesco perchè ho pianto cm 1 fontana :|).
Per forutna ora va molto meglio rispetto al periodo in cui scrissi qlle cs.. ma nn cosi meglio da poter dire che sono felice.. sono insoddisfatto di me e non c'è 1 ragione in particolare.. forse forse l'autostima...che è a livello 0 %.
Cmq sono contento che vada meglio anche a te, e a 22 anni spero che tu possa trovare qualcuno :) , amico o magari di più! Lo vorrei tanto anche io eheh.Per qto riguarda discorso discoteca ecc... io sono uguale in tutto e per tutto a te.. compreso il pezzo in cui dici che consideri gli altri come "lontani".
Grazie mille cmq a tutti quelli che si interessano di me ( 1 volta ) e mi scrivono dei commenti, li aprrezzo davvero tantissimo.
Scs per il ritardo, ma.. un buon 2010 a tutti! E che ci porti più serenità dai!:)

Rispondi