Nuovo e in cerca di aiuto

Presentazioni dei nuovi utenti - benvenuto ai nuovi utenti
Rispondi
Avatar utente
Pugsley
Messaggi: 142
Iscritto il: giovedì 29 aprile 2010, 19:13

Re: Nuovo e in cerca di aiuto

Messaggio da Pugsley » martedì 11 ottobre 2016, 22:37

Ritengo molto insufficiente la risposta di Ccarr, anzi è una non risposta, di conseguenza mi riserbo DEL TUTTO di dare spiegazioni ulteriori, in riferimento a "ho le mie buone ragioni" che mi chiedeva di esplicitare Project.
Queste buone ragioni esistono e chi qui dentro mi conosce di persona le conosce.
Probabilmente molti i milanesi del sito.

Volete spiegazioni da me, ma io non ne ho dagli altri. Bella sensazione.

A presto

Pugsley

milosmusiker
Messaggi: 103
Iscritto il: domenica 12 ottobre 2014, 14:11

Re: Nuovo e in cerca di aiuto

Messaggio da milosmusiker » mercoledì 12 ottobre 2016, 23:16

Per Pugsley_ Non amo mettermi in mezzo a discussioni; però, in tutta sincerità, caro Pugsley non vedo perché ccar non possa raccontare la sua esperienza tralasciando un particolare che lo renderebbe riconoscibile. Inoltre, se ci pensi, il non fare il nome è anche segno di rispetto per chi quell'associazione la frequenta. Lui ha riportato una sua esperienza, non penso abbia voluto far passare un concetto. Immagino ti abbia dato fastidio l'espressione "ambiente promiscuo". L'ambiente milanese gay ha il grande pregio di essere estremamente variegato. Ci trovi di tutto: associazioni di ogni tipo e locali per tutti i gusti. è anche vero che la possibilità di vivere in un relativo anonimato da grande città permette di avere occasioni di incontro con grande facilità. Per questo non mi stupisco affatto che ccar abbia trovato persone che lo ritenessero "strano" per il fatto di essere vergine. Magari avrete modo di chiarirvi personalmente ma, davvero, penso sia meglio, se possibile, cercare un maggiore dialogo e toni più concilianti ;) .

Per ccar: ovviamente comunque benvenuto! Facci avere tue nuove :)

ccarr
Messaggi: 80
Iscritto il: martedì 4 ottobre 2016, 16:05

Re: Nuovo e in cerca di aiuto

Messaggio da ccarr » giovedì 13 ottobre 2016, 14:47

Illuminist ha scritto:Ciao ccarr, intanto benvenuto anche da parte mia!
Vorrei scriverti una risposta il più articolata possibile ma sono giorni molto frenetici, quindi per il momento voglio solo rivolgerti il mio sincero supporto. Non sei solo, non dimenticarlo. Perfino la "problematica" dell'inesperienza è una cosa che riguarda tutti, chi più, chi meno. Non devi assolutamente sentirti fuori posto per questo, e non lasciare che cose più superficiali come le app di incontri oppure i programmi televisivi che guardi ti condizionino. Vai bene così come sei, e non c'è nulla di meglio.
Magari passa per la chat una sera di queste, sperando di beccarci. Potremmo fare due chiacchiere! Spero ti troverai al meglio. ^^
Ciao Illuminist, grazie per il tuo messaggio, sì anche tu hai centrato il punto: mi faccio davvero condizionare troppo comunque spero che riusciremo a incontrarci in chat, appena avrò più tempo libero dopo gli esami cercherò di frequentarla
c-carr

ccarr
Messaggi: 80
Iscritto il: martedì 4 ottobre 2016, 16:05

Re: Nuovo e in cerca di aiuto

Messaggio da ccarr » giovedì 13 ottobre 2016, 14:54

milosmusiker ha scritto:Per Pugsley_ Non amo mettermi in mezzo a discussioni; però, in tutta sincerità, caro Pugsley non vedo perché ccar non possa raccontare la sua esperienza tralasciando un particolare che lo renderebbe riconoscibile. Inoltre, se ci pensi, il non fare il nome è anche segno di rispetto per chi quell'associazione la frequenta. Lui ha riportato una sua esperienza, non penso abbia voluto far passare un concetto. Immagino ti abbia dato fastidio l'espressione "ambiente promiscuo". L'ambiente milanese gay ha il grande pregio di essere estremamente variegato. Ci trovi di tutto: associazioni di ogni tipo e locali per tutti i gusti. è anche vero che la possibilità di vivere in un relativo anonimato da grande città permette di avere occasioni di incontro con grande facilità. Per questo non mi stupisco affatto che ccar abbia trovato persone che lo ritenessero "strano" per il fatto di essere vergine. Magari avrete modo di chiarirvi personalmente ma, davvero, penso sia meglio, se possibile, cercare un maggiore dialogo e toni più concilianti ;) .

Per ccar: ovviamente comunque benvenuto! Facci avere tue nuove :)
Grazie ancora, milomusiker. Quoto tutto! Specialmente il fatto che primo nascondo il dettaglio per un discorso di riconoscibilità ma soprattutto di rispetto per gli attuali componenti dell'associazione, soprattutto eventuali nuovi iscritti che magari si trovano pure bene nell'associazione e qualora leggessero potrebbero essere condizionati negativamente.

Pugsley, davvero se tu magari hai tanti rapporti occasionali (abbandoniamo la parola promiscuo) sappi che non ti giudico, anzi forse ti invidio pure un po', io ho solo detto che io non lo sono e non riuscirei ad esserlo (anzi se magari rileggi meglio il mio post vedi quanto soffro per la mia verginità e difficoltà a rimorchiare) e sono rimasto perplesso quando mi è stato detto, ma se tu lo sei, davvero nessun problema da parte mia
c-carr

ccarr
Messaggi: 80
Iscritto il: martedì 4 ottobre 2016, 16:05

Re: Nuovo e in cerca di aiuto

Messaggio da ccarr » giovedì 13 ottobre 2016, 15:10

Project, volevo dirti che in questi giorni ho avuto modo di leggere le pagine che mi hai segnalato del libro e davvero volevo confermarti la mia prima impressione: è bellissimo!

Mi ha fatto piacere soprattutto leggere le pagine in cui teorizzi il modello dei "rapporti gay-gay", è proprio così che immaginavo dovesse essere un rapporto tra due uomini omosessuali e credevo di essere molto impopolare ad avere un'idea del genere, invece a quanto pare non sono l'unico a pensarla così. Io ho sempre creduto in quel grande potenziale di parità di cui tu parli, non solo nel sesso (ruoli scambievoli e altri tipi di erotismo) ma anche nella vita, cosa più difficile per una coppia eterosessuale

La maggior parte degli omosessuali che ho conosciuto (specialmente nelle app) ahimè conserva ancora il modello che tu hai definito nel libro "pornografico", troppo incasellato nei ruoli e troppo in un certo senso "eteronormativo" (se posso usare questa parola), liberissimi eh, non giudico nessuno e massimo rispetto per la vita, il pensiero e le abitudini di tutti

però io ho sempre aspirato a quello che è il modello che tu hai descritto da pagina 344 a pagina 346 e ti ringrazio di averne scritto

Troppe volte, dicevo, ho visto persone davvero incasellate in un ruolo quasi "deciso alla nascita" che davvero non capisco con quali parametri si sceglie (per molti ahimè femminilità/mascolinità, dolcezza/durezza ecc...) e che secondo me davvero toglie molto al potenziale di parità e pieno godimento della vita sessuale e affettiva omosessuale

e ovviamente io stesso sono stato etichetatto, pur essendo vergine, e quindi non avendo minimanente esperienza diretta di alcun ruolo, mi sentivo davvero solo come "forma mentis", letta da altri come "ingenuità/immaturità o inesperienza", vista la "pressione" che ricevevo a "rientrare nei ranghi" e quindi in un "ruolo predeterminato" (ma predeterminato da chi? da cosa?) -.-" :lol:

Grazie
c-carr

Avatar utente
Geografo
Messaggi: 223
Iscritto il: venerdì 22 agosto 2014, 14:45

Re: Nuovo e in cerca di aiuto

Messaggio da Geografo » giovedì 13 ottobre 2016, 18:47

Ccar,
intanto benvenuto.
Vedi, io penso che le problematiche che hai esposto facciano parte di un filo comune in cui tutti i ragazzi omosessuali si siano, chi più chi meno, trovati.
Sono dell'idea che alla base dell'omosessualità ci sia sicuramente una forte solitudine, ovvero il problema di ogni ragazzo gay non è l'omosessualità in sé, ma la mancanza di possibilità di rapportarsi con altri ragazzi gay. Già se uno abita in grandi centri la solitudine è un po' meno sentita, ma se un ragazzo, come nel tuo caso, abita in una piccola città del Sud, allora la situazione è chiaramente quella che è.
In genere si tenta di avere un approccio con le applicazioni, che come tu hai raccontato si rivelano deludenti, perché al di là delle offese di cui parli (perché fidati, secondo me quello è il minimo della questione), il vero problema sono le persone che le frequentano, che non rientrano per niente nella categoria che ci si aspetta. Inutile che ne stiamo a parlare, sappiamo tutti che ci gira gente che cerca sesso, "insospettabili che vogliono divertimento", curiosi, sposati, gente poco raccomandabile e via dicendo.
Per certi versi sono convinto che la maggior parte della gente che giri su queste applicazioni sia come una sorta di trasposizione della gente che va a visionare la pornografia che giri in rete, quindi capisci che le applicazioni non siano proprio un ambiente bellissimo, per quanto purtroppo rimangano l'unico strumento di comunicazione per un gay e troppo spesso si presentano agli occhi dei gay come una manna dal cielo per poi rivelarsi quello che sono realmente e generare non poco disappunto.
La verità è che non esistono al momento degli strumenti "sani" per conoscere ragazzi gay, e con questo non parlo solamente delle applicazioni (che comunque restano il peggio del peggio), ma anche dei circoli LGBT, che tu stesso hai raccontato di aver frequentato, e secondo me troppo spesso si rivelano in realtà luoghi di caccia al rimorchio, chiacchiere e feste, perdendosi in quello che sarebbe lo spirito dell'associazione, ovvero permettere un confronto equilibrato e magari rompere quel cerchio di solitudine che ogni gay spera di infrangere.
Come ha detto Alyosha, quelli di cui parli forse sono in realtà idee che tu pensi che gli altri abbiano di te, mi spiego.
Può darsi che tu tu abbia una camminata particolare o una gestualità in un determinato modo, che magari a chiunque risulterebbe perfettamente normale, ma delle considerazioni fatte nei tuoi confronti da determinate persone per te possono essere una fonte di disagio in quanto tu le consideri vere proprio perché hai dato un'importanza enorme a quelle persone.
È interessante notare l'idea che abbiamo di noi e quella che noi pensiamo che gli altri abbiano di noi, magari trasponendo nell'altro delle considerazioni che a lui non sono nemmeno venute in mente, proprio perché delle considerazioni, spesso assurde, fatte da determinate persone hanno influenzato enormemente la percezione che abbiamo di noi stessi e quindi ci portiamo 'ste palle al piede che a lungo ci logorano.
Ccar, fammelo dire, abbiamo una vita e rendersela impossibile per un giudizio o anche più giudizi fatti da determinate persone o, meglio ancora e perdonami il linguaggio, da dei coglioni che spesso hanno come obiettivo nella vita mortificare l'altro, è davvero un peccato.
Sento l'argomento vicino perché mi riguarda ma per altri aspetti, e mi sono reso conto solo ora che certe considerazioni immensamente idiote ed inutili devono essere prese come tali, senza far sì che si concretizzino nella nostra vita come dei mostri che arrivino a cambiare la percezione che abbiamo di noi sia fisicamente che psicologicamente.
Probabilmente la tua psicologa non è che voglia renderti contento, è che forse semplicemente ti ha detto la verità e tu sei talmente incentrato su questi giudizi che provi a trasporli in lei, ma lei non riesce a "riconoscersi" in questi giudizi.
Non si può campare di giudizi degli altri, altrimenti non si campa.
Lascia che quei giudizi se li tengano e tu continua per la tua strada. Poi se un giorno uno ti vorrà dare un suo giudizio costruttivo, allora in quel caso è diverso.
Fatta questa lunghissima premessa, l'amore gay (anche se sarebbe più corretto chiamarlo "amore" e basta, perché l'amore è amore e non esiste l'amore etero o l'amore gay) è uno degli argomenti più dibattuti su questo forum.
Inutile girarci intorno, il 90% delle coppie gay nasce su internet. Ogni tanto capita che ci sia qualcuno che si distingui dalla massa, da quella sorta di gente che pare rappresenti una sorta di trasposizione della pornografia su internet, e quel qualcuno, proprio perché si distingue da quella massa, solleva il nostro interesse e anche tu il suo, fino a cimentarsi in grande chiacchierate e a quel punto si capisce che l'affinità c'è.
Il fatto è che siamo pochi e nascosti, e tanto facile non è.
Comunque, proprio perché parlavo del fatto che non ci fossero strumenti sani per la conoscenza con altri ragazzi gay, devo dire che questo forum rappresenta un po' un eccezione interessantissima, in quanto si discosta molto, e con questo anche la chat (frequentata dalle 10 di sera in poi) da tutte le altre piattaforme o associazioni.
L'unica cosa in cui è carente è la mancanza di una forma "reale" del sito, in quanto è da molto che non si organizzano raduni, quando secondo me spesso le cose dovrebbero cercare di non rimanere confinate nel virtuale in quanto alla lunga una persona si stanca e dà alla cosa solo una forma virtuale.
Ad ogni modo, spero che ti troverai bene qui, e ancora benvenuto qui dentro, sperando che non sei uno dei tanti ragazzi di passaggio ma costituirai un altra persona che possa arricchire ulteriormente questo spazio.

Avatar utente
Pugsley
Messaggi: 142
Iscritto il: giovedì 29 aprile 2010, 19:13

Re: Nuovo e in cerca di aiuto

Messaggio da Pugsley » venerdì 14 ottobre 2016, 19:30

Io alla vostra età ero molto più maturo di voi e me ne dispiace.
Maturo non vuol dire promiscuo, vuol dire pensare e comportarsi in modo maturo.
Se avessi avuto le risposte che cercavo, probabilmente avrei proseguito nel dettagliare, peccato, ci perdete voi e non io; anzi risultate molto adolescenti e poco aperti agli altri, ed è un guaio molto grosso, in un mondo occidentale sempre più progressista con l'omosessualità, in cui essere velati, con le unioni civili, i matrimoni gay, la GPA e le adozioni gay, è sempre più una scelta che non condivido, perché non ha senso.

Imparate che se siete in un convegno pubblico, fare accuse negative è sempre molto controproducente se non sono mirate.

A presto

Pug.

ccarr
Messaggi: 80
Iscritto il: martedì 4 ottobre 2016, 16:05

Re: Nuovo e in cerca di aiuto

Messaggio da ccarr » sabato 15 ottobre 2016, 1:44

Geografo, grazie per il tuo bellissimo messaggio, l'ho riletto più volte perché offre davvero tanto su cui riflettere, anche tu hai fatto luce su un punto importante: la solitudine, ma anche il fatto (su cui devo continuare a meditare) che forse tendo a immaginare (e concentrarmi troppo) su come gli altri possono vedermi. Detto questo, spero ci saranno altre occasioni per continuare a parlare. Ciao e grazie ancora
c-carr

ccarr
Messaggi: 80
Iscritto il: martedì 4 ottobre 2016, 16:05

Re: Nuovo e in cerca di aiuto

Messaggio da ccarr » sabato 15 ottobre 2016, 1:46

Pugsley, il mio passato non è un luogo comune e non posso cambiarlo per far piacere a te. Ho i miei buoni motivi per essere "velato" esattamente quanto tu ne hai per "velare" le tue critiche (che non muore nessuno se non esponi, vai tranquillo, non mi sembra questa grossa perdita che vuoi far credere). Poi, mi sembra di essere su un forum dove si può scrivere anonimamente e siccome in questo thread ho ricevuto dei bellissimi messaggi di benvenuto di persone che hanno voluto aiutare concentrandosi sui punti giusti senza appigliarsi a certi dettagli, non ho intenzione di farmi dare dell'immaturo da te, non è questa la ragione per cui mi sono iscritto a questo forum, quindi, non so se lo posso fare, ma ti chiederei di smettere di commentare questo topic, grazie
Non vuole assolutamente essere un tentativo di censurarti ma questa è la sezione di conoscenza e benvenuto del forum e tu mi hai solo attaccato senza minimament considerare la sofferenza che c'era nella mia storia
P.S. Ripeto per l'ultima volta: raccontare cosa mi è successo non è accusare
c-carr

Avatar utente
Pugsley
Messaggi: 142
Iscritto il: giovedì 29 aprile 2010, 19:13

Re: Nuovo e in cerca di aiuto

Messaggio da Pugsley » sabato 15 ottobre 2016, 3:43


Rispondi