Mi ripresento per rimettermi in gioco

Presentazioni dei nuovi utenti - benvenuto ai nuovi utenti
Rispondi
NickElf
Messaggi: 41
Iscritto il: venerdì 6 marzo 2015, 20:44

Mi ripresento per rimettermi in gioco

Messaggio da NickElf » lunedì 19 marzo 2018, 10:15

Ciao a tutti,
purtroppo è da tanto e da troppo tempo che non scrivo più in questo blog, che non interagisco con questo angolo felice e delicato del web.
Sono passati più o meno tre anni dalla mia presentazione, dalla mia prima conoscenza virtuale con questo luogo serio e ricchissimo di approfondimento sulla tematica vitale che ci accomuna, e nel frattempo la mia vita in qualche modo ha cambiato rotta. Proprio tre anni fa, a quarant’anni, mi decisi e guardai in faccia la realtà di me stesso, prendendo finalmente coscienza della mia componente omosessuale (che sicuramente esiste in qualche misura), con tutti i dubbi e i momenti di ansia che tuttora ogni tanto mi accompagnano.
Avevo iniziato ad interagire con qualcuno tramite questo blog dandomi la possibilità di conoscere anche delle belle persone.
Mesi più tardi venne a mancare mio papà e ciò mi ha destabilizzato non poco, di conseguenza dedicandomi poi quasi esclusivamente al lavoro e alle mie attività e passioni che ho sempre in qualche modo coltivato, quasi cercando di anestetizzare il dolore. La mia sfera affettiva e sessuale in quel periodo si era quasi assopita, ignorata, quasi dimenticata da me stesso…
Ma in questi ultimi tempi tutto riemerge. Risento il bisogno di confrontarmi, di riallacciare i fili interrotti, di riprendere in mano il mio vero essere, una componente della mia vita che ho sempre negato e che in certi periodi riesco quasi a ignorare. Ma, appunto, prima o poi ciò che si cerca di nascondere o ignorare, torna a galla e non si può negare, almeno a noi stessi.
Vorrei, allora, riprendere ciò che avevo interrotto, conoscere nuovi amici, anche se virtuali, se non altro per confrontarsi, in questo periodo per me molto più sereno rispetto a un anno fa…
Mi dispiace davvero molto non aver risposto a chi mi ha cercato (Hugh… di cui ho perso il contatto, mi dispiace tantissimo!), purtroppo per me è stato un periodo “forte” e triste, ma che ora penso di avere superato.
Spero di fare nuove amicizie, di intraprendere nuovi confronti, di riprendere in mano la vita che nel frattempo corre.
Un saluto e un abbraccio.

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5382
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Mi ripresento per rimettermi in gioco

Messaggio da progettogayforum » lunedì 19 marzo 2018, 11:36

Intanto grazie delle bellissime cose che dici di questo forum! :D
sabato e domenica appena trascorsi c'è stato in contro con i ragazzi di Progetto, persone di tutte le età, anche della tua, simo arrivati ad essere in 17, venuti da varie parti d'Italia. Abbiamo passato due giorni insieme in giro per la città, a parlare tra amici. Molti si conoscono ormai da diversi anni e ti posso dire che si stava benissimo, la sensazione di poter parlare in modo libero con la certezza che gli altri capivano esattamente il senso dei discorsi e quindi il senso di liberà era veramente bellissimo, e mille miglia lontano dai modelli commerciali o dai quelli sei siti di incontri, 17 persone serissime che hanno il piacere di trascorrere un paio di giorno insieme. Io penso che un'esperienza del genere potrebbe piacerti molto perché vedresti l'assoluta normalità del mondo gay, intendo del vero mondo gay, fatto di ragazzi che cercano di realizzare la loro vita prima di tutto attraverso una rete di amicizie serie che possano essere dei veri punti di riferimento, perché l'equilibrio di un gay dipende molo più dalle amicizie che non dalla vita di coppia, che ci può benissimo essere, ma non è facile da realizzare e talvolta può essere una disillusione, perché si rischia di investirci troppo dal punto di vista affettivo. Le amicizie sembrano banalità, ma hanno una stabilità molto maggiore e creano rapporti che non si perdono nel corso degli anni. In primavera organizzeremo un altro incontro, vedi tu se credi possibile partecipare, io penso che ci staresti benissimo.
Un abbraccio e grazie di essere qui con noi!!

NickElf
Messaggi: 41
Iscritto il: venerdì 6 marzo 2015, 20:44

Re: Mi ripresento per rimettermi in gioco

Messaggio da NickElf » lunedì 19 marzo 2018, 15:30

Grazie Project! Grazie di cuore!
certo che mi piacerebbe venire a uno di questi incontri. Penso che sarebbe molto arricchente dal punto di vista umano. Dovrei però saperlo per tempo in modo tale da organizzarmi con gli impegni di lavoro e con il viaggio (provengo dal profondo Nordest...).
Grazie dell'accoglienza!

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5382
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Mi ripresento per rimettermi in gioco

Messaggio da progettogayforum » lunedì 19 marzo 2018, 15:53

Potrebbe essere tra la metà di Maggio e la metà di Giugno. Se mi mandi una mail (l'indirizzo lo trovi nella home del forum a Contatta Project) ti rispondo in privato.

Hospes91
Messaggi: 400
Iscritto il: domenica 19 giugno 2016, 17:31

Re: Mi ripresento per rimettermi in gioco

Messaggio da Hospes91 » martedì 20 marzo 2018, 18:03

Un suggerimento valido per tutti, e che non mi stancherò mai di dare: i problemi, qualunque essi siano, non vanno messi da parte, ma afferrati per le corna hic et nunc. Ragazzi, ignorateli solo se nel momento in cui si presentano non avete la possibilità di risolverli o trattarli, ma ripromettendovi di affrontarli nonappena sarà possibile. Non teneteli in quarantena per mesi, o, peggio ancora, ANNI sulla base di un'apparente funzionalità di questo modo di fare, poiché:
A) diventa un vizio, un modo di schivare le difficoltà e rimanere "piccoli";
B) è troppo comodo;
C) prima o poi diventeranno talmente opprimenti da essere loro ad imporvi di affrontarli, ma a quel punto saran dolori in quanto saranno cresciuti enormemente senza che neanche ve ne siate resi ben conto voi stessi. L'infezione va debellata il prima possibile, se no si diffonde!

Questo chiaramente in linea di massima, è chiaro che c'è sempre il caso particolare che richiede un approccio diverso, quindi sta all'intelligenza del singolo capire quando ci si possa permettere il lusso (che poi tanto lusso non è) di temporeggiare. Scusate se sembro quello che vuole fare il maestro in cattedra, ma sulla base di esperienze personali non mi stancherò mai di dare questo consiglio. Bentornato, Nickelf.

Avatar utente
Hugh
Messaggi: 152
Iscritto il: sabato 11 giugno 2011, 13:55

Re: Mi ripresento per rimettermi in gioco

Messaggio da Hugh » martedì 20 marzo 2018, 23:57

Bentornato, NickElf ! ;)
La lotta spirituale è dura quanto la guerra tra uomini
(Arthur Rimbaud, Una stagione all'inferno )

Maurizio63
Messaggi: 7
Iscritto il: giovedì 8 novembre 2018, 16:00

Re: Mi ripresento per rimettermi in gioco

Messaggio da Maurizio63 » venerdì 9 novembre 2018, 8:33

Ciao, ho letto con interesse la tua esperienza di vita. Io di anni ne ho 55 e ho fatto coming out solo 3 anni fa. Ora sono finalmente me stesso e vivo la mia omosessualità serenamente. Ho un compagno da due anni e mezzo che ha condiviso piu' o meno il mio percorso. Siamo coetanei, abbiamo un passato etero alle spalle, dei figli e siamo come rinati. Ci siamo dati una nuova vita, quella che avremmo sempre voluto e siamo piu' completi. Abbiamo fatto tesoro delle nostre esperienze, non abbiamo rinnegato nulla e incredibilmente stiamo mantenendo tutti gli affetti a noi piu' cari. A presto per continuare il nostro confronto.

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5382
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Mi ripresento per rimettermi in gioco

Messaggio da progettogayforum » venerdì 9 novembre 2018, 13:57

Ciao Maurizio! Francamente penso che storie come la tua non siano poi così rare. In effetti siamo o siamo stati tutti fortemente condizionati nella vita affettiva e penso sia proprio per questo che consideriamo incompatibili cose che non lo sono affatto, o che almeno non lo sarebbero in altri contesti. Il valore e la compatibilità dei rapporti affettivi non rispondono a regole generali, dipendono totalmente dalle persone. I condizionamenti esterni sono talvolta così profondi che sono assunti come ovvi e indiscutibili, anche quando ci condizionano radicalmente la vita.

Maurizio63
Messaggi: 7
Iscritto il: giovedì 8 novembre 2018, 16:00

Re: Mi ripresento per rimettermi in gioco

Messaggio da Maurizio63 » venerdì 9 novembre 2018, 15:20

Hai ragione, in effetti sono i comportamenti delle persone a favorire o meno i rapporti umani. Purtroppo i condizionamenti sono molto forti e ci fanno sorprendere per cose che dovrebbero essere considerate naturali. Ho cercato di crescere mia figlia libera dai pregiudizi cercando di darle gli strumenti per essere una donna indipendente e consapevole di se stessa. Ovviamente non facendole mancare la presenza ed il mio supporto. Sono molto orgoglioso di lei. Grazie per il confronto stimolante che mi hai dato.

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5382
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Mi ripresento per rimettermi in gioco

Messaggio da progettogayforum » venerdì 9 novembre 2018, 18:27

Mi fa immensamente piacere leggere quello che dici di tua figlia perché è evidente che tra voi c'è un rapporto serio e non è una cosa comune. Vedo spesso famiglie che sono apparentemente "del mulino bianco" ma dentro sono dei veri tritacarne in cui i genitori e i figli si rinfacciano le cose più terribili, vedo figli, anche adulti, che hanno paura dei genitori e genitori che hanno avuto paura di fare i genitori e hanno delegato il loro compito ad altri (spesso al coniuge separato) privandosi e privando i figli di rapporti fondamentali. Leggere quello che scrivi penso possa essere importante per tante persone. Vedo ancora oggi e non raramente dei gay sposati profondamente in crisi proprio per la presunta inconciliabilità della loro vita etero con il loro essere gay, e quando si trovano persone non gay ma bisessuali sposate, per il coniuge etero, capire che il bisogno dell'altra metà del cielo, provato dal compagno bisex, non è un tradimento coniugale è veramente difficilissimo. Leggevo ieri sul giornale di un gay napoletano che ha adottato come single una bambina down, che era stata rifiutata da 7 coppie etero, è un esempio di quanto possano essere assurdi i preconcetti!

Rispondi