Spiritualità e omosessualità

Il rapporto fra tematiche gay e religiose, nella vita di sempre
Avatar utente
konigdernacht
Moderatore Globale
Messaggi: 939
Iscritto il: giovedì 25 giugno 2009, 0:27

Re: Spiritualità e omosessualità

Messaggioda konigdernacht » venerdì 19 aprile 2013, 18:32

Caro Prometeo, dammi senza problemi del tu.
Precisato che con un minimo di onestà intellettuale si capisce che in uno spazio ridotto come questo si possono lanciare dei piccoli spunti e non trattare gli argomenti in modo esauriente, è ovvio che abbiamo opinioni diverse ed estremamente contrastanti.
Che la Chiesa Cattolica oggi abbia travisato il messaggio originale del Vangelo mi pare evidente, senza scomodare Kung che a te non piace e che io invece ritengo assolutamente stimolante ed onesto: basti pensare al celibato dei preti, quando per ragione storiche era più probabile che Gesù fosse sposato all'età di 33 anni che celibe (appunto). Evitando di imbrogliarci ulterirormente con finte storie di purezza-grazia-peccato, anche questo rientra sempre nella lettura storica della "regola" cristiano-cattolica diffusa quando sacerdoti vari intestavano le loro proprietà acquisite a mogli e figli (qualora non a favoriti), e soldi, disperdendo quindi il patrimonio che sarebbe potuto andare alla Chiesa stessa.
Faccio peraltro notare l'astuta mossa di usare il termine "celibato" e non castità, che salvo gli ordini minori, non è richiesta: un sacerdote non può sposarsi ma sì avere relazioni sessuali (in linea teorica, visto che non è prescritto il voto di castità per i sacerdoti ma solo voto di celibato, salvo ripeto gli ordini minori che fanno voto di povertà, castità, obbedienza).

Riguardo al contesto storico non applicato di cui mi fai glossa, analizzavo il testo dal punto di vista letterario, e se anche si considerasse storico, ne traggo solo la conclusione della "norma dell'ospitalità" e non di certo dell'esistenza degli angeli.

Chiudo comunque qui il discorso perché in evidente OFF TOPIC ;)
Saluti
Zerchmettert, zernichtet ist unsere Macht
wir alle gestürzt in ewige Nacht

Prometeo
Messaggi: 54
Iscritto il: domenica 17 marzo 2013, 18:34

Re: Spiritualità e omosessualità

Messaggioda Prometeo » sabato 20 aprile 2013, 7:44

Grazie per il "tu"!
Certo, concordo sul "piccolo spazio" però il "piccolo" non deve andare a cagione dell'oggettività. Del resto non servono molte parole per rendere il reale.
Far riferimento al celibato per dire del "travisamento" del Vangelo mi sembra un tantino eccessivo, non basta una prova per parlare di fatti.Il Gesù storico, con buona pace di Kung, non era sposato, poteva essere probabile, ma non è stato reale. Gesù, e su qto tutte le fonti concordano, non aveva moglie.
Per chi non crede o non è cattolico posso capire che il rapporto Grazia-peccato possa essere un dettaglio, ma per un credente è qualcosa di molto importante, di essenziale per comprendere la realtà cristiana, perchè il cristianesimo non è solo un fatto naturale, la sua componente soprannaturale non è relativa.
Circa poi la disonestà dei sacerdoti passati su soldi e vita morale: tutto vero quanto scrivi. Però non scordiamo che in ogni campo le generalizzazioni non vanno bene, l'errore di molti non dice nulla circa la bontà di tanti altri.
Quanto scrivi sulla differenza celibato-castità, scusami, ma non è proprio vero.
Nessun sacerdote, nessun diacono può avere rapporti sessuali, qto lo sanno proprio tutti. E' vero come ho scritto sopra che ci saranno sempre coloro che tradiscono, ma celibato e castità sono in strettissima relazione. Del resto la castità è richiesta a tutti, anche ai laici se non sono sposati, figurati ai sacerdoti. Vedi perchè bisogna tenere insieme la natura con la sopranatura per capire il cristianesimo?

La Bibbia se letta solo da un punto di vista letteraio non dice gran che, ma se letta con fede ti parla di angeli e di tante altre cose molto belle.

Non mi sembra, comunque, che sia stato un fuori tema il tuo intervento: qualche licenza possiamo anche permettercela. :)
Grazie!

barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Re: Spiritualità e omosessualità

Messaggioda barbara » sabato 20 aprile 2013, 9:39

Scusa l'ignoranza, ma il matrimonio in che epoca è nato? Voglio dire , per tutto il tempo della Bibbia esisteva già ? Quando Dio disse ad Adamo ed Eva ; Andate e moltiplicatevi lo disse perchè erano sposati?

Avatar utente
konigdernacht
Moderatore Globale
Messaggi: 939
Iscritto il: giovedì 25 giugno 2009, 0:27

Re: Spiritualità e omosessualità

Messaggioda konigdernacht » sabato 20 aprile 2013, 11:53

barbara ha scritto:Quando Dio disse ad Adamo ed Eva ; Andate e moltiplicatevi lo disse perchè erano sposati?
Questa domanda è di grandissima intelligenza ;)

Nel racconto biblico, in Gn 1, 27-28 si parla di Dio che crea l'uomo, poi la donna, e invita al dominio degli altri animali: in questi due numeri Dio benedice i due, e li invita ad essere fecondi e moltiplicarsi. In Genesi 2, 24 si dice che l'uomo si unirà alla donna, e pure in Genesi 4, 1 si parla di Adamo che si unisce a Eva sua moglie.
Quindi, come istituzione il matrimonio non appare proprio in questi primi passi, che invece (mi si corregga in caso) apparirà pienamente istituzionalizzata come è attualmente con l'incontro del cristianesimo e della giurisdizione romana.
Zerchmettert, zernichtet ist unsere Macht
wir alle gestürzt in ewige Nacht

Prometeo
Messaggi: 54
Iscritto il: domenica 17 marzo 2013, 18:34

Re: Spiritualità e omosessualità

Messaggioda Prometeo » sabato 20 aprile 2013, 13:34

La storia della salvezza conosce due momenti: l'Antica Alleanza e la Nuova Alleanza, due momenti del medesimo atto salvifico di Dio. Quindi due momenti che si rimandano a vicenda sia per la comprensione sia per l'evoluzione intrinseca dei contenuti.
Il sacramento del matrimonio come noi lo intendiamo viene creato da Gesù nel Nuovo Testamento, ma non viene alla luce come un fungo perchè Gesù non fa altro che elevare alla dignità di sacramento (segno efficace della Grazia) ciò che in "figura" (non chiedetemi di aprire qui tutta la spiegazione filologica e teologica di qto termine tecnico perchè dovrei scrivere un trattato e lo spazio non lo consente) è già contenuto dalla Genesi, infatti Gesù dice di sè che è venuto a portare a compimento la legge mosaica, quindi tutto ciò che sta nell'Antico Testamento.
Infatti è proprio in Genesi che si dice che i "due saranno una carne sola" (Gn 2,24c).
Quando poi nel Vangelo Gesù parla delle cose cattive che escono dal cuore dell'uomo e che lo contaminano, tra le altre, fa riferimento alla fornicazione che è esattamente il rapporto sessuale fuori dal matrimonio. Ma la stessa cosa la troviamo nell'Antico Test anche se in formulazioni diverse. Qto per dire che l'istituzione del sacramento del matrimonio (come del resto anche per gli altri 6 sacramenti) non è invenzione di uomini, ma viene direttamente da Gesù e che su qto aspetto della moralità si è impegnato Gesù stesso a definirne i contorni. Certo per chi non crede il problema non si pone, ma per chi crede non ci sono dubbi sull'autenticità di quanto fin qui detto.

barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Re: Spiritualità e omosessualità

Messaggioda barbara » sabato 20 aprile 2013, 14:15

Si ma anche due gay possono "sentirsi una carne sola", Che c'entra questo?
Prima parli di matrimonio come una condizione che rende lecite delle cose e poi mi vieni a dire , con un ragionamento piuttosto contorto per non dire sibillino, che Adamo ed Eva dobbiamo considerare come se fossero stati sposati , una carne sola???? perchè migliaia o milioni di anni dopo la Nuova Alleanza avrebbe agito con effetto retroattivo riconoscendo le unioni (non consacrate) riferite nella Bibbia come equivalenti a un matrimonio (sacramento che invece è iniziato solo con Gesu Cristo).
Bene, ci stai dando una speranza. ;) Magari verrà un giorno in cui ( si spera non fra un altro milione di anni) la Chiesa considererà alla stessa stregua dei matrimoni cattolici con effetto retroattivo anche le unioni gay ,che "in figura" sono unioni a tutti gli effetti. :mrgreen: Esse lo sono, mio caro, almeno per coloro che le vivono e secondo me anche per il Dio che la Chiesa pretende di interpretare.
Ultima modifica di barbara il sabato 20 aprile 2013, 17:08, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
konigdernacht
Moderatore Globale
Messaggi: 939
Iscritto il: giovedì 25 giugno 2009, 0:27

Re: Spiritualità e omosessualità

Messaggioda konigdernacht » sabato 20 aprile 2013, 15:26

barbara ha scritto:Magari verrà un giorno in cui ( si spera non fra un altro milione di anni) la Chiesa considererà alla stessa stregua dei matrimoni cattolici con effetto retroattivo anche le unioni gay, che "in figura" sono unioni a tutti gli effetti. Esse lo sono, mio caro, sono almeno per coloro che le vivono e secondo me anche per il Dio che la Chiesa pretende di interpretare.
Anche se non le accetta - come fai a cancellare 2000 anni di storia passati a condannare l'omosessualità? - non cambia niente :lol:
Zerchmettert, zernichtet ist unsere Macht
wir alle gestürzt in ewige Nacht

Prometeo
Messaggi: 54
Iscritto il: domenica 17 marzo 2013, 18:34

Re: Spiritualità e omosessualità

Messaggioda Prometeo » sabato 20 aprile 2013, 18:30

Barbara non ho proprio detto quello che hai scritto. Mi spiace.
Il mio discorso è su un altro piano, ho cercato di mostrare dove affonda le radici il sacramento del matrimonio. Se da qui vogliamo andare nel matrimonio gay allora siamo completamente su un'altra strada rispetto al tema che mi avevi posto.
Non mi sembra proprio di essere nè contorto nè sibillino, ho cercato di spiegare come posso, come sono capace quanto mi avevi chiesto.
Siccome non faccio dietrologie, alla tua domanda ho pensato occorresse la relativa risposta, ma forse supponevi altro.

barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Re: Spiritualità e omosessualità

Messaggioda barbara » sabato 20 aprile 2013, 23:53

Prometeo, siamo su un sito gay. Come puoi pensare che una mia domanda sul matrimonio non ha nulla a che fare con la condanna della chiesa sui rapporti omosessuali ? Ovvio che te l'ho chiesto perché non mi tornavano i conti circa le tue spiegazioni precedenti.
Comunque mi hai risposto e ti ringrazio.

Prometeo
Messaggi: 54
Iscritto il: domenica 17 marzo 2013, 18:34

Re: Spiritualità e omosessualità

Messaggioda Prometeo » domenica 21 aprile 2013, 9:20

Che siamo su un sito gay credo di averlo abbastanza chiaro in mente, spero di non essermi così perso da dissociarmi dal reale. Nonostante qta chiarezza io non do nulla per ovvio, per scontato: siamo su un sito gay, sono gay, ma qto non vuol dire che vedo tutto e solo nell'ottica gay. La mia sessualità non è il tutto della mia vita. Posso anche riflettere, studiare, discutere su tante altre cose, senza dover sempre fare riferimento alla mia sessualità, per qto non ho letto altro dietro alla tua domanda, cara Barbara.


Torna a “GAY E RELIGIONE”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite