8 marzo

La realtà dei gay, storie ed esperienze di vita gay vissuta
Rispondi
Avatar utente
naufrago18
Messaggi: 139
Iscritto il: mercoledì 27 ottobre 2010, 16:33

8 marzo

Messaggio da naufrago18 » martedì 8 marzo 2011, 23:15

Oggi 8 Marzo 2011, festa della donna

Io e 2 amici passeggiamo, anzi un mio amico ed un amico del mio amico

incontriamo 3 ragazze di cui una mia amica

auguri smack smack

amico dell'amico ad una ragazza (bruttina) delle tre: "ahah anche a te devo dare gli auguri? da lontano sembravi un uomo" :shock:

e noi:"ma sei stupido, ma sei deficiente, ma che cavolo dici?" :evil:

la ragazza:"str... povera tua madre che ti ha messo al mondo, finocchio di merda" :shock: :shock: :shock:

chiariamo il ragazzo non è gay (se lo fosse lo saprei ;) )

fatto sta che io (nella mente): "emh...chi tra i due?"

:cry: :D
Panta rei. Sarà, ma io mi sento sempre lo stesso.

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2410
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: 8 marzo

Messaggio da Alyosha » martedì 8 marzo 2011, 23:22

Devo essere sincero non ci vedo proprio nulla di male. Quella ragazza è stato solo offessa da un ragazzo troppo superficiale che gay proprio non è (noi abbiamo molto più stile, gentilezza e tatto, questo è indiscusso:)). Potresti prenderla a parte e spiegargli che era solo un etero deficente e nulla più. Infondo gli ha detto gay solo per dirgli lei non era affatto brutta e che se a lui non piaceva era gay lu e secondo me ha fatto pure bene. Purtroppo non sa che mentre lo diceva offendeva te che nella discussione non centravi nulla. La gente non pensa mai che usare la parola frocio (che già di suo fa schifo) per offendere potrebbe offendere qualcuno. A volte la uso pure io, mi diverte anche un pò, in questi casi secondo me c'è solo un pochetto da mettersi a ridere e nulla di più. Forse anche cambiare amico o fargli notare che è proprio un cafone. :)

Avatar utente
naufrago18
Messaggi: 139
Iscritto il: mercoledì 27 ottobre 2010, 16:33

Re: 8 marzo

Messaggio da naufrago18 » martedì 8 marzo 2011, 23:28

ma infatti lei ha utilizzato il termine finocchio solo perchè è stata la prima parola offensiva che le è venuta in mente...infatti come si vede dalle faccine prima ci sono rimasto male (tempo di 10 20 secondi per smaltire la rabbia) poi ridevo perchè se ha utilizzato quel termine davanti a me...beh...allora sono proprio camuffato bene :mrgreen: ...magra consolazione però! ;)
Panta rei. Sarà, ma io mi sento sempre lo stesso.

guy21
Utenti Storici
Messaggi: 1014
Iscritto il: martedì 19 maggio 2009, 19:33

Re: 8 marzo

Messaggio da guy21 » mercoledì 9 marzo 2011, 21:09

ormai la parola frocio è diventata di moda per offendere qualcuno perchè si vede che peggio di esser gay non c'è nulla almeno la vedo così ma va bè!

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2410
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: 8 marzo

Messaggio da Alyosha » mercoledì 9 marzo 2011, 22:14

Secondo me la parola frocio è proprio offensiva di suo, suona proprio aggrassica e cacofonico. Non andrebbe proprio usata:)

Torrismondo
Messaggi: 317
Iscritto il: sabato 12 febbraio 2011, 15:52

Re: 8 marzo

Messaggio da Torrismondo » giovedì 10 marzo 2011, 12:49

La ragazza è stata punta sul personale e trattata male quindi ci sta che abbia risposto in malo modo al ragazzo, però l'idea di offendere qualcuno dandogli dell'omosessuale denota secondo me un certo disprezzo. Posso capire la reazione della ragazza (hai dato un sonoro schiaffone al tuo amico?) però mi spiace un po'... :|
Velle parum est: cupias ut re potiaris oportet (Ov. Ex Ponto I 1, 35)

jovr
Messaggi: 14
Iscritto il: venerdì 11 marzo 2011, 14:49

Re: 8 marzo

Messaggio da jovr » venerdì 11 marzo 2011, 15:00

Ciao a tutti.
Principalmente penso che sia una tristezza che ci sia ancora QUALCUNO che fa gli "auguri" alle donne l'8 marzo.
L'8 marzo NON E' la "festa della donna", bensì la "giornata internazionale della donna". Non c'è nulla da festeggiare, è una ricorrenza politica che, giustamente è dedicata alle donne nell'anniversario di una tragedia.
La Storia racconta che nel 1908 un gruppo di operaie di una industria tessile di New York scioperò come forma di protesta contro le terribili condizioni in cui si trovavano a lavorare.
Lo sciopero proseguì per diverse giornate ma fu proprio l'8 Marzo che la proprietà dell'azienda bloccò le uscite della fabbrica, impedendo alle operaie di uscire dalla stessa.
Un incendio ferì mortalmente 129 operaie che cercavano semplicemente di migliorare la propria qualità del lavoro.

Tra di loro vi erano molte immigrate, tra cui anche delle donne italiane. L'8 marzo assunse col tempo un'importanza mondiale, diventando il simbolo delle vessazioni che la donna ha dovuto subire nel corso dei secoli e il punto di partenza per il riscatto della propria dignità.

L'8 Marzo è quindi il ricordo di quella triste giornata.
Non è una "festa" ma piuttosto una ricorrenza da riproporre ogni anno come segno indelebile di quanto accaduto il secolo scorso.

Scusate la lezioncina ma... a quanto pare c'è ancora qualcuno che deve imparare...

Jo

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2410
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: 8 marzo

Messaggio da Alyosha » venerdì 11 marzo 2011, 15:19

Personalmente ti ringrazio sapevo genericamente a cosa fosse legato, ma non lo specifico della storia. E' un vero peccato non ci sia coscienza storica almeno sulle origini delle cose in effetti.

jovr
Messaggi: 14
Iscritto il: venerdì 11 marzo 2011, 14:49

Re: 8 marzo

Messaggio da jovr » venerdì 11 marzo 2011, 15:31

boy-com, purtroppo fintanto che la TV (ma anche tutti gli altri Media) continuerà a farci pensare alle donne solo come fossero pezzi di carne da esibizione, sarà difficile uscirne fuori.
Martedì, se ci hai fatto caso, in TV non si faceva che ripetere una strana litania sul rispetto che dobbiamo alle donne eccetera eccetera... Tutto questo continuando a mostrare chiappe e tette e regalando mimose, senza nemmeno conoscere l'origine di questo gesto*.
Io credo che ogni donna si sarebbe dovuta offendere. Principalmente perché sarebbe corretto ricordarsi delle discriminazioni SEMPRE e non un giorno all'anno, e soprattutto perché essere "festeggiati", nell'anniversario di una tragedia, è a dir poco sconfortante.

Almeno qui, nel nostro piccolo, proviamo a non cadere in questo tranello sciocco e degradante.
:-)

*La Mimosa:
Nel settembre del 1944 si creò a Roma l’UDI, Unione Donne in Italia, per iniziativa di donne appartenenti al PCI, al PSI, al Partito d'Azione, alla Sinistra Cristiana e alla Democrazia del Lavoro e fu l’UDI a prendere l’iniziativa di celebrare, l’8 marzo 1945, le prime giornate della donna nelle zone dell’Italia libera, mentre a Londra veniva approvata e inviata all'ONU una Carta della donna contenente richieste di parità di diritti e di lavoro. Con la fine della guerra, l'8 marzo 1946 fu celebrato in tutta l'Italia e vide la prima comparsa del suo simbolo, la mimosa, che fiorisce proprio nei primi giorni di marzo, secondo un'idea di Teresa Noce, Rita Montagnana e Teresa Mattei.

barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Re: 8 marzo

Messaggio da barbara » venerdì 11 marzo 2011, 20:06

Ciao Jovr , sono più che felice di darti il benvenuto, specie dopo i tuoi post sull'8 marzo. Spero che avremo modo di confrontarci ancora su questi e altri temi, sui quali l'informazione non è mai troppa !

Rispondi