riflessioni a mente fredda

Solitudine, emarginazione, discriminazione, omofobia...
Rispondi
mbs500
Messaggi: 83
Iscritto il: domenica 30 maggio 2010, 17:59

riflessioni a mente fredda

Messaggio da mbs500 » giovedì 17 marzo 2011, 17:43

mercoledì 16 marzo 2011, h 18,36.

Oggi piove. Ieri pioveva. Ha cominciato a piovere lunedi sera, e non ha ancora smesso.
Sono in ufficio, è quasi tutto spento, ci sono solo io. Aspetto un cliente. È da qualche giorno che voglio scrivere questa lettera, comincio adesso, continuerò stasera, dopo che gli ospiti che verrano a cena saranno andati via. Gli ultimi avvenimenti di cronaca mi hanno fatto tornare un po' coi piedi per terra. Gheddafi, la Libia, gli sbarchi a Lampedusa, lo tzunami, il terremoto e il Giappone, le sue centrali nucleari, il referendum che tra poco si svolgerà in Italia proprio per saggiare se la popolazione italiana è favorevole o contraria a questa discussa questione del nucleare. Io sono dell'idea che la maggior parte della popolazione italiana non sappia proprio di preciso che cos'è l'energia nucleare, una centrale nucleare, i suoi pro e i suoi contro. Molti si sono fermati a Chernobil. Inoltre questa questione del Giappone e la decisione della Germania di chiudere i due impianti più vecchi (parliamo di strutture degli anni '70) sicuramente inciderà e in modo pesante sul referendum, che con grande probabilità sarà solo un'altra inutile grande spesa per le già disastrate casse dello Stato italiano. Personalmente sono molto favorevole allo sviluppo del progetto nucleare italiano, sia perchè non possiamo sempre "restare indietro" rispetto agli altri, sia perchè trovo inutile non avere centrali nucleari per principio eppoi andare a comprare l'energia prodotta da quelle tanto temute centrali nucleari dei nostri cugini francesi, che hanno pensato di andare a farle proprio sui confini con l'Italia. Non ha senso. Ma non possiamo fare diversamente. Ben il 30 % del fabbisogno energetico italiano, viene soddisfatto da fonti nucleari. Insomma non siamo in grado, da soli, con i mezzi tradizionali, di approvigionarci l'energia di cui abbiamo bisogno. Ma non è di questo che voglio parlare. È di me. Di come mi sento in questi giorni. Turbato, confuso, vuoto. Stamattina mi hanno rubato l'auto. Così appresa la notizia, sono andato alla polizia e ho sporto denuncia. ma non è solo questo. Avrei voglia di cambiare aria, ma in modo radicale. Cioè andare in un posto lontano dove non mi conosce nessuno, da solo, e li ricominciare a farmi una vita come dico io. Sono stanco di dover sempre fingere, recitare, stare attento a come parlo e a quel che dico. Non tutti siamo nelle stesse situazioni familiari, sociali ecc, e non tutti possiamo permetterci il gran lusso di essere spontanei, di essere trasparenti col mondo che ci circonda da vicino. Domani 17 marzo si festeggeranno i 150 anni dell'unità d'Italia. Qui a Torino la festa è nell'aria, molto sentita, in preparazione da settimane. E dunque? so che è utopico ma preferirei che si festeggiasse l'unità degli Itliani, che è cosa ben diversa, e ancora ben distante. Certo, questo è già un passo avanti, ma non basta. Ho saputo oggi a pranzo che un amico che consoco da molto tempo tra poche settimane andrà a vivere a Londra. Ahhh quanto lo invidio. Penso che io preferirei Parigi. Ma è lo stesso. Quel che conta è partire. Cambiare aria. Via!. Non che a Torino si stia male, anzi, ritengo sia una delle più più belle città del Mondo, forse La Città più bella del mondo, per me lo è. Ma mi ci sento stretto in quanto sono controllato e controllabile. Tutto li. Nonostante la giovane età ho già viaggiato parecchio e quanto basta per poter dire che non c'è un posto per il qule lascerei definitivamente Torino. Si sogna di andare via per avere più libertà. Ma come dice il proverbio "tra dire e fare c'è di mezzo un mare", ed è proprio così. C'è da dire che lui parte anche perchè in realtà non ha nulla da perdere. Parte da zero sia qui che li. E a questo punto la scelta ha un senso. Nel mio caso no. Eppoi credo sia ora di sfatare il mito che si vada all'estero per fare carriera. Almeno non di questi tempi. Più che altro direi che c'è la mania di vedere l'erba del vicino sempre più verde della nostra. Ma è proprio così? Io credo di no. Ultimamente i miei rapporti sentimentali sono stati al quanto deludenti. Storie zero. Avventure si, da perderne il conto. Ma non lasciano niente se non un po' di adrenalina che svanisce nel giro di poco tempo. Ma qual'è il problema?!? Non ci so fare? Non piaccio? Pretendo troppo e do troppo poco? Non riesco a capire. Continuo a leggere sul forum di ragazzi che ne incontrano altri e bene o male fanno la loro vita, vivono le loro esperienze. Con le loro gioie ed i loro dolori, le incertezze, le emozioni belle e brutte. Non riesco a capire per qule motivo non ci sia una persona disposta a considerarmi se non per sesso. Sembra che sia l'unico a non riuscire a trovare una persona con cui legare veramente. Certo, non sono un bambino, so bene che quanto leggo su progetto, le bellissime storie che riportano i rgazzi del forum, sono spesso adegutamente farcite da una buona dose di ottimismi che deriva dall'essere innamorati di qualcuno, anche incosciamente alle volte, ma accade. In ogni caso buon per loro. Per me per ora purtroppo non è così. Da poco ho conosciuto una ragazza, una bella ragazza, abbiamo passato un week end insieme, andremo in vacanza 15 giorni insieme ad agosto. Ma già me ne pento. Sento che non è roba per me. Mi sento in colpa per illuderla. Non è nella mia natura un eventuale relazione con lei. È una forzatura, una costrizione che impongo a me stesso per "dovere morale". Ma mi rendo conto che non porterà da nessuna parte. Quello che vorrei ora più di tutto è un ragazzo da poter dire mio, da poter amare e dal quale porter essere amato, col quale litigarci e farci l'amore, isomma le solite cose che fa una coppia che possa chimarsi tale. La sensazione è quella che il tempo cominci ad accorciarsi, devo sbrigarmi, fare presto, ma allo stesso tempo non ho voglia, rimando di continuo. Ci ragiono sopra solo quando mi paragono ai ragazzi della mia età e vedi che c'è chi comincia ad andare a vivere da solo, chi con il proprio ragazzo o ragazza che sia, chi a sposarsi, chi ad avere figli ecc. Io no. sostanzialmente passano i mesi e io rimango sempre li, sempre tutto uguale, sempre la solita cicareccia. E questo mi indispone, mi infastidisce, mi mette a disagio, e mi spinge a scrivere lettere come questa che magari sembrerà anche solo un palloso monologo, ma per me significa tanto, e cioè la possibilità di aprirmi in quancle modo a qualcuno, possibilità che personalmente non ho al di fuori del mondo virtuale. Adesso non ho più voglia di scrivere anche se di cose da dire ne avrei ancora tante. E nella speranza che qualcuno la legga e magari risponda, saluto e me ne vado.



Mbs 500
Memento Audere Semper...

nuovobiettivo
Messaggi: 10
Iscritto il: giovedì 17 marzo 2011, 18:24

Re: riflessioni a mente fredda

Messaggio da nuovobiettivo » giovedì 17 marzo 2011, 19:26

Ehy ciao mi sono appena iscritto e quindi semplicemente ti parlo da non esperto e per sfogarmi anch'io un pò. Capisco quel che provi e anche io non essendo dichiarato a volte mi sono concesso delle avventure senza coinvolgimento solo per un bisogno fisico e calmare gli ormoni. Ora chiedo a te e agli altri del forum: come si fa a trovare la persona giusta se ci si accontenta solo del sesso?? Se con gli altri ci fingiamo etero e fingiamo persino con noi stessi? Come si fa a trovare la persona giusta se tutti ci nascondiamo?

guy21
Utenti Storici
Messaggi: 1014
Iscritto il: martedì 19 maggio 2009, 19:33

Re: riflessioni a mente fredda

Messaggio da guy21 » giovedì 17 marzo 2011, 19:35

purtropppo msb500 ti capisco, sinceramente anche io sono stanco, ho voglia di cambiamenti, vorrei tanto lasciare l'italia! più ci penso e più penso che mi ha dato ben poco di quanto pensassi! non lo so sono sfiduciato, poi con questa cosa della festa dei 150 anni, mi chiedo veramente se siamo davvero uniti o se ci stiamo allontando sempre di più!
ogni giorno succede di tutto, tragedie,orrori, e chi ne ha più ne metta!
ma servono per forza delle tragedie o fatti simili per farci ritornare alla realtà, a essere disponbili l'uni verso gli altri, a capire il valore delle cose?
io me lo chiedo perchè so che sto facendo un sacco di errori in questi giorni ma mi chiedo se riuscirò a migliorarmi, riuscirò a essere senza rimorsi e sensi di colpa e sopratutto essere me stesso. caro msb500 non so che dirti davvero, posso solo dirti che ti capisco, per ora non posso darti nessun consiglio positivo perchè non me la sento, non servirebbe a niente lo direi solo per farti sentire meglio ma non lo penserei davvero. spero che il futuro sia più roseo di quanto lo sia adesso per tutti e 2, lo spero tanto!ciao!

Avatar utente
davide
Messaggi: 465
Iscritto il: domenica 2 gennaio 2011, 23:38

Re: riflessioni a mente fredda

Messaggio da davide » giovedì 17 marzo 2011, 19:45

x nuovoobiettivo non si può fingere per tutta la vita secondo me perche si arriva ad un certo punto in cui diventa un tale peso la maschera che ci portiamo dietro che pian piano rivela delle crepe sempre piu profonde finchè non si rompe del tutto lasciandoci scoperti...il fatto che cada però è un bene,rappresenta la nostra chance per iniziare un percorso diverso da quello intrapreso,un percorso fatto di una nuova consapevolezza e coscienza.
Ci sono persone con cui il fingere non serve,riescono a scorgerci cosi in profondità da comprendere subito il nostro giochetto....non si ha scampo...quelle sono le persone giuste,ci mettono di fronte il fatto nudo e crudo e ci costringono ad affrontralo per il nostro bene...chi cerca solo sesso per me(PER ME ribadisco) non fa altro che volersi creare delle barriere,delle mura dietro cui celarsi,nascondersi per sentirsi al sicuro dai sentimenti che ci sconvolgono e ci scombussolano da dentro...bisogna saper rischiare delle volte,esporsi a nostro rischio e pericolo...si possono ricevere tante ferite è vero ma vogliamo restare per sempre nella nostra teca di vetro e vedere gli altri vivere la loro vita con gli artigli e i denti consci delle difficoltà?....

sono una foglia che danza portata dal vento. vengo a cercarti...per incontrarti di nuovo come fosse la prima volta

mbs500
Messaggi: 83
Iscritto il: domenica 30 maggio 2010, 17:59

Re: riflessioni a mente fredda

Messaggio da mbs500 » giovedì 17 marzo 2011, 19:46

caro nuovobiettivo,
innazitutto benvenuto tra noi :P
vedrai che qui su progetto gay troverai tutta una schiera di persone amichevoli, intelligenti , serie, pronte ad affrontare qualsiasi argomento in modo adulto e costruttivo. potrai parlare di qualsiasi cosa. ;)
ti ringrazio per aver letto tutto il mattone che ho postato.
vedi le persone non si scelgono, non si trovano. capita per caso d'incontrarle. ogni giorno ognuno di noi incontra per la sua strrada decine, centinaia di persone. in treno sul tram al supermercato a scuola, ovunque. con alcune inizia un rapporto con moltissime no. un rapporto che può essere amicizia, lavoro, amore, chi lo sa! una cosa è certa, anche se per chi non è dichiarato le cose sono un po più complesse, vedrai che quando arriva quella giusta te ne accorgi. è inevitabile. all'istante lo capirai. :) p.s. c'è anche una chat molto movimentata dove poter chiacchierare tutti insieme. a presto Ciao:)
Memento Audere Semper...

mbs500
Messaggi: 83
Iscritto il: domenica 30 maggio 2010, 17:59

Re: riflessioni a mente fredda

Messaggio da mbs500 » giovedì 17 marzo 2011, 19:49

hai ragione davide ma se come dice lui è inesperto forse è meglio che si faccia le ossa, sappiamo bene tutti qui che il nostro è un mondo disseminato di ostacoli, se la mascherà che dici si sgretola piano piano almeno ha il tempo di imparare un po come funziona, eppoi tutti noi, chi più chi meno, abbiamo fatto le nostre esperienze no?
Memento Audere Semper...

mbs500
Messaggi: 83
Iscritto il: domenica 30 maggio 2010, 17:59

Re: riflessioni a mente fredda

Messaggio da mbs500 » giovedì 17 marzo 2011, 19:56

caro guy,
mi sembra di capire che sei più giù di corda di me. non so che dire, vorrei scriverti mille cose ma confonderei solamente le idee a entrambi, boh speriamo passi...
Memento Audere Semper...

Avatar utente
davide
Messaggi: 465
Iscritto il: domenica 2 gennaio 2011, 23:38

Re: riflessioni a mente fredda

Messaggio da davide » giovedì 17 marzo 2011, 19:56

C'è un tempo per ogni cosa ,per crescere,maturare,fare esperienze..a poco a poco,a piccoli passi dobbiamo muoverci senza forzare le cose.La maschera però può crollare da un momento all'altro,dipende da quanto è stata tessuta bene e da quanto si adatti alla nostra persona.L'abbiamo creata noi alla fine,ne siamo gli artefici quindi è svincolata da qualsiasi legame temporale e spaziale..un vantaggio è che ce ne accorgiamo quando sta per venir bene e quindi questo ci da il tempo per prepararci o almeno tentare di esserlo

sono una foglia che danza portata dal vento. vengo a cercarti...per incontrarti di nuovo come fosse la prima volta

mbs500
Messaggi: 83
Iscritto il: domenica 30 maggio 2010, 17:59

Re: riflessioni a mente fredda

Messaggio da mbs500 » giovedì 17 marzo 2011, 20:07

vero davide concordo, a patto che faccia le cose con calma, alcune strade una volta intraprese sono dei biglietti di sola andata, non puoi più tornare indietro. solo che a 15 anni certi problemi li affronti in un modo a 20 in un altro a 30 in aunaltro ancora... quindi è bene pensarci bene...
Memento Audere Semper...

nuovobiettivo
Messaggi: 10
Iscritto il: giovedì 17 marzo 2011, 18:24

Re: riflessioni a mente fredda

Messaggio da nuovobiettivo » giovedì 17 marzo 2011, 20:09

x Davide: Hai pienamente ragione perchè si vive di menzogne e si sopravvive anzichè vivere, a forza di fingere, anche a me stesso, mi sembra di impazzire a volte. Io non cerco solo sesso ma è la via più facile per soddisfare i propri bisogni fisiologici per chi si nasconde! Purtroppo non è facile conoscere ragazzi gay per strada nella vita di tutti i giorni o forse sono io che non so aspettare! Cmq hai ragione la cosa più brutta è vedere gli altri che vivono intensamente la propria vita mentre io invece di darmi una mossa mi piango addosso come un pirla! Grazie Davide.

x mbs500 : grazie anche te per la disponibilità ma questo è il tuo post... ;)
A quanto ho capito lavori...Non ti è mai capitato di conoscere a lavoro un ragazzo gay o frequentando una palestra o altrove? Ti sei mai innamorato? Come mai stai uscendo con questa ragazza?

Rispondi