L’orgoglio che ci ucciderà

Che cosa significa essere gay
Rispondi
br_ba_bo_ba
Messaggi: 60
Iscritto il: domenica 12 giugno 2011, 20:28

Re: L’orgoglio che ci ucciderà

Messaggio da br_ba_bo_ba » domenica 19 giugno 2011, 19:58

Impegni improvvisi avevano richiamato altrove la mia attenzione.

@Ilex: non credo si faranno problemi, le parole gentili hanno il potere di calmare gli animi :)

@aquilone: il tuo voler essere super partes a tutti i costi rende tutto più insipido (opinione mia). Non hai letto, non ho detto, non c'è rispetto, non credi al Pride, non credi alle lotte femministe, non condividi...
E' rimasta un po' di prassi?
Per finire, chiudo citando Montale: "Codesto solo oggi possiamo dirti, ciò che non siamo, ciò che non vogliamo".

Appropriato, non trovi?
"Rose tints my world,
Keeps me safe from my trouble and pain!"

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2423
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: L’orgoglio che ci ucciderà

Messaggio da Alyosha » domenica 19 giugno 2011, 22:16

Ribadisco per la seconda volta che politica e Pride sono strettamente correlati.
Si infatti era esattamente quello che ti dicevo. Ed è il problema che vedo sinceramente di tutta questa discussione. Centra la politica, centrano scelte di fondo, le proprie convinzioni... se la bandiera gay ha tanti colori forse il motivo è che tutti questi colori dovrebbero soltanto camminare assieme senza per questo mescolarsi o dividersi. Io penso semplicemente che tutti questi discorsi alla lunga allontanino da una serena discussione e dalla possibilità di confrontare le nostre esperienze su altro, così come di condividere in fondo un atteggiamento comune rispetto all'omosessualità... Ecco perché secondo me è una questione di buon senso non parlare di politica o religione in questi spazi, più che di regolamento...
Un abbraccio Br_ba_bo_ba, mi pare che non ci siamo ancora presentati io e te...

Johnny
Messaggi: 80
Iscritto il: sabato 11 giugno 2011, 19:02

Re: L’orgoglio che ci ucciderà

Messaggio da Johnny » lunedì 20 giugno 2011, 10:02

Accidenti se i gay non accettano nemmeno che qualcuno la pensa differentemente da loro sul pride, e che dicono che noi vogliamo imporgli la nostra posizione, sono proprio alla frutta.

Si qualcuno ci andrà pure per rivendicare diritti per carità, diritti poi in cui si campa benissimo lo stesso senza, perchè del gay discriminato a lavoro se ne fa tragedia, dei milioni di precari, che per qualsiasi motivo vengono licenziati invece non gliene frega niente a nessuno.
Guarda casa ognuno manifesta sempre e solo a senso unico, quando se non puoi baciarti per strada, è proprio perchè non si sa vivere con le persone per strada.
L'ignoranza c'è e continuerà ad esserci, ma secondo me è più utile l'intervento dell'onu sui diritti umani che una manifestazione tipo il pride.

Ma se ad uno il pride fa schifo, sarà libero di dirlo o no? Ma come libertà di pensiero e d'espressione, solo quando fa comodo a qualcuno? Devo plaudire una manifestazione che non mi rappresenta? O devo star zitto perchè fa comodo?
Come chi è libero di manifestare e mettersi le piume, io sono libero anche di dare un opinione, e comunque ognuno si prende la responsabilità delle proprie azioni. Se si è cosi sicuri di se stessi, d'altronde non gli importerà a qualcuno se viene visto come un pagliaccio no?

Parlare di politica è importante e come, perchè qualcuno associa la politica ai vari partiti di destra, centro o sinistra, ma non è quella la politica. La politica sono le scelte che riguardano ogni cittadino e che ci riguardano tutti i giorni da quando lavori, a quando paghi le tasse, a quando c'è una legge.
Ignorare la politica, significa fregarsene e lasciare che qualcun'altro (spesso in cattiva fede) ti governi e faccia i suoi interessi invece che quello dei cittadini.
Comunque se sul forum è vietato di parlare di politica, bisogna rispettare questa regola, ma bisogna anche vederne il confine. Forse ci si riferisce al fatto che non bisogna criticare e tirare in mezzo i propri credi politici.

Avatar utente
Cagliostro
Messaggi: 413
Iscritto il: venerdì 4 febbraio 2011, 23:36

Re: L’orgoglio che ci ucciderà

Messaggio da Cagliostro » lunedì 20 giugno 2011, 10:12

Johnny ha scritto:Accidenti se i gay non accettano nemmeno che qualcuno la pensa differentemente da loro sul pride, e che dicono che noi vogliamo imporgli la nostra posizione, sono proprio alla frutta.

Si qualcuno ci andrà pure per rivendicare diritti per carità, diritti poi in cui si campa benissimo lo stesso senza, perchè del gay discriminato a lavoro se ne fa tragedia, dei milioni di precari, che per qualsiasi motivo vengono licenziati invece non gliene frega niente a nessuno.
Guarda casa ognuno manifesta sempre e solo a senso unico, quando se non puoi baciarti per strada, è proprio perchè non si sa vivere con le persone per strada.
L'ignoranza c'è e continuerà ad esserci, ma secondo me è più utile l'intervento dell'onu sui diritti umani che una manifestazione tipo il pride.
Perfettamente concorde con te.
Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima
Albert Einstein


Chi semina raccoglie,
ma chi raccoglie si china...
...e a quel punto è un attimo...

Rispondi