Crea sito
 
Oggi è domenica 19 novembre 2017, 10:50

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




 Pagina 6 di 6 [ 53 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Liberamente gay
MessaggioInviato: mercoledì 22 febbraio 2012, 0:24 

Iscritto il: martedì 28 giugno 2011, 22:59
Messaggi: 62
Dato che mi sento in parte tirato in causa, (anche se so che non ti riferivi direttamente alla mia mini esperienza boy-com) ci terrei a sottolineare che per quanto mi riguarda non sto cercando alcun tipo di ambiente/ghetto in cui trovare compassione o sostituire la rete di relazioni sociali di una vita..
La descrizione che hai fatto qua sopra è quanto di più lontano da quello che vado cercando quando ho provato a bazzicare quell'ambiente (ed è il motivo per cui mi sono rivolto a un organizzazione specifica che sapevo essere seria e ben strutturata, che si pone addirittura il problema del "ghetto" nel suo statuto e nulla centra con il flirt, discoteche o aperitivi.. (non che non ci siano poi, ma non è lo scopo con cui le fanno, credo) e quindi condivido pienamente le tue perplessità!

E' solo che "il guscio" di cui si parlava sopra era per me diventato intollerabile.. e forse ancor di più le mie speranze patetiche di incontrare un giorno, magicamente, in università / al lavoro/ in piscina / ... lo sguardo di un ragazzo con cui potersi aprire, condividere esperienze, pensieri, essere me stesso e non dover per una volta fingere..
e se era questo quello di cui ho bisogno, tanto valeva cambiare approcio..
Non che sia una cosa che non sia possibile integrare nella "vita regolare" o ottenere da amici etero (beh.. alcune cose forse no;), ma dato che al momento potersi aprire con i miei amici più fidati è impossibile senza ricadute familiari/lavorative/extra "amicizia" (.. o meglio... forse con qualcuno potrei anche, ma non con tutti, e ho paura delle loro reazioni, della loro compassione, o dubito ingiustamente della loro capacità di mantenere un "segreto"..? boh)
ancora peggio è con tutto il resto dei "conoscenti/colleghi" con cui interagire ogni giorno.. e con cui non posso certo mettere un annuncio su facebook: "sono gay." per poter finalmente essere meno represso nella mia interazione quotidiana (sì è una boutade, ma a volte mi piacerebbe proprio farlo!) per cui dover spiegare ogni volta perché non ho una ragazza, che no, non è ora che mi trovo qualcuna, che no, non mi porto la mia dolce metà a questa festa, che no, non non posso aggiungere niente sulla vita di coppia, ecc..ecc..

Quindi io ho visto in questi contesti, un setting che mi ha permesso di provare ad eliminare, almeno per una volta, una "incognita" nel rapporto con altre persone. Per provare, a vivere la mia omosessualità non come un "segreto che so solo io e che mi rende diverso da tutti gli altri" (anche se non è affatto così), ma come quella di una persona fisica nella mia totalità.
Ovvio che quando esco da lì sono di nuovo il lavoratore Muzzle (?) apparentemente eterosessuale e perennemente single.. ma allo stato attuale non posso proprio permettermi altrimenti, e, ripeto, la sensazione di essere me stesso anche in una semplice chiacchierata ha avuto un effetto spiazzante che dura anche fuori, ben oltre lo specchio del paese delle meraviglie (almeno per me che sono un pivellino che non aveva mai parlato con nessun gay, se non con i vostri avatar) e al contrario mi sfida a chiedermi se erano reali tutte le cose che avevo provato prima.. (altra boutade, no, non dubito sul reale valore delle mia amicizie :'p ma parlando in termini di rapporti affettivi, son sicuro di aver preso parecchi di quegli abbagli in passato...)

Con questo non volevo affatto puntualizzare niente del tuo discorso che condivido, né dire qualcosa sulle motivazioni per andarci/non andarci, ma dato che non mi ritrovavo leggendo quelle tue parole, ho voluto solo approfittare di questo spazio per chiarirmi io stesso le idee ;)



_________________
Ha aperto la mano sinistra. Così ci ho messo dentro la mia storia.
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Liberamente gay
MessaggioInviato: mercoledì 22 febbraio 2012, 9:55 
Utenti Storici

Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22
Messaggi: 2861
Si è parlato di "frivolezza". Invece io preferisco parlare di certe esperienze in termini di "leggerezza". L'immagine che mi viene in mente è quella del palloncino rosso nell'avatar di Boy-Com. Può pure farci tristezza il pensare a tutto quel grigio che ci sta intorno, ma meno male che c'è quel palloncino...
Questi momenti non sono uguali da persona a persona. Chi si diverte in una cena sociale può trovare ansiogeno andare in discoteca , e viceversa.
Fare i tuffi in mare può essere terrorizzante per alcuni ed accitante per altri.
Anche questo forum per molti ragazzi omosessuali rappresenta il palloncino rosso. L'ho sentito dire molto spesso.
Una volta un ragazzo mi ha raccontato di avere sperimentato la leggerezza dopo essersi trasferito a Milano entrando in un negozio e sentendo la commessa chiedere a un ragazzo come stava il suo fidanzato . Nè la commessa nè il ragazzo potevano sapere che l'altro cliente presente fosse omosessuale e non si erano fatti alcun problema. Questa situazione era un capovolgimento , un assaggio di libertà, un palloncino rosso nel grigio.
Ci sono delle cose che sono per noi il nostro "sabato del villaggio", la nostra vacanza , quando ci togliamo di dosso la fatica del pensieri e ci ricarichiamo.
Lasciamo fuori dalla porta la nostra zavorra, che sia il lavoro o la famiglia o la condizione di "diversi" che ci portiamo dietro. E questo è essenziale per prendere le distanze e osservare dall'esterno la nostra alienazione, capire quanto ci costa, quanta libertà ci toglie e trovare la strada possibile per uscirne.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Liberamente gay
MessaggioInviato: mercoledì 22 febbraio 2012, 16:48 

Iscritto il: giovedì 7 luglio 2011, 22:56
Messaggi: 385
Ci voleva proprio il commento pacificatore di mamma Barbara! Se non ci fossi tu sul forum...! E' precisamente questo il punto, se ho capito bene cosa intendi; senza che l'associazione, qualunque essa sia, diventi il fulcro delle tua vita, può fornire qualcuna delle risposte che cerchi; certo, dipende molto da quali sono le tue domande; per risolvere turbe psichiche profonde può fare ben poco, ma se i tuoi obiettivi sono semplicemente confidarti con qualcuno in carne ed ossa, scoprire cosa siano davvero gli omosessuali (cioè niente di diverso dagli altri), svagarti un poco e magari fare qualche incontro interessante in un ambiente più protetto che non sia quello del sito di incontri, allora l'associazione credo che possa davvero aiutarti.


Non connesso
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 Pagina 6 di 6 [ 53 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

phpBB skin developed by: John Olson
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group


Creare forum
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010