Gay e ancora vergine

Approccio dei ragazzi gay verso la sessualità
Avatar utente
Pugsley
Messaggi: 139
Iscritto il: giovedì 29 aprile 2010, 19:13

Re: Sono ancora vergine

Messaggioda Pugsley » mercoledì 30 gennaio 2013, 15:18

@Felix
Ciao Felix,
non preoccuparti, non scappo ;)

@Totoro
Ciao Totoro,
Sì esatto. Ho paura a lasciarmi andare sia psichicamente che fisicamente.
Ultima modifica di Pugsley il mercoledì 30 gennaio 2013, 21:53, modificato 1 volta in totale.

Totoro
Messaggi: 114
Iscritto il: martedì 3 luglio 2012, 4:01

Re: Sono ancora vergine

Messaggioda Totoro » mercoledì 30 gennaio 2013, 19:39

Perchè, se ti lasci andare che succede?
 


"La capacità di stare da soli è la capacità di amare. Può apparirti paradossalle, ma non lo è. E' una verità esistenziale: solo le persone in grado di stare da sole sono capaci di amare, di condividere, di toccare il nucleo più intimo dell’altra persona, senza possederla, senza diventare dipendenti dall’altro, senza ridurla a un oggetto e senza diventarne assuefatti."

Avatar utente
Pugsley
Messaggi: 139
Iscritto il: giovedì 29 aprile 2010, 19:13

Re: Sono ancora vergine

Messaggioda Pugsley » mercoledì 30 gennaio 2013, 21:53

Entro in ansia...

Felix
Messaggi: 225
Iscritto il: giovedì 25 novembre 2010, 16:24

Re: Sono ancora vergine

Messaggioda Felix » lunedì 4 febbraio 2013, 20:49

Caro Pompeo,
finalmente riesco a scrivere come promesso la scorsa settimana...

Partirei da una frase che ho letto tempo fa nei bagni dell'università (per un volta tanto niente annunci di prestazioni favolose! :lol: :mrgreen: :lol: ):
"Più condiamo la nostra vita con la paura, più velocemente verrà divorata"
Mi è tornata in mente quando ho letto il tuo post e mi sembra evidente il perché. Parli della paura di molte cose e nei post successivi spieghi un po' meglio a cosa ti riferisci.
In ogni caso, mi prmetto di partire da una considerazione di fondo, vale da dire la questione della paura. Immagino che ti sia posto più volte il problema e abbia cercato di capirne il perché.
Personalmente vi leggo una buona dose di disistima, per cui non mi riesce difficile immaginare che le conseguenze siano quelle che hai descritto: dalla bassa autostima deriverebbe l'ansia di doversi confrontare con gli altri ed è ovvio che questa si presenti solo nelle situazioni in cui ti senti in svantaggio (con i ragazzi che ti piacciono)...

Quanto alle altre paure, beh, un po' sono comprensibili, ma tieni presente che, a quanto mi pare di capire, si tratta di cose che non conosci ancora per esperienza ed è normale che il nuovo possa generare paura. Semplicemente perché essendo "nuovo" non hai parametri di riferimento con cui poterti confrontare...
In quello che scrivi inoltre, leggo anche forme di elucubrazioni di situazioni che potresti trovarti a vivere e che, al solo pensiero, creano in te disagio. "PAURA". In questo caso, la cosa migliore sarebbe fermarsi un attimo e considerare che cete situazioni potrebbero esserci, ma al tempo stesso, potrebbero anche non esserci, perché se è vero che potresti trovarti a vivere un'esperienza dolorosa del sesso, o una relazione in cui tu metti tutto di te e non senti di essere ricambiato, è anche vero il contrario. Vale a dire che potresti trovarti a vivere una situazione in cui l'apertura reciproca con l'altro, vi permetta di stabilire e costruire un giusto equilibrio e di sperimentare una libertà sorprendente.
Di conseguenza, trattandosi di un discorso di possibilità, di contingenza, perché perdere tempo a pensarci? L'unico effetto che ne hai è che la tua paura si nutre e si ingigantisce, mentre la cosa migliore da fare, sarebbe quella di ignorare questi pensieri negativi, lavorare su te stesso perché aumentando la tua stima la tua paura "abbia paura" di te e si dissolva.
Il resto, lo scoprirai solo vivendo e ti auguro che sia una scoperta affascinante!

Mi rendo conto, caro Pompeo, che forse non ho scritto in linea con quelli che sono i tuoi sentimenti, ma ho cercato di mettermi in ascolto e di entrare il più delicatamente possibile nella tua vita. Se non ci sono riuscito, ti prego perdonami.

Affettuosamente
Felix
E ti vengo a cercare con la scusa di doverti parlare, perché mi piace ciò che pensi e che dici, perché in te vedo le mie radici.
...
E ti vengo a cercare perché sto bene con te.

Perché sei un essere speciale
ed io avrò cura di te


(F. Battiato, E ti vengo a cercare/La cura)

Avatar utente
Pugsley
Messaggi: 139
Iscritto il: giovedì 29 aprile 2010, 19:13

Re: Sono ancora vergine

Messaggioda Pugsley » mercoledì 6 febbraio 2013, 22:34

Grazie Felix :*

Rerum
Messaggi: 49
Iscritto il: venerdì 5 giugno 2009, 23:49

Re: Sono ancora vergine

Messaggioda Rerum » giovedì 7 febbraio 2013, 0:17

Caro amico Pompeo ti capisco benissimo. Anche io ho paura del sesso e del dolore che puo comportare ma sono venuto a comprendere che non e' necessario fare sesso per avere una relazione,inoltre ogni persona ha lo sfintere diverso alcuni sono troppo incompatibili...quindi non lo vedo necessario se si prospetta troppo doloroso,poi bisogna pure capire che parte interpretare o se si e' versatili,almeno credo XD. Ad ogni modo credo nella mia ignoranza che per non essere delusi o per eliminare la paura della delusione nel condividere le tue emozioni bisogna incontrare la persona giusta.Anche se puo sembrarti scemo io diedi tutto ad un mio amico etero,cioe diedi il mio tempo la mia pazienza...sarei potuto arrivare a dare anche me stesso. Quest emozione forte o se vogliamo quasi follia mi ha accompagnato per tre anni ed era sempre costante. Sono sentimenti forti che oggi a distanza di due anni mi mancano perche non li provo piu. Io avrei piu paura nel non provarli che nel provarli perche sono una marcia in piu,riescono a regalarti dei superpoteri che nemmeno immagini,ti cambiano.
Inoltre credo che valga la pena scriverlo,io credo che la scrittura sia in grado di farti capire meglio cosa sei e cosa vuoi. Mi ricordo che le prime volte non riuscivo nemmeno a dire la parola gay quando feci il mio co ad una mia amica e lo dovetti scrivere sul banco,ma appena lo feci presi coscienza di quello che ero e sono.
Avere paura e' normale ci rende umani. Bisogna solo essere coraggiosi,anche se si ha paura nel provare qualcosa di nuovo ma lo si vuole provare allora vale la pena tentare di farlo. La vita e' una sola e personalmente ho capito che non vale la pena avere rimpianti. Bisogna essere forti,credere in se stessi,perche se non lo facciamo prima noi allora chi lo fara?
Tu sei una persona fantastica,unica,e anche una dei primi che incontrai in questo sito anni fa,praticamente ti stimo anche se non ci siamo mai visti o frequentati.
Spero che con questo ti ho un po rasserenato.E non far che la paura ti mangi vivo.E' giusto averne ma bisogna conviverci e non sopravvivere a causa di essa.


P.S. Se fossi della tua stessa citta' ci uscirei io con te per andare in centro a mangiare un gelato!

ronny88
Messaggi: 34
Iscritto il: mercoledì 8 agosto 2012, 12:27

Re: Sono ancora vergine

Messaggioda ronny88 » giovedì 7 febbraio 2013, 1:00

Ciao! Io ho 25 anni e sono in una situazione simile.. penso di essere una di quelle persone per cui il sesso ha poco interesse, per lo meno se non è supportato da un forte affetto.. il problema è che non mi innamoro facilmente ed per i gay è più difficile trovare un possibile partner che non sia interessato solo al sesso.. non tanto perchè non esistono gay "seri", ma perchè se per gli etero è già difficile trovare la persona giusta.. per un gay è necessario prima di tutto capire se la persona è a sua volta gay.. questo aspetto spesso blocca gran parte degli approcci...

Uscirei anch'io molto volentieri per un gelato o una passeggiata e non necessariamente per instaurare una relazione..

Personalmente mi piacerebbe molto anche conoscere altri gay per instaurare rapporti di amicizia e condivisione, penso che anche a te (come a tutti) sarebbe molto utile per confrontarsi su argomenti che non è facile trattare con altre persone..

Avatar utente
Pugsley
Messaggi: 139
Iscritto il: giovedì 29 aprile 2010, 19:13

Re: Sono ancora vergine

Messaggioda Pugsley » venerdì 8 febbraio 2013, 23:54

@Ciao Rerum,
ti ringrazio per la tua risposta, sei sempre molto gentile, e rinnovo la stima e l'affetto che hai nei miei confronti verso la tua persona.
Prima o poi verrò fuori da questa situazione. :)

@Ciao Ronny88,
piacere di conoscerti, sono contento che tu abbia dato un tuo parere. Se abitassimo vicini uscirei davvero volentieri per prendere un gelato con te. :)

-------------

In realtà queste questioni in chat non sono molto ben accettate, scelte della direzione.

Avatar utente
IsabellaCucciola
Messaggi: 1386
Iscritto il: venerdì 30 marzo 2012, 18:40

Re: Sono ancora vergine

Messaggioda IsabellaCucciola » giovedì 21 marzo 2013, 16:33

Ciao Pugsley, intanto ti chiedo scusa se arrivo così in ritardo nel cercare di poter scrivere qualcosa che possa aiutarti…
E' difficile dire queste cose alla mia età.

Intanto cercherei di non preoccuparmi dell’età, anche se mi rendo conto che più il tempo passa e più questa assume un “peso”, che forse gli diamo noi… Io ho 30 anni, non ho mai avuto un rapporto sessuale con un ragazzo, non ne ho mai baciato uno e non so neanche cosa significhi poter abbracciare un ragazzo, o poter intrecciare le mie dita con le sue…
Le paure che provi sono le stesse che provano tanti ragazzi, le paure che ho anche io, la paura del dolore in un rapporto fisico, la paura che la quantità di affetto che non diamo a una persona non sia ricambiata totalmente, ma solo parzialmente… Si ha sempre la paura di lasciarsi andare e alla fine di venire solo feriti…

Mi rendo conto che il fatto di sapere che non sei solo in questa situazione non possa concretizzarsi in un vero consiglio o comunque in un aiuto…

http://www.youtube.com/watch?v=9_DVanJRXLQ

Un grande abbraccio…

Isabella
Ogni sera quando mi ferisco una parte di me si chiede cosa stia facendo, ma io non so cosa risponderle. Guardo il sangue colare dalla ferita, colare a terra, goccia dopo goccia, come una clessidra.

Avatar utente
Gio92
Utenti Storici
Messaggi: 626
Iscritto il: domenica 6 settembre 2009, 18:19

Re: Sono ancora vergine

Messaggioda Gio92 » giovedì 21 marzo 2013, 17:30

se vivi la tua sessualità con ansia, vuol dire che non ti sei ancora accettato del tutto ;)

saluti :P
Non è forte chi non cade, ma chi cade ed ha la forza per rialzarsi!


Torna a “GAY E SESSO”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti