Crea sito
 
Oggi è sabato 23 settembre 2017, 9:22

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




 Pagina 5 di 7 [ 64 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Può bastare l’affetto?
MessaggioInviato: sabato 20 aprile 2013, 21:36 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 30 marzo 2012, 18:40
Messaggi: 1386
Ciao Calymero...
Calymero ha scritto:
Isabella mi dispiace, mi rendo conto che certe volte alcune opinioni su noi stessi, specialmente in certi frangenti della propria vita, rimangano impresse come marchi indelebili.
Ma è evidente che il problema era nelle persone che ti hanno bollato come tale, non in te!
Vedi, anni fa quando ho preso consapevolezza dell’essere gay (non era ancora diffuso Internet come oggi), ogni cosa intorno a me mi diceva, anzi mi inculcava (direttamente o indirettamente), che essere gay fosse un male, una cosa sbagliata.
Ebbene a furia di ricevere tali messaggi reiterati nel tempo, io mi sono autoconvinto che fosse vero, e che quindi non potevo (o per lo meno non volevo) esserlo. Voglio dire io stesso, prima degli altri, ritenevo di essere sbagliato perché avevo fatto mia quella visione, posso persino dire di essere stato omofobo per un periodo.

mi rendo conto che purtroppo l'ambiente che ci circondare riesce a influenzarci molto, e queste influenze riescono a rimanerci addosso condizionando la tua vita... ti ringrazio per le parole che hai scritto :) ...

Ciao Prometeo...
Prometeo ha scritto:
Anche io "certe cose" non le ho mai fatte e non voglio farle, qto perchè l'esperienza mi ha mostrato che veramente può bastare l'affetto, può bastare la forte vicinanza con una persona amata.

Io non ho esperienza, non ho mai avuto un ragazzo non so cosa significhi avere un sentimento corrisposto... Determinati rapporti non me la sento proprio di farli, per motivi che ho già spiegato, però riflettendo, e facendomi domande, mi rendo conto che cerco di colpevolizzarmi anche quando una cosa mi va di farla... ad esempio, è ovvio che in una coppia ci siano dei momenti di intimità, e che magari senti il desiderio di spingere le coccole a qualcosa che va un po' oltre... però il problema sorge quando pensi che sia meglio frenarsi e cercare di reprimere quel desiderio che senti... Mi da proprio fastidio il fatto che mi venga quel desiderio :oops: ...

Isabella



_________________
Ogni sera quando mi ferisco una parte di me si chiede cosa stia facendo, ma io non so cosa risponderle. Guardo il sangue colare dalla ferita, colare a terra, goccia dopo goccia, come una clessidra.
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Può bastare l’affetto?
MessaggioInviato: sabato 20 aprile 2013, 21:43 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 9 luglio 2010, 0:27
Messaggi: 278
Prometeo, mi sembrava di aver capito dall'altro topic che ti ritieni un individuo del tutto 'normale' in ambito sessuale, nel senso di non sentirti assolutamente un represso, ma che semplicemente trovavi giusto sacrificare la propria sessualità per qualcosa di più grande, la fede cattolica. E che ciò ti costava fatica.
Infatti lì, non avevo trovato nulla da ridire (ndr: pur trovando del tutto incomprensibili le tue argomentazioni, e pur avendo ben chiaro i 'danni' che fanno tali condizionamenti, ma questo è un altro discorso....)
Adesso però non capisco assolutamente questo intervento: Isabella non ha minimamente accennato a qualcosa di inerente la religione. Eppure senti di condividere il suo intervento. L'intervento di una ragazza che vive con disagio la sessualità, per questioni del tutto personali, sulle quali adesso non ha senso investigare.
Mi sembra un po' un controsenso: sei una persona con disagi dal punto di vista sessuale che poi 'fortunatamente' (per Te) ha trovato nella propria fede un habitat naturale in cui 'lustrarsi' della propria condizione,oppure la tua situazione non a niente a che vedere con Isabella, in quanto Te vivi con sacrificio la rinuncia alla sessualità per rendere grazia alla tua fede. Delle due.... UNA.

E se la tua situazione è differente, non credi avrebbe senso vedere se è possibile risolvere la situazione di una ragazza o di un ragazzo che può avere una qualche disfunzione fisica o psicologica? (Non parlo di Isabella, dico in generale) piuttosto che uscirtene dicendo "ma no tranquillo, siamo tutti diversi, lascia stare il sesso che se ne può fare a meno!!!" :?:

Anche il sostenere che "certe cose" non si fanno perché può bastare l'affetto è un'argomentazione che mi lascia piuttosto sbigottito.

Comunque, fatte 'ste considerazioni, la chiudo qua, penso ci si allontanerebbe soltanto dal senso del topic della Cucciola Isabella.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Può bastare l’affetto?
MessaggioInviato: domenica 21 aprile 2013, 9:34 

Iscritto il: domenica 17 marzo 2013, 18:34
Messaggi: 54
Certo che mi sento normale, come reputo normale Isabella.
Certo che vivo quello che ho scritto per la mia fede.
Certo che provo anche della fatica.
E qto senza nessun danno alla mia psiche.
Ma tutto qto non vuol dire che il mio discorso sia solo per credenti, posso credere e ci credo che anche altre persone, magari non credenti possano condividere la mia stessa scelta, la mia prospettiva: io credo che l'affetto può bastare! Lo credo come uomo e come credente! Non capisco, bisogna essere credenti per dire qto? Chiunque può dire che per lui l'affetto può essere sufficiente e senza per qto essere ritenuto un minorato represso che va riportato sulla "sana via del sesso".
In Isabella non vedo nessun disagio patologico, anzi vedo una persona che prova fastidio per "certe cose", e allora? Santa pace, siamo liberi di provare fastidio per certi modi di esprimere i nostri sentimenti o dobbiamo tutti essere omologati? Siamo mica in fabbrica! Qta riduzione al sesso proprio non mi piace e non la condivido!
Potrai essere sbigottito quanto vuoi, ma per qto non ritenere gli altri diversi da te come aventi "disfunzioni" o altro, l'esperienza personale, fosse anche di 1000 persone insieme non può essere eletta a norma della vita di tutta l'umanità. Per molti è importante l'esercizio della sessualità? BENE! Siamo tutti felici e facciamo anche il tifo, sono certo che vivete la cosa nel migliore dei modi, avete una prospettiva diversa dalla mia, ma non vi ritengo per qto dei "patologici". Sarebbe bello ricevere lo stesso trattamento anche dall'altra parte e non doversi ogni volta difendere dal sospetto di essere frustrati o con disfunzioni mentali o fisiche solo perchè si crede che "l'affetto può bastare"!


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Può bastare l’affetto?
MessaggioInviato: domenica 21 aprile 2013, 9:56 

Iscritto il: giovedì 29 novembre 2012, 23:53
Messaggi: 53
Isabella,è da un po' di giorni che seguo questa discussione e finalmente ho trovato il tempo per dirti come la vedo io. Il fatto che tu hai certi pensieri non è mica una cosa anormale, anzi......solo gli asessuali non hanno determinati bisogni fisici. Capisco che quando si riceve un educazione repressiva questa può accompagnare il percorso di vita in un individuo ma non è sempre così, ti faccio un esempio, conosco ragazze che hanno studiato dalle suore, ambiente abbastanza moralizzante, questo però non ha impedito loro di vivere serenamente la loro vita sessuale, crescendo ci facciamo una nostra idea della vita in generale, ci sono impulsi che vengono fuori lo stesso in quanto sono naturali, ti ripeto che solo un asessuale non li sente.
Nel tuo immaginario vedi certe cose come sporche?Beh, credo che non puoi condannarti per un semplice pensiero, anche perché nel concreto magari non faresti mai determinate cose, nel senso che se una cosa non vuoi farla non la fai, a meno che non ci sia una sorta di ricatto morale, del tipo " se non lo fai tu vado da un altra", in questo caso ti consiglio, se permetti, di lasciar perdere.
Secondo me il sesso è sporco se viene fatto senza amore accoppiandosi con il primo che capita, ma non sporco in senso morale, ognuno ha una propria moralità, ma proprio in senso igienico, mi è capitato di vedere persone che si sono prese addirittura le piattole, spero di non scandalizzare nessuno ma sono veramente orrende anche se meno pericolose rispetto ad altre malattie.
Il giudizio dei maschi? Guarda che anche le donne abbiamo il potere di giudicare, personalmente non mi sono mai piaciuti quelli che vanno con tutte , li ho sempre tenuti a distanza. Potrà sembrarti una frase fatta ma probabilmente quando incontrerai la persona giusta molte paure ed imbarazzi spariranno, ed il fatto che tu abbia dei valori morali ti sarà d'aiuto nella scelta.
Infine ti chiedi se può bastare l'affetto? La mia risposta è si, certo che è possibile, ma si tratta di unioni molto particolari e non comuni, oso definirle unioni spirituali dove l'altro non viene sessualizzato, si condivide un interiorità
che non riesce a venir fuori con altre persone, indirettamente ne ho vissuto una molto bella. Il sesso non è tutto nella vita è solo una delle tante espressioni dell'amore, non una componente fondamentale.
Stai serena Isabella, non sentirti sbagliata per dei pensieri che non hanno in sé nulla di sbagliato.
Un abbraccio


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Può bastare l’affetto?
MessaggioInviato: domenica 21 aprile 2013, 10:03 
Utenti Storici

Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22
Messaggi: 2861
Caro Prometeo, mi pare che tu sia stato l'unico a usare la parola "patologia" finora. Questo per sottolineare che nessuno di noi trova patologico il vissuto di Isabella.
Non trovo nulla di male nella tua risposta, ma ad ogni modo penso che se Isabella avesse scritto che è felice di questa sua scelta il tuo intervento sarebbe stato forse più apprezzato. Tuttavia nelle sue parole si legge un dubbio consistente che abbiamo cercato di ascoltare: il dubbio che la propria reazione sia frutto di condizionamento più che di libera scelta.
Credo che ognuno di noi abbia dato alla fine la propria visione di sessualità e dal nostro punto di vista la scelta poi è della coppia, qualunque essa sia, se non è appunto una scelta "obbligata", ma frutto della propria autodeterminazione.
Non posso dire altrettanto del Codice Canonico che ad esempio ritiene nullo un matrimonio quando uno dei due coniugi è impotente.
Ci fu un Vescovo qualche anno fa che ritenne non sufficienti le coccole fra un paraplegico e la sua futura moglie come prerequisito per sposarli. Infatti si sposarono in Comune.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Può bastare l’affetto?
MessaggioInviato: domenica 21 aprile 2013, 10:58 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 30 marzo 2012, 18:40
Messaggi: 1386
Elsa, ti ringrazio per quello che hai scritto :) ...
è bello vedere ricevere tutto questo appoggio e questi consigli... all'inizio avevo un po' di paura a scrivere questo Topic, perché avevo paura di essere giudicata... perché non sapevo se sarei riuscita a scrivere in maniera chiara quello che sento dentro... è così strano come tutti dicano, e parlo in generale, che fare l'amore sia una cosa naturale... ma se è così naturale perché ci facciamo sempre mille ansie????? perché abbiamo sempre il terrore quando arriva il momento???? Non ho mai avuto rapporti sessuali, ma quando cerco di riflettere su queste cose in maniera seria, cioé quando non ti capita di avere determinati tipi di fantasie ( :oops: ), il pensiero che un giorno lo possa fare mi mette addosso un'ansia pazzesca... e in quei momenti mi chiedo: “Ma non si potrebbe usare il tempo in maniera migliore????”
Elsa ha scritto:
Il sesso non è tutto nella vita è solo una delle tante espressioni dell'amore, non una componente fondamentale.

Queste sono le frasi che più mi piacciono perché hanno un senso!!!!!! E purtroppo in un mondo in cui il sesso viene spiattellato ovunque, in cui sembra che per forza i rapporti siano solo un “usa e getta”, soprattutto nell'ambiente gay, penso che il ricordarsi che il sesso sia una parte, e non il totale della nostra esistenza, non possa farci che bene...

Grazie ancora a tutti!!!!!!!!

Isabella

P.S.
Elsa ha scritto:
Secondo me il sesso è sporco se viene fatto senza amore accoppiandosi con il primo che capita, ma non sporco in senso morale, ognuno ha una propria moralità, ma proprio in senso igienico, mi è capitato di vedere persone che si sono prese addirittura le piattole, spero di non scandalizzare nessuno ma sono veramente orrende anche se meno pericolose rispetto ad altre malattie.

Penso che non scandalizzerai nessuno... e come fai notare tu, le piattole sono il minore dei mali rispetto a certe malattie... però la domanda che mi faccio in qusti casi è: “Ma usare delle protezioni?????” Ma poi quando senti di persone che, a momenti si vantano di non usare preservativi nei rapporti, ti rendi conto che è solo fiato sprecato...



_________________
Ogni sera quando mi ferisco una parte di me si chiede cosa stia facendo, ma io non so cosa risponderle. Guardo il sangue colare dalla ferita, colare a terra, goccia dopo goccia, come una clessidra.
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Può bastare l’affetto?
MessaggioInviato: domenica 21 aprile 2013, 11:14 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 6 febbraio 2013, 17:10
Messaggi: 241
Ciao Isabella,ho seguito con grande interesse questo tuo personalissimo e "intimo" post. A me a volte capita di pensare al sesso (in questo caso,sesso gay) come a qualcosa che possa sminuire il mio valore come persona. Questo credo sia legato all'idea che facendo sesso in qualche modo io possa deludere le persone il cui giudizio ritengo importante(come i miei genitori,ad esempio) e sfregiare l'immagine virtuosa che gli altri hanno di me.
Mi rendo conto che dare una valenza morale al sesso sia profondamente sbagliato; definire il valore di una persona in base al fatto che faccia o meno sesso è un'idiozia. L'approccio al sesso andrebbe vissuto con naturalezza,e nel pieno rispetto e ascolto dell'altro.
Superare i condizionamenti familiari,sociali,religiosi è difficile ma non credo sia impossibile. E penso che una volta fatto si riesca a vivere meglio,con sè e con gli altri.
Vorrei perciò chiederti: c'è qualche figura che ritieni importante e che pensi potresti "deludere",se facessi sesso?

Isabella,permettimi anche di aggiungere una cosa. Parli sempre del fatto che il mondo gay sia un mondo fatto solo di sesso. Sinceramente,lo trovo offensivo.
Io ho 23 anni,non ho mai fatto sesso. E quello che cerco non è certo solo sesso,ma una dimensione affettiva piena,sincera e in sintonia con me.
Una persona da amare,da rispettare,con cui condividere qualcosa. E se questa condivisione coinvolgesse anche le nostre fisicità,ben venga anche il sesso(nelle forme condivise e "sentite" da entrambi).
Spesso si associa il mondo gay alla ricerca disperata di sesso perchè la società non ci permette di vivere una nostra affettività e allora l'unica alternativa è quella di rintanarsi in qualche anonimo locale e pensare di poter soddisfare il nostro bisogno d'amore con il bisogno di sesso.

Prometeo, non si sta giudicando il fare sesso o meno. Ma si parla di quando il sesso viene vissuto come se fosse qualcosa di sbagliato e inopportuno. Il sesso(gay o etero) é NORMALE, e NON HA VALORE MORALE,non stabilisce un confine tra i buoni e i cattivi.
Assecondare questo "dogma" è un modo per far soffrire la gente,rafforzando dei pregiudizi,dei condizionamenti e delle false speranze.
Una volta stabilito che il sesso non è una cosa sbagliata,poi ognuno è libero di praticarlo o meno.
Questo è un forum aconfessionale,ma quando leggo i tuoi interventi mi sembra di essere al tuo catechismo. Grazie al cielo,c'è una Chiesa in ogni angolo d'Italia,non pensi che se uno abbia il desiderio di sentire il punto di vista della Chiesa potrebbe tranquillamente venire alla tua catechesi?


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Può bastare l’affetto?
MessaggioInviato: domenica 21 aprile 2013, 11:29 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 9 luglio 2010, 0:27
Messaggi: 278
barbara ha scritto:
Non trovo nulla di male nella tua risposta, ma ad ogni modo penso che se Isabella avesse scritto che è felice di questa sua scelta il tuo intervento sarebbe stato forse più apprezzato. Tuttavia nelle sue parole si legge un dubbio consistente che abbiamo cercato di ascoltare: il dubbio che la propria reazione sia frutto di condizionamento più che di libera scelta.
Preferisco non aggiungere altro.... risulterei solo antipatico, e soprattutto non sarei di aiuto (ammesso che in qualche modo potrei esserlo....) a Isabella


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Può bastare l’affetto?
MessaggioInviato: domenica 21 aprile 2013, 11:57 
Moderatore Globale
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 25 giugno 2009, 0:27
Messaggi: 939
Leggendo la piega che sta prendendo il discorso, invito alla calma!
Cerchiamo di rispettare chi argomenta in modo pacato - per quanto certe cose siano diametralmente opposte e/o inconcepibili da come la si pensa - e sopratutto fare un commento inerente e coerente con il post di isabella, altrimenti si rischia di andare OFFTOPIC.

Ricordo anche la vocazione assolutamente LAICA e ACONFESSIONALE del forum, e proprio per questo motivo, se qualche credente esprime la sua opinione, cerchiamo di argomentare con la testa e non con la pancia, diversamente da come potremmo aspettarci dall'altra parte!
La laicità presuppone appunto la pluralità di opinioni e non l'unilateralità acritica.

Grazie a tutti per la collaborazione!



_________________
Zerchmettert, zernichtet ist unsere Macht
wir alle gestürzt in ewige Nacht
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Può bastare l’affetto?
MessaggioInviato: domenica 21 aprile 2013, 12:40 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 30 marzo 2012, 18:40
Messaggi: 1386
Ciao candido900, allora...
candido900 ha scritto:
Parli sempre del fatto che il mondo gay sia un mondo fatto solo di sesso. Sinceramente,lo trovo offensivo.

Intanto ti chiedo scusa se ti ho offeso, se ho offeso anche altri ragazzi gay del progetto, con quello che ho scritto... non era mia intenzione :oops: ...
Forse mi spiego male io, e di certo adesso non voglio cambiate le carte in tavola, però quello che cerco di dire io, è che una buona parte dei gay pensa per lo più a quello. Siamo sinceri... nelle chat è per lo più quello che si cerca... ti basta scegliere qualche profilo a caso e vedrai che ho ragione... nelle saune i gay ci vanno anche per quello... nelle dark room direi che lo scopo è solo quello... Ripeto NON tutti i gay pensano al sesso... però vedendo il fiorire di chat, saune e dark room, arrivo a pensare che una buona parte dei gay pensino per lo più al sesso...
Però... posso farti una domanda Candido900???? Non pensi che se una persona arriva a dire che
candido900 ha scritto:
il mondo gay sia un mondo fatto solo di sesso.

ci sia un motivo per cui lo dice????? Ci sarà un qualcosa che ha portato questa persona ad avere un determinato giudizio...

Riguardo a questa domanda:
candido900 ha scritto:
c'è qualche figura che ritieni importante e che pensi potresti "deludere",se facessi sesso?

avrei paura di deludere i miei genitori :oops: ...

Isabella



_________________
Ogni sera quando mi ferisco una parte di me si chiede cosa stia facendo, ma io non so cosa risponderle. Guardo il sangue colare dalla ferita, colare a terra, goccia dopo goccia, come una clessidra.
Non connesso
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 Pagina 5 di 7 [ 64 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

phpBB skin developed by: John Olson
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group


Creare forum
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010