Relazioni Interpersonali

La difficoltà di uscire allo scoperto
Alberto89
Messaggi: 30
Iscritto il: mercoledì 29 settembre 2010, 19:45

Relazioni Interpersonali

Messaggioda Alberto89 » domenica 20 ottobre 2013, 20:37

Ho una domanda.
Come fate ad avere delle relazioni normali con chi non sa di voi?
Come fate ad aprirvi ma allo stesso tempo nascondendo una parte così importante?
I miei risultati sono decisamente miseri, nel senso che a partei miei pochissimi amici stretti che lo sanno gli altri non dubitano la cosa e io praticamente sono un involucro impenetrabile, finendo per non creare quasi nessun tipo di relazione normale, con gli uomini è un disastro ad esempio sto attraversando una cotta per un eterosessuale quando vorrei una amicizia e tutto quello che comporta, o anche con le donne la situazione non è più semplice, mi reputo bisessuale più o meno, diciamo che ancora non mi sono stabilizzato, però provo delle pulsioni verso le donne e il tutto diventa un disastro colossale, vedendo "sesso" praticamente ovunque... Quindi ribadisco.. Come fate? se lo fate..
Che disastro ragazzi...

Tozeur
Messaggi: 538
Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 1:07

Re: Relazioni Interpersonali

Messaggioda Tozeur » domenica 20 ottobre 2013, 22:09

Sono curioso di sentire diversi pareri relativi a questo argomento. Ultimamente mi capita di avere a che fare con persone diverse e non sempre mi piace tenere nascosta la mia vita privata
Alone but not lonely

k-01
Messaggi: 268
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 22:05

Re: Relazioni Interpersonali

Messaggioda k-01 » domenica 20 ottobre 2013, 22:28

Non so cosa tu intenda per “rapporti normali”. Non penso che tutti debbano sapere tutto di me, come io non so tutto degli altri etero o gay che siano. Ognuno sceglie come rapportarsi agli altri indipendentemente dall'orientamento.
Per quanto mi riguarda frequento solo persone con le quali sono a mio agio, mi sento accettato come persona (e non come gay) e so di poter essere me stesso. Non mi piace mentire o fingere di essere quello che non sono.
Mi capita di trovarmi bene anche fra eterosessuali che non sanno di me, così come di trovarmi male con omosessuali. Non c'è una regola precisa, dipende sempre dalle persone e non dal loro orientamento.

Alberto89
Messaggi: 30
Iscritto il: mercoledì 29 settembre 2010, 19:45

Re: Relazioni Interpersonali

Messaggioda Alberto89 » lunedì 21 ottobre 2013, 8:46

Il mio problema è che con persone con cui mi trovo bene poi alla fine non riesco a legare completamente proprio perchè nascondo questa parte di me, che è una gran bella parte... Sono cmq sempre attento a qualsiasi tipo di domanda e valuto bene cosa dire e cosa no proprio per non farmi scoprire, spesso mi capita di fare falsi apprezzamenti su cose di cui non me ne frega nulla proprio per alimentare la convinzione che io non lo sia e mantenere determinati rapporti, probabilmente ancora non mi sono accettato definitivamente e quello gioca una gran bella fetta del problema... Ma con alcuni con cui parlo di tutto, mi trovo bene ma non sanno di me, io mi sento come un ladro che ruba le loro confidenze e non dice mai nulla di se stesso.. Non so se mi sono spiegato, scrivendo sono sempre molto criptico
Che disastro ragazzi...

k-01
Messaggi: 268
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 22:05

Re: Relazioni Interpersonali

Messaggioda k-01 » lunedì 21 ottobre 2013, 15:53

Se vuoi superare il disagio che ti procura mantenere nascosto il tuo orientamento alle persone che frequenti, non hai altra strada che provare a raccontare di te.
Se invece non le reputi idonee a raccogliere le tue confidenze, comincia a conoscere e frequentare altre persone ti permettano di essere più autentico.

Avatar utente
875
Messaggi: 383
Iscritto il: lunedì 27 febbraio 2012, 4:37

Re: Relazioni Interpersonali

Messaggioda 875 » lunedì 21 ottobre 2013, 16:09

Ciao Alberto!
Senti credo che alcune cose si facciano piano piano, il tempo passa, correre aiuta ma ha sempre delle conseguenze durante e dopo l' attraversata!
Se hai trovato a cui dire di te e ti apprezzano, bene sei a un buon punto, ma avere tantissimi amici e conoscenti, non significare parlare sempre spesso di se stessi e di quello che ci rende orgogliosi di noi stessi, perché qualcosa c è sempre!
Parli di furto, ma perché? Rubi informazioni perché sono loro che te le danno? Mh...ma saranno vere? Cioè dopo tanto tempo puoi parlare di te, oppure al primo sguardo riuscire a captare la sincerità, verità e realtà di una persona, e questo credo sia una dote di non pochi!

Io da poco ho iniziato un nuovo percorso, non ti dico quale perché è meglio generalizzare, e in questo sto cercando di vedere e capire al meglio chi ho affianco, certo, con loro ho parlato un po' di me, ma sono cose di me che reputo normale poter dire, certo, non vado a dire con chi andrei a letto :D

Credo sia meglio prendere con calma certe cose, se vuoi dirlo con la voce, guardati allo specchio e dì chi sei, hai le orecchie per ascoltare e un viso a cui parlare!
Cambiare è difficile

Non cambiare è impossibile

Nel cambiare, ti ferisci, rimarrai ferito, rimarrai segnato e non potrai farne a meno

--------------------------------------------------------------------------------------

Essere come il caffè nei momenti più difficili.

barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Re: Relazioni Interpersonali

Messaggioda barbara » lunedì 21 ottobre 2013, 19:16

Stavo riflettendo sulla questione della bisessualità. Mi chiedo quanto essa incida nelle relazioni interpersonali. Non è semplice per me immaginare come ci si possa sentire, però provo a farlo.
Gli eterosessuali e i gay hanno una cosa in comune: e cioè il fatto che c'è una parte della popolazione da cui non sono attratti. Questo è un vantaggio in tema ad esempio di amicizia. Per me l'amicizia con degli uomini è sempre stata complicata dal rischio che si potessero creare fraintendimenti oppure delusioni. Avere amiche donne e amici gay è la soluzione a questo problema .
Sono relazioni più semplici , più chiare .
Un bisessuale questo vantaggio non ce l'ha. Quando tu Alberto dici: "vedo sesso ovunque" , forse stai dicendo proprio questo.
E' più difficile per te avere una conoscenza in cui sei certo in partenza che ci sarà solo amicizia da entrambe le parti.
Credo che in una situazione simile ci si senta spesso confusi, frastornati, sotto pressione . C'è meno libertà nel porsi , perché il fraintendimento è sempre dietro l'angolo. E poi penso che diventi molto più difficile essere aperti e chiari con gli altri , se non c'è chiarezza dentro di sé.
A ciò si aggiunge il disagio legato al fatto di non poter rivelare il proprio orientamento sessuale , che porta a delle limitazioni pesanti e a delle interferenze nella comunicazione.
Credo che nella vita spesso si senta il bisogno di certezze, di confini a cui ancorarsi , tutte cose che a te vengono meno. Forse bisognerebbe partire da questo. Chiedersi in che modo si possa offrire a se stessi un punto di riferimento, a cosa ci si possa appoggiare per sentirsi più solidi.
Forse una volta raggiunto questo obiettivo, la superficialità di certi rapporti non peserà così tanto, visto che ci sono amici fidati con i quali è possibile condividere ciò che si è. Oppure ci si sentirà abbastanza solidi per fare la scelta di essere sinceri con qualche collega con cui ne vale la pena.
Io ci ho provato , ma poi mi dirai se le cose che ho detto hanno un senso...oppure sono proprio uscita dal seminato. ;)

Alberto89
Messaggi: 30
Iscritto il: mercoledì 29 settembre 2010, 19:45

Re: Relazioni Interpersonali

Messaggioda Alberto89 » martedì 22 ottobre 2013, 0:22

Grazie a tutti per le risposte, e si barbara, hai proprio azzeccato il problema.. Non solo c'è di mezzo la questione del dire eventualmente di se, c'è anche l'attrazione verso tutti quindi quando cominci una relazione che vorresti fosse solo di amicizia ci vai sempre molto di più con i piedi di piombo rispetto a come dovrebbe essere credo... Perchè sai che se cedi troppo fin da subito ad alcune attenzioni il passo dalla conoscenza alla cotta devastante è veramente breve...
Che disastro ragazzi...

barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Re: Relazioni Interpersonali

Messaggioda barbara » martedì 22 ottobre 2013, 7:44

Certo non è facile come situazione- Immagino che questo ti faccia oscillare continuamente tra l'avvicinarti e l'allontanarti. Magari gli altri possono essere confusi da questo tuo atteggiamento o perfino esserne attratti.
Si tratta di una condizione a cui non avevo mai pensato. Tuttavia l'esserne consapevoli penso che sia fondamentale. Non c'è niente di te che non vada. Forse siamo noi a essere anche troppo spaventati dal sesso per avere bisogno di certe protezioni. Se avessimo ricevuto un'educazione differente, più libera probabilmente non percepiremmo il sesso e l'attrazione come ostacoli ad avere relazioni positive con le persone. Ci abitueremmo a questi impulsi e impareremmo a gestirli.
Credo fermamente che noi siamo fatti per affrontare e vincere le sfide. L'uomo può vivere in situazioni davvero estreme, come essere chiusi in una stanza 12 ore al giorno prima e dopo aver timbrato un cartellino.
Ti pare naturale questo? Certo che no. L' abbiamo accettato come inevitabile dopo anni e anni di abitudini. Figuriamoci se non è possibile anche imparare a gestire situazioni come la tua. Devi essere fiducioso. Ti manca solo l'esperienza per gestire tutto questo. Del resto sei così giovane e inoltre hai accettato da poco la tua bisessualità. Credo che le esperienze che stai facendo oggi e la tua fatica siano preziose per il tuo equilibrio di domani.
Possiamo crescere e rafforzarsi solo provando, cadendo e rialzandoci. ;)

Alberto89
Messaggi: 30
Iscritto il: mercoledì 29 settembre 2010, 19:45

Re: Relazioni Interpersonali

Messaggioda Alberto89 » mercoledì 23 ottobre 2013, 8:35

Hai ragione.. grazie ;)
Che disastro ragazzi...


Torna a “COMING OUT”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti