Crea sito
 
Oggi è lunedì 11 dicembre 2017, 23:05

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




 Pagina 1 di 1 [ 4 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Solo... amici?
MessaggioInviato: venerdì 16 settembre 2016, 0:57 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 luglio 2015, 20:26
Messaggi: 46
Salve a tutti, questo topic è diverso da tutti gli altri che ho postato finora, perché tratta di una romantica storia d'amore che ho avuto il piacere di vivere e che mi piacerebbe condividere con voi per una riflessione.
Cominciamo :)
Tutto ebbe inizio alcuni mesi fa, era una calda giornata d'estate, una giornata come tutte le altre, solo apparentemente, non sapevo che quella stessa sera avrei conosciuto una persona speciale.
Entrai come facevo ogni tanto in un sito di incontri a cui ero iscritto e decisi di scrivere ad un nuovo user, avevamo la stessa età e mi sarebbe piaciuto contattarlo per conoscerlo.
Gli scrissi "ciao" e lui mi rispose con un caloroso "ciao :) come va?" seguito da numerosi altri messaggi in cui parlammo un po' di noi, dei nostri interessi, dei nostri punti di vista e più mi scrivevo con lui, più mi interessava.
Decidemmo di scambiarci le nostre foto, e devo ammettere che era un ragazzo semplice, biondo, carino, di corporatura esile come me.
L'interesse era reciproco, così ci scambiammo numero di cellulare per chattare meglio tramite Whatsapp.
Era davvero piacevole parlare con lui, ho apprezzato soprattutto la sua umiltà e la sua sensibilità, ogni giorno che passava sempre di più, cosicché un giorno decidemmo di incontrarci.
Il giorno stabilito ero al mare con mia madre, non molto lontano da dove abitava lui, e c'eravamo messi d'accordo di incontrarci davanti ad un negozio vicino la spiaggia nel tardo pomeriggio. All'ora indicata mi avviai verso il negozio e lo vidi seduto su una panchina... sentivo il cuore battere e l'agitazione che cresceva piano piano, secondo dopo secondo, passo dopo passo...
"Ciao, piacere di conoscerti Niko!", "piacere mio" risposi, e da lì cominciammo a parlare e a conoscerci meglio: "ti va di andare a passeggio lungo il viale?" "certo!" dissi.
Camminando affrontammo un po' tutti gli argomenti: ora lo studio, la maturità, ora la scelta dell'università, sogni e aspettative per il futuro.
Dopo una ventina di minuti ci sedemmo in una panchina in disparte, dove potevamo stare un po' più soli e lontani dalla vista della gente, così finalmente stavamo uno di fianco all'altro, vicini quasi a toccarci, e dopo un po' ci guardammo negli occhi... ricordo ancora i suoi occhi azzurri, umili ma allo stesso tempo profondi, come se volessero dirmi qualcosa.
Poi il mio sguardo cadde sulla sua bocca e dopo un momento di silenzio, dopo essermi assicurato che alla nostra destra e sinistra non venisse nessuno, presi coraggio e mi avvicinai a lui fino a sfiorare le sue labbra con le mie.
E' stato un bacio a stampo, fugace ma allo stesso tempo dolce e delicato. Mi era piaciuta la sensazione che provai.
Ci abbracciammo forte, fu un abbraccio così lungo da far battere i nostri cuori simultaneamente, sembrava che ci appartenessimo a vicenda, abbiamo continuato a baciarci con una sensibilità indescrivibile, baci sulla guancia, sulle labbra e sul collo.
Il telefono squillò, era mamma che cominciava a preoccuparsi che non tornavo, dovevo tornare da lei.
Io e lui ci salutammo e ci mettemmo d'accordo di vederci due giorni dopo.
Quella stessa sera non feci altro che scrivermi con lui, sentivo che c'era affettività e complicità da entrambi le parti, i miei messaggi erano perfettamente in armonia con i suoi, a volte mi sembrava quasi di parlare con me stesso, riuscivo a captare le sue emozioni, la sua sensibilità e il suo tocco di romanticismo che non fece altro che rafforzare il mio interesse verso di lui.
Il giorno dopo sembrava non passare mai, sentivo troppo la sua mancanza, non sto scherzano se dico che lo pensavo ogni minuto, aspettando un suo messaggio o una sua risposta e che non vedevo l'ora che tramontasse il sole e che passasse quella lunga notte per rivederlo.
Finalmente il giorno tanto atteso arrivò, il pomeriggio presi il tram e raggiunsi il luogo in cui ci saremmo dovuti incontrare.
Lo vidi arrivare.
Una volta incontrati lo seguì, entrammo nel palazzo in cui abitava suo padre e ci recammo proprio in cima allo stabile, da cui si poteva godere di una vista meravigliosa sulla città e la spiaggia.
Il tempo era perfetto e il cielo era completamente limpido.
Eravamo solamente io e lui e trascorremmo l'intero pomeriggio là, abbracciati, ora seduti, ora distesi.
Fu un pomeriggio di carezze, baci, coccole, insomma mi sentivo davvero bene con lui, mi sembrava di trovarmi in un sogno.
Non esiste termine migliore della parola tedesca "Zweisamkeit" per descriverci, essa indica infatti quello stato paradisiaco in cui due anime si ritrovano, si isolano dal mondo creando un alone di solitudine tra loro e bastano a se stesse.
Sembra un sogno, ed invece è realtà, ma a volte, la linea che separa il sogno dalla realtà è molto sottile, così sottile che prima o poi anche dopo il sogno più bello segue l'amaro risveglio.
Al giungere della sera, ci demmo un ultimo bacio in ascensore e un ultimo abbraccio per strada, dopodiché le nostre strade si sarebbero divise. Per sempre.
Sapevamo che sarebbe stata, forse, l'ultima volta che ci saremmo visti.
Probabilmente ora vi starete chiedendo perché, perché due ragazzi che si amano così tanto devono lasciarsi così, senza una ragione plausibile?
La risposta è che a volte, purtroppo, quel destino che decide di far incrociare il cammino della vita di due persone, di farle incontrare ed innamorare, è lo stesso che, inevitabilmente, le farà dividere; perché ho tralasciato un particolare molto importante di tutta questa storia: questo ragazzo si chiama Raúl (nome inventato), ci siamo incontrati durante la settimana in cui io e mia madre eravamo in vacanza in Spagna.
Poco dopo sarei dovuto ripartire e probabilmente non ci saremmo mai più rivisti.
A questo punto, ancora una domanda rimane aperta in tutto il mio racconto, ovvero, in che rapporto ci troviamo ora.
Ci abbiamo riflettuto, e l'idea di essere semplici amici non ci piace, se fossimo vissuti nello stesso luogo ci saremmo messi insieme, ma sapevamo che una relazione non sarebbe stata possibile a causa della grandissima distanza che ci separa; così abbiamo deciso di diventare qualcosa che va oltre l'amicizia, forse addirittura oltre il migliore amico. Abbiamo deciso di diventare amici del cuore, o meglio... amigos con cariño.

Questa è la canzone che mi ricorda lui: https://www.youtube.com/watch?v=ty8pHvYG4Qs


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Solo... amici?
MessaggioInviato: venerdì 16 settembre 2016, 8:07 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27
Messaggi: 836
checcariiiiii...ñosos ^_^

Scherzi a parte Niko nella scala del piacere di stare insieme tra l'amicizia e l'amore c'è una terza gradazione. Tu chiamala se vuoi affetto (che è quel che alle volte di necessità rimane dopo che un po', almeno come nel vostro caso, l'amore lo si è fatto :) ).


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Solo... amici?
MessaggioInviato: sabato 17 settembre 2016, 21:01 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 18 ottobre 2015, 0:48
Messaggi: 95
Caro Niko, il vostro è sicuramente un rapporto profondo e sincero, anche da parte del tuo Raul, infatti dal tuo racconto è emersa una forte componente affettiva. Quel che è certo è che sarà difficilissimo trasformare questo rapporto in una relazione seria, date le enormi distanze che vi separano, ma questo lo sai già. Mancherebbe il contatto fisico, quindi fareste a meno di un aspetto fondamentale in un rapporto di coppia (infatti ammiro la tenacia di chi riesce a portare avanti una relazione a distanza). Più verosimilmente potresti portare avanti con lui un rapporto epistolare, ed in questo potrebbe anche diventare una persona importante nella tua vita.
Non voglio sembrarti cinico, ma bisogna anche capire quanto potrà durare questo rapporto epistolare una volta esaurito l'entusiasmo del vostro incontro, perché continuerete a condurre due vite separate e distanti. Se da un lato lui potrebbe diventare una sorta di "confessore" segreto col quale potersi sfogare e raccontare la propria vita o chiedere un parere, dall'altro questo rapporto potrebbe logorarsi e uno dei due o entrambi potreste perdere interesse. È molto difficile adesso prevedere come si potranno evolvere le cose, perché come ho detto prima il rapporto è viziato dall'emozione suscitata dal vostro recente incontro. Secondo me una prova del vostro legame speciale l'avrai quando tu o lui finirete per innamorarvi di altri ragazzi. Se il vostro rapporto continuerà senza gelosia dell'uno per l'altro, allora potrai essere sicuro dell'autenticità del vostro legame.
E ovviamente ti auguro che sia così.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Solo... amici?
MessaggioInviato: domenica 9 ottobre 2016, 14:43 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 3 gennaio 2015, 12:17
Messaggi: 65
Wow, che bella storia! Ma è possibile che su questo Forum siano tutti scrittori nati? :lol: Ogni volta che leggo un racconto, riesco perfettamente ad immaginarmelo nella mia mente, siete bravissimi a scrivere.
A parte gli scherzi, quando ho letto che quella storia era destinata a finire mi si è stretto il cuore: per quanto breve e fugace, si capiva che fosse altrettanto intensa e profonda... Ma sono felicissimo siate riusciti a trovare questa soluzione e la penso come agis, credo si tratti proprio di quella gradazione di affetto di cui parlava. E poi, chissà, non si sa mai che un giorno non riusciate a rincontrarvi o che possiate stare stabilmente in uno stesso posto per più tempo! Sarebbe fantastico :D


Non connesso
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 Pagina 1 di 1 [ 4 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

phpBB skin developed by: John Olson
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group


Creare forum
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010