RISCHIO AIDS IN AUMENTO PER LA POPOLAZIONE GAY

Approccio dei ragazzi gay verso la sessualità
Rispondi
Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5384
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

RISCHIO AIDS IN AUMENTO PER LA POPOLAZIONE GAY

Messaggio da progettogayforum » mercoledì 23 novembre 2016, 21:34

Il Ministero della salute ha pubblicato poco fa i dati sull’incidenza delle muove diagnosi di HIV in Italia, che il lettore può trovare alla pagina: http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubb ... legato.pdf
Nel loro complesso il numero delle infezioni cala anche se molto leggermente; solo il dato relativo agli omosessuali maschi è in ulteriore salita.
Mi fermo in particolare su un dato nazionale complessivo: il 48.1 delle nuove infezioni registrate nel 2015 è costituito da omosessuali maschi, il 25.2 da eterosessuali maschi. Il dato ha di per sé qualcosa di spaventoso se si considera che gli omosessuali maschi sono circa l’8% del totale della popolazione maschile.
L’8%, rappresentato dalla popolazione omosessuale maschile, contribuisce per il 48.1% del totale, mentre il 92%, rappresentato dalla popolazione eterosessuale maschile, contribuisce per il 25.2% del totale. Il rischio di contrarre l’HIV per un gay è circa 22 volte superiore al rischio di un etero.
Questo dato, che è in continuo aumento, indica che la prevenzione (cioè essenzialmente l’uso del preservativo) è un’assoluta necessità per un ragazzo gay. Non si tratta di fare terrorismo ma di sottolineare dati oggettivi troppo spesso trascurati. La prevenzione deve essere la condizione indispensabile di qualsiasi rapporto sessuale, salvo che non si viva in regime di coppia rigidamente monogamica e non si abbia l’assoluta certezza della sieronegatività del partner.

Rispondi