Se sono ancora umano

Romanzi, racconti, poesie, canzoni e componimenti di ogni genere scritti dai ragazzi del Progetto
holden78
Messaggi: 231
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 21:50

Re: Se sono ancora umano

Messaggioda holden78 » mercoledì 18 ottobre 2017, 13:53

Qualcosa è cambiato
dentro di me
Qualche anno fa
ero un ragazzo
impaurito
che non sapeva
bene
che cosa fosse
l'omosessualità
Non provavo
desiderio
sessuale
per gli uomini
tranne che nei
miei sogni
Eppure una scintilla
di luce
si accendeva
sempre
quando
guardavo
il volto di un uomo
Avrei voluto
essere corteggiato
come una donna
Avrei voluto
restare abbracciato
con un uomo
in riva al mare
per dimenticare
la morte
Ma il sesso
mi metteva
paura
Non sono mai stato
a letto con un uomo
Malgrado questo
adesso il desiderio
è divenuto
un' onda inarrestabile
Due corpi nudi
che si raccontano
cos'è l'amore
Mi batte
forte
il cuore
Non so se incontrerò
il compagno
della mia vita
Ma di certo
adesso
so
chi sono
io

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5330
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Se sono ancora umano

Messaggioda progettogayforum » mercoledì 18 ottobre 2017, 18:05

Ciao Holden.
Quando pubblichi qualcosa sul forum, vado a leggere con la certezza di provare un brivido, ed è successo anche questa volta. Fobia sociale... mah... le cose che scrivi sanno più di estrema volontà comunicativa che di fobia sociale, sono cose vere, sono i frutti essenziali della tua esperienza umana e sono esperienze messe in versi estremamente forti e e comunicativi. Hai parlato di te in poesia molto più di come si possa fare con tanto bla bla ordinario. Anche un forum ha un valore comunicativo e nessuno lo usa con più forza di come fai tu, e di questo ti ringrazio perché parlando di te, aiuti tanti a percorrere la loro strada in modo più consapevole. Se non non è comunicazione vera la tua, non so proprio che cosa si debba intendere per comunicazione. Grazie di essere con noi!

holden78
Messaggi: 231
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 21:50

Re: Se sono ancora umano

Messaggioda holden78 » giovedì 19 ottobre 2017, 18:00

Grazie a te per quello che hai scritto, sono arcifelice di far parte di questo forum.



I sogni dell'uomo
sono angeli custodi
Parlo
di quelli
che si fanno
ad occhi aperti
Ma la vita
spesso
gli occhi
te li chiude
anche se non sei
ancora
morto
Io ho smesso
spesso
di sognare
Il calendario
si muove
in avanti
mentre
tu rivivi
sempre
lo stesso giorno
E' peggio
dell'inferno
L'ultima volta
che ho chiuso
gli occhi
avevo trent'anni
Una ragazza
in lacrime
si allontanava
per sempre
dall'uomo
sbagliato
Trovare l'amore
era stato il mio sogno
fin da piccino
Presa coscienza
d'aver trucidato
il mio angelo custode
con le mie stesse
mani
mi sono sentito
perduto
Così ho chiuso
i miei occhi
per otto lunghi anni
Ma durante questo
limbo
qualcosa dentro me
è cambiato
Qualcosa
di grande e importante
Mi sono perdonato
Ho capito
che amare
è più importante
di essere amati
E così il mio sogno
di piccino
è ancora qui
con me
Ama il prossimo
tuo
come te stesso
amava dire
Gesù
Non c'è niente
che scaldi di più
il cuore

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5330
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Se sono ancora umano

Messaggioda progettogayforum » venerdì 20 ottobre 2017, 2:09

Ciao Holden,
quando dici che sei arcifelice di essere in questo forum rendi arcifelice anche me, e lo dico con vera soddisfazione. La felicità non è mai a senso unico, si dona e si riceve, perché la felicità sta nella relazione tra due persone, nel trovare qualcosa di profondamente comune, al di là di ogni differenza. Gli antichi dicevano che la poesia è maestra di vita, ed è proprio così, quando è poesia vera, cioè vita vera.
Anche in questa tua ultima poesia si sente fortissima la presenza del vissuto, e poi è bellissimo quel richiamo evangelico legato all'idea che amare dovrebbe essere per noi un fatto spontaneo, l'unico veramente importante. Grazie Holden!!

holden78
Messaggi: 231
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 21:50

Re: Se sono ancora umano

Messaggioda holden78 » venerdì 20 ottobre 2017, 19:37

Il pianto di mia
madre
lacera la notte
ma non il mio
cuore
I suoi
sono singhiozzi
d'appello
alla mia umanità
Lacrime
che inzuppano
di ricordi
la mia coscienza
La mamma
che piange
ha massacrato
la mia giovinezza
Il figlio
che ascolta
vorrebbe
correrle incontro
per asciugare
la sua tristezza
Ma rimane
inchiodato
al letto
perchè il loro
è stato un rapporto
perverso
Moglie e marito
piuttosto
che la madre
e il suo piccolo
Devo difendermi
dalla donna
che mi ha messo
al mondo
Voglio dimenticare
di aver condiviso
lo stesso
letto
quando ero già
maggiorenne
tenendo
stretta stretta
la sua mano
Voglio lacerare
un cordone
ombelicale
che non si è
mai spezzato
E per far questo
devo dimenticare
di amare
la donna
più importante
della mia vita
Spero che un giorno
la mia anima
turbata
ritrovi
il coraggio
di dirle
"ti voglio bene"

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5330
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Se sono ancora umano

Messaggioda progettogayforum » venerdì 20 ottobre 2017, 21:42

Una poesia immagine della vita, delle sue angosce e delle sue contraddizioni, una poesia per trovare il coraggio di andare oltre il passato, il coraggio di ritrovare un affetto contorto, difficile ma ancora vitale. La forza per andare oltre e per guardare lontano.
Un abbraccio, Holden, e grazie di essere qui!

holden78
Messaggi: 231
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 21:50

Re: Se sono ancora umano

Messaggioda holden78 » domenica 22 ottobre 2017, 17:15

Porto al dito
della mano destra
l'anello
di fidanzamento
di mio padre
Vorrei donarlo
ad un amore
che non ho ancora
conosciuto
La storia
d'amore
tra i miei
genitori
è naufragata
poco dopo
il matrimonio
Ma come
un inguaribile
romantico
mi piace
sperare
che quell'uomo
e quella donna
si siano
comunque amati
seppur per poco
E che io
sia il frutto
del loro
amore
Porto l'anello
al dito
per ricordare
a me stesso
quali siano
le mie origini
Forse sono
solo
un visionario
e dovrei
gettarlo
in fondo al mare
L'uomo che lo portava
al dito
trascinava
mia madre
per casa
riempendola
di botte
A volte mi chiedo
se anch'io
ne sarei capace
Se potrei procurare
così tanto dolore
alla donna o all'uomo
che seppur per
poco ho amato
Ed allora
ho paura
di me stesso
E la tentazione
è quella
di restar solo
Ma la solitudine
è compagna
della morte
Ed io seppur
a fatica
giorno dopo giorno
sto scegliendo
di vivere
Perciò porto
quest'anello
con me
Affinchè la promessa
d'amore
dei miei genitori
sia anche la mia
nei riguardi
della vita

holden78
Messaggi: 231
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 21:50

Re: Se sono ancora umano

Messaggioda holden78 » venerdì 8 dicembre 2017, 19:56

Ogni 8 Dicembre
mio padre muore
Il suo corpo
riposa in pace
Ma non il suo
essere
mio padre
Giorno dopo giorno
faccio a pezzi
la sua paternità
Non sono
il figlio che
avrebbe desiderato
Posso sentire
il suo rimprovero
uscire fuori
da una fossa
per cadaveri
Non sono ancora
un uomo,
ho paura della vita
e non mi assumo
le mie responsabilità
Sono un orfano
indolente
che è rimasto
seduto ad un letto
di ospedale
a farsi scaldare
dall'abbraccio
inaspettato
del proprio padre
Sono una persona
fragile
Questo mio padre
non l'ha mai accettato
"Sii un lupo tra i lupi"
amava ripetere
Ma io il lupo
non lo so fare
Ed allora
non mi rimane
che essere
padre
di me stesso
mentre porto
fiori
a questa tomba
che parla
una lingua
sconosciuta

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5330
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Se sono ancora umano

Messaggioda progettogayforum » sabato 9 dicembre 2017, 2:00

Holden, leggere le tue poesie è un brivido. Sono schegge taglienti di vita, sono il percorso della memoria che va oltre la negatività e riscopre una speranza, un modo di rifondarsi su altre basi, senza violenza, un modo di essere padri di se stessi. Grazie Holden di essere qui.

Ed allora
non mi rimane
che essere
padre
di me stesso
mentre porto
fiori
a questa tomba
che parla
una lingua
sconosciuta.

holden78
Messaggi: 231
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 21:50

Re: Se sono ancora umano

Messaggioda holden78 » lunedì 25 dicembre 2017, 22:22

Grazie a te, questo forum è per me un punto di riferimento essenziale
Ne approfitto per fare a te e a tutti i membri del progetto i miei auguri
di buon natale






Due angeli
passeggiano
in mezzo
alla folla
Si tengono
per mano
Di tanto in tanto
si baciano
in bocca
Un bacio
da innamorati
Sono due ragazzi
Sono due omosessuali
Sotto i loro
passi
ho sentito
il mio mondo
andare in pezzi
e un brivido
di libertà
attraversare
ogni parte
del mio corpo
Io non ho mai
vissuto la mia
omosessualità
Per mancanza
di opportunità
questo è vero
Ma anche per paura
Ma quei due
adolescenti,
nell'assoluta
naturalezza
dei loro gesti,
sono apparsi
ai miei occhi
di quarant'enne
impaurito
assolutamente
rivoluzionari
Perchè
rivoluzionario
è l'amore
E' la prima volta
che due "angeli"
incrociano il mio
cammino
Il loro amore
mi ha cambiato
Per la prima volta
ho provato
il desiderio
di indossare
anch'io
le ali della
libertà
e di amare
per le strade
della vita


Torna a “I NOSTRI SCRITTI”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite