IL TRAMONTO DI PROGETTO

Annunci e informazioni sul forum di Progetto Gay
Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5359
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

IL TRAMONTO DI PROGETTO

Messaggioda progettogayforum » venerdì 26 ottobre 2018, 15:55

Da molto tempo parlo del tramonto di Progetto, che ha fatto ormai il suo tempo. La sua epoca d’oro era quella senza social, senza app di incontri e senza siti specializzati con milioni di utenti in tutto il mondo, era in fondo ancora un’epoca pionieristica e Progetto funzionava alla grande. Un nuovo iscritto “vero” al forum ogni giorno, 14-15 post “seri” al giorno sul forum (non facevo a tempo a leggerli), tanto dibattito e molto serio. Il forum di Progetto è diventato il 4° in Italia tra i top sites a tema gay (fonte Alexa) e teneva il confronto con veri colossi, poi i tempi sono cambiati, lentamente ma inesorabilmente gli utenti hanno preferito strade molto più facili, il posting si è ridotto quasi a zero e anche la posta indirizzata a Progetto ha seguito lo stesso destino, il posizionamento su internet è calato vertiginosamente e Progetto è ormai un reperto storico di un’altra epoca. La cosa mi dispiace enormemente. Non sono io che chiudo Progetto, è che la storia di Progetto è oggettivamente finita. Ormai le ricerche su Google indirizzano da altre parti. La scelta di non aderire a campagne pubblicitarie e di non inserire immagini sponsorizzate ha comportato un ulteriore declassamento, ma fare diversamente avrebbe portato a ridurre Progetto a uno strumento commerciale il che era incompatibile con le sue finalità, ma le leggi della pubblicità sono inesorabili e Progetto continuerà ad affondare nelle ultime pagine di Google, finché non finirà per uscirne del tutto. So bene che non c’è niente da fare, perché non si può creare un’utenza che ormai va altrove, resta solo l’amarezza di una bella avventura ormai conclusa, perché i tempi cambiano e il “nuovo” avanza inesorabilmente! La sensazione è proprio quella di essere sopravvissuti.

Avatar utente
agis
Messaggi: 1059
Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27

Re: IL TRAMONTO DI PROGETTO

Messaggioda agis » venerdì 26 ottobre 2018, 21:02

Vabbè suvvìa project, in fin dei conti tutti i salmi prima o poi vanno a finire in gloria e già altrove ti scrissi che non ha senso cercare un senso in ciò che del senso è condizione. Arrivano freschi e baldi giovini con amorosi sensi nuovi? Nulla di cui
preoccuparsi direi. Ci si siede sulla riva del fiume a veder il nuovo che passa. Se tu porti le sedie a sdraio io ci metto il popcorn. La birra me la bevo tutta io che a te fa male :O)*** 8-)

Andre72
Messaggi: 31
Iscritto il: martedì 8 maggio 2018, 17:22

Re: IL TRAMONTO DI PROGETTO

Messaggioda Andre72 » venerdì 26 ottobre 2018, 21:48

ciao Project, non penso renda giustizia ridurre tutta questa immensa opera ad una banale graduatoria. Progetto ha aiutato e continua ad aiutare chi VERAMENTE non ha trovato un confronto con se stesso. Può assumere anche i contorni di una missione, vista sotto un'ottica altruistica.
Le persone vanno e vengono, alcune sono mordi e fuggi e altre no. Oggi acquisti degli entusiasti frequentatori del forum e domani ne perdi altri. Direi che più semplicemente, alcuni scelgono la "via più facile" in quanto più semplice, e su questo è inutile scendere in dettagli.
Credo che se Agis avanza una birretta e mi lascia un po' di spazio sulla sdraio, mi posso accomodare anche io...e in breve saremmo in tanti. Ricordiamoci cosa recitava Gaber ne "la mia generazione ha perso": "la qualità non è richiesta...è il numero che conta". Io sono per la qualità, e te? ;)
un abbraccio
Andrea

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5359
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: IL TRAMONTO DI PROGETTO

Messaggioda progettogayforum » venerdì 26 ottobre 2018, 21:51

Caro Agis, mi sa che hai ragione e d'altra parte, pure con un po' di malinconia, non si può che prendere atto che c'è un tempo per ogni cosa e che il tempo di Progetto è passato. Mi spiace parlarne al passato, ma tant'è, il tempo fugge e se ne porta ogni umano accidente ... speriamo che ne resti il ricordo almeno per un po'.

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5359
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: IL TRAMONTO DI PROGETTO

Messaggioda progettogayforum » venerdì 26 ottobre 2018, 22:05

Caro Andrea, beh mi riconsoli un po' ma se la sensazione di essere di un'altra generazione ce l'hai tu, figurati come posso averla io! Comunque, chissà, magari qualcuno (qualche paleontologo) passerà per caso da questa parti e potrà dire che l'homo dell'era pre-social aveva ancora qualche tratto ancestrale, nehanderthaliano o denisoviano, che per fortuna l'homo sapiens dell'era dei social ha superato e questo gli ha permesso proseguire, sulla strada del'evoluzione, mentre il pre-social, meno evoluto telematicamente, ha finto per soccombere all'estinzione di massa seguìta all'avvento dei social.

Andre72
Messaggi: 31
Iscritto il: martedì 8 maggio 2018, 17:22

Re: IL TRAMONTO DI PROGETTO

Messaggioda Andre72 » venerdì 26 ottobre 2018, 22:36

evoluzione o de-evoluzione? :) il passo sembra lungo ma non lo è affatto. Ciò che di buono facciamo resta. I social sono effimera bellezza (proprio volendo essere gentili). Non voglio sembrare uno che parla per slogan, ma è quello che penso. E non voglio che il mio pensiero possa apparire come uno stucchevole mattone gonfio di retorica (per la quale non sono neppure portato), ma guardandomi intorno non vedo tantissimi volti sorridenti, nonostante i tanto decantati social. Vedo invece una visione piuttosto crepuscolare che avvolge indistintamente molte persone. Il tuo impegno è disinteressato, ed ascoltare un coro di voci che chiede conforto e consigli non è facile. Ci vuole davvero tutta...
un caro saluto
Andrea

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5359
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: IL TRAMONTO DI PROGETTO

Messaggioda progettogayforum » sabato 27 ottobre 2018, 1:18

Andrea, se non avessi Progetto mi sentirei uno zero, o meglio uno zero assoluto. Progetto mi ha messo in contatto col mio mondo, è un po’ la mia medicina dell’anima. Sto al PC dalla mattina a notte alta, con piccole interruzioni e scopro mille cose che neppure immaginavo, vedo altri aspetti dell’iceberg gay anche quelli meno visibili e più complicati e resto sempre più convinto che mantenere un contatto serio con le persone sia fondamentale per guadagnare e per far guadagnare uno stato di vero benessere. Non parlo quasi mai di sesso, ci sono molte altre cose che sono addirittura più fondamentali perché tanti ragazzi e non più ragazzi vivono una sostanziale solitudine affettiva che porta al crollo dell’autostima e al limite della depressione. La cosa fondamentale è non sentirsi unici, non sentirsi animali rari, capire che ci uniscono molte cose più di quelle che ci dividono e che l’autostima cresce quando si incontra la stima degli altri. vedo spesso ragazzi depressi, demotivati, convinti che non concluderanno mai nulla, ma poi quanto più mi avvicino a queste persone più scopro un mondo di una ricchezza inimmaginabile, un mondo che era rimasto frustrato e nascosto, ma che c’è e che si può benissimo risvegliare. Nella maggior parte dei casi non mi trovo di fronte a veri problemi ma a paure, a incertezze del tutto immotivate, quando queste paure svaniscono ci si rende conto di avere delle potenzialità enormi. Una cosa ho capito attraverso Progetto e cioè che non bisogna fermarsi mai alla superficie delle cose o alla prima impressione: perché un albero cresca forte e sano ci vogliono anni di cure, ma quando ha preso forza nessuno potrà sradicarlo. Non saprei stare senza Progetto, è per questo che mi fa paura che quell’esperienza possa finire, perché in un certo senso mi sentirei finito anche io!

Avatar utente
agis
Messaggi: 1059
Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27

Re: IL TRAMONTO DI PROGETTO

Messaggioda agis » sabato 27 ottobre 2018, 14:00

Andre72 ha scritto:Credo che se Agis avanza una birretta e mi lascia un po' di spazio sulla sdraio, mi posso accomodare anche io...e in breve saremmo in tanti. Ricordiamoci cosa recitava Gaber ne "la mia generazione ha perso": "la qualità non è richiesta...è il numero che conta". Io sono per la qualità, e te? ;)
un abbraccio
Andrea


Ma che bravo e intraprendente giovane ^_^ Spe che vado a comprare un'altra cassa di birette poi tanto al ritorno famo guidar project e, mentre lui non guarda che deve stare attento alla strada, noi famo cose sul sedile di dietro come ai vecchi tempi con buona pace del nuovo che avanza 8-)

progettogayforum ha scritto:Andrea, se non avessi Progetto mi sentirei uno zero, o meglio uno zero assoluto. Progetto mi ha messo in contatto col mio mondo, è un po’ la mia medicina dell’anima.

ecc. ecc.
e daje :lol: Progetto in quanto tale non è un impossibile trait d'union tra te ed il mondo ma è la tua costruzione di un mondo che hai messo in comune con altri con fortune necessariamente ed inevitabilmente alterne. A me sembra sempre un po' curioso che l'artefice si debba sentire uno zero o un nulla rispetto all'artefatto e questo finanche in un sistema di pensiero dualista dal quale neppure Vico sfuggì e dove la tentazione nichilista si è sì rivelata fortissima ma che, a ben vedere, ha messo pure a disposizione robusti antidoti per questa eventualità. Secondo te perché Platone, nonostante tutto, continuava a chiamare Parmenide "maestro grande e terribile" e perché Popper chiamava Einstein "il mio novello Parmenide"? ^_^

Avatar utente
Birdman
Messaggi: 116
Iscritto il: domenica 18 ottobre 2015, 0:48

Re: IL TRAMONTO DI PROGETTO

Messaggioda Birdman » sabato 27 ottobre 2018, 23:47

Project, mi sembra che tu sia un po' troppo pessimista sul futuro di questo forum. Ne parlasti già 6 mesi fa e ne venne fuori un bel dibattito anche con utenti storici che tornarono a dire la loro per l'occasione (segno che evidentemente questo forum non l'hanno mai del tutto abbandonato e che magari per mille ragioni adesso lo leggono piuttosto che scriverci, ma comunque lo leggono). Sulle cause della diminuzione dell'utenza non posso dir nulla, non essendoci stato ai tempi d'oro, però ho notato che in tanti lo leggono, molto più di quanto pensassi. Talvolta ho il sospetto che chi sia in cerca di risposte per alcuni problemi, trovi tutte le risposte che vuole nelle vecchie discussioni e quindi non ritenga necessario riproporre una discussione già vista. Ho notato che una mia discussione dell'anno scorso è stata letta più di 2000 volte e questo mi ha per certi versi sorpreso e un po' messo a disagio, visto che non amo molto far sapere i fatti miei a troppe persone :lol: .
Anche per questo sono dell'idea che sia un po' presto per dire che sia finita per davvero, del resto un manipolo di affezionati che di tanto in tanto scrivono qui c'è sempre. Inoltre, per la peculiarità che questo luogo di confronto possiede, difficilmente chi lo frequenta se ne dimentica subito dopo. Il posto non è dei più movimentati ecco, ma non mi sembra che puzzi già di decomposizione.

Avatar utente
agis
Messaggi: 1059
Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27

Re: IL TRAMONTO DI PROGETTO

Messaggioda agis » domenica 28 ottobre 2018, 13:02

Ben detto Birdy! Eppoi insomma, quand'anche si decomponesse, ai vermicelli ci penso io, a tutto il resto ci penseranno i fior e quello che i fiori non si mangeranno rimane sempre come residuo irredimibile da cui ricominciare dopo l'imminente Kali Yuga ^_^ Eh... suvvìa non vorrai mica ricominciare dal... nulla?!! :evil: :evil: Che tempi signora mia... che tempi :lol:


Torna a “AVVISI”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite