RAGAZZI GAY E GIOCHI DI COPPIA

Coppie gay, difficoltà, prospettive, significato della vita di coppia dei gay
Rispondi
Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5439
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

RAGAZZI GAY E GIOCHI DI COPPIA

Messaggio da progettogayforum » martedì 27 novembre 2018, 15:54

Ciao Progetto,
avevo deciso di scriverti giorni fa, adesso non vedo più il forum ma provo a mandarti la mail lo stesso, se poi non mi rispondi ho solo impiegato un po’ di tempo a rimettere insieme le idee.

Sono ancora giovane, ho 23 anni, non ho un ragazzo ma ci sono quasi, cioè se non è adesso potrebbe essere tra poco, diciamo che stiamo in trattative. Lui non sarebbe niente male, ma ci sono dei punti di carattere che non mi stanno bene, io vorrei un ragazzo dolce che mi vuole bene ma che non mi si appiccica, che non mi toglie la mia libertà. Non cerco niente di speciale, ma non è che quando c’hai il ragazzo esiste solo quello, c’hai il ragazzo, è vero, è importante e tutto quello che vuoi tu, però non c’è solo lui. Lui mi dice che deve essere al primo posto, e va bene, ma alla fine pretende di sradicarmi dalla mia vita, di strapparmi dai miei amici che per me contano un sacco. Lui per me è più o meno il mio ragazzo, gli voglio più o meno bene, facciamo sesso, tra noi siamo tranquilli ma non può essere una cozza, lui pensa che se vedo un ragazzo e ci parlo, magari quando si gira io me lo scopo, sì, pro, c’ha proprio le fisse. Ma mica che quando uno vede un ragazzo carino se lo deve fare per forza, è carino, e che? Non posso dire che è carino? Se è carino è carino, e poi non lo sopporto quando mi frega il cellulare che se lo deve controllare tutto per vedere se l’ho tradito, è ridicolo eh? Però lo fa e quando io ci provo a farlo con lui sembra una iena, non lo sopporta proprio. Ma non dovremmo stare alla pari? Lo fai te vuol dire che lo posso fare pure io, no! Lui si sente padrone, io lo chiamo capo, lui pensa perché lui è il capo, ma ce lo chiamo perché è capoccione e non capisce un c.zzo! Certe volte sembra che a fare il capo ci gioca, ma ci gioca un po’ troppo, lui ce l’ha nel sangue che ti deve mettere sotto, che il capo è lui è basta e a me questo non mi sta bene proprio per niente. Un giorno lui non m’ha visto ma io l’ho visto che si strusciava con un ragazzo, ci sono rimasto proprio come un cretino, mi sono detto che io appresso a lui ci vado, e sono cretino, ma lui no! Lui c’ha quell'altro e vuole fare il capo con me. L’altro giorno se ne viene da me e ci prova, a strusciarsi, io me lo guardo male e gli faccio con la mano come per dire, ma che vuoi? Poi gli dico: “Ma perché non ti basta quello che ti sei strusciato ieri?” M'ha risposto male: “Tu mi hai spiato?” “No!! Macché spiare! Vi stavate a strusciare in mezzo alla strada!” e m'ha raccontato una storia di certi amici suoi che si fanno rispettare perché se si offendono ti crocchiano proprio.” Voleva fare il bulletto, mi voleva spaventare, ma con me n’ha trovato uno tosto, e poi lui non è gay! Io per lui non sono mica gay, sono finocchio, ma lui non è gay, quello è solo un po’ di spasso, lui si fa le ragazze! Ma in realtà dice solo balle, quello non sa manco come è fatta una donna, magari l’ha letto sul giornale. Io con lui ci sto, così, per modo di dire, proprio perché adesso non si batte chiodo ma mica mi poso mettere con uno così, che si fa mettere sotto pure delle donne. Gli amici miei mi dicono che non è bulletto ma che è solo stupido, a uno gli ha raccontato che quando facciamo sesso lui mi mena e io mi faccio menare perché mi piace, ma se sono io che lo meno! Scherzare scherziamo tanto ma io mica lo prendo sul serio! Lui crede che su di me c'ha l’ascendente ma lui c'ha il discendente, perché m’è già scivolato sotto le scarpe. In fondo non è cattivo, è solo stupido, che è pure peggio. Che faccio? Lo mollo o ci posso giocare un altro po'?

Avatar utente
Birdman
Messaggi: 132
Iscritto il: domenica 18 ottobre 2015, 0:48

Re: RAGAZZI GAY E GIOCHI DI COPPIA

Messaggio da Birdman » giovedì 29 novembre 2018, 2:01

Direi che non ci sia molto da ragionarci su, il "quasi ragazzo" del protagonista ha già mostrato un tale campionario di comportamenti intollerabili per un essere razionale, che ogni secondo in più trascorso in sua compagnia sarebbe un secondo perso.
Personalmente preferirei la verginità a vita a rapporti del genere.

Rispondi