non sapere se si è corrisposti

La realtà dei gay, storie ed esperienze di vita gay vissuta
Rispondi
aquilone213
Messaggi: 56
Iscritto il: giovedì 11 novembre 2010, 22:46

non sapere se si è corrisposti

Messaggio da aquilone213 » venerdì 12 novembre 2010, 0:10

ciao a tutti sono marco e mi sono appena iscritto.ho bisogno del vostro parere e di condividere la mia storia.ho 27 anni e abito in un paese del sud.da circa un anno sono follemente innamorato di un mio coetaneo.ci conosciamo da una vita ma nonostante siamo in un piccolo paese non abbiamo mai fatto amicizia.lui mi è sempre piaciuto moltissimo ma avevo messo da parte questa attrazione perchè la ritenevo una cosa impossibile.un anno fa è bastato uno sguardo e tutto si è riacceso in maniera devastante.ho iniziato a corteggiarlo in maniera discreta e indiretta e cioè andando al suo negozio ogni tanto con una scusa,oppure passando casualmente da casa sua..dopo qualche mese gli ho chiesto l amicizia su facebook e dopo due lunghissimi giorni l ha accettata.in sintesi non riesco a sbloccare la situazione nel senso che ho paura di farmi avanti perchè siamo in un piccolo paese,perchè lui è fidanzato da 10 anni con una ragazza e conduce una vita da perfetto etero come tutti in paese..il fatto è che nei pochi momenti che stiamo insieme sento fortemente che c è qualcosa di speciale di noi ma sento pure la sua grande paura per verso questo sentimento..due cose che vorrei chiedervi e cioè se ci si puo fidare delle proprie sensazioni perchè a volte ho paura che possano essere illusioni mie considerando che lui non fa niente di concreto per avvicinarsi a me..e poi vorrei chiedere se,nel momento in cui si sente paura nell altra persona,bisogna insistere oppure farsi totalmente da parte..grazie per l attenzione..

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2410
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: non sapere se si è corrisposti

Messaggio da Alyosha » venerdì 12 novembre 2010, 5:02

Ohi Marco visto l'ora tarda ho solo il priviliegio di essere il primo a darti il benvenuto.. In comune abbiamo l'età, io personalmente mi sono scoperto da poco e quindi non so bene cosa consigliarti... L'unica cosa che mi viene da dirti è solo di essere prudente, proprio perché il paesino è piccolo... ma penso che su questa cosa abbia rifletutto già di tuo... per il resto lascio che sia gente più esperta a consigliarti e mi limito a darti un grossissimo abbraccio :)

aquilone213
Messaggi: 56
Iscritto il: giovedì 11 novembre 2010, 22:46

Re: non sapere se si è corrisposti

Messaggio da aquilone213 » venerdì 12 novembre 2010, 10:54

grazie mille boy e ricambio il tuo abbraccio! cmq tranquillo che sarò prudente in paese..non è questo il problema principale....cmq aspetto le vostre risposte e faccio gia i miei complimenti per questo bellissimo forum..è solo due giorni che lo visito e lo trovo molto stimolante e soprattutto mi fa sentire un po meno solo..

Jek70
Utenti Storici
Messaggi: 518
Iscritto il: venerdì 15 maggio 2009, 19:41

Re: non sapere se si è corrisposti

Messaggio da Jek70 » venerdì 12 novembre 2010, 13:19

Benvenuto Marco.

Dare consigli in queste situazioni è sempre difficile e azzardato poichè tu solo conosci bene la situazione che stai vivendo, comunque le tue paure e dubbi sono comprensibilissimi.
Sul fidarsi o meno delle proprie senzazioni, direi si ma con una giusta dose di razionalità.

Se questo ragazzo ti piace prova come primo passo ad instaurare, come mi pare già stai cercando di fare, una buona amicizia, solo attraverso un rapporto amichevole sarà possibile per te e anche per lui (in caso ;) ) capire meglio le cose come realmente sono.

E comunque vadano le cose, quando nasche un'amicizia, anche se resta tale, è sempre cosa preziosa. :)


Ancora Benvenuto fra noi Marco e non temere, non sei solo. :)
Ultima modifica di Jek70 il venerdì 12 novembre 2010, 13:56, modificato 2 volte in totale.

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5450
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: non sapere se si è corrisposti

Messaggio da progettogayforum » venerdì 12 novembre 2010, 13:28

Ciao Marco, intanto benvenuto nel forum!! Eh, il tema che tu hai toccato credo sia stato croce e delizia di tutti i ragazzi gay: innamorarsi senza avere consapevolezza di come le cose vengono vissute (se vengono vissute) dall’altro ragazzo. Per esperienza, anche personale, ma direi che è una delle caratteristiche dei gay, posso dire che la tendenza a proiettare sull’altro quanto sentiamo in prima persona è diffusissima. Ci sono ragazzi che passano anni, e non pochi, aspettando che un amico del quale sono innamorati si dichiari finalmente gay, cosa che puntualmente non accade. I segnali che un gay decodifica in chiave gay nella grande maggioranza, se non sono espliciti, non hanno per chi li lancia alcun significato gay. Ricordo la storia di un ragazzo italiano che si era innamorato di un suo amico austriaco e che lo era andato a trovare a Vienna. Per il ragazzo gay italiano si trattava senza ombra di dubbio di una storia d’amore gay con un ragazzo gay molto timido. Uscivano insieme, parlavano per ore, andavano a fare lunghe passeggiate da soli, poi tutto si è risolto quando il ragazzo austriaco ha detto a quello italiano che lui sarebbe stato perfettamente capace di riconoscere un ragazzo gay dai suoi modi di fare (cosa palesemente non vera perché aveva passato 15 giorni con un ragazzo gay innamorato di lui e non se ne era nemmeno accorto). Il ragazzo Italiano ha dovuto fare buon viso a cattiva sorte, poi ha conosciuto la ragazza del ragazzo austriaco, che non gli aveva mai detto di avere una ragazza, e hanno passato gli ultimi giorni in tre. L’italiano ha dovuto inventare una fidanzata e una storia etero in Italia e tutto si è risolto così. Quindi non mi fiderei delle impressioni. Due ragazzi gay che si incontrano, con molta gradualità tendono ad aprirsi progressivamente l’uno all’atro e non c’è nessun bisogno di dichiararsi in modo esplicito perché la cosa viene da sé. Voglio dire che le storie vere non cominciano e non proseguono mai da una parte sola, si è in due fin dall’inizio, se non è così la probabilità di trovarsi davanti ad un ragazzo gay è molto bassa. Quanto alla paura dell’altro molto spesso è presupposta da una delle due parti e potrebbe non corrispondere alla realtà, se poi fosse una paura reale e ci fosse la certezza di trovarsi davanti ad un ragazzo gay, l’unica cosa da fare è mantenere un rapporto di amicizia che lo possa portare molto gradualmente ad avere meno timori, ogni forma di forzatura è controproducente. In queste cose i metodi drastici non producono mai risultati positivi.
Ancora benvenuto Marco!!

aquilone213
Messaggi: 56
Iscritto il: giovedì 11 novembre 2010, 22:46

Re: non sapere se si è corrisposti

Messaggio da aquilone213 » venerdì 12 novembre 2010, 15:38

innanzitutto grazie a tutti e 2 per la risposta.a project volevo dire che ho ben presente lo schema che hai descritto perchè mi è capitato in passato ma qui il discorso è diverso.intanto a differenza della storia che hai raccontato io non sono mai stato amico con questo ragazzo ma ci conosciamo solo di vista e,nonostante mi sia sempre piaciuto,non mi sono mai fatto nessuna illusione.il discorso è semplice e cioè che ci sono stati tanti suoi comportamenti molto strani.ad esempio il fatto che si sia procurato il mio numero di telefono tramite un conoscente comune e poi con me, quando glielo volevo dare, ha fatto finta di non averlo..e poi da quel momento quando sono fuori dal paese mi arrivano chiamate anonime..e poi altre cose..ma a parte questo la cosa principale è che quando siamo insieme si crea una tensione fortissima e inspiegabile..pero ci sono delle volte che avverto in lui paura e ostilità e questo mi blocca molto perchè non so come muovermi..poi ovviamente posso sbagliarmi..grazie ancora cmq.

Avatar utente
serpentera
Messaggi: 430
Iscritto il: martedì 24 agosto 2010, 19:37

Re: non sapere se si è corrisposti

Messaggio da serpentera » venerdì 12 novembre 2010, 16:11

Ciao Marco,quoto totalmente quello che ha scritto project,che come al solito mi anticipa(poi ci si lamenta che scrivo poco!!) :P
Anche io fino a poco tempo fa mi fissavo su ragazzi che mi piacevano fisicamente nella speranza che alla fine questi si accorgessero del mio interesse ricambiando...Mi sono reso conto che era tutto inutile,perchè se il ragazzo era etero non avrebbe mai potuto corrispondere i miei sentimenti...
Dunque ora,con l'esperienza acquisita,quando cerco di lanciare piccoli segnali che un gay certamente riconoscerebbe e mi rendo conto che l'interesse rimane unilaterale,mollo subito la presa,prima di affezionarmici...
Un abbraccio e,se ti va,ci troviamo in chat la sera,sei il benvenuto!!! ;)

aquilone213
Messaggi: 56
Iscritto il: giovedì 11 novembre 2010, 22:46

Re: non sapere se si è corrisposti

Messaggio da aquilone213 » venerdì 12 novembre 2010, 17:54

ciao serpentera e grazie per la risposta.come ho gia detto potrebbe anche essere che mi sto sbagliando..io vado a istinto e a pelle sento che questo ragazzo ha paura...e quindi mi chiedo come ci si debba porre nella situazione in cui ci si innamora di un possibile gay o bisex represso e che ha paura di questo sentimento..perchè mi chiedo come mai quando stiamo insieme quasi non gli esce la parola e non riesce a nemmeno a guardarmi negli occhi..volevo chiedere a project e a chi ha piu esperienza quali sono le dinamiche di un gay represso,anche se ovviamente ogni caso è diverso,perchè è la prima volta che mi capita una situazione cosi e non so come gestirla

Avatar utente
Aster
Messaggi: 217
Iscritto il: giovedì 18 giugno 2009, 21:55

Re: non sapere se si è corrisposti

Messaggio da Aster » venerdì 12 novembre 2010, 21:12

Beh, credo sia quasi certo che un ragazzo fidanzato da 10 anni con una ragazza sia etero. Scusa la schiettezza, ma probabilmente non gli interessa nulla o quasi di te, non ti guarda negli occhi perché non ha motivo di farlo e la tensione la senti solo tu. Non penso sia il caso continuare ad inseguire illusioni, se fossi in te lo eliminerei radicalmente dalla mia vita e se pensi che il dubbio ti logorerà, dovresti dirgli quello che provi. Sii uomo e trova la forza di mettere in qualche modo la parola "fine" su questa faccenda. Questi amori unilaterali e inespressi sono di intralcio nel trovare un ragazzo vero, che può ricambiare, che puoi baciare, toccare e amare in modo maturo. Finché rimane tutto nella tua testa, è un rapporto come quello che le ragazzine hanno per il loro cantante preferito e secondo me faresti bene a cercare di superarlo. Spero di non essere stato troppo brutale, ma bisogna riconoscere che chi chiede una cosa così sa di esporsi anche a risposte sgradite.

aquilone213
Messaggi: 56
Iscritto il: giovedì 11 novembre 2010, 22:46

Re: non sapere se si è corrisposti

Messaggio da aquilone213 » venerdì 12 novembre 2010, 23:39

non ti preoccupare accetto la tua opinione ma penso che piu che brutale sia un po banale in alcune cose ..io stesso ho detto che potrei sbagliarmi ma dire che un ragazzo è etero solo perchè sta da 10 anni con una ragazza è oggettivamente azzardato..ci sono un sacco di uomini sposati con figli che si scoprono gay a 30,40 e 50 anni...altri che conducono doppie vite e che si sposano solo per una questione sociale...il fatto che ci si possa fissare con delle cose inutili che sono di intralcio ad amori maturi mi trova d accordo, però dire sii uomo e metti la parola fine, oppure dire che è come l amore delle ragazzine per il cantante mi sembra un tantino irrispettoso per i miei sentimenti..forse non hai letto bene quello che ho scritto.io ho parlato di sensazioni,di istinto,di emozioni e ho anche detto che non escludo che siano solo illusioni..quindi non è una cosa solo nella mia testa..la mia sensazione molto forte è che abbia paura di questa cosa e per questo che chiedevo come ci si debba porre di fronte a queste situazioni..ammetto che cmq vista la situazione la cosa piu matura sarebbe mettersi da parte e andare per la mia strada anche se la cosa solo a pensarci mi fa male..cmq senza rancore..apprezzo moltissimo chi ha il coraggio di esprimere i suoi pensieri con schiettezza come te..grazie ancora

Rispondi