Perché alcuni gay "sembrano" etero e io no?

Solitudine, emarginazione, discriminazione, omofobia...
Avatar utente
agis
Messaggi: 1063
Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27

Re: Perché alcuni gay "sembrano" etero e io no?

Messaggioda agis » mercoledì 10 maggio 2017, 13:30

ccarr ha scritto:In altre parole stai dicendo che non deve diventare una scusa per non fare un c***o?


No ^_^. Quella personalistica rientra propriamente tra le interpretazioni possibili. Ma, visto che mi avevi interpellato non su di te ma sull'innatismo, ccarrino, il discorso voleva essere qui non personale ma generale. Nulla vieta di invaghirci o, finanche, di entusiasmarci per una certa idea naturalmente ma, ciò nondimeno, dobbiamo ipotizzare, nello spirito degli antichi sofisti, di aver sempre la possibilità mentale di dedicarci al cosiddetto "controfattuale". Nulla di nuovo sotto il sole naturalmente. Gli antichi sofisti avevano elaborato ben due parole differenti:

dussoi logoi

antilogìai



Ora non pare che qualcuno abbia ancora inventato un exnatismo o un esonatismo ma se, ciò nondimeno, dovessimo pensare ad una antilogìa a cosa potremmo pensare?

Magari ad un empirismo? ^_^

ccarr
Messaggi: 70
Iscritto il: martedì 4 ottobre 2016, 16:05

Re: Perché alcuni gay "sembrano" etero e io no?

Messaggioda ccarr » mercoledì 10 maggio 2017, 13:53

agis ha scritto:
Magari ad un empirismo? ^_^


e quale esperienza suggeriresti? (per favore, rispondi più semplice a sto giro, grazie :))
c-carr

Avatar utente
agis
Messaggi: 1063
Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27

Re: Perché alcuni gay "sembrano" etero e io no?

Messaggioda agis » mercoledì 10 maggio 2017, 13:59

ccarr ha scritto:
agis ha scritto:
Magari ad un empirismo? ^_^


e quale esperienza suggeriresti? (per favore, rispondi più semplice a sto giro, grazie :))


uè ciuè cheffai? provochi? :twisted: :twisted:

:lol: :lol: :lol:

ccarr
Messaggi: 70
Iscritto il: martedì 4 ottobre 2016, 16:05

Re: Perché alcuni gay "sembrano" etero e io no?

Messaggioda ccarr » mercoledì 10 maggio 2017, 14:14

agis ha scritto:
uè ciuè cheffai? provochi? :twisted: :twisted:

:lol: :lol: :lol:


allora, agis, seriamente, io ho fatto il classico, amavo la filosofia ed ero bravissimo in greco quindi capisco benissimo i tuoi discorsi teorici e so tradurre parole come dissòi lógoi e antilogìai ma sinceramente non capisco "cosa ci appizzicano" (perdona il dialettismo) con un omosessuale che si cruccia per questioni estetiche e di accettazione personale, vogliamo tornare un po' sulla terra? O facciamo come il filosofo che guardava le stelle e non si accorse della voragine per terra? (se non ricordo male "Le nuvole" di Aristofane)
Ultima modifica di ccarr il mercoledì 10 maggio 2017, 14:59, modificato 1 volta in totale.
c-carr

Avatar utente
agis
Messaggi: 1063
Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27

Re: Perché alcuni gay "sembrano" etero e io no?

Messaggioda agis » mercoledì 10 maggio 2017, 14:30

ccarr ha scritto: O facciamo come il filosofo che guardava le stelle e non si accorse della voragine per terra? (se non ricordo male "Le nuvole" di Aristofane)


ma... ma... ma... :o :o :o :o :o

:lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

mi spiace per il povero Talete ccarrino ma io nella voragine ci vivo e, purtroppo, è sfuggito dalle mie grinfie 8-)

Se proprio vuoi tornare sulla terra però fai pure ^_^ Ormai son troppo vecchio per certe cose, mica te lo impedisco :O)***

Avatar utente
Gio92
Utenti Storici
Messaggi: 626
Iscritto il: domenica 6 settembre 2009, 18:19

Re: Perché alcuni gay "sembrano" etero e io no?

Messaggioda Gio92 » mercoledì 10 maggio 2017, 15:51

ccarr ha scritto:
Gio92 ha scritto:Spero non ti abbia infastidito con i miei commenti, non so, sento questa sensazione, se ti senti offeso ti chiedo scusa!
Un abbraccio


No, Gio, non mi sento offeso anzi mi interessano molto i tuoi suggerimenti, come ti dicevo prima danno speranza, la mia paura però è che non so se si possano mettere in pratica senza un po' "fingersi chi non si è davvero" seppur vedendo alcune qualità come un valore o un'aspirazione ma che però forse non ci appartengono davvero. Capito cosa vorrei dire? Non prendere le mie parole nel modo sbagliato, non so come spiegarmi. Come dicevo prima sono un po' "innatista" e vorrei più imparare come fare a rassegnarmi che a fare sforzi che potrebbero generare altra sofferenza o frustrazione. Difficilmente credo che qualcuno possa diventare "chi vuole" nella vita, di solito è più saggio (per quanto amaro) riconoscersi, fare dei compromessi e accettarsi (e io non ci sto riuscendo o magari mi sono fatto un'opinione esagerata di me stesso). Però magari riuscite a farmi cambiare avviso.


Ti inviterei ad andare da uno psicoterapeuta per "rassegnarti", io diciamo che userei il termine "accettare" che è ben diverso. Se tu non accetti la tua effeminatezza un motivo ci sarà, se non sei una checca ma sei leggermente effeminato qual è il problema?

Tutto, se rientra in parametri di sobrietà è accettabile, ovvero come si dice, "il troppo stroppia".
Non conoscendoti di persona non posso giudicare però posso comprendere benissimo il disagio che provi.
Però magari sei anche molto più maschile di quanto pensi e forse stai ingigantendo troppo la cosa.

Il fatto che leggendo i miei messaggi provi speranza mi fa immensamente piacere, perchè se siamo su questo forum dobbiamo aiutarci, per me è un piacere :) mi dispiace però che tu soffra molto per questa cosa ma ripeto, in parte ti capisco
Non è forte chi non cade, ma chi cade ed ha la forza per rialzarsi!

ccarr
Messaggi: 70
Iscritto il: martedì 4 ottobre 2016, 16:05

Re: Perché alcuni gay "sembrano" etero e io no?

Messaggioda ccarr » mercoledì 10 maggio 2017, 23:44

Gio92 ha scritto:
Ti inviterei ad andare da uno psicoterapeuta per "rassegnarti", io diciamo che userei il termine "accettare" che è ben diverso. Se tu non accetti la tua effeminatezza un motivo ci sarà, se non sei una checca ma sei leggermente effeminato qual è il problema?

Tutto, se rientra in parametri di sobrietà è accettabile, ovvero come si dice, "il troppo stroppia".
Non conoscendoti di persona non posso giudicare però posso comprendere benissimo il disagio che provi.
Però magari sei anche molto più maschile di quanto pensi e forse stai ingigantendo troppo la cosa.

Il fatto che leggendo i miei messaggi provi speranza mi fa immensamente piacere, perchè se siamo su questo forum dobbiamo aiutarci, per me è un piacere :) mi dispiace però che tu soffra molto per questa cosa ma ripeto, in parte ti capisco


No, basta terapeuti, ne ho visti davvero fin troppi (parlo anche di questo nella mia presentazione), però hai scelto "sobrietà" che è una parola molto bella e molto importante per me, forse sì potrei essere anch'io a ingigantire, chissà, i parametri di queste cose sono sempre così relativi e soggettivi..
c-carr

ccarr
Messaggi: 70
Iscritto il: martedì 4 ottobre 2016, 16:05

Re: Perché alcuni gay "sembrano" etero e io no?

Messaggioda ccarr » giovedì 11 maggio 2017, 10:40

agis ha scritto:
Se proprio vuoi tornare sulla terra però fai pure ^_^ Ormai son troppo vecchio per certe cose, mica te lo impedisco :O)***


A parte l'età, una domanda semplice: tu sei effeminato o no? Se sì, come hai vissuto sta cosa?
c-carr

Avatar utente
agis
Messaggi: 1063
Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27

Re: Perché alcuni gay "sembrano" etero e io no?

Messaggioda agis » giovedì 11 maggio 2017, 12:17

ccarr ha scritto:
agis ha scritto:
Se proprio vuoi tornare sulla terra però fai pure ^_^ Ormai son troppo vecchio per certe cose, mica te lo impedisco :O)***


A parte l'età, una domanda semplice: tu sei effeminato o no? Se sì, come hai vissuto sta cosa?



Fisicamente parlando ccarr l'immagine che ho attualmente di me è quella di un signore di mezza età come credo se ne vedan 100 passar per strada. Non ho problemi legati ad un'identifcazione di genere ma alcuni aspetti delle mie fantasie sessuali potrei tuttavia tranquillamente condividerli con molte donne etero :)

ccarr
Messaggi: 70
Iscritto il: martedì 4 ottobre 2016, 16:05

Re: Perché alcuni gay "sembrano" etero e io no?

Messaggioda ccarr » giovedì 11 maggio 2017, 16:57

Ma nemmeno io ho problemi legati all'identificazione di genere, so benissimo di essere maschio, non sono transgender, anzi sono anche felice di essere gay, il mio problema è che "si veda", è che si "capisca", perché i gay "insospettabili" invece hanno più successo, "cuccano" di più e sono accettati meglio e io li invidio da morire!
c-carr


Torna a “DISAGIO GAY”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite